Taverneriocittà - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
HOME | FORUM | ATTI PUBBLICI | FILMATI | CONTATTI
  •  
  • Essere sconfitti e non sottomettersi, questa è una vittoria; vincere e sedersi sugli allori, questa è una sconfitta.

    Jozef Pilsudski

< giugno 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Appuntamenti (3)
Archivio redazionali (40)
Consigli Comunali (79)
Interpellanze (8)
Lettere al Sindaco (2)
Redazionale (63)
Terzi (23)

Ultimi commenti:
Non è solo l'asilo che non va. E' il verde pubblico, gestito senza progettu...
26/06/2017 @ 08:46:30
Di meglio prima
L'asilo è alla frutta. il problema per il nostro Sindaco è decidere se cac...
23/06/2017 @ 18:57:48
Di chi se ne frega ?
Vedremo se queste critiche saranno manifestate da chi ci rappresenta in con...
21/06/2017 @ 07:54:00
Di Agostinelli ci manchi
Non siamo conniventi. Siamo propositivi e critici. ma certo senza cambi di...
20/06/2017 @ 23:22:05
Di l'ortolano matto
Anche io vedo superficialità ma anche inettitudine e attenzione per futilit...
20/06/2017 @ 09:44:10
Di finita
Occorre che questa amministrazione dimostri di esserci su temi decisivi del...
20/06/2017 @ 07:55:50
Di primo anno
E' QUELLO CHE TEMONO IN MOLTI. E COME ABBIAMO POTUTO VEDERE IN VARIE OCCASI...
19/06/2017 @ 14:55:26
Di W GAFFURI
Una volta si diceva: roba da giupit.Il vento da Albese è proprio da giostre...
19/06/2017 @ 14:21:31
Di giupit
....Non diventeremo mica un paese delle feste anche noi????
19/06/2017 @ 14:12:26
Di no
E comunque una bella bacchettata sulle orecchie la meriterebbe anche il nuo...
19/06/2017 @ 14:11:36
Di male anche Invernizzi
In effetti anche secondo me questo sindaco è molto autoreferenziale.Molto d...
19/06/2017 @ 12:52:23
Di il circo
mah....fra una festa e l'altra magari....
19/06/2017 @ 09:15:40
Di forse
Si occorre moderazione e fermezza.E intelligenza,Speriamo che l'amministraz...
16/06/2017 @ 14:48:29
Di chissà
attendiamo, magari per furor di popolo qualcosa si muove...però non attendi...
16/06/2017 @ 14:45:43
Di e' ora
Io mi chiedo seriamente, in seguito al "niente amministrativo" che nell'ult...
14/06/2017 @ 08:05:35
Di smarchiamoci
qualche anno????L'asilo è al bivio: o la gente preme sugli amministratori a...
13/06/2017 @ 14:35:32
Di Dagli all'ammazzapopolo
E mentre Angelo riposa in pace magari rivoltandosi nella tomba, l'Asilo bor...
12/06/2017 @ 15:32:08
Di Angelo riposa in pace
ANGELO VIVE!
08/06/2017 @ 13:58:34
Di iocisono
Concordo.basterebbe inondare questo sito con brevi posto tipo:ANGELO VIVE!A...
08/06/2017 @ 13:25:25
Di ANGELO VIVE!
E' molto grave che un gruppo dirigente che è stato eletto con il tema scuol...
08/06/2017 @ 13:09:44
Di Patinato
Trovo giusta questa considerazione: non solo è una ricchezza per tutti, ma ...
08/06/2017 @ 09:29:40
Di BS
L'Asilo versa in condizioni difficili.C'è un nuovo Presidente.Ma c'è bisogn...
06/06/2017 @ 17:36:17
Di Pilato
Ho visto su facebook la pagina "salviamo l'asilo borella". Qualcuno sa dirm...
31/05/2017 @ 14:40:03
Di richiesta
FINO A PROVA CONTRARIA SIAMO A SERVIZIO. QUESTO E' CERTO
27/03/2017 @ 12:59:12
Di CERTAMENTE
#11Il suo pensiero era chiarissimo. Qui la gente o non capisce ed e' grave ...
26/03/2017 @ 11:31:06
Di aaa

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati



//

\\ : Storico (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Admin (del 28/04/2017 @ 23:24:49, in Consigli Comunali, linkato 79 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO VENERDI’ 05-05-2017 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE ORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO
  1. RICLASSIFICAZIONE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE CHIUSO IL 31.12.2015. APPROVAZIONE SALDI INIZIALI DELLO STATO PATRIMONIALE. DEFINIZIONE DEL NUOVO PATRIMONIO NETTO E COSTITUZIONE DELLA RISERVA DI CAPITALE AL 01.01.2016.
  2. ESAME ED APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DELL’ESERCIZIO FINANZIARIO 2016.
  3. VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2017/2019 (ART. 175, COMMA 2, DEL D.LGS. N. 267/2000).
  4. MODIFICA PROGRAMMA TRIENNALE OPERE PUBBLICHE 2017-2019 E DELL’ELENCO ANNUALE LAVORI 2017.
  5. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA “IO, TAVERNERIO” PROT. 4633 DEL 03.04.2017.
  6. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA “IO, TAVERNERIO” PROT. 4634 DEL 03.04.2017.
  7. COMUNICAZIONI DEL SINDACO
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 27/03/2017 @ 22:53:00, in Consigli Comunali, linkato 97 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO VENERDÌ 31-03-2017 ALLE ORE 20:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE ORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO

  1. ISTITUZIONE DEL PARCO LOCALE DI INTERESSE SOVRACOMUNALE (PLIS) "VALLE DEL TORRENTE COSIA".
  2. APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI URBANI. ANNO 2017.
  3. APPROVAZIONE TARIFFE RIFIUTI (T.A.R.I.) ANNO 2017.
  4. IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) - CONFERMA ALIQUOTE E DETRAZIONI IMU E TASI ANNO 2017.
  5. APPROVAZIONE DEL PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI.
  6. APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (D.U.P.) 2017-2018-2019. AGGIORNAMENTO.
  7. APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2017-2018-2019 E RELATIVI ALLEGATI. ESAME EVENTUALI EMENDAMENTI.
  8. APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2017 - 2019 E DELL'ELENCO ANNUALE DEI LAVORI 2017, AI SENSI DELL'ART. 1, COMMA 1 DEL DECRETO MINISTERIALE (INFRASTRUTTURE E TRASPORTI) 24 OTTOBRE 2014 E ART. 21 COMMA 1 DEL DLGS N.50/2016.
  9. RICONOSCIMENTO DEBITO FUORI BILANCIO.
  10. MOZIONE PER L'INDIVIDUAZIONE DI UNA ZONA ECONOMICA SPECIALE NEI TERRITORI DI CONFINE CON LA CONFEDERAZIONE ELVETICA.
  11. APPROVAZIONE CONVENZIONE EX ART. 30 D.LGS. 267/2000 TRA IL COMUNE DI TAVERNERIO E LA COMUNITÀ MONTANA TRIANGOLO LARIANO PER LO SVOLGIMENTO IN FORMA ASSOCIATA DELLE PROCEDURE DI RISCATTO E GESTIONE DI TUTTE LE FASI PROCEDURALI PER LA RIQUALIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA - MODIFICA.
  12. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 1429 DEL 01.02.2017
  13. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 1430 DEL 01.02.2017
  14. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 1431 DEL 01.02.2017
  15. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 1433 DEL 01.02.2017
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 08/03/2017 @ 22:45:43, in Redazionale, linkato 550 volte)


Col passaggio da I.P.A.B. ( Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza) a Fondazione, il ragguardevole patrimonio dell'Asilo Angelo Borella è diventato oggetto di tassazione. Questo ha comportato, in assenza di un adeguato piano di valorizzazione, l'erosione di parte del patrimonio stesso per far fronte agli obblighi fiscali e in misura minore alla spesa corrente. Per tali motivi il bilancio economico dell'Ente è e continuerà ad essere fortemente in passivo portando alla chiusura dell'Ente.

Ma è questa la prospettiva che sosteniamo?
Se non lo è, si pone la necessità di una sollecita e profonda riflessione sul destino dell'Asilo Borella e sui provvedimenti da mettere in atto al fine di evitarne la soppressione e favorirne il rilancio.

Una vocazione sociale

L'Asilo infantile "Rag. Angelo Borella" è sorto per iniziativa del Comm. Giuseppe Borella, della Nobil Casa Crivelli Visconti, del Parroco don Mirocleto Spaini, coadiuvati da altre benemerite persone, ed ha cominciato a funzionare nell'anno 1915.
Come si evince dallo Statuto della Fondazione, ( Artt. 3-4) l'Ente persegue esclusivamente finalità di utilità sociale con esclusione di ogni scopo di lucro e cioè:
  1. Accogliere e custodire i bambini in età prescolare prioritariamente di Tavernerio. Provvedere in collaborazione con le famiglie alla loro educazione fisica morale ed intellettuale. Provvedere alla organizzazione e alla gestione di eventuali ulteriori servizi integrativi e diversificati a favore dell'infanzia.
  2. Intervenire a sostegno e sviluppo di attività finalizzate a soddisfare i bisogni di carattere sociale e socio-assistenziale della comunità locale.
  3. Intervenire a sostegno dei problemi della terza età, in particolare promuovendo l'assistenza di anziani in via prioritaria con difficoltà familiari, ambientali ed economiche anche mediante:
  • la realizzazione di strutture di accoglienza per anziani, in compartecipazione con gli Enti pubblici territoriali e altre Istituzioni pubbliche e private
  • la realizzazione di servizi integrativi o alternativi al ricovero
  • programmi di reinserimento e di aggregazione sociale degli anziani.

Da questi elementi emerge chiaramente che l'Asilo Borella è nato nel cuore della Comunità locale per volontà di un benefattore e del Parroco della Comunità stessa e che le sue finalità sono l'accoglienza e l'assistenza delle fasce deboli della popolazione locale quali quella dell'infanzia e degli anziani, e in generale andare incontro ai bisogni socio-assistenziali della Comunità.

Da queste osservazione nascono tre considerazioni importanti:
  1. La Fondazione, pur essendo un Ente di diritto privato, è a tutti gli effetti un Ente a chiara vocazione pubblica, concepito e tuttora vissuto dalla Comunità come strumento di promozione sociale. Lo statuto originario prevedeva infatti la presenza di un rappresentante della Amministrazione comunale all'interno del Consiglio di Amministrazione dell'Asilo.
  2. Il Comune di Tavernerio è profondamente coinvolto nel destino di questo Ente che rappresenta l'espressione di una parte importante della sua popolazione.
  3. In tale ottica la Fondazione Asilo Angelo Borella, proprio per la sua vocazione statutaria, se rilanciata e integrata nei servizi sociali ed educativi del Comune, potrebbe far compiere ad essi un decisivo salto qualitativo, divenendone di fatto un potente strumento di promozione sociale sia nel campo della scuola materna e della prima infanzia sia in quello della assistenza alla terza età.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (36)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 27/01/2017 @ 14:29:55, in Consigli Comunali, linkato 182 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO MARTEDÌ 31-01-2017 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE ORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO
  1. APPROVAZIONE FORMA ASSOCIATIVA MEDIANTE CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TAVERNERIO E I COMUNI DI COMO E ALBESE CON CASSANO PER LA GESTIONE DELL'ISTITUENDO PARCO LOCALE DI INTERESSE SOVRACOMUNALE (PLIS) 'VALLE DEL TORRENTE COSIA'
  2. APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE ENTRATE COMUNALI NON RISCOSSE A SEGUITO DELLA NOTIFICA DI INGIUNZIONI DI PAGAMENTO.
  3. MODIFICA REGOLAMENTO DEL NOTIZIARIO COMUNALE
  4. MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA
  5. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 15304 DEL 23.11.2016
  6. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 15305 DEL 23.11.2016
  7. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 15306 DEL 23.11.2016
  8. COMUNICAZIONI DEL SINDACO
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/11/2016 @ 14:43:54, in Consigli Comunali, linkato 251 volte)


SI DA' NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA' IL GIORNO MARTEDI' 22-11-2016 ALLE ORE 21.00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE - SESSIONE ORDINARIA, PRESSO L'AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO

  1. VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 (ART. 175, COMMA 2, D.LGS N. 267/2000).
  2. APPROVAZIONE ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUI CASSA DEPOSITI E PRESTITI.
  3. COMUNICAZIONE DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.117 DEL 04/10/216 CON OGGETTO: " PRELEVAMENTO DAL FONDO DI RISERVA PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO 2016 (ARTT. 166 E 176 D.LGS. 18/08/2000, N.267).
  4. APPROVAZIONE MODIFICHE ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA.
  5. APPROVAZIONE CONVENZIONE DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO CON NUOVA ANNESSIONE DEL COMUNE DI MERONE E DEL LICEO SCIENTIFICO GALILEI DI ERBA.
  6. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO ASSOCIATO DI POLIZIA LOCALE TRA I COMUNI DI ALBAVILLA, ALBESE CON CASSANO E TAVERNERIO. APPROVAZIONE.
  7. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONSULTA DEI GIOVANI. APPROVAZIONE.
  8. MODIFICHE AL REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DI ALLOGGI TEMPORANEI DESTINATI ALL'EMERGENZA ABITATIVA - APPROVAZIONE.
  9. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT.12732 DEL 30.09.2016.
  10. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO"  PROT.12733 DEL 30/09/2016
  11. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT.12734 DEL 30/09/2016
  12. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT.12735 DEL 30/09/2016
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 04/11/2016 @ 22:44:42, in Redazionale, linkato 234 volte)


Il giorno 1 novembre Tina Anselmi ci ha lasciato.

Prima donna ministro della Repubblica Italiana, fautrice della legge sulle pari opportunità, artefice insieme ad altri della nascita del Sistema Sanitario Nazionale, presidente della Commissione d’inchiesta sulla P2.
La sua biografia parla da sola.

Il mio non è solo un tributo alla donna, sicuramente precursore delle lotte per la parità di genere, ma soprattutto alla sua visione della politica.
Politica vista come servizio alla gente, come costruzione di strumenti per migliorare la qualità della vita, come leva per proiettarci in un futuro migliore.
Ora diamo per scontato quello che persone della sua caratura ci hanno lasciato in eredità, ma per ottenerlo è stato necessario avere una visione globale dei problemi, capacità di analisi e sintesi e conoscenza di situazioni e strumenti.

Questo modo di affrontare i problemi non va perso, va vissuto, sempre, anche adesso, a tutti i livelli della politica, anche e soprattutto a livello amministrativo locale, dove le necessità della comunità sono più vicine e tangibili.

Ciao Tina, grazie.
Grazie per il tuo esempio, grazie per quello che hai fatto, grazie a chi come te ha saputo costruire.
Grazie a chi saprà ancora mettersi al servizio della gente, anche controcorrente, non per ottenere o apparire, ma per la costruzione del futuro.


Elena Vercelli
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 13/10/2016 @ 09:48:28, in Redazionale, linkato 1098 volte)


E' tempo di tornare a fare politica. E' tempo che la politica abbia dignità, iniziativa. Onestà.
Nelle prossime settimane la Fondazione Angelo Borella chiederà ai Soci Sostenitori di eleggere un Consiglio di Amministrazione.
Potrebbe aprirsi un fecondo periodo di politica amministrativa.
I segnali che raccogliamo sono invece deboli, pasticciati, senz'anima.
Chissà se è vera la leggenda metropolitana dello struzzo che infila la testa sotto la sabbia per non vedere.
Chissà se la stessa leggenda metropolitana prevede che gli struzzi si insabbino anche a gruppi.
Beh, si intravedono molte terga e poche teste.

Eppure molti sussurrano di doveri economici non onorati, di operazioni condotte senza nulla comunicare in modo trasparente, di redazione di bilanci quanto meno poco comprensibili.

Eppure è certo che per la Fondazione ci sia una voragine debitoria e che non ci sia un vero progetto credibile di intervento. Anche Rossella Radice in Consiglio Comunale sembrava allarmata nel presentare un'interpellanza per la minoranza.

Nelle prossime settimane verranno chiamati i Soci Sostenitori. Ma i giornalisti non ne parleranno.
Chissà se la leggenda metropolitana prevede anche la possibilità delle 3 “S”. Soci Sostenitori Struzzi.

Chissà.
Anche perché sembrerebbe che da via Provinciale, sul tabellone a led, il termometro cominci a segnare l'arrivo del freddo.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (18)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 24/09/2016 @ 14:28:23, in Consigli Comunali, linkato 264 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO GIOVEDÌ 29-09-2016 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE ORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO
  1. ORDINE DEL GIORNO DI SOLIDARIETA' AI COMUNI TERREMOTATI DEL CENTRO ITALIA
  2. DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) 2017-2019. PRESENTAZIONE ED APPROVAZIONE
  3. PIANO ATTUATIVO "AMBITO DI TRASFORMAZIONE C5 RESIDENZIALE I° MAGGIO". MODIFICA BOZZA DI CONVENZIONE, APPROVAZIONE PERIZIA MAPPALE N. 1569 F4 E CONFERMA PERMUTA, AGGIORNAMENTO PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI, SDEMANIALIZZAZIONI. PRESA D'ATTO MANCANZA OSSERVAZIONI, PROVVEDIMENTO DEFINITIVO
  4. REVOCA DELL'AFFIDAMENTO A ENEL SOLE S.R.L. DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA. CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO DI RISCATTO DELLA PROPRIETÀ DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA DI ENEL SOLE S.R.L.. ORDINE AGLI UFFICI DI ACQUISIRE LA CONSEGNA E LA PROPRIETÀ DEGLI IMPIANTI DI ENEL SOLE S.R.L.
  5. ADEGUAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL TRANSITO SULLE STRADE AGRO-SILVO-PASTORALI
  6. REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI CITTADINANZA ATTIVA. APPROVAZIONE
  7. APPROVAZIONE DEL PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO PER L'ANNO SCOLASTICO 2016/2017
  8. RINNOVO CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI BIBLIOTECA COMUNALE TRA I COMUNI DI TAVERNERIO ED ALBESE CON CASSANO
  9. RISPOSTA AD INTERROGAZIONE DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 9773 DEL 15.07.2016
  10. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 9774 DEL 15.07.2016
  11. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 9775 DEL 15.07.2016
  12. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 9776 DEL 15.07.2016
  13. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 10169 DEL 27.07.2016
  14. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 10170 DEL 27.07.2016
  15. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 10172 DEL 27.07.2016
  16. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "IO, TAVERNERIO" PROT. 10174 DEL 27.07.2016
  17. COMUNICAZIONI DEL SINDACO
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 27/07/2016 @ 22:20:01, in Redazionale, linkato 373 volte)


Nel Consiglio Comunale del 14 luglio il Sindaco, Mirko Paulon, ha inteso, tra le altre cose, proporre deleghe ai consiglieri.
Ha dichiarato di voler incaricare la dott.ssa Elena Vercelli, dei rapporti con Service 24spa, incarico in parte già formalizzato.

Non è una prebenda.
Crediamo sia una scelta meditata e cauta.
La politica amministrativa di Tavernerio ha scelto nel passato, non senza qualche difficoltà, un forte impegno patrimoniale, indirizzando il recupero, la cura ed i proventi delle proprietà pubbliche al servizio della comunità.

Questo è stato ottenuto, per fare un esempio, con la battaglia legale per il riconoscimento definitivo dell'impianto di distribuzione del gas metano come proprietà del Comune di Tavernerio.
Grazie all’impegno profuso e nonostante le spese sostenute per ottenere questo risultato, oggi questa proprietà rende qualche milione di euro ad ogni quinquennio amministrativo dei diversi sindaci che si succedono.

La convinzione che occorra mettere, con cura e rispetto, il territorio, le sue risorse e i beni pubblici al servizio di tutti rimane lettera sterile se non riesce a tradursi in strumenti concreti, incisivi, quotidiani che diano forma e percorso alla condivisione reale di risorse e servizi.

Service 24 spa è nata per questo.
Deve essere orientata sempre più dalla parte dei cittadini, del corretto uso delle risorse e del territorio.
E' un esempio: ma è anche un modello.

Una riflessione puntuale e quotidiana che si trasformi in indirizzo, controllo e proposta riguardo ai temi che Service 24spa è chiamata a trattare fa parte di quella cosciente volontà per dare forma e percorso alla condivisione reale di risorse e servizi.

La dott.ssa Elena Vercelli interpreterà la formalizzazione di questo incarico con atti responsabili di servizio per poter consegnare, al Sindaco ed agli amministratori, quegli elementi circostanziati per un utilizzo sempre più rivolto al servizio di tutti.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 22/07/2016 @ 15:02:28, in Consigli Comunali, linkato 1496 volte)


SI DA' NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA' IL GIORNO MARTEDI' 26/07/2016 ALLE ORE 21.00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE - SESSIONE STRAORDINARIA, PRESSO IL CENTRO CIVICO R.LIVATINO - SALA S.PEDAR.

ORDINE DEL GIORNO
  1. PIANO ATTUATIVO "AMBITO DI TRASFORMAZIONE C 5 RESIDENZIALE I° MAGGIO" - MODIFICA BOZZA DI CONVENZIONE, APPROVAZIONE PERIZIA MAPP.LE N.1569 F.4 E CONFERMA PERMUTA, AGGIORNAMENTO PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI, SDEMANIALIZZAZIONI.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (20)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 06/07/2016 @ 22:30:32, in Consigli Comunali, linkato 980 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO GIOVEDÌ 14-07-2016 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE ORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO
  1. NOMINA COMPONENTI DELLA I° COMMISSIONE CONSILIARE PERMAMENTE STATUTO, REGOLAMENTI, PARTECIPAZIONE POPOLARE.
  2. NOMINA COMPONENTI DELLA II° COMMISSIONE CONSILIARE PERMAMENTE BILANCIO, PROGRAMMAZIONE, TRIBUTI, PERSONALE.
  3. NOMINA COMPONENTI DELLA III° COMMISSIONE CONSILIARE PERMAMENTE URBANISTICA, AMBIENTE, VIABILITA', TRASPORTI, LAVORI PUBBLICI.
  4. NOMINA COMPONENTI DELLA IV° COMMISSIONE CONSILIARE PERMAMENTE PUBBLICA ISTRUZIONE, CULTURA, TEMPO LIBERO, SPORT.
  5. NOMINA COMPONENTI DELLA V° COMMISSIONE CONSILIARE PERMAMENTE SANITA' ED ASSISTENZA SOCIALE.
  6. NOMINA COMPONENTI DELLA COMMISSIONE PER LA FORMAZIONE DELL'ALBO DEI GIUDICI POPOLARI.
  7. NOMINA COMPONENTI DELLA COMMISSIONE BIBLIOTECA.
  8. NOMINA DIRETTORE RESPONSABILE DEL NOTIZIARIO COMUNALE.
  9. NOMINA DEL COMITATO DI REDAZIONE DEL NOTIZIARIO COMUNALE.
  10. DETERMINAZIONE IMPORTO DEI GETTONI DI PRESENZA DEI CONSIGLIERI COMUNALI.
  11. APPROVAZIONE CONVENZIONE EX ART. 30 D.LGS. 267/2000 TRA IL COMUNE DI TAVERNERIO E LA COMUNITÀ MONTANA TRIANGOLO LARIANO PER LO SVOLGIMENTO IN FORMA ASSOCIATA DELLE PROCEDURE DI RISCATTO E GESTIONE DI TUTTE LE FASI PROCEDURALI PER LA RIQUALIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA.
  12. AVVIO PROCEDIMENTO DI RISCATTO IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA GESTITI DALLA SOC.ENEL SOLE.
  13. SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO. ESERCIZIO FINANZIARIO 2016 - ART. 193 D.LGS. 18 AGOSTO 2000 N. 267.
  14. ASSESTAMENTO GENERALE DEL BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016/2018.
  15. RICONOSCIMENTO DEBITO FUORI BILANCIO (ART. 194, D.LGS. 18 AGOSTO 2000, N. 267).
Articolo (p)Link Commenti Commenti (16)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 22/06/2016 @ 22:14:58, in Redazionale, linkato 1917 volte)




Rinnovare la vita amministrativa di una comunità passa principalmente attraverso il riconsegnare alla comunità stessa la fiducia all'autodeterminazione.
Questa disposizione è inizialmente la scelta democratica, tra i cittadini, dei rappresentati considerati in grado di servire il bisogno di tutti.
La storia, anche locale, dimostra che la democrazia rappresentativa non deve però far ritenere agli eletti di potersi richiudere in modo solitario.

Le Commissioni Consiliari Permanenti sono lo strumento legittimo per comporre questa apertura di ascolto della comunità, con il dovere di prendere decisioni chiare e coraggiose da parte del Sindaco, della Giunta, del Consiglio Comunale.

Spesso questa sinergia non riesce a svilupparsi, con il conseguente rischio di inaridimento della missione amministrativa.
E' un lavoro impegnativo, serio, di corresponsabilità della vita politica amministrativa comune.
E' una richiesta di coinvolgimento di ogni componente della comunità.
E' garanzia di controllo di tutti sugli indirizzi e sulle scelte amministrative.
E' filtro trasparente posto a prevenire interessi particolaristici e ambizioni di singoli.

Le Commissioni Consiliari sono “Permanenti”.
Hanno cioè il carattere strutturale, hanno la stessa durata del mandato elettorale.
Sono accessorie ed organiche, trattano i contenuti delle scelte significative apportando approfondimenti e orientamenti.

Le Commissioni Consiliari Permanenti sono una scelta di convinzione democratica e un laboratorio costante di elaborazione.
Un compito per il coordinamento dell'Esecutivo ed un dovere di responsabilità per i Consiglieri.

La lettura del regolamento libera forte la fragranza di uno strumento trascurato e da aggiornare.
Ma, oltre agli aspetti redazionali, è soltanto il responsabile amore per la comunità portato dalle donne e dagli uomini di un popolo, che può scrivere contenuti realmente appropriati, ad impastare farina di alimento al bene comune.

http://www.comune.tavernerio.co.it/zf/index.php/atti-generali/
Articolo (p)Link Commenti Commenti (114)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 10/06/2016 @ 17:03:08, in Consigli Comunali, linkato 582 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO GIOVEDÌ 16-06-2016 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE STRAORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO
  1. ESAME DELLE CONDIZIONI DI CANDIDABILITA' , DI ELEGGIBILITA' E DI COMPATIBILITA' DEL SINDACO ELETTO DIRETTAMENTE E DEI CONSIGLIERI COMUNALI.
  2. GIURAMENTO DEL SINDACO.
  3. PRESA D'ATTO DELLA COMUNICAZINE DELLA NOMINA DEI COMPONENTI DELLA GIUNTA COMUNALE E DEL VICE SINDACO.
  4. PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE RELATIVE ALLE AZIONI ED AI PROGETTI DA REALIZZARE NEL CORSO DEL MANDATO.
  5. NOMINA DELLA COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (10)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 06/06/2016 @ 23:02:06, in Redazionale, linkato 2589 volte)




Oggi pomeriggio Mirko Paulon è stato proclamato sindaco di Tavernerio.
La lista PROGETTO COMUNE PER TAVERNERIO, supportata anche da PD e Tavernerio Città, ha ottenuto 1432 voti pari al 56,3%.
Ringraziamo i cittadini di Tavernerio per il risultato molto positivo e per la fiducia accordata al nostro candidato Elena Vercelli.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (138)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 03/06/2016 @ 22:23:07, in Redazionale, linkato 477 volte)


Si voterà nella SOLA giornata di DOMENICA 5 GIUGNO, dalle ore 7 alle ore 23.
La Lista Civica “Progetto Comune per Tavernerio”, supportata da Tavernerio Città, sarà la LISTA 1 e quindi comparirà AL PRIMO POSTO sulla scheda elettorale.

Oltre a fare una croce sul simbolo, si potranno esprimere UNA o anche DUE preferenze.
Nel caso di DUE preferenze, dovranno essere indicati i cognomi di UN UOMO e UNA DONNA, cioè di due candidati di sesso diverso.


IL VOTO PER TAVERNERIO CITTA'
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 03/06/2016 @ 12:05:21, in Redazionale, linkato 20505 volte)
SI RIPROPONE, PER LA SUA ATTUALITA’, L’ARTICOLO PUBBLICATO SUL BLOG IL 13/09/2007 «ROSARIO».

 

L’episodio del Centro Civico Rosario Livatino chiuso, rappresenta la dimostrazione, non isolata, che la rete sociale deve essere alimentata, amministrata e potenziata. Altrimenti scompare.
In questo settembre, dopo due giorni, si percepiscono anche i mugugni per gli spazi della mensa dell’Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani. Insufficienti. 
Progettati per essere ‘a norma’, cioè secondo l’intelligenza del riprodursi intelligente dei servizi alle persone, per un massimo di 150/160 persone e intasato a volte con numeri superiori alle 220 unità. Fuori dai canoni di sicurezza.
E la chiusura dei contributi alla mensa dei poveri, a quella dei malati terminali, la chiusura ad agosto dell’asilo e del nido, l’insufficienza del sistema di trasporto.
La società Angelo Borella e la Fondazione omonima ferme, inermi, con ingenti risorse senza guida e senza progetti. 
Le strade che peggiorano lasciate ad una manutenzione minimale, senza prospettive.
Un cimitero che da luogo della memoria si trasforma in dovere anagrafico. 
Perché non puoi sostare fuori, con una fontana e un faggio. 
Perché delle vite passate non c’è utilità e disponibilità di bilancio.

Si erano messi nomi importanti a disseminare questo Comune: Giorgio Perlasca, Rosario Livatino, don Lorenzo Milani, ma anche Aldo Rossini, Angelo Benzoni, Vittorio Rognoni. 
Don Lorenzo Beretta.

Ma i nomi non sono amuleti, non sono nemmeno la scusa per fare un’alborellata. 
Non sono la finta di ricoprirsi di intelligenza.
I nomi vogliono ricordare una vita spesa per il servizio alla comunità, per il respiro immenso sopra e oltre. Un oltre a cui non si risponde mettendo parenti e amici a gestire il bar del Centro Livatino.
A dirigere società a capitale pubblico. O fondazioni.
Non perché questo sia abbietto e banale. E nemmeno perché gli incapaci rubacchiano e lasciano andare le cose ‘alla malora’.

Ci sono laghi di metano gelato su Marte. Con cui si risolverebbe per millenni il problema dell’energia sulla terra. L’energia c’è. Viene prima di noi. Prima dei nostri conti correnti, prima delle assicurazioni sulla vita, prima e oltre i nostri giorni.

Gli uomini, quelli che stanno fuori dal Rosario Livatino, quelli che si accalcano in mensa, quelli che non hanno privacy in ambulatorio, quelli che non sono assistiti all’Hospice, quelli della mensa del povero, quelli che vanno in piattaforma, quelli che viaggiano sulla navetta Virgilio, quelli trasportati da AB negli ospedali e nelle scuole, quelli piccoli affidati dai tribunali dei minori e dimenticati nel cassetto, quelli che dormono in compagnia di una bottiglia mezza vuota, quelli che invecchiano con paura, questi uomini, hanno un nome.

E il nome è la loro anima, la loro dignità. I desideri, i progetti.
I figli.

Forse è difficile far quadrare i bilanci, forse occorre lavorare perché si riconosca sempre l’indispensabilità del cammino. Ma non c’è un’altra strada. Se la politica, anche quella amministrativa, basta ai quattro impiegati pubblici e al gruppetto di pagliacci della politica, va ostacolata, criticata, abbattuta. 
E la P38 ha già fallito. Così come le cariche della polizia e il regime di ‘Colonnelli’.

Perché all’anima degli uomini può parlare solo il nome di altri uomini.

Il consigliere di Taverneriocittà

Articolo (p)Link Commenti Commenti (406)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 02/06/2016 @ 22:43:06, in Redazionale, linkato 437 volte)


Intervento di riqualificazione e mantenimento area verde – Cimitero di Tavernerio


All'ombra de' cipressi e dentro l'urne
confortate di pianto è forse il sonno
della morte men duro? …

Non vive ei forse anche sotterra, quando
gli sarà muta l'armonia del giorno,
se può destarla con soavi cure
nella mente de' suoi?

(Ugo Foscolo, I Sepolcri)

E’ nella cura dei cimiteri che si valuta la civiltà di un popolo. Ugo Foscolo, ne I Sepolcri, lo aveva inteso perfettamente: una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere.
Perfino il feroce Achille, che ha giurato a Ettore morente di lasciare il suo corpo in pasto alle belve feroci, finisce per piegarsi davanti alle lacrime di Priamo e restituisce al vecchio re di Troia il cadavere, perché questi possa dare al figlio delle degne esequie.
Per il rispetto dei nostri defunti non possiamo lasciare nell’incuria parti della struttura cimiteriali. L’incuria di una parte è l’incuria dell’intero.
Non è da società civile lasciare incolta un’area destinata a prato, con rozzi paletti usati come supporto di squallidi cartelli riportanti il regolamento comunale.
Riteniamo indispensabile, per il rispetto dei defunti e del luogo, la riqualificazione ed il mantenimento dell’area a verde ubicata presso i due filari dei nuovi colombari dell’ampliamento del Cimitero del Comune di Tavernerio.
In considerazione dello stato attuale dei luoghi, ovvero area mancante di manutenzione con fondo privo di manto erboso e con cartelli segnaletici delle regole cimiteriali precari, si propone un intervento di:
  • pulizia e preparazione del terreno;
  • realizzazione di impianto di irrigazione automatico, comprensivo di centralina di attivazione automatica a batteria e con numero adeguato di dispositivi dispersori;
  • stesura di tappeto erboso in rotoli;
  • posizionamento di nr. 2 pannelli espositivi in vetro da affissare a muro con l’indicazione delle regole/normative cimiteriali.
Considerata la presenza all’interno dell’aiuola di idonea presa acqua e pozzetto con linea elettrica (per eventuale alimentazione della centralina) non necessiteranno scavi e/o demolizioni con successivi ripristini per l’effettuazione dei collegamenti all’impianto di irrigazione alle linee esistenti.Il lavoro proposto potrà essere realizzato interamente e direttamente dai cantonieri comunali, senza ulteriori spese aggiuntive
Ma, già sentiamo nell’aria la solita obiezione: “non abbiamo soldi”. Il costo complessivo dell’intervento di riqualificazione previsto è di € 1.250,00 IVA compresa. Tavernerio non si può permettere questa spesa?


Area oggetto dell'intervento
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 01/06/2016 @ 23:47:10, in Redazionale, linkato 476 volte)




“Se poni una questione di sostanza, senza dare troppa importanza alla forma, ti fottono nella sostanza e nella forma.”

“Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni non le parole. Se dovessimo dar credito ai discorsi, saremmo tutti bravi e irreprensibili.”

“Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana.”

“Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini.”

Giovanni Falcone

VERITA’ ASSIOMATICA

Tavernerio necessita di una nuova sede del Comune. Lo impone la legge. Nell’attuale palazzo municipale, tanto caro, ma tanto vecchio, ci sono insormontabili barriere architettoniche. Non c’è spazio per il riordino dell’archivio municipale. Non c’è spazio per alcuni uffici essenziali. Non c’è spazio adeguato, secondo gli standard correnti, per chi vi lavora. Non c’è spazio per le riunioni del Consiglio comunale.

Tavernerio ha la possibilità di avere una nuova sede del Comune. Sede adeguata per il Comune e centro propulsivo di aggregazione con una Piazza, un Ufficio Postale adeguato, una Banca. Comodi, facili ed accessibili sia per chi va a piedi sia per chi va in macchina.

Tavernerio necessita solo di uno sforzo per far prevalere il “dominio” della ragione sul “dominio” della neofobia.

Cambiare richiede energia, forza di volontà, determinazione e voglia di perseverare perché a volte, di fronte ad alcune difficoltà, la tentazione di tornare indietro può annullare i propositi di cambiamento.

Cambiare chiede intelligenza. Intelligenza per superare il timore che ogni novità ci porta turbando la nostra tranquillità, sconvolgendo i nostri abituali parametri di giudizio, le nostre cosiddette “certezze”. Intelligenza per renderci consapevoli che la realtà che ci circonda è infinitamente più ricca, feconda e allo stesso tempo mutevole della modesta rappresentazione che ce ne facciamo ogni istante. Intelligenza per cogliere il nuovo, mettendo in discussione gli schemi con cui siamo usi comprendere la realtà e cataloghiamo il mondo.

A volte la ragione si offusca, poi le persone intelligenti hanno il sopravvento e la ragione trionfa.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 30/05/2016 @ 22:41:52, in Redazionale, linkato 420 volte)


In data 20/05/16 si è tenuto l’ultimo Consiglio Comunale dell’attuale amministrazione. Riteniamo utile rilevare alcune precisazioni ed alcune cose non dette.
1)
Il Revisore dei conti segnala valori per € 2.300.000,00 “di difficile individuazione”. A domanda, il Sindaco passa la parola alla responsabile amministrativa che dice di non sapere di cosa si tratti perché non ha ancora approfondito l’argomento, ma non c’è problema. Il problema è che il Revisore è nuovo e, quindi, … Quindi cosa? Quindi la contabilità non è leggibile. E noi ce ne siamo accorti solo perché è arrivato un Revisore nuovo e, soprattutto, noi stessi non la sappiamo leggere visto che non abbiamo saputo dare risposta immediata alla domanda di chiarimento?
Osserviamo, inoltre, che se un Revisore scrive che una posta contabile è “di difficile individuazione” vuol dire che non vuole metterci in difficoltà, ma, tradotto in linguaggio comune, significa che si tratta di una contabilità inattendibile.
2)
Ancora una volta, come già nel precedente Consiglio, ci viene detto che nessuno si è preoccupato di effettuare una verifica nei conti di Service 24. Visto che ormai non abbiamo più un nostro rappresentante in Società, forse sarebbe il caso di guardare un po’ meglio i conti, così come fa la buona massaia quando va a fare la spesa. Prende lo scontrino e lo controlla attentamente. E si tratta di una spesa di qualche decina di euro. In Service 24 noi si pagano al buio i conti di una società che nel 2014, prima dell’entrata di Erba e Brunate, ha mosso oltre 3 milioni di euro.
3)
A domanda circa i vantaggi che offre l’entrata di Erba e Brunate in Service 24, si risponde che c’è già stato un vantaggio immediato che ha consentito di ridurre la tariffa e si spera in vantaggi futuri. Si spera. Così come si spera che la raccolta porta a porta del vetro porti vantaggi. In un’amministrazione dell’effimero, si vive di speranze.
Noi “si spera” che la prossima amministrazione ci porti delle precise proiezioni, fatte di numeri e supportate da precise analisi, non di speranze. E, per amore della verità, si ricorda che la riduzione della tariffa è dovuta solo in piccola parte dalla ripartizione delle spese generali su Erba, ma è dovuta soprattutto ad una revisione contabile degli accantonamenti del fondo crediti di dubbia esigibilità ed al pagamento di quanto dovuto a Tavernerio, pagamento che, alla fine, sarà di molto inferiore al valore “rapinato” al nostro comune, con il beneplacito dei nostri Amministratori.

Di cose da dire ce ne sarebbero ancora, ma temiamo la noia del lettore che invitiamo a votare correttamente per una Amministrazione capace ed attenta.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 29/05/2016 @ 23:15:35, in Redazionale, linkato 419 volte)


IL VOTO PER TAVERNERIO CITTA'

VERCELLI

Il Comune di Tavernerio spende per acquisto di energia elettrica circa 500.000,00 euro all’anno per il riscaldamento delle scuole e l'alimentazione delle pompe dell’acquedotto.
Disponendo di spazi adatti, per ubicazione e dimensione, con un adeguato impianto ad energia solare e modulando la tempistica di funzionamento nelle ore diurne delle pompe dell’acquedotto, questo costo può essere ridotto quasi a zero.
Occorre una precisa capacità progettuale per individuare il corretto dimensionamento, valutare e minimizzare l’impatto dell’intervento nel rispetto paesaggistico-ambientale e proporre la formula migliore di investimento, che può essere affrontato con capitale proprio, ricorrendo ad un mutuo, o a capitale privato, pronto ad investire sull’energia solare in cambio di un adeguato ritorno economico che il progetto assicura con ridotti margini di rischio.
Tavernerio dispone di spazi adatti, per ubicazione e dimensione, e la nostra lista e le persone che la sostengono dispongono al loro interno di consolidate capacità professionali per una corretta progettazione, gestione e controllo dell’opera.


La stazione di pompaggio di bosco d'Azara
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 28/05/2016 @ 23:05:53, in Redazionale, linkato 435 volte)


Sartoris chi era costui?

Il progetto risale agli anni 1992-1995 ed è firmato dall'arch. Alberto Sartoris che l'ha realizzato con la collaborazione dell'arch. Alfredo Lazzaroni. L'edifico progettato doveva diventare una palazzina multifunzionale per conto della "Tessitura Serica Bagliacca S.p.A."
Come si vede dall'assonometria dell'edificio, si riconoscono gli stilemi dell'architettura razionalista, corrente che ha influenzato l'architettura del novecento e continua ad ispirare quella contemporanea. Sartoris (1901-1998) a partire dagli anni '20 svolse in Italia e all'estero (specie in Svizzera) una intensa attività teorico-propagandistica della cultura razionalista legata al neoplasticismo olandese di "De Stijl", contribuendo a diffonderla nel nostro paese in un periodo, quello fascista, in cui i principi di modernità e internazionalismo non erano visti di buon occhio. Collaborò tra l'altro con Giuseppe Terragni (autore della casa del fascio di Como, ora sede della Guardia di Finanza). Già alla luce di queste osservazioni sommarie ci sembra che più che di un "rudere", si dovrebbe parlare di un "gioiellino" carico di valore artistico e storico, degno di attenzione e rispetto. Un progetto intelligente, rispettoso dello stile originario e delle esigenze architettoniche e funzionali attuali potrebbe portare al completamento di un edificio di grande prestigio.

Oggi, maggio 2016

Siamo convinti che la realizzazione del progetto di sistemazione dell'area Bagliacca e del nuovo Municipio non possa più essere rimandata. Essa proietterebbe i suoi effetti su di un arco temporale di almeno 40 anni.
Con piacere abbiamo appreso che la lista "Progetto Comune per Tavernerio", che il nostro gruppo affianca, abbia inserito questo punto nel suo programma elettorale.
Le ipotesi di progetto per il nuovo centro paese verranno presentate nell’incontro di chiusura della campagna elettorale il giorno 2 giugno alle ore 21 in Auditorium.


L'architetto Alberto Sartoris (1901-1998)


La struttura del nuovo Comune da una ripresa aerea
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 26/05/2016 @ 23:48:15, in Redazionale, linkato 409 volte)


Fulcro di un intervento urbanistico

La chiusura della ditta Bagliacca ha liberato spazi che consentono un intervento urbanistico di portata storica per Tavernerio: creare una nuova "vera" piazza, nuovo centro del paese, centrata sul nuovo palazzo comunale, in continuità con il Centro Civico e il complesso scolastico, da un lato, e la Chiesa nuova dall'altro: si formerebbe un asse pedonale Centro Civico-Scuola-Municipio-Chiesa. Un sovrappasso pedonale metterebbe in sicurezza l'attraversamento della Provinciale.

Politica sociale

La nuova piazza/centro prevede l'inserimento di centri commerciali (si parlava della Coop in particolare) per riscoprire il valore socializzante dell'andare a "fare la spesa" a piedi. Ma il nuovo edificio comunale potrebbe ospitare il nuovo Ufficio Postale, dotato di spazi, accessibilità e sicurezza adeguati e di una Banca. Entrambi gli Istituti si erano mostrati interessati alla proposta. Gli affitti corrisposti al Comune entrerebbero nel bilancio economico dell'operazione. Inutile sottolineare la comodità per il cittadino di avere Municipio Posta e Banca nello stesso edificio, negozi e servizi sanitari a distanza di pochi passi. Inutile sottolineare il valore simbolico di "casa comune" che la presenza del Municipio conferirebbe alla piazza.

Realizzazione

L'area Bagliacca è stata acquistata da un privato. All'interno di questa area è presente l'area di 2949 mq sulla quale insiste la struttura al rustico di 2100 mq di proprietà del Comune. La sistemazione dell'intero comparto richiederà quindi la stesura di un progetto a due mani (piano integrato) nel quale dovranno essere contemperate le esigenze dei suoi proprietari. Sarà fondamentale ottenere da parte del Comune il rispetto del progetto urbanistico sopra descritto e il rispetto dell'integrità del nuovo edificio municipale. Dopo tutto all'Amministrazione non mancano gli strumenti (basti pensare a quelli urbanistici) per "negoziare" con l'impresa costruttrice un progetto adeguato.



Assonometria del nuovo edificio comunale
piano seminterrato: 702 mq
piano terra: 702 mq
primo piano: 702 mq
terreno di pertinenza: 2247 mq


Il nuovo Municipio in Via Perlasca


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 23/05/2016 @ 15:05:29, in Redazionale, linkato 425 volte)


IL VOTO PER TAVERNERIO CITTA'




VERCELLI

IL NUOVO MUNICIPIO: NUOVO CENTRO DEL PAESE

Nella lista degli interventi effettuati da Tavernerio Città manca un frammento non proprio trascurabile: l'acquisto avvenuto nel 2001 del rustico di Via Perlasca come futura sede del Municipio di Tavernerio.
L'argomento è poco conosciuto dalla gente, ma immancabilmente nei momenti "caldi" dell'agone politico c'è sempre qualcuno che spolvera il vecchio adagio del "rudere" come sinonimo di un progetto brutto e inutile.
Ma quali furono i motivi per cui fu fatta questa scelta in realtà lungimirante?

Necessità di una nuova sede del Municipio.

L'età ormai centenaria dell'attuale edificio municipale ne spiega la sua ben nota inadeguatezza: spazi angusti, spesso ricavati da successive superfetazioni, insufficienti per ospitare i servizi necessari [l'ufficio per le relazioni col pubblico (URP), gli uffici della vigilanza, l'ufficio tributi].
Ormai inutilizzabile l'archivio comunale colmo di documenti già da tempo non più catalogati e in parte dislocati in altra sede a Solzago, con i prevedibili problemi di gestione e sicurezza che una tale situazione comporta in assoluto dispregio della normativa vigente che pone precisi obblighi conservativi ai comuni (Art. 30 del D. Lgs 22 gennaio 2004, n. 42). Una memoria vitale, dal punto di vista umano, politico, storico e legale, della vita comunitaria, che corre il pericolo di venire irrimediabilmente dispersa (magari anche interessatamente).
L'edificio attuale è poi privo della sala del Consiglio Comunale, organismo nomade ospitato ora dal Centro Civico, ora dall'Auditorium. A questo si aggiunga che l'attuale edificio non risponde alla normativa sull'abbattimento delle barriere architettoniche essendo privo di ascensori per l'accesso al primo piano.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 20/05/2016 @ 22:56:08, in Redazionale, linkato 402 volte)

L’Aventino, uno dei sette colli su cui venne fondata Roma, fu tradizionalmente sede dei plebei e, su questo colle, secondo la storia romana, si ritiravano i plebei nei periodi di acuto conflitto con i patrizi.
Da qui prese nome la “secessione dell’Aventino”, quando, il 13 giugno 1924, i parlamentari dell’opposizione decisero di abbandonare i lavori parlamentari finché il governo non avesse chiarito la propria posizione sulla scomparsa di Giacomo Matteotti.
Quanto poco fu efficace la “secessione” e quanto invece l’assenza dell’opposizione lasciò spazio al governo per affossare definitivamente la democrazia è fatto noto a tutti.
Quanto l’opposizione intelligente e costruttiva di Tavernerio Città, prima con il Sindaco Giovanni Rossini poi con il Sindaco Rossella Radice, sia stata resa inutile dalla protervia delle maggioranze è anche questo fatto noto a tutti.
La possibilità per Tavernerio Città di proporsi come lista in grado di esprimere il Sindaco non è al momento attuabile.
Per non restare sterilmente isolata “sull’Aventino”, per contribuire a migliorare costruttivamente la qualità della vita dei cittadini, Tavernerio Città ha riscontrato nel programma proposto da «Progetto Comune per Tavernerio» alcuni punti comuni e molti condivisibili e, ritenendo di essere in grado di poter portare le proprie competenze a favore del Comune senza pretese di “governare”, ha deciso di sostenere il candidato sindaco Mirko Paulon che, anche con il contributo di Tavernerio Città, sarà il prossimo Sindaco di Tavernerio.


Non facciamo come loro
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 19/05/2016 @ 17:27:00, in Redazionale, linkato 344 volte)


Tavernerio Città, per evitare commenti acrimoniosi coperti dall’anonimato che potrebbero turbare la dovuta serenità che deve contraddistinguere l’agone elettorale, ha deciso di sospendere, fino al 6 giugno, l’accesso ai commenti.
Chi desiderasse vedere pubblicato un proprio commento lo potrà fare inviandolo, firmato, a: info@taverneriocitta.it.
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9
Cerca per parola chiave
 



Titolo




27/06/2017 @ 00:19:56
script eseguito in 702 ms

info@taverneriocitta.it

 

 Taverneriocittà © Copyright 2003 - 2017 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source