\\ : Articolo : Stampa
CIAO TINA
Di Admin (del 04/11/2016 @ 22:44:42, in Redazionale, linkato 298 volte)


Il giorno 1 novembre Tina Anselmi ci ha lasciato.

Prima donna ministro della Repubblica Italiana, fautrice della legge sulle pari opportunità, artefice insieme ad altri della nascita del Sistema Sanitario Nazionale, presidente della Commissione d’inchiesta sulla P2.
La sua biografia parla da sola.

Il mio non è solo un tributo alla donna, sicuramente precursore delle lotte per la parità di genere, ma soprattutto alla sua visione della politica.
Politica vista come servizio alla gente, come costruzione di strumenti per migliorare la qualità della vita, come leva per proiettarci in un futuro migliore.
Ora diamo per scontato quello che persone della sua caratura ci hanno lasciato in eredità, ma per ottenerlo è stato necessario avere una visione globale dei problemi, capacità di analisi e sintesi e conoscenza di situazioni e strumenti.

Questo modo di affrontare i problemi non va perso, va vissuto, sempre, anche adesso, a tutti i livelli della politica, anche e soprattutto a livello amministrativo locale, dove le necessità della comunità sono più vicine e tangibili.

Ciao Tina, grazie.
Grazie per il tuo esempio, grazie per quello che hai fatto, grazie a chi come te ha saputo costruire.
Grazie a chi saprà ancora mettersi al servizio della gente, anche controcorrente, non per ottenere o apparire, ma per la costruzione del futuro.


Elena Vercelli