\\ : Articolo : Stampa
TAVERNERIO CITTĄ CON PROGETTO COMUNE PER TAVERNERIO
Di Admin (del 20/05/2016 @ 22:56:08, in Redazionale, linkato 1056 volte)

L’Aventino, uno dei sette colli su cui venne fondata Roma, fu tradizionalmente sede dei plebei e, su questo colle, secondo la storia romana, si ritiravano i plebei nei periodi di acuto conflitto con i patrizi.
Da qui prese nome la “secessione dell’Aventino”, quando, il 13 giugno 1924, i parlamentari dell’opposizione decisero di abbandonare i lavori parlamentari finché il governo non avesse chiarito la propria posizione sulla scomparsa di Giacomo Matteotti.
Quanto poco fu efficace la “secessione” e quanto invece l’assenza dell’opposizione lasciò spazio al governo per affossare definitivamente la democrazia è fatto noto a tutti.
Quanto l’opposizione intelligente e costruttiva di Tavernerio Città, prima con il Sindaco Giovanni Rossini poi con il Sindaco Rossella Radice, sia stata resa inutile dalla protervia delle maggioranze è anche questo fatto noto a tutti.
La possibilità per Tavernerio Città di proporsi come lista in grado di esprimere il Sindaco non è al momento attuabile.
Per non restare sterilmente isolata “sull’Aventino”, per contribuire a migliorare costruttivamente la qualità della vita dei cittadini, Tavernerio Città ha riscontrato nel programma proposto da «Progetto Comune per Tavernerio» alcuni punti comuni e molti condivisibili e, ritenendo di essere in grado di poter portare le proprie competenze a favore del Comune senza pretese di “governare”, ha deciso di sostenere il candidato sindaco Mirko Paulon che, anche con il contributo di Tavernerio Città, sarà il prossimo Sindaco di Tavernerio.


Non facciamo come loro