Inaugurazione nuovi poliambulatori comunali - Taverneriocittà - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
HOME | FORUM | ATTI PUBBLICI | FILMATI | CONTATTI
  •  
  • La fatale tendenza dell’umanita’ di smettere di pensare alle cose quando non sono piu’ dubbie è la causa della metà dei suoi errori.

    John Stuart Mill

< gennaio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Titolo
Appuntamenti (3)
Archivio redazionali (40)
Consigli Comunali (85)
Interpellanze (8)
Lettere al Sindaco (2)
Redazionale (63)
Terzi (23)

Ultimi commenti:
merito di questa fantastica amministrazione da voi appoggiata!!!! Complimen...
16/10/2019 @ 12:59:13
Di abomini
Il Bagliacca è pieno d'acqua e in parte inagibileIl Borella é pieno di debi...
10/10/2019 @ 06:25:26
Di I due asili...
Le anime belle son riuscite a portare al centro civico gli schiavi negri ar...
25/07/2019 @ 13:23:03
Di Plagiati dai media
Bianchi si è comportato male in consiglio comunale (non al bar) e non dovre...
08/06/2019 @ 22:45:37
Di in alternativa Paulon dimettiti tu..
Non capisco come mai non si sia ancora dimesso.....ma si puo' essere così a...
03/06/2019 @ 09:47:49
Di ottimo bianchi
Bianchi come assessore al bilancio non vale niente.. Ma questo si sapeva......
02/06/2019 @ 14:38:54
Di Avrà successo.. Dimissione.. Il minimo
Dopo quello che è successo, un passo indietro l'assessore Bianchi lo DEVE f...
28/05/2019 @ 14:40:20
Di la cacciata
Credo sia ora di staccare la spina a questa amministrazione
27/05/2019 @ 08:52:05
Di stop
Sorprende l'evidente enorme difficoltà degli amministratori locali a compor...
26/05/2019 @ 11:24:20
Di Maggio. Il mese del cucu'
BRAVE PERSONE NON FA RIMA CON BRAVO POLITICO
21/05/2019 @ 14:48:58
Di RIMEE
Paulon é una brava persona. L'ho votato però..Non capisco il suo percorso p...
19/05/2019 @ 16:07:32
Di Perché?
imbarazzante direi....
06/05/2019 @ 10:15:50
Di che imbarazzo
Sindaco che usa la responsabilità territoriale come sgabello per i suoi lib...
20/04/2019 @ 14:14:21
Di mobiliere
Mirko Paulon candidato alle europee con il partito +europa quello della bon...
20/04/2019 @ 10:45:01
Di Z
Maggioranza a pezzi.. Chi rimane?Qualcuno mi aggiorna?
30/03/2019 @ 10:17:45
Di Domanda?
Uno degli obbiettivi del gruppo di tavereriocittà era proprio la garanzia c...
28/02/2019 @ 11:24:57
Di ardua sentenza
ero alla riunione dei genitori ieri sera all'asilo. Ci è stato promesso che...
27/02/2019 @ 13:06:45
Di tutti in consiglio
SE L'ASILO BORELLA CHIUDE, IL SINDACO SI DEVE DIMETTERE. ALTRIMENTI SARA' F...
26/02/2019 @ 09:58:52
Di SINDACO DIMETTITI
Le responsabilità di questo sindaco e questa giunta sono enormi.Se L'Asilo ...
25/02/2019 @ 21:21:01
Di Editore deluso
asilo borella Rischio chiusura. Spero che il sindaco si dimetta
25/02/2019 @ 15:33:15
Di via sindaco
EffettivamenteUltimamente Non si vede niente...
23/02/2019 @ 19:54:21
Di Anonimo
assolutamente sì. Torna Rossella salvaci da questo pantano!!!
21/02/2019 @ 11:08:47
Di aiuto
rossella radice sindaco
05/02/2019 @ 16:09:42
Di i rosseliani
SILENZIO TOTALE DI INCAPACITA' AMMINISTRATIVA E PROGETTUALE. UN VERO FLOP Q...
13/11/2018 @ 08:48:49
Di FLOP
Ma esistete ancora?
09/11/2018 @ 10:51:55
Di Anonimo

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati



//

\\ : Articolo
mar26lun
Inaugurazione nuovi poliambulatori comunali
Di Admin (del 26/03/2007 @ 20:30:52, in Appuntamenti, linkato 7874 volte)

 

Comune di Tavernerio

Nuovi poliambulatori comunali

Inaugurazione

domenica 1 aprile 2007 ore 11.30

via G. Perlasca piazzale antistante Chiesa dell'Eucarestia

Aperitivo in musica con la partecipazione del coro "Amici del lunedì"

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa Invia articolo Invia
 
# 1
Tavernerio è un paese (paese, non città, mi raccomando!)un po’ particolare, ma fa parte dell’Italia e, quindi, si dovrebbe parlare e scrivere in italiano.
In italiano “poliambulatorio” significa: ambulatorio attrezzato per la cura di diverse malattie.
A Tavernerio si inaugura un “poliambulatorio” cioè una struttura con più locali attrezzati per la cura di diverse malattie.
Non si inaugurano più strutture, ma una sola.
Quindi il titolo, in italiano, avrebbe dovuto essere: “Nuovo poliambulatorio comunale” e non “Nuovi poliambulatori comunali”.
Il prefisso “poli” significa molteplicità numerica. Non è necessario pluralizzare. A meno che non ci si riferisca a più strutture.
Inoltre, il plurale corretto di “poliambulatorio” è “poliambulatorii” (con due i finali).
Poco male.
Altra osservazione: di solito ad una struttura di questo genere si attribuisce un nome. Il poliambulatorio di Tavernerio è figlio di N.N.?
Forse è per questo che nessuno firma l’invito?
Ci si vergogna?
Stranezze di Tavernerio.
Di  poliambulatorio o poliambulatorii?  (inviato il 26/03/2007 @ 21:24:32)
# 2
Come 30 anni fa. un casino tra messa e amministrazione pubblica: integralismo religioso? Macchè, magari...
Semplice vecchia acritica consuetudine di sagrestia, poi clamorosamente seguita dai noti gesti violenti di incoerenza tra religione e politica. Con la sinistra che non distingue più dove stanno i confini salutari tra laicità e religione : Redenti passi, è sempre stato così, ma Invernizzi, Citeroni e Di Gregorio: boh.
Di  faros  (inviato il 26/03/2007 @ 21:49:57)
# 3
il primo d'aprile.
Diversi mezzi di comunicazione di massa hanno deliberatamente o involontariamente diffuso in molti paesi diversi pesci d'aprile (per gli inglesi April fool's day, per i tedeschi Aprilscherz). Persino giornali e televisioni considerate serie considerano il primo aprile un giorno in cui è lecito far passare per informazione corretta bufale anche notevoli.
e a tavernerio.
proprio il primo d'aprile.
Di  boccheggiando  (inviato il 26/03/2007 @ 21:56:04)
# 4
domenica, ore 11.30
piazzale antistante la Chiesa dell'Eucarestia.
a che ora finisce la messa?
Di  strane coincidenze  (inviato il 26/03/2007 @ 22:00:58)
# 5
sono contenta che si inauguri il nuovo poliambulatorio.
Se non sbaglio si porta a termine uno dei lavori di Taverneriocittà.
Però,
dove avete reperito l'invito?
Nessuno mi ha invitato, come cittadina, s'intende. Eppure è un cambamento importante.
Grazie per averlo pubblicato: non andando a messa difficilmente mi sarei imbattuta in questa manifestazione civica.
E le persone delle frazioni chi le avvisa?
Si è ancora in tempo, c'è una settimana, però, mi raccomando, uscite un po' prma da messa perchè se no non fate in tempo!
Di  nessuno ci ha invitato  (inviato il 26/03/2007 @ 22:18:24)
# 6
...domenica 1 aprile ore 11.30 e se piove? tutti insieme nel pantano. Con costruttori che hanno intascato tanti bei soldini non si poteva "chiedere" di dare un pò di dignità a questa terra di nessuno?
Di  dignità  (inviato il 27/03/2007 @ 07:39:09)
# 7
#5#questa poteva essere un'occasione per scrivere da parte del sindaco...piuttosto che le precedenti missive...
Di  inutiliter  (inviato il 27/03/2007 @ 10:06:37)
# 8
Si una occasione persa. Ma forse chiarificatrice.
Persa perchè poteva almeno informare
degli orari, del funzionamento, dei possibili sviluppi.
Insomma scrivere ai cittadini per metterli a conoscenza, aloro agio.
Per chiarire quanto prevedono costerà la gestione, chi e come pagherà, chi sarà il responsabile per eventuali disservizi o semplici notizie. O anche complimenti. Perchè no? Le cose possono anche funzionare.
Per sapere quali visite specialistiche si potranno effettuare, come prenotarle, come funzioneranno i prelievi.
Insomma una sorta di foglio dello sviluppo della medicina di base a Tavernerio.
Un dato di non poco conto.
Ma questo chiarisce che questo sindaco e questa maggioranza, si specchiano a gruppetti nelle cose che fa.
Nei foglietti. Nelle letterine. Nei coretti. Nei santini per le elezioni dati in ambulatorio.
Non è in grado di concepire un progetto comunicativo al servizio delle persone.
Speriamo che almeno il progetto ci sia.
Che sia chiaro almeno a loro.
Che sia comprensibile alle perosne.
Che sia accettabile dalla corte dei conti.
Che sia senza conflitti di interessi.
Che sia per i malati.
Che sia civiltà.
Di  consigliere di Taverneriocittà  (inviato il 27/03/2007 @ 19:08:11)
# 9
dal due aprile quindi si intende che i medici di base saranno nella nuova struttura e non più al centro livatino? e i prelievi anche? qualcuno ce lo dice? l'altroieri c'era un tizio fuori dal poliambulatorio che voleva fare un prelievo del sangue ed era convintissimo che il posto giusto si trovasse in via Perlasca. Non sono riuscito a indirizzarlo verso il centro civico ed è rimasto sulla ghiaia ad attendere i medici. Poco male, al due aprile qualcuno lo informerà.
Di  e chi lo sa?  (inviato il 27/03/2007 @ 21:31:58)
# 10
Commento 9 "e chi lo sa?".
Se la cosa non fosse seria, potremmo dire con Dante: "non ti curar di loro, ma guarda e passa".
Purtroppo chi ha bisogno di cure non può "guardare e passare".
Ha bisogno di informazioni. Chiare e precise.
Forse "Gli amici del lunedì", nell'aperitivo in musica, ci canteranno orari, modalità di accesso, tipo di prestazioni, eccetera.
Conviene portare un registratore e registrare il coretto.
Di  informazioni in musica  (inviato il 28/03/2007 @ 10:48:28)
# 11
Tavernerio ha una società per gestire i servizi sociali: naturale che la società AB pertanto gestisse gli ambulatori. nella passata amministrazione Invernizzi non si fidava di Ab e perciò non ne voleva sapere di fare un passo così logico. Ora che AB è amministrata dagli amici del Sindaco, sarebbe più che logico aspettarsi che gli ambulatori fossero gestiti da AB. Ma ora c'è un altro problema: che gli utilizzatori degli ambulatori, cioè i medici, sono anche assessori, perciò alla luce degli interessi ( conflitto di interessi) dei medici, gli ambulatori non saranno da AB ( che sta lì a consumare risorse per non fare niente).
Di  conflitto di interesse  (inviato il 30/03/2007 @ 20:16:27)
# 12
invernizzi non si fidava di AB o piuttosto voleva che la gente davvero bisognosa pensasse che andando in comune era poi merito suo se veniva riconosciuto qualcosa che il poveretto non sapeva di dover avere comunque, perché la legge lo prevedeva?
beh, il mimmo lo sta facendo ancora...perché con una società che gestisce i servizi sociali, lui in comune ha UNA PERSONALE ASSISTENTE SOCIALE CHE PAGHIAMO NOI CITTADINI? caro sindaco questa cosa è davvero penosa. poi non ci sono soldi per la scuola...anche sforzandomi non trovo una spiegazione logica o meglio ne trovo tante ma poi il suo CUGINETTO maltagliato si offende quindi lasciamo ai posteri l'ardua sentenza. per ora il suo nome come sindaco è solo associato ai provvedimenti sulla cacca dei cani. gli altri interventi - è bene la gente lo sappia - sono solo il completamento di progetti pensati da altri di ben altra statura ( e non mi riferisco certo a quelli che ora sono lì con lei e che le stanno facendo fare una davvero splendida figura!)
Di  dura lex sed lex  (inviato il 31/03/2007 @ 10:16:03)
# 13
certo che è proprio un'anomalia questa amministrazione. il maltagliato, vice di AB non mi pare abbia partecipato all'inaugurazione dei poliambulatori...che collaborazione...che comunione di intenti...che voglia di lavorare per il bene del paese...poi caro giovanni rossini cos'é questa storia che il mimmo prete ha una sua assistente sociale in comune?ecco perché aumenti l'IRPEF: per i quasi 2 miliardi di vecchie lire per il campo di calcio...e per coprire i capricci del mimmo!!!!!!!
Di  minus  (inviato il 02/04/2007 @ 17:06:51)
# 14
Domenica ho visitato il nuovo poliambulatorio e con mia meraviglia ho trovato che i locali terminati sono gli stessi che già erano in corso di finitura ai tempi della vecchia amministrazione. Ma nel corso del Consiglio comunale del 27 novembre 2006 non era stato deliberato un supplemeto di spesa per l'acquisizione dei locali, motivato da un ampliamento delle superfici rispetto al precedente accordo?
Ho pensato:questa è una "Ostinellata". Una di quelle leggendarie operazioni "mordi l'osso e non mollare fino all'ultimo centesimo" di cui l'imprenditore va famoso nel mondo. Immagino il diavolo a 4 che avrà fatto in Comune per ottenere a buon diritto la rettifica delle superfici dovute.
Una delusione ennesima: Da un personaggio che ha fondato la sua mpotenza economica sulla gente di Tavernerio ci aspetteremmo una qualche sensibilità sociale, come la ebbero Giuseppe Borella o Giasone Bagliacca. Qui non c'è pericolo. TUTTO FINO ALL'OSSO. Ora vedremo cosa dice la convenzione sullo svincolo tra Via Benedetto Croce e la Provinciale: facile che qualcuno se ne dimentichi.
Di  deluso  (inviato il 03/04/2007 @ 01:06:36)
# 15
Imperativo categorico di Invernizzi: nei PL opere non soldi!
Peccato che le Opere poi non si facciano, o si facciano male, e nessuno controlli!
Ma desso adagio adagio tireremo fuori tutte le convenzioni e controlleremo le opere. Come il Pl vicino alla posta. Come il Pl di Urago come tutti quelli nuovi. Come quello della Ca Franca.
Povero Pierluigi. Ha avuto la grande occasione di lasciare un segno di civiltà nel suo paese.
Opportunità sprecata. Quantomeno nei contenuti e nella vigilanza. Chiacchere. Quelle molte. Quelle sempre. Prese dalla radio o dal supermercato.
Non a caso riusciva ad andare daccordo anche con Muscionico che la prima volta che è entrato nella sezione dell'allora PDS, che aveva la moquette rossa, ha messo gli occhiali neri.
Stesso livello. Stesse chiacchere da novedratese, stessa preparazione da bar.
Di  Por gigi  (inviato il 03/04/2007 @ 11:47:21)
# 16
mi hanno detto che il sindaco all'inaugurazione del poliambulatorio ha detto che era la prima cosa fatta da questa amministrazione.
mi sembra che l'affermazione contenga 2 imprecisioni: la prima cosa decisa è il provvedimento sulla cacca dei cani (biglietto da visita); poi il poliambulatorio non è decisione della passata amministrazione? o mi sbaglio? anche qui vogliamo la convenzione. ehi sindaco pubblica sul sito
Di  cave canem  (inviato il 03/04/2007 @ 15:54:27)
# 17
sindaco, spero renderà pubbliche le convenzioni con i medici del poliambulatorio. la popolazione vorrebbe sapere quanto pagano i medici, in perticolare l'assessore gatti che casualmente gode degli spazi pubblici della struttura. così per trasparenza. qui non si sparano parole grosse al vento (cfr. maltagliati) o si scrive sui muri. basta verificare. se non c'è niente da nascondere non avrà problemi. anche se un piccolo problema resta: l'assessore usa i locali!!!!!!!!!!sindaco, sindaco, sindaco...
Di  agevolato  (inviato il 18/04/2007 @ 15:54:03)
# 18
l'invidia...bestia nera. la scelta di spostare i servizi sociali c/o il centro civico di solzago non era casuale: garantiva un pò di privacy. sindaco e assessore cosa fanno? pensano di spostare presso il poliabulatorio. veramente intelligenti. si dice che nel poliabulatorio la gente litighi per una serie di motivi...adesso avranno anche da spettegolare su coloro che hanno necessità di accedere ai servizi sociali.
allora il mimmuzzo batte i piedi e NOI paghiamo un'assistente sociale oltre a quelola già operativa in AB; mimmo batte i piedi e spostiamo tutto...ma mimmo non faceva parte anche della precedente giunta...ah, è vero che in quel caso tutti firmavano conla pistola alla tempia...!!!
Di  sconcertato  (inviato il 15/05/2007 @ 11:12:08)
# 19
questa mattina mi sono recato agli ambulatori di via giorgio perlasca. cercavo l'assistente sociale.mi hanno detto che non si è vista. nessuno sapeva nulla. sono furibondo. cosa scrive l'assessore ai servizi sociali dott.cosimo prete sul giornalino informafamiglie n. 3. leggo bene o sogno?
Ill.mo sig. Sindaco Gianni Rossini, dia comunicazione chiara ai cittadini. Io come molti altri abbiamo già molti problemi. non ne crei altri. O perlomeno faccia mettere d'accordo il suo assessore con la società Angelo Borella spa. Ma vi parlate? ma vi accordate? Gradirei chiare risposte.
Di  dov'è l'assistente sociale?  (inviato il 15/05/2007 @ 13:14:05)
# 20
in alto a sinistra, sempre su informafamiglie n. 3 si legge:
uno, due, tre
forse si sono dimenticati..
uno due tre calci nel culo,
che si prendono sempre e comunque i cittadini di tavernerio.
Di  indignato  (inviato il 15/05/2007 @ 13:18:19)
# 21
Commento 18.
Non so se tutti firmavano con alla tempia la pistola.
Sicuramente erano dei pistola.
Di  armi improprie  (inviato il 15/05/2007 @ 15:00:12)
# 22
Qualcuno sarebbe così gentile da spiegarmi dove si trova questo fantomatico informafamiglie..... Ne sento parlare qui ma non ne ho mai visto uno
Di  dove?  (inviato il 15/05/2007 @ 16:25:45)
# 23
dove? vai sul forum e cerca bene nel post nuove frontiere informatiche a Tavernerio che trovi tutti gli informafamiglie che vuoi.
Di  zubrowka  (inviato il 15/05/2007 @ 18:50:27)
# 24
Sul blog si trova molto. Forse non tutto, ma di certo tutte le notizie che si possono reperire e divulgare. L’attuale Amministrazione ha invece scelto la via del silenzio. Comunicare poco, anzi, meglio nulla. Quando un Assessore, ammalato di protagonismo, ha le scalmane, si fa un suo giornalino fuori legge (è bene ricordarlo sempre) e lo distribuisce nei suoi circuiti. Comunicazione per adepti. Il Cittadino, come tale, è escluso. Per essere informato bisogna essere un “cittadino buono”. E per essere un “cittadino buono” sicuramente non bisogna leggere il blog.
Di  cittadini cattivi  (inviato il 15/05/2007 @ 19:26:56)
# 25
Grazie al commento #23. Sono entrata nel forum e ho visto i 3 numeri. Però mi resta una perplessità: si tratta di una pubblicazione del Comune. Come è che devo andare nel sito della minoranza per leggerla? Oppure ci sono in giro anche copie stampate? E se fosse così, dove le trovo? A casa mia non è arrivato nulla per posta, come invece accadeva per "Il Paese"
Di  dove2  (inviato il 16/05/2007 @ 14:24:15)
# 26
Don Renzo,
non ti ho mai conosciuto.
Sentire la tua voce mi ha commosso.
Profondamente.
Sembra scontato andare avanti. No lo è. Non lo può essere. Almeno per noi.
Dobbiamo trovare un senso. Per vivere una vita da uomini liberi. Forse ci faranno fuori. Prima di poter essere liberi davvero. Forse proprio qualcuno a cui abbiamo teso una mano, a cui abbiamo mostrato palmi rosa. A farsi pane e carezze.
Di  sophie  (inviato il 16/05/2007 @ 21:40:24)
# 27
Commento 19.
L’assistente sociale riceve sia presso il Poliambulatorio sia in Via Liberazione.
Quindi, secondo la tecnica ormai supercollaudata dei dipendenti pubblici, l’assistente sociale è “nell’altro ufficio”.
Un ingenuo dirà: vado allora nell’altro ufficio, ma lì si accorgerà che l’assistente sociale è sempre “nell’altro ufficio”.
“L’altro ufficio” non un luogo fisico, è un modo di essere.
E se, per puro caso, si dovesse trovare la persona, sarebbero “nell’altro ufficio” i documenti necessari.
Come farà, infatti, l’assistente sociale con i dossier degli assistiti dovendo operare presso due diversi uffici?
I problemi da trattare sono i medesimi, la documentazione necessari la stessa. O forse si pensa di dividere gli assistiti in due categorie: quelli del Poliambulatorio e quelli di Via Liberazione?
Attenzione che quando si parla di documenti non si parla di quattro carte che stanno in una borsa. Per trasportarle ci vuole un camion.
E, oltretutto, sono documenti delicati che devono essere protetti con la massima cura e non devono, di certo, essere trasportati di qua e di là.
E’ solo la mente geniale dei nostri amministratori che non riesce a vedere queste cose e prende decisioni per soddisfare le fregole di Mimmo, in arte Cosimo Prete.
Ma si sa, i geni sono sempre incompresi.
A noi, poveri mortali, i geni sembrano solo degli imbecilli.
Di  genialità incompresa  (inviato il 17/05/2007 @ 11:13:39)
# 28
A proposito di assistente sociale.
E' due giorni che cerco di telefonare ed è sempre occupato.
Cosa bisogna fare per parlarle?
Incatenarsi davanti al Comune?
Di  Tut-tut  (inviato il 17/05/2007 @ 11:33:52)
# 29
Commento 28
Forse sarebbe opportuno cambiare Comune.
Di  cambio residenza  (inviato il 17/05/2007 @ 11:58:26)
# 30
Caro Tut-tut, fra i vecchi trucchetti dei dipendenti pubblici, oltre a quello segnalato nel commento 27, c’è quello di staccare il telefono. Se qualcuno protesta, la risposta è pronta: ho avuto una giornata massacrante, una telefonata dopo l’altra, lei non lo può neanche immaginare!
I più esperti aggiungono: e poi dicono che noi dipendenti pubblici non facciamo niente!
Viso contrito, sguardo da martire al supplizio.
Di  vecchi trucchi  (inviato il 17/05/2007 @ 21:27:19)
# 31
Caro don Renzo,è proprio vero abbiamo un cuore di sasso non sappiamo più comprendere il bisogno degli alri.abbiamo permesso che chiudessero Hospice l'unica nostra arma è esprimere la nostra indignazione.è vero siamo povera gente, ma non comportiamoci come animali, per amore di don Renzo per amore degli Altri.Grazie per questi video sono incentivi a continuare per amore degli Alri.
Di  an-lo  (inviato il 18/05/2007 @ 11:04:43)
# 32
Sono stata al nuovo poliambulatorio.
Ma si sente tutto quello che dicono i medici e i pazienti!!!
E' semplicemente scandaloso.
Con cosa li hanno fatti i muri?
E ci mandano pure l'assistente sociale?
Così tutti sentiranno i cazzi degli altri?
Roba da matti...
Di  Muri di carta  (inviato il 25/05/2007 @ 14:11:14)
# 33
#32
Quando un Comune dispone di un Assessore della levatura di Fabio Gatti che afferma in Consiglio Comunale, rispondendo alla domanda: è stato predisposto un progetto per il Poliambulatorio, che il progetto si farà “dopo”, è evidente che questo Comune avrà opere malfatte e una organizzazione dei servizi prodotta da dilettanti. E per di più da dilettanti incapaci.
Quando al costruttore non viene richiesto il rispetto della normativa cogente in materia di rumore, a partire dalla «Legge 26 ottobre 1995, n. 447 e successive modifiche ed integrazioni. Legge quadro sull'inquinamento acustico» è evidente che il costruttore sceglierà i materiali ed i criteri di posa più economici, non certo quelli adatti ad assicurare i requisiti minimi previsti dalla legge in funzione dell’utilizzo della struttura.
Nel Poliambulatorio si sente tutto perché le partizioni verticali (muri divisori) e le porte non rispettano le norme vigenti e le norme UNI esistenti in materia di fonoassorbenza.
Il Poliambulatorio non assicura la riservatezza che, vista l’attività svolta, sarebbe indispensabile per una struttura di questo tipo, perché anziché applicare le norme UNI predisposte dall’Ente Nazionale Italiano di Certificazione sono state applicate quelle dell’Ente Nazionale Italiano dei Cialtroni.
Di  cialtroni  (inviato il 25/05/2007 @ 19:46:46)
# 34
Sempre in tema di Poliambulatorio.
L’organizzazione dell’attesa è così mal organizzata che le liti fra pazienti in sala d’aspetto sono pressoché quotidiane, in alcuni casi si è quasi arrivati alle mani, in un caso si è dovuto chiamare l’Assessore Cosimo Prete, altro dilettante, per dirimere le questioni sorte.
Forse è una tecnica escogitata dai medici per accelerare le visite.
Trasformare i “pazienti” in “impazienti” e via con una visita ogni cinque minuti.
Di  cialtroni  (inviato il 25/05/2007 @ 19:53:58)
# 35
Ancora in tema di Poliambulatorio.
Come si fa a mettere nel Poliambulatorio l’assistente sociale?
Quand’anche avesse le migliori partizioni del mondo, mettiamo in sala d’attesa, spesso un bordello con bimbi che ruzzano, mamme che gridano e anziani che s’incazzano, chi ha bisogno dell’assistente sociale?
Non ci si rende conto che la prima assistenza si deve dare assicurando gelosamente la privacy ed evitando di mettere alla gogna gli assistiti, esposti agli sguardi indiscreti ed impietosi degli astanti.
E per di più in un luogo dove, da fuori, si sente tutto.
Monica Citeroni pontifica sul modo di scrivere il blog, altri si accodano raccomandando l’uso di immagini morigerate, ma come si fa a non dire che solo dei deficienti possono aver organizzato un cesso simile?
Troppo duro?
Trovate dei sinonimi.
Di  cialtroni  (inviato il 25/05/2007 @ 20:47:14)
# 36
Solo dei deficienti possono aver organizzato un cesso simile.
L'espressione è un po' dura.
Ma è pur vero che nel cesso si usa l'acido muriatico, non l'acqua di Colonia.
Di  insultare nel cesso est  (inviato il 25/05/2007 @ 23:03:02)
# 37
Ci sono occasioni per migliorare il nostro essere persone e comunità.
Sonoil vero sale della politica. Non essere riusciti a capire questo esporrà le persone di Tavernerio a ferite proprio nei momenti e negli ambiti più delicati.
Se non si anticipano i bisogni, se non si progetta e si costruisce un metodo di messa a punto costante, si rimane gli italiani dell'improvvisazione.
Perchè chi crede al santino dato durante la visita medica, chi da medico si fa i fatti propri lasciando in libero sfogo i propri sciocchi appetiti, chi da politico o prefessionista o prefessore o dipendente pubblico o cittadino, continua a genuflettersi alla finta energia del "mucchio selvaggio" basta portare a casa voti, farà di sicuro un'indigestione.
Ma riempire lo stomaco di paglia non alimenta. Cercare, come fa il sindaco, di non fare troppacomunciazione perchè a quelle cose non ci crede, nonc rede che possano funzionare, serve soltano a scrivere ogni giorno un pezzetto della parole "stupidità" nella storia di Tavernerio.
Sindaco controlla l'ufficio tecnico, fuori i privati cittadini e i professionisti dietro il banco. E di sera ad uffici chiusi.
Spesso "stupido" è pericoloso.
Di  consigliere di Taverneriocittà  (inviato il 26/05/2007 @ 10:39:06)
# 38
Probabilmente il boccalone sindaco di Tavernerio non ha la giurisdizione sull'ufficio tecnico.
Farà parte dei patti.
Gli hanno lasciato quella sulla cacca, sulle lampadine e sulle bandiere.
Di  Largemouth Bass  (inviato il 26/05/2007 @ 13:39:36)
# 39
ma cosa volete che faccia questo sindaco oltre ad aver prestato il suo viso? come può tollerare certe cose? mi dite che gli spettacoli oltre che al consiglio comunale si tengono anche nel poliambulatorio? pazzesco
Di  mors  (inviato il 28/05/2007 @ 16:28:28)
# 40
Commento 39.
Il Sindaco Giovanni Rossini potrebbe prestare anche un minimo di dignità.
Ne ha pochina, ma rispetto ai suoi compagni di merende che non ne hanno punto sarebbe già molto.
Forse gli spettacoli tornerebbero al Cabaret e non in Consiglio, nel Poliambulatorio e nel Palazzo Comunale.
Di  spettacoli  (inviato il 28/05/2007 @ 20:14:11)
# 41
Credo che il boccalone Sindaco Giovanni Rossini stia pagando il prezzo di una vittoria ottenuta mettendo insieme di tutto, tentando di conciliare gli inconciliabili. Da AN a Rifondazione. Residuati bellici ed incapaci. E’ dura governare, come già evidenziato più volte dal blog dopo le elezioni.
Fu detto: esagerate!
Ne riparleremo.
Di  ne riparleremo  (inviato il 29/05/2007 @ 12:53:30)
# 42
Ora facciamo il Poliambulatorio. Il progetto lo faremo dopo. Così l'«ipse dixit» di Fabio Gatti in Consiglio comunale.
E tutti i giorni ne subiamo le conseguenze. In parte si vedono, in parte no.
Il 26 luglio 2007, giornata della prevenzione dell’osteoporosi, le conseguenze si sono viste e “sentite”.
Annunciata da “L’informa famiglie” l’iniziativa prevedeva la prenotazione al numero 3496599864.
I primi giorni dopo l’annuncio, al numero indicato rispondeva una segreteria telefonica.
Poi, finalmente, una gentile fanciulla incominciò a prendere le prenotazioni.
Intanto ciascun medico, un po’ per far fronte alle lamentele circa la segreteria telefonica, un po’ per coltivare il proprio orticello elettorale, prendeva le proprie prenotazioni, senza però essere in contatto con il numero indicato né preoccupandosi di alcun tipo di coordinamento.
Quindi prenotazioni doppie, triple e così via.
Morale: caos totale.
Grida ed improperi dei meno pazienti, rinuncia alla visita di molti, esami dopo attese defatiganti dei pazienti.
Pazienti non perché sottoposti a cure mediche, ma perché hanno esercitato tanta pazienza.
Di  santa pazienza  (inviato il 29/07/2007 @ 21:05:41)
# 43
Il sistema Fabio Gatti è consuetudine per i nostri amministratori. Prima si fa, poi si progetta. Così quando si parla. Prima si apre la bocca, poi si fa funzionare il cervello. E questo non sempre. E’ un optional.
Meno grave, ma anche questi importante.
Perché far fare le prenotazioni su di un cellulare?
Certo che per Cosimo Prete, Fabio Gatti e tutta la congrega degli amministratori, spendere di più in telefono è cosa da nulla, visti i loro redditi.
Ma per chi tira la cinghia, anche un piccolo risparmio conta.
Perché non usare un numero fisso, magari con un persona sempre disponibile e non con una segreteria telefonica.
Ad esempio, quello di Angelo Borella.
Di  a favore del cittadino?  (inviato il 29/07/2007 @ 21:22:40)
# 44
Far funzionare il cervello è un optional. Anche il rispetto delle leggi, come quella sulla “privacy” ad esempio, è un optional.
Al di là dell’aspetto economico, pur importante, delle prenotazioni ad un cellulare, perché i cittadini sono costretti a rivolgersi, per questioni personali che riguardano la salute comunicando dati sensibili, ad uno sconosciuto?
Se proprio era necessario usare un cellulare perché non scrivere chiaramente chi avrebbe risposto, con quali funzioni, con quali assicurazioni sulla riservatezza?
Abbiamo appurato che, quando non rispondeva una anonima segreteria telefonica, rispondeva una fanciulla, altrettanto anonima.
Anonima e un po’ cafoncella perché, come prima regola di educazione, avrebbe dovuto presentarsi e dichiarare a che titolo stava raccogliendo le prenotazioni.
Ma i nostro amministratori a queste cose non pensano.
Non ci arrivano.
Di  dati sensibili, amministratori insensibili  (inviato il 29/07/2007 @ 21:59:33)
# 45
Perché non ci viene detto chi risponde al numero 349 65 99 864.
Magari la spetta persona che ha questo numero potrebbe scrivere il suo nome e la sua funzione.
O si vergogna?
Di  trasparenza  (inviato il 30/07/2007 @ 10:06:05)
# 46
Forse si vergogna perché è parente di Cosimo Prete o di qualcuno degli Amministratori?
Di  trasparenza  (inviato il 30/07/2007 @ 13:18:03)
# 47
Certo che se la cosa fosse "pulita" non ci sarebbe probelam a dire il nome della persona incaricata di prendere le prenotazioni rispondendo al 349 65 99 864.
Di  trasparenza  (inviato il 02/08/2007 @ 17:29:11)
# 48
...ma visto che non risponde mai nessuno(ho appena verificato!!!) ... penso che sia un numero fantasma (proprio come questa improponibile amministrazione!!!)
Di  ghost  (inviato il 02/08/2007 @ 17:34:41)
# 49
Forse è un numero per affari riservati dedicato ai politici per le prenotazioni.
Una camera all'Hotel Flora, un paio di ragazzole, e coca quanto basta.
Coca Cola, s'intende.
Di  Coca Cola  (inviato il 04/08/2007 @ 21:36:05)
# 50
Forse è il numero della moglie di Cosimo Prete.
Per risolvere il problema e guadagnare un po' di soldini.
Come Mimmo fece per i prelievi del sangue a domicilio.
Di  moglie tuttofare  (inviato il 06/08/2007 @ 14:50:50)
# 51
forse nel progetto vero, il poliambulatorio doveva essere simile a quello di alzate brianza? qui mi pare sia solo un luogo dove a costo pari a quasi zero i medici ricevono i loro pazienti...semplicemente come prima...senza però accollarsi l'affitto!!!
Di  incapacità  (inviato il 03/10/2007 @ 12:21:41)
# 52
Già.
Sarebbe bello sapere quanto pagano i medici per l'ambulatorio.
Può darsi che mi sbagli, ma io credo che l'affitto che pagano sia ridicolo.
Forse pagano poco perché la struttura vale poco.
Manca persino la dovuta privacy!!!
Di  pensar male  (inviato il 03/10/2007 @ 20:47:13)
# 53
non ho ancora frequentato,per fortuna,il poliambulatorio,ma qual'ora mi toccasse e dovessi riscontrare le carenze indecenti e vergognose di cui ho letto,non esiterò a denunciare la questione nelle sedi opportune,e invito tutti i cittadini che hanno subito queste violenze a fare altrettanto,anche costituendo un comitato per avere maggior forza per difendere dei diritti che sono primari ed essenziali,diritti di tutti.
Di  incredibile ma vero  (inviato il 04/10/2007 @ 23:46:16)
# 54
Il problema è che i cittadini mugugnano, ma di fatto non protestano.
Questo blog che protesta ogniqualvolta si accorge di qualcosa che non va viene ripetutamente inviatato ad una maggio prudenza.
E tutti sappiamo cosa vuol dire questa raccomandazione!
Di  prudenza  (inviato il 05/10/2007 @ 21:07:53)
# 55
I cittadini protestano quando si fa qualcosa di nuovo perchè in bene o in male cambia le loro abitudini. Se non fai niente di nuovo sono solo un pò contrariati ma sono abbastanza contenti
Di  Valli a capire  (inviato il 06/10/2007 @ 19:37:33)
# 56
Quando fu introdotta la school-card per il pagamento della mensa e dello scuolabus, vi fu una sollevazione popolare, ben pilotata da avvocatucoli disonesti, perchè col nuovo metodo non si doveva più andare ogni mese in posta a prendere i bollettini e telefonare all'ufficio scolastico per riferire le assenze e poi ritirare la ricevuta con lo sconto....e poi alla fine fatti i conti si pagava qualcosa in meno. Però la gente si "organizzava per la battaglia".....
Di  miopi  (inviato il 07/10/2007 @ 00:21:55)
# 57
Credo che i commenti 54, 55, 56 aiutino a capire molte cose.
Sarà bene pensarci su.
Di  riflessione  (inviato il 07/10/2007 @ 19:05:04)
# 58
Fabio Gatti nell’intevista rilasciata al Giornale di Erba del 10/11/07 (vedi “topic” Tavernerio. Fabio Gatti, Assessore) invita le associazioni e i gruppi che fanno capo al “Livatino” alla “coesione” ed allo “spirito propositivo”.
L’Assessore ci dia un esempio di coesione e spirito propositivo stringendo la mano a suo collega Cosimo Prete e, insieme, incomincino a pensare seriamente su come organizzare decentemente il Poliambulatorio.
Di  il Gatti dei miei stivali  (inviato il 25/11/2007 @ 18:13:30)
# 59
Il Giornale di Erba, 5 gennaio 2008.
GIORNATA DI PREVENZIONE DELL'OSTEOPOROSI
Tavernerio - Le porte del poliambulatorio aprono a una nuova giornata di prevenzione dell'osteoporosi. Per la precisione, quello in programma giovedì 17 gennaio rappresenta il terzo appuntamento promosso negli ultimi mesi dall'Amministrazione comunale, che mostra sensibilità nei confronti di una malattia sistemica dell'apparato scheletrico capace di provocare fratture femorali e vertebrali anche a seguito di traumi minimi.
L'iniziativa è interamente gratuita, e si articola in due prove diagnostiche, il Moc, o densitometria ossea, e l'esame morfometrico delle radiografie della colonna vertebrale. Gli organizzatori ritengono necessario prenotare la visita su appuntamento, chiamando il numero 349-6599864.
Non è difficile prevedere che nella struttura sanitaria di via Perlasca si riverseranno decine e decine di persone, come già accaduto nelle precedenti occasioni.
D'altronde la patologia risulta sempre più diffusa, in ragione soprattutto dell'allungamento che ha ricevuto negli ultimi decenni la vita media.
Di  lodevole iniziativa  (inviato il 05/01/2008 @ 15:36:55)
# 60
Ritorna il misterioso numero di cellulare 349 65 99 864.
(vedi commenti 42 e successivi).
Ancora una volta per la Giornata di prevenzione dell’osteoporosi bisogna prenotare le visite chiamando un cellulare.
Di chi?
Non si sa.
L’iniziativa è ottima, ma perché non dire correttamente: chiamare la signora Nome Cognome al numero ecc.
E perché la signora che risponde al cellulare, dopo aver detto buongiorno, non dice educatamente il suo nome?
Forse ha frequentato la scuola di carboneria di Anna Antonacci?
Misteri di questa amministrazione cialtrona.
Di  la solita cialtroneria  (inviato il 05/01/2008 @ 15:39:27)
# 61
E perchè mai un numero di cellulare? Si sono posti il problema del costo della chiamata? Mia mamma - in età di controllo ostoeporosi - ha solo il tel. fisso, e il costo delle chiamate da fisso a mobile è significativo. Se poi, dati i precedenti, devi chiamare più di una volta....Un bel numero di tel fisso assieme al mobile, o un numero verde no eh? Troppo per le menti di chi ci governa.
Di  al solito  (inviato il 05/01/2008 @ 17:53:43)
# 62
Certo, il Sindaco e i suoi Assessori non hanno nessun problema a chiamare un cellulare, anche perché spesso usano il telefono del Comune o dell’ufficio dove lavorano.
Alcune persone, invece, sì.
Ma che queste persone incomincino a pagare salate le telefonate che poi ci pensa il sindaco.
Infatti, nella letterina di Natale, nel capitolo “Politiche sociali”, ha scritto che “si sta intervenendo silenziosamente a sostegno dei più fragili e dei più bisognosi”.
Di  silenziosamente  (inviato il 05/01/2008 @ 19:12:39)
# 63
Forse la telefonista resta anonima perché viene pagata in nero.
Di  ipotesi  (inviato il 05/01/2008 @ 20:15:04)
# 64
Forse l'iniziativa, del tutto lodevole, è stata organizzata da Anna Antonacci, senza il nome degli organizzatori e con un anonimo numero di cellulare.
Alla carbonara.
Di  alla carbonara  (inviato il 12/01/2008 @ 13:15:46)
# 65
........ infatti la musica d'attesa del cellulare suonava cosi'.....
Di  alla carbonara  (inviato il 12/01/2008 @ 14:22:18)
# 66
Il giorno 11 settembre 2010 è stata inaugurata la discoteca Hiva Han.
Musica a tutto volume tutta notte.
Nessun rumore all’esterno.

Il giorno 1 aprile 2007 è stato inaugurato il Poliambulatorio.
I medici parlano a bassa voce durante le visite..
Si sente tutto all’esterno.
Di  professionisti e cialtroni  (inviato il 18/09/2010 @ 21:07:41)
# 67
Prima settimana di scuola.
pasta bianca e niente carne. è vero?
Di  vox populi  (inviato il 20/09/2010 @ 10:23:39)
# 68
A TAVOLA CON PIPPO
Manuale di educazione alimentare per gli insegnanti della scuola elementare.
Azienda Sanitaria della Provincia di Bergamo
UN BUON PRANZO
Scegliere uno di questi piatti:
•PRIMO: pastasciutta, risotto, polenta, gnocchi, pasta ripiena con verdura;
•SECONDO: carne: (manzo, tacchino, pollo, coniglio), prosciutto crudo, bresaola, pesce:
(nasello, palombo, pesce spada, sogliola, trota).
La cottura della carne e del pesce può essere: al forno, in umido, al cartoccio, al vapore. (Evitare le fritture);
•CONTORNO: verdura cruda o cotta al vapore.
Le patate ed i legumi (fagioli, ceci, lenticchie) non sono da considerarsi verdure perché la loro composizione li rende simili ai cereali;
•PANE e FRUTTA di STAGIONE.

http://www.asl.bergamo.it/web/pmip.nsf/c12563070055842d85255d7c00545af7/87223983f8f0790cc1256c87005bb1a9/$FILE/Manuale%20insegnanti%20parte%20generale.pdf

Forse a Tavernerio, visto il manuale “A tavola con Pippo”, hanno fatto confusione, hanno interpellato l’Assessore Gian Vittorio Redenti detto Pippo e così pasta in bianco e riga!
Di  vox ASL Bergamo  (inviato il 20/09/2010 @ 19:57:21)
# 69
A Tavernerio no carne?
Va bene.
Ma almeno servite il Boccalone.

Di  il pesece giusto  (inviato il 20/09/2010 @ 20:18:51)
# 70
A Tavernerio pasta in bianco?
Nopn va bene!
Solo pasta alla carbonara!
Di  parola di Anna  (inviato il 20/09/2010 @ 20:46:55)
# 71
Carbonara e Boccalone vanno bene.
Ma non cucinatemi il Gatti.
Non sa di niente ed è idigesto!
Di  non buono per salmì  (inviato il 20/09/2010 @ 21:02:38)
# 72
Cucinate quello che volete, ma non toccatemi la Mucca!
Io a Monica ci sono affezionato.
Di  giù le mani dalla Carolina  (inviato il 20/09/2010 @ 21:20:20)
# 73
Concordo nel salvaguardare la Mucca Carolina.
Impareggiabile nelle performance sulle iene.
Divertente quando tenta di parlare in italiano.
Di  la Mucca ci fa ridere  (inviato il 21/09/2010 @ 14:51:48)
# 74
Già che ci siamo, completiamo il menù: Maltagliati in brodo, Paperino alla piastra, boccone del Prete arrosto, cacciagione delle Valli.
Hanno chiesto anche cervello impanato e fritto.
Il cervellonon è stato trovato.
Di  di cervello non ce n'è!!  (inviato il 22/09/2010 @ 12:31:37)
# 75
Relazione sull'incontro che si è svolto il 21/10/2011 fra Amministrazione Comunale e Cittadinanza della Loc. Rovascio.

http://www.taverneriopaese.it/blog/6-eventi/50-incontro-cittadinanza-localita-rovascio-211011.html
Di  TavernerioPaese.it  (inviato il 30/11/2011 @ 10:56:24)
# 76
Giovedì 8 Dicembre 2011

Campetto di Ponzate - ore 11.30
Tradizionale Lancio dei Palloncini

L'associazione genitori di Ponzate organizza il tradizionale lancio dei palloncini che porteranno in cielo
le letterine dei bambini.

Si raccomanda di confezionare le lettere utilizzando carta leggera.
Di  TavernerioPaese.it  (inviato il 30/11/2011 @ 10:57:38)
# 77
Sabato 10 Dicembre 2011

Centro Civico Livatino - ore 14.30
Lancio dei palloncini e spettacolo dei burattini

Babbo Natale ti aspetta a Tavernerio, al centro civico Livatino sabato 10 Dicembre alle ore 14.30 per lanciare il tuo desiderio in cielo!! Si raccomanda di confezionare le lettere utilizzando carta leggera.

Terminato il lancio della letterina salirai sulla slitta magica che ti porterà in Auditorium dove avrà inizio lo spettacolo dei burattini !
Di  TavernerioPaese.it  (inviato il 02/12/2011 @ 08:51:42)
# 78
un messaggio per il Sindaco:
la palestra E' SPORCA SPORCA SPORCA.
può gentilmente controllare?
grazie
Di  lavami  (inviato il 02/12/2011 @ 09:25:59)
# 79
SABATO 10 DICEMBRE 2011
ORE 21.00 nella chiesa di Ponzate

Atmosfere di Natale
CONCERTO DI MUSICHE E CANTI NATALIZI

CORALE “SANTA BRIGIDA” DI PONZATE
DIRETTA DA PAOLO DAL NEGRO
ACCOMPAGNAMENTO MUSICALE SULL’ORGANO “CARNISI 1858”:
PAOLO DAL NEGRO
TOMMASO BULGHERONI
ALESSIO CIFANI
Di  Biblioteca di Tavernerio  (inviato il 07/12/2011 @ 19:53:32)
# 80
78
La informo che se vuole rivolgersi direttamente al sindaco, è forse meglio che scriva direttamente sul nostro sito:
TavernerioPaese.it piuttosto che su questo blog, per avere la certezza di presa visione. Cmq riferisco io personalmente... Saluti
Di  S.Aiani  (inviato il 08/12/2011 @ 01:11:23)
# 81
#80
Recente commentatore, ma assiduo e preciso, Stefano Aiani ricorda che, per rivolgersi al Sindaco, è meglio utilizzare il sito TavernerioPaese.
Giusto, visto che il sito incomincia a funzionare con sistematicità nel dare le notizie del Paese.
Però il sito non è ancora luogo di scambio abituale di opinioni e commenti come il blog di Tavernerio Città.
Credo che, fra i vari motivi, ci sia la scelta di attivare un “forum” e non un “blog”.
Anche Tavernerio Città ha un Forum, che, rispetto al Blog, non ha limiti di spazio, consente la formattazione dei testi a piacere con possibilità di inserire immagini.
Nonostante questi vantaggi il Forum per un certo periodo ha funzionato, su stimolazione costante di alcuni commentatori, poi si è esaurito per mancanza di partecipazione.
Chi scrive preferisce il blog, che non richiede registrazione ed è, o è ritenuto, d’uso più facile ed immediato.
Inoltre è importante che ci sia un gruppetto di persone che sostiene i commenti, belli o brutti che siano, ma rendendoli costanti.
E’ così che molti, stimolati da altri commenti, aggiungono il proprio pensiero, per assentire o dissentire con le opinioni lette.
Di  un sufferimento per Stefano Aiani  (inviato il 08/12/2011 @ 20:32:42)
# 82
Con il commento 80 Aiani si fa carico di riferire al Sindaco il contenuto del commento 78. Già che c’è, faccia presente al Sindaco che nel forum principale, fra i quesito al Sindaco, da più di sei mesi, ce ne è uno “Il dovere di un sindaco” che non ha mai avuto risposta.
Di  pro-memoria  (inviato il 08/12/2011 @ 22:22:39)
# 83
80
Semplicemente intendevo dire che probabilmente il nostro caro sindaco, guarda con più frequenza il nostro sito..è pur vero che questo blog a livello di scambio di idee è senza dubbio molto più avanti..difatti spesso e volentieri, da un po di tempo a questa parte lo utilizzo anche io.
82
è da circa un mese che usufruisco di questo blog, quindi tornando al discorso di prima, può anche essere che Rossella non sia neanche al corrente del quesito, visto e considerato che non è stato fatto sul suo/nostro forum, bensì su questo!! L'unica cosa che non mi piace di questo blog è il fatto di dover sempre e comunque parlare con dei fantasmi..o persone che si nascondono dietro nomi fittizi..
Saluti
Di  S.Aiani  (inviato il 08/12/2011 @ 23:10:38)
# 84
#83
Il quesito senza risposta da sei mesi è postato sul sito TavernerioPaese.it, quindi sul vostro forum ed è firmato in chiaro.
Questo è il percorso: http://www.taverneriopaese.it/blog/4-quesiti-al-candidato-sindaco.html

Per quanto riguarda “il parlare con i fantasmi”, ricordo che già in uno dei suoi primi commenti lei aveva posto il problema.
Mi dispiace di non averle già esposto il mio pensiero in proposito e che nessuna altro lo abbia fatto. Provvederò appena possibile. In questa pausa di lavoro non posso.
Di  per Stefano Aiani  (inviato il 09/12/2011 @ 10:25:11)
# 85
Ho ribadito il concetto perchè a mio avviso e brutto parlare di qualsiasi cosa con una persona della quale non si conosce l'identità..specialmente in questi casi, dove si trattano argomenti di interesse comune.
Per quanto riguarda "il quesito" al sindaco, farò in modo di farle avere delle risposte, spero nel breve periodo. Saluti
Di  S.Aiani  (inviato il 09/12/2011 @ 18:45:50)
# 86
#85
Caro Aiani,
capisco il suo punto di vista ed ammetto che, almeno talvolta, sia brutto parlare con un interlocutore anonimo.
Cerco ora di spiegarle il perché io, quando scrivo il miei commenti, non uso né il mio nome, né uno pseudonimo.
Risaliamo alle origini del blog che nacque nell’ormai lontano 2005, quale espressione del gruppo politico Tavernerio Città.
Per un certo periodo gli articoli del Gruppo non ebbero commenti. Poi un amico incominciò con un primo commento e, da allora, i commenti crebbero velocemente, sino a divenire, come ora, quasi quotidiani.
Io fui fra i primi a scrivere i miei commenti, ponendomi da subito una domanda: visto che faccio parte di Tavernerio Città, se firmo in chiaro i miei commenti, questi commenti restano miei o esprimono indirettamente il pensiero del Gruppo?
Io mi diedi la risposta: la firma di un membro di un Gruppo, bene o male, coinvolge il Gruppo stesso.
E questo non era né mia intenzione né era un mio potere.
Ecco perché mi abituai a chiudere i miei commento con una frase che, a volte bene, a volte male, riassumeva il concetto espresso nel commento.
Visto che questa abitudine è stata seguita da tanti senza che sia mai stata concordata con nessuno, ritengo che il mio pensiero sia stato ampiamente condiviso.
Le ricordo che in più occasioni ebbe a scrivere Giovanni Aiani, allora Consigliere di Tavernerio Città e in tutte queste occasioni firmò in chiaro.
Ma questi commenti, firmati Giovanni Aiani o Consigliere di Tavernerio Città erano, a tutti gli effetti, commenti del Gruppo, non solo del singolo.
Anche lei, firmandosi S.Aiani, esprime il suo pensiero, ma, volente o nolente, esprime il pensiero di un Consigliere di Maggioranza del Comune di Tavernerio.

Non sono certo che la mia scelta, scelta condivisa da molti, sia la migliore, ma sicuramente è quella che mi consente di esprimere liberamente i miei pensieri senza pensare al parere del Gruppo, considerato che i miei pensieri ed il mio modo di esprimerli, spesso non sono condivisi da tutti.
Mi permetto un’ultima considerazione di chiusura: io preferisco leggere un commento intelligente anonimo che un commento cretino con firma d’autore.
Ci pensi bene e vedrà che su questo, si troverà d’accordo anche lei.
Di  per Stefano Aiani  (inviato il 09/12/2011 @ 21:29:37)
# 87
Domenica 11 Dicembre 2011 è il primo giorno di raccolta beni di prima necessità per l'iniziativa "Il mantello di San Martino". Tutte le informazioni sul sito www.mantellosanmartino.it
Di  Il Mantello di San Martino  (inviato il 10/12/2011 @ 01:33:57)
# 88
Questa politica mi ha stancata, insipida,noiosa,statica priva di traguardi, vecchia.
Respirando in una stanza priva di ossigeno la mente si annebbia, si addormenta. Dolce torpore.
Chissa' se prima o poi qcuno spalanchera' le finestre e un' aria pulita ravvivera' le nostre idee e il nostro spirtio.
Di  aaa  (inviato il 10/12/2011 @ 11:43:31)
# 89
86
Buongiorno,
sicuramente sono pienamente d'accordo sul fatto che è molto meglio un commento intelligente anonimo piuttosto che uno cretino con tanto di nome. Non sono completamente in accordo con lei sul resto del discorso..mi spiego: secondo la mia chiave di lettura, leggendo un commento relativo ad un pensiero personale, piuttosto che una qualsiasi altra considerazione, su questo blog che è nato credo per esprimere giudizi politici ed amministrativi o comunque per fare politica relativa al pensiero di Taverneriocittà, il fatto di non firmare il commento, può far credere che sia un pensiero condiviso da tutti i componenti della vostra lista e non il semplice parere o pensiero di una persona come tante.
E questo purtroppo, mi fa anche credere che qualcuno per paura di esporsi troppo, o semplicemente per non essere giudicato, cerchi di nascondersi dietro nomi fittizi o simpatici pseudonimi che spesso mi ritrovo a leggere e che a volte mi fanno anche sorridere!
Detto questo, è giusto che ognuno sia libero di esprimere i propri pensieri come meglio crede, sempre e comunque rispettando le idee altrui..e concludo dicendo che se fossimo tutti d'accordo si perderebbe il gusto di fare politica.
Saluti!
Di  S.Aiani  (inviato il 10/12/2011 @ 13:28:43)
# 90
89
sono stata tentata di srivere il mio nome ma poi ho deciso che non l'avrei fatto perche' voglio che in questo blog il mio pensiero sia libero, solo e puro pensiero privo di etichette e di pregiudizi.
Qui, non voglio avere un volto, ne' un nome voglio solo coltivare idee.
Di  aaa  (inviato il 10/12/2011 @ 16:13:24)
# 91
#89
Dire la verità è sempre la cosa migliore e più facile.
Il difficile, a volte, è individuare la verità.

E’ vero, come dice Aiani, che un commento non firmato, scritto sul blog di Tavernerio Città, può far pensare che esso rispecchi il pensiero dell’intero Gruppo politico.
E’ vero, altrettanto, che un commento firmato da un componente del Gruppo può far pensare che esso rispecchi il pensiero del Gruppo stesso.

Lasciamo il problema aperto.
Ricordiamo, ancora una volta, che, per consuetudine consolidata da ormai sei anni, gli articoli pubblicati con o senza firma rappresentano il pensiero di Tavernerio Città così come lo rappresentano i commenti firmati dal Consigliere comunale rappresentate di Tavernerio Città o da uno dei membri del Gruppo stesso.
I commenti non firmati, invece, esprimono solamente il pensiero di chi li scrive, visto che chiunque può farlo, anche esponendo pareri diversi o contrari rispetto al pensiero di Tavernerio Città, senza che nessuno intervenga con “censure”.
Di  volutamente senza firma  (inviato il 10/12/2011 @ 17:27:49)
# 92
#83
Stefano Aiani scrive: «può anche essere che Rossella non sia neanche al corrente del quesito, visto e considerato che non è stato fatto sul suo/nostro forum».
In realtà il quesito di cui si parla è stato fatto sul sito di Tavernerio…paese.
Questo significa che né il Sindaco né i suoi principali collaboratori leggono e curano il proprio sito.
Non è un rimprovero.
E’ una segnalazione che, ritengo, possa essere utile.
Di  un consiglio amorevole  (inviato il 10/12/2011 @ 20:03:36)
# 93
92
Grazie della segnalazione, comunque all'inizio non avevo capito che si trattava di un quesito pubblicato sul nostro sito, poi su segnalazione sono andato a vedere e ho capito di cosa si stava parlando...che tra l'altro parliamo di quesito ma..proprio quesito non è, almeno tecnicamente!
E le assicuro che il sito è letto e ben curato da molti di noi, certo deve ancor prender piede!
91
E' giusto così..ognuno faccia come meglio crede, esprimendo il proprio pensiero senza censure e con la consapevolezza che possa essere o meno condiviso. Io continuerò a firmarmi e non perchè il mio pensiero rispecchia obbligatoriamente quello di tutti i membri del Gruppo a cui appartengo, bensì perchè è mio e solo mio.
Di  S.Aiani  (inviato il 10/12/2011 @ 23:54:54)

Inserisci un commento









 

Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Cerca per parola chiave
 



Titolo


Ultime notizie


24/01/2020 @ 17:16:06
script eseguito in 281 ms

info@taverneriocitta.it

 

 Taverneriocittà © Copyright 2003 - 2020 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source