Consiglio Comunale del 26 febbraio 2014 - Taverneriocittà - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
HOME | FORUM | ATTI PUBBLICI | FILMATI | CONTATTI
  •  
  • Ciò che sai fare o sogni di saper fare inizialo: l'audacia ha in sé genio e potenza e magia.

    Johann Wolfgang von Goethe

< marzo 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
Appuntamenti (3)
Archivio redazionali (40)
Consigli Comunali (85)
Interpellanze (8)
Lettere al Sindaco (2)
Redazionale (63)
Terzi (23)

Ultimi commenti:
post muto
17/05/2020 @ 16:44:18
Di bs
sul blog non scrive più nessuno.. nessuno fa più niente.. come il pugile .....
22/02/2020 @ 21:42:57
Di tutti zitti
merito di questa fantastica amministrazione da voi appoggiata!!!! Complimen...
16/10/2019 @ 12:59:13
Di abomini
Il Bagliacca è pieno d'acqua e in parte inagibileIl Borella é pieno di debi...
10/10/2019 @ 06:25:26
Di I due asili...
Le anime belle son riuscite a portare al centro civico gli schiavi negri ar...
25/07/2019 @ 13:23:03
Di Plagiati dai media
Bianchi si è comportato male in consiglio comunale (non al bar) e non dovre...
08/06/2019 @ 22:45:37
Di in alternativa Paulon dimettiti tu..
Non capisco come mai non si sia ancora dimesso.....ma si puo' essere così a...
03/06/2019 @ 09:47:49
Di ottimo bianchi
Bianchi come assessore al bilancio non vale niente.. Ma questo si sapeva......
02/06/2019 @ 14:38:54
Di Avrà successo.. Dimissione.. Il minimo
Dopo quello che è successo, un passo indietro l'assessore Bianchi lo DEVE f...
28/05/2019 @ 14:40:20
Di la cacciata
Credo sia ora di staccare la spina a questa amministrazione
27/05/2019 @ 08:52:05
Di stop
Sorprende l'evidente enorme difficoltà degli amministratori locali a compor...
26/05/2019 @ 11:24:20
Di Maggio. Il mese del cucu'
BRAVE PERSONE NON FA RIMA CON BRAVO POLITICO
21/05/2019 @ 14:48:58
Di RIMEE
Paulon é una brava persona. L'ho votato però..Non capisco il suo percorso p...
19/05/2019 @ 16:07:32
Di Perché?
imbarazzante direi....
06/05/2019 @ 10:15:50
Di che imbarazzo
Sindaco che usa la responsabilità territoriale come sgabello per i suoi lib...
20/04/2019 @ 14:14:21
Di mobiliere
Mirko Paulon candidato alle europee con il partito +europa quello della bon...
20/04/2019 @ 10:45:01
Di Z
Maggioranza a pezzi.. Chi rimane?Qualcuno mi aggiorna?
30/03/2019 @ 10:17:45
Di Domanda?
Uno degli obbiettivi del gruppo di tavereriocittà era proprio la garanzia c...
28/02/2019 @ 11:24:57
Di ardua sentenza
ero alla riunione dei genitori ieri sera all'asilo. Ci è stato promesso che...
27/02/2019 @ 13:06:45
Di tutti in consiglio
SE L'ASILO BORELLA CHIUDE, IL SINDACO SI DEVE DIMETTERE. ALTRIMENTI SARA' F...
26/02/2019 @ 09:58:52
Di SINDACO DIMETTITI
Le responsabilità di questo sindaco e questa giunta sono enormi.Se L'Asilo ...
25/02/2019 @ 21:21:01
Di Editore deluso
asilo borella Rischio chiusura. Spero che il sindaco si dimetta
25/02/2019 @ 15:33:15
Di via sindaco
EffettivamenteUltimamente Non si vede niente...
23/02/2019 @ 19:54:21
Di Anonimo
assolutamente sì. Torna Rossella salvaci da questo pantano!!!
21/02/2019 @ 11:08:47
Di aiuto
rossella radice sindaco
05/02/2019 @ 16:09:42
Di i rosseliani

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati



//

\\ : Articolo
feb21ven
Consiglio Comunale del 26 febbraio 2014
Di Admin (del 21/02/2014 @ 14:10:15, in Consigli Comunali, linkato 3426 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO MERCOLEDI' 26 FEBBRAIO 2014 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE STRAORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO

1. APPROVAZIONE DEL PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO PER L'ANNO SCOLASTICO 2013/2014

2. PROROGA AL 31/12/2014 PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DEPURAZIONE SCARICHI CIVILI E INDUSTRIALI DELLA CONVALLE COMASCA ALLA SOCIETA' COMODEPUR S.P.A.

3. APPROVAZIONE PROROGA TECNICA GESTIONE SERVIZIO IDRICO CON LA SOCIETA' SERVICE 24

4. COSTITUZIONE SOCIETA' " IN HOUSE " PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NEL TERRITORIO DELL'ATO DI COMO E APPROVAZIONE RELATIVO STATUTO.

5. APPROVAZIONE PROGETTO REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA STRUTTURA DESTINATA ALLA PRATICA FISICO-RICREATIVA E TERAPEUTICO-RIABILITATIVA NELL'AREA DI VILLA S. MARIA.

6. COMITATO DI REDAZIONE DEL NOTIZIARIO COMUNALE "IL PAESE". REVOCA DELLA NOMINA DI UN COMPONENTE.

7 .RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "TAVERNERIO CITTA' " PROT. 13567 DEL 26/11/2013

8. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "TAVERNERIO CITTA' " PROT. 13569 DEL 26/11/2013

9. COMUNICAZIONI DEL SINDACO
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa Invia articolo Invia
 
# 1
Pro memoria per Cosimo Prete, in arte il Moschettiere Porcos.

Ricordati che tu hai contribuito alla costituzione della Angelo Borella S.p.A.
Ne hai fatto parte come Portavoce del Presidente.
Hai contribuito, stupidamente, a distruggerla.
Di  memento homo  (inviato il 21/02/2014 @ 16:57:59)
# 2
Pro memoria per Bruno Arnaboldi, anche se ti sei vilmente dimesso, ricordati che devi rendere conto a Tavernerio dei 500.000,00 euro che, in cinque anni, la Pro-loco ha incassato.
Di  memento homo  (inviato il 21/02/2014 @ 16:59:07)
# 3
La Repubblica, 21 febbraio 2014
CORTE DEI CONTI: NAPOLI È FALLITA.UNO SU DUE NON PAGA NÉ MULTE NÉ TASSE.
Il primo cittadino Luigi De Magistris è pronto a chiedere al "governo dei sindaci" un decreto per salvare la città, come quello per Roma. Ma la magistratura contabile elenca le irregolarità di bilancio e le inefficienze delle amministrazioni. Prima fra tutte, l'incapacità di riscuotere le tasse. Per tributi locali e contravvenzioni, l'evasione è superiore al 50%. E nel conto economico si procede come se nulla fosse.

Prima fra tutte, l’incapacità di riscuotere le tasse. A Napoli. Ma, se è per questo anche Tavernerio non sta mica bene, con un assessore quaquaraqua come Simone Riccardi che parla, parla e non conclude nulla e Service 24 che lo segue a ruota.
Di  incapaci di riscuotere le tasse  (inviato il 21/02/2014 @ 18:59:11)
# 4
parla parla e fa il pavone.
un cittadino qualunque per farsi pubblicità paga lo spazio sul giornale, il nostro caro assessore Riccardi usa il suo ruolo istituzionale per portare vicende personali alla ribalta sui giornali locali.
chi va con lo zoppo...
Di  il pavone  (inviato il 21/02/2014 @ 19:19:09)
# 5
Speriamo che il sindaco ci illustri con chiarezza a cosa serve e quali vantaggi si pensano di ottenere, quanto costerà e chi pagherà di più o di meno con il sacco rosso.
Di  il sacco del mistero  (inviato il 25/02/2014 @ 17:25:04)
# 6
ma perché invece del sindaco non ci parla del sacco rosso il nostro rappresentante in service manlio cataluppi?
Forse perché non prende sufficienti soldi o forse perché non sa di cosa si tratta?
Di  la persona giusta  (inviato il 25/02/2014 @ 17:50:34)
# 7
A proposito di cantaluppi, non è che il sindaco si è stufato e lo fa fuori dal giornalino?
Visto che i rappresentanti delle minoranze non si possono toccare, aiani, essendosi dimesso dal consiglio è uscito automaticamente da solo, ne restano solo due da revocare: cantaluppi e trombetta.
Chi sarà il trombato?
Di  chi sarà il trombato?  (inviato il 25/02/2014 @ 19:42:06)
# 8
la lega a tavernerio?un fallimento unico..e finita..."parola dell ex commissario....
Di  si salvano solo le sue fidanzate..  (inviato il 28/02/2014 @ 00:10:43)
# 9
Il fallimento della Lega a Tavernerio, è cominciato da quando si è insediata Radice, presentata al gruppo come una Leghista Doc, ma che di fatto della Leghista non ha assolutamente niente! I fatti lo dimostrano e il Pdl regna sovrano...
Di  Fuori subito dal partito  (inviato il 28/02/2014 @ 00:53:34)
# 10
il comune aveva tutto il diritto di revocare Aiani. ma lo ha fatto formalmente solo 6 mesi dopo averlo fatto 'di fatto' chiedendo al direttore di non convocarlo alle riunioni di redazioni tanto che Cantaluppi da persona di esperienza ha dovuto inventarsi la soluzioneal pasticcio:firmare da solo il giornale senza mettere i nomi dei componenti della redazione. al posto suo non sarei stato a questo gioco e non avrei accettato l'incarico. ma forse sono troppo ingenuo
Di  malamministrazione  (inviato il 28/02/2014 @ 08:15:41)
# 11
inoltre spero che in questo momento Cantaluppi stia valutando le proprie dimissioni. Ha ricambiato dei favori accollandosi il notiziario ma di fatto non ha convocato un componente della redazione che aveva tutto il diritto di partecipare alla redazione dell 'ultimo notiziario.
Di  malamministrazione  (inviato il 28/02/2014 @ 08:24:14)
# 12
E' incredibile come tu stia distorcendo la verità: il problema era formale, non si capiva se Aiani dando le dimissioni da consigliere automaticamente le avesse date anche da membro della redazione. Ecco tutto. Perchè cerchi di distorcere la realtà tentando di creare polemiche quando non ci sono?
Di  cattiveria  (inviato il 28/02/2014 @ 08:28:27)
# 13
allora proprio non capisci: non era chiaro se aiani fosse dimesso anche dalla redazione oltre che da consigliere. stai facendo di un problema formale una stupida ed inutile polemica. Spero che cantaluppi inviti aiani da esterno a tutti i comitati. Vedremo se ci va
Di  Anonimo  (inviato il 28/02/2014 @ 08:32:20)
# 14
Anche io ho capito che la mancata convocazione era dovuta al fatto che non si sapesse se le dimissioni erano anche dal giornale. Poi perchè aiani non ha chiesto di partecipare ai comitati? Perchè non ha manifestato con i fatti la sua volontà di rimanere? Perchè tutto cio' viene fuori solo adesso e non prima? E ancora, che male avrebbe fatto all'amministrazione la presenza di Aiani nel comitato? Fossi il sindaco, lo farei convocare a tutti i comitati dal direttore da esterno: vediamo se così almeno collabora. Trovo anche io che la distorsione dei fatti venga da una persona non buona, soprattutto non capisco con quali finalità stia mettendo male in una situaizone ormai conclusa. Mi ricorda BS. A voi no?
Di  BS.....ci manchi  (inviato il 28/02/2014 @ 08:41:55)
# 15
Il punto è uno solo, Aiani faceva ancora parte del comitato, l'amministrazione ha fatto di tutto perchè non venisse convocato alle riunioni di redazione e Cantaluppi, ovviamente, stando alle direttive e non convocando un membro che aveva tutto il diritto di partecipare, passa dalla parte del torto. Quindi malamministrazione sicuramente, e direttore del giornale senza le palle! Ora le dimissioni sono un obbligo!!
Di  Sempre più vergognosi  (inviato il 28/02/2014 @ 12:05:19)
# 16
# 8
la lega a tavernerio?un fallimento unico..e finita..."parola dell ex commissario....

# 9
Il fallimento della Lega a Tavernerio, è cominciato da quando si è insediata Radice, presentata al gruppo come una Leghista Doc, ma che di fatto della Leghista non ha assolutamente niente! I fatti lo dimostrano e il Pdl regna sovrano...

Pienamente d'accordo con i due commenti che ho trascritto, da affermato Leghista quale sono, propongo al provinciale di dimettere Radice dal movimento. Non sei una di noi. E' giunta l'ora di fare la valigia e andartene dai tuoi amici del PDL.
Di  La verità  (inviato il 28/02/2014 @ 12:17:13)
# 17
#16
Io non entro nel merito sui due commenti trascritti, ma ti faccio notare che non puoi scrivere di essere un “affermato leghista” e poi non firmarti con nome e cognome.
“Affermato leghista” vuol dire che godi di una salda posizione nelle lega, che hai un peso politico, che sei rinomato.
Chiunque può postare commenti firmandoli con uno pseudonimo, ma non uno “affermato” che, in quanto tale, è orgoglioso di firmarsi e firmando dà peso al proprio scritto.
Forse non sai cosa vuol dire affermato, forse volevi dire un’altra cosa o forse sei solamente un cifolo.
Di  il probabile cifolo  (inviato il 28/02/2014 @ 12:47:55)
# 18
Caro #15, capisco il desiderio di far polemica a tutti i costi, ma prova a ragionare solo per un momento.
Tu dici che “l'amministrazione ha fatto di tutto perché [Aiani] non venisse convocato alle riunioni di redazione”.
Rifletti.
L’amministrazione, se avesse voluto togliersi dalle p…lle Aiani gli avrebbe revocato la nomina subito, senza alcuna fatica e senza dover dare giustificazioni a nessuno.
Nessuna “malamministrazione”, ma solo livore da parte dei soliti noti.
Di  difficile da digerire  (inviato il 28/02/2014 @ 13:22:52)
# 19
al commento numero 16: complimenti al legaiolo da strapazzo! E' tipico della lega affossare le persone migliori e mandare avanti i cretini. Ha tutto di guadagnato il nostro sindaco ad uscire da un movimento così. Non è uno di voi? Meglio così, è e ne siamo felici il nostro sindaco. Il sindaco di tutti
Di  sindaco di tutti  (inviato il 28/02/2014 @ 17:39:54)
# 20
#19 … affermazione dura, ma realista: «affossare le persone migliori e mandare avanti i cretini».
Propongo una variante, un po’ più digeribile.
Affossare le persone concretamente realiste e mandare avanti gli utopisti.
Fanno più presa sulla gente e raccattano voti, poi, una volta messi ad amministrare, si afflosciano come una vela senza vento.
Serve loro il vento del Nord, il vento della contestazione.
Di  gli utopisti  (inviato il 01/03/2014 @ 20:59:16)
# 21
#20
Il vento della contestazione, tanto caro ai nostri moschettieri senza moschetto e ai nostri pauloniani cadregatti. Un vento sterile e fastidioso, inefficace come il vento di c...
Di  vento di c...  (inviato il 01/03/2014 @ 22:52:05)
# 22
hai perfettamente ragione! parliamo di cose concrete. il blog e' disponibile a pubblicare le foto della palestra con le piastrelle fissate con lo scotch da pacco e perennemente allagate? attendo la mail dove inviare le foto?grazie.
Di  parliamo di cose concrete  (inviato il 02/03/2014 @ 12:04:08)
# 23
Confermo. Gli spogliatoi sono da terzo mondo. Potevamo pensare alla palestra prima di compraretutte quelle lim.
Di  Anonimo  (inviato il 02/03/2014 @ 17:02:08)
# 24
O il nuovo comune ops il rudere ...
Di  Vero  (inviato il 02/03/2014 @ 20:30:32)
# 25
Acquistato anni fa e ancora li a fare????? Quanto ci sta costando?
Di  Domanda  (inviato il 02/03/2014 @ 20:32:52)
# 26
16,,il nuovo leghista che avanza sarebbe pozzi??meglio soli che mal accompagnati...viva il sindaco pdl!!
Di  viva il sindaco pdl!!  (inviato il 03/03/2014 @ 00:16:50)
# 27
#22
Non so dirti se Tavernerio Città (non il blog) sarà disponibile a pubblicare le foto della palestra perché a Tavernerio Città ho dato il voto, ma non ho nessun potere.
Ti faccio notare che Tavernerio Città il 20/06/2011 ha pubblicato un articolo da titolo «Lettera aperta al Sindaco Rossella Radice» che evidenzia che il primo bisogno di Tavernerio è quello di reperire risorse facendo fruttare il patrimonio di cui dispone per sopperire alla scarsità dei trasferimenti dallo Stato.
Tavernerio Città ha contestato il Sindaco non per le stupidaggini, ma per il PGT, per la questione Borella, per la questione Service 24, in quanto l’amministrazione non è intervenuta per evitare di sperperare centinaia di migliaia di euro.
Con questi soldi si sarebbe potuto provvedere alla manutenzione non solo della palestra, ma anche del Centro civico, dell’Auditorium, del Palazzo comunale e di tutti gli immobili del Comune.
Per parlare di cose concrete, come tu chiedi, bisogna partire da qui (non dalla pirlata del commento 23 che contesta le LIM o dalle pirlate dei commenti 24 e 25 che riesumano i cadaveri), perché altrimenti la risposta sarà la solita: non ci sono soldi.
Di  le cose concrete  (inviato il 03/03/2014 @ 11:56:33)
# 28
Sempre per parlare di cose concrete: Francesco Agostinelli, preso atto che l’ATO dovrebbe prendere corpo entro la fine anno, assumendo la gestione dell’idrico di tutti i comini incorporando per fusione le varie società di proprietà comunale, osserva come, vista questa prospettiva, la creazione di due società, una per l’idrico l’altra per l’ambiente, così come è stato fatto, si stia rivelando un atto demenziale.
Per questo si sono trovati i soldi, per la manutenzione degli immobili comunali, no.
Di  soldi buttati da amministratori incapaci  (inviato il 03/03/2014 @ 16:33:47)
# 29
Il problema di Agostinelli è che parla da persona civile, esprime dei concetti complessi con gergalità assolutamente propria, ma che i più non capiscono ed affronta i veri problemi del Comune che non sono percepiti dalla maggioranza dei cittadini.
Il cittadino vede l’acqua della palestra, ma non collega quell’acqua con l’incapacità degli amministratori di reperire i fondi necessari per la manutenzione.
Di  il difetto di Agostinelli  (inviato il 04/03/2014 @ 08:09:03)
# 30
Ti correggo , il cittadino vede l'acqua della palestra e le mattonelle fissate con lo scotch da pacco e li collega all'incapacità degli amministratori di reperire i fondi necessari per la manutenzione.
Riusciamo ad organizzare una gita turistica dell'intera Giunta negli spogliatoi della palestra ? Magari in questo modo riescono a capire quale è lo stato della struttura, non siamo a Milano ma a Tavernerio, esiste una sola palestra, non dovrebbero avere difficoltà a trovarla.
Di  Malamministrazione  (inviato il 04/03/2014 @ 08:46:12)
# 31
#30
Se è come tu dici, perché c’è così poca attenzione alle contestazioni di Agostinelli?
Tu hai scritto qualche commento agli articoli che parlano di soldi della comunità buttati al vento?
Come ti spieghi che, nonostante le interpellanze di Agostinelli, c’è chi parla ripetutamente di “inciucio” tra Amministrazione e Tavernerio Città?
Per quale motivo la gente parla delle s*****ate urlate da Prete e non delle cose serie esposte civilmente da Agostinelli?
Di  sarà come tu dici, ma ...  (inviato il 04/03/2014 @ 10:17:42)
# 32
Al 30 e le porte antisfondamento ? Le hanno sistemate ? Mi risulta di si eri tu k ti lamentavi ? Ora tutto dimenticati ?
Di  dinenticato  (inviato il 04/03/2014 @ 13:11:07)
# 33
#31 le contestazioni di Agostinelli sono sacrosante ma sfuggono ai non addetti ai lavori . L'acqua ai polpacci dei ragazzi che si lavano dopo gli allenamenti o le mattonelle tenute su con lo scotch da pacco è di più facile comprensione.
#32 l'aver ordinato una porta tagliafuoco non cambia il mio giudizio su questa amministrazione.
Di  m.a.  (inviato il 04/03/2014 @ 14:36:02)
# 34
#33
«Le contestazioni di Agostinelli sono sacrosante, ma sfuggono ai non addetti ai lavori» è esattamente quello che sostengo io.
Allora i «non addetti ai lavori» si aspettino la solita risposta: non ci sono soldi.
Di  non ci sono soldi  (inviato il 04/03/2014 @ 17:40:10)
# 35
la palestra, la fogna, il rudere..
perché il sindaco Fabio Rossini non ha fatto niente..
Di  .. non si è capito con Agostinelli  (inviato il 04/03/2014 @ 17:50:24)
# 36
#35
Quando si segue un ragionamento, anche semplice, seguendo la logica, il cervello dei “semplici” va in tilt e, anziché tacere, spara c…gate come in nostro 35.
Si sta dicendo che Agostinelli indica il modo di procurarsi i fondi oggi. Cosa c’entra quello che fece o non fece il Dr Fabio Rossini più di 10 anni fa?
Di  cervelli senza capacità logica  (inviato il 05/03/2014 @ 11:23:48)
# 37
Beh, il 35 non ha tutti i torti. Ha sbagliato soltanto nell’essersi fermato a 10 anno fa e a non essere andato alle origini del problema.
Se Adamo ed Eva non avessero mangiato i frutti dell´albero della coscienza del bene e del male iniziando a non fondare più la vita degli esseri umani esclusivamente su funzioni automatiche istintive, ma incominciando ad intervenire nella struttura dell´esistenza con la loro nascente guida della volontà, chiaramente conscia ed intelligentemente impostata, la palestra non avrebbe fatto acqua.
Nel Paradiso terrestre Muccos e Porcos avrebbero convissuto pacificamente con gli Uomini e un essere umano avrebbe ricoperto la funzione di vicesindaco.
Di  la colpa è della mela  (inviato il 05/03/2014 @ 11:37:53)
# 38
#37 ... fra gli animali capaci di convivere pacificamente con gli uomini, ti sei dimenticato di Gatti!
Di  per completezza  (inviato il 05/03/2014 @ 12:13:09)
# 39
#38
Nel paradiso terrestre venivi clasificato sulla base dei neuroni attivi. Gatti sarebbe stato fra i vegetali.
Di  al posto giusto  (inviato il 05/03/2014 @ 13:45:30)
# 40
#33
Quando si vede l’acqua ai polpacci dei ragazzi e le mattonelle che crollano si eleva la protesta ad alta voce.
Cori indignati, accorati, sdegnati, esasperati, esacerbati, stizziti, scandalizzati, adirati e così potremmo continuare all’infinito.
Magari si imbracciano i forconi, oggi tanto di moda.
Esercizi di voce e di muscoli.
Poi, per risolvere il problema, occorre fare esercizi di cervello.
E qui si torna ad Agostinelli.
Di  occorre usare il cervello  (inviato il 06/03/2014 @ 07:51:09)
# 41
Bello il commento 40, ma troppo intellettuale. Lo traduco per il semplici. Bisogna ragionare con il cervello non con il buco del c…lo.
Di  c di cervello, non c di culo  (inviato il 06/03/2014 @ 07:57:18)
# 42
Ricordo al “semplice” del commento 35 che il sindaco Fabio Rossini non ha calato le braghe, come tanti “semplici” avrebbero voluto, per la questione gas e per questo il Comune dispone tutti gli anni di un bel po’ di soldini per fare tante cose, compreso un pezzo di fognatura.
Ricordo ancora al “semplice” che il sindaco Fabio Rossini si era fatto promotore della divisione ambiente di Service 24 che aveva il compito, fra le tante cose, di provvedere alla manutenzione, nel modo più economico e immediato senza pastoie burocratiche e di patto di stabilità, non solo della palestra, ma di tutti gli immobili comunali.
Poi in “semplice al cubo” parasindaco Giovanni Rossini, non capendo niente, ha distrutto tutto.
Di  il semplice al cubo  (inviato il 06/03/2014 @ 17:44:47)
# 43
guarda che per il semplice non è semplice capire ... in altre parole, non capisce un c...
Di  non capisce un c...  (inviato il 06/03/2014 @ 18:47:56)
# 44
Oggi l’Europa ci bacchetta per il nostro debito pubblico.
Negli anni ’80 l’Italia era la quinta potenza economica del mondo e pareva avviata verso una ulteriore crescita e modernizzazione.
Ora è il fanalino di coda dell’Europa.
Il nostro “semplice” che vede l’acqua nella palestra, ma non ne comprende le cause, sicuramente vede il fanalino, gli altri vedono 17 anni di governo Berlusconi-Lega.
Di  le cause della crisi  (inviato il 07/03/2014 @ 10:44:02)
# 45
#44
Quello che dici è vero, però aggiungerei anche un po’ di anni dei governi precedenti. Berlusconi+Lega+AN non hanno fatto altro che peggiorare la situazione, ma i cattivi maestri vanno ricercati nella DC.
Di  i maestri in cattedra  (inviato il 07/03/2014 @ 14:09:36)
# 46
se l'assessore riccardi, invece di limitarsi a piangere sui mancati trasferimenti di fondi dallo stato, si desse da fare, i soldi ci sarebbero
Di  i soldi ci sarebbero  (inviato il 07/03/2014 @ 15:16:02)
# 47
riccardi è un legista doc, lavora di bocca, non di cervello
Di  populismo da strapazzo  (inviato il 07/03/2014 @ 16:25:40)
# 48
RICCARDI non lavora ne di testa ne di coda ma ancorpeggio con l'unico neurone impzzito che è quello di REDENTI e quello che è peggio che anche il sindaco se così si può chiamare è succube dello stesso "MARPIONE" FACCENDIERE
Di  SUCCUBI  (inviato il 07/03/2014 @ 19:13:04)
# 49
#48
Molti continuano a sostenere che non è vero che Sindaco e Giunta sono succubi del marpione Gianvittorio Redenti.
Guardiamo l’ultimo Consiglio.
Per una s…ronzata come quella della revoca di Stefano Aiani è stato chiamato l’Ing. Manlio Camtaluppi, in quanto direttore del notiziario.
Per lo stravolgimento di Service 24 ove Cantaluppi è rappresentante del Comune chi ha parlato: Gianvittorio Redenti.
E se Agostinelli non fosse intervenuto, tutti avrebbero alzato obbedienti la manina.
Di  le pezze da piedi di Redenti  (inviato il 08/03/2014 @ 18:35:05)
# 50
#49 … perché ci meravigliamo, Redenti è l’unico vecchio marpione della maggioranza. Gatti è un’ameba a cui interessa solo che non gli si tocchi l’ambulatorio, gli altri sono dei pivelli o delle nullità. Tavernerio Città non ha voti per poterlo contrastare, Nuova Tavernerio ha un Prete ed una Citeroni compromessi con Redenti da 5 anni di sottogoverno insieme. Non so se avete notato, i Moschettieri attaccano o tentano di attaccare il sindaco, anche se di solito riescono solo a rompere i maroni facendo figure barbine. Le rarissime volte che hanno toccato Redenti sono stati da lui messi immediatamente a tacere. E, dopo aver finto indignazione e minacciato querela, hanno taciuto, con le orecchie basse.
Di  il vecchio marpione  (inviato il 08/03/2014 @ 22:08:29)
# 51
#50
Leonardo Sciascia, quaranta anni fa pronosticava che, lentamente, il sistema mafioso avrebbe permeato l’intero sistema politico e industriale scrivendo che "La mafia è una associazione per delinquere con fini di illecito arricchimento... che si pone come intermediazione parassitaria, con mezzi di violenza, tra proprietà e lavoro, produzione e consumo, cittadino e Stato".
Guardiamoci intorno senza chiuderci gli occhi: Sciascia aveva ragione.
I marpioni di stampo mafioso si sono infiltrati dappertutto, anche nei piccoli comuni come il nostro.
Di  il sistema mafioso  (inviato il 09/03/2014 @ 20:21:05)
# 52
quello che non capisco è perche' l'infiltrazionje mafiosa in Italia settentrionale viene negata dal ceto imprenditoriale.
Di  la mafia non c'è  (inviato il 09/03/2014 @ 22:22:43)
# 53
Quando Sciascia incominciò a parlare di mafia, non fu preso sul serio. Quando nel 1961 uscì Il giorno della civetta, che ebbe un successo internazionale, fu considerato un romanzo, non una denuncia di una realtà cogente pur se in via di trasformazione: da mafia rurale/pastorale a mafia industriale.
Ora la parola mafia viene accettata, ma geograficamente ben collocata. In Sicilia e, con nomi diversi, nel profondo sud.
Di mafia al nord non se ne parla. Non se ne vuole parlare. La si nega.
A Tavernerio c’è la mafia?
E quando mai!
Forse avete visto qualcuno con la coppola in testa, avete sentito colpi di lupara?
No, e allora …
Di  il marpione porta la coppola?  (inviato il 09/03/2014 @ 22:51:08)
# 54
La Repubblica, 10 marzo 2014
NELLA MENTE DEL BULLO CATTIVO
Viaggio tra i ragazzi che fanno paura ai loro coetanei: "Ecco perché abbiamo scelto la legge del più forte"
… Don Claudio sa. Ma continua a combattere la sua battaglia di riconversione del bullo, anche se percepisce l'evidenza: stiamo perdendo la partita coi giovani, ci scappano, prendono scorciatoie pericolose, hanno sempre meno freni e meno modelli positivi. E gli adulti, dai genitori agli insegnanti ai politici, sembrano rassegnati o, peggio, inconsapevoli. "Negli ultimi anni ci sono azioni molto più violente sul piano fisico, con l'aggravante della mancanza di percezione della gravità del gesto. Non c'è coscienza del reato, del peccato, della colpa, e se arriva è solo dopo un lungo cammino. Prenda la famosa e ricca BRIANZA: bisogna sfatare l'idea che sia un posto cattolico e tranquillo. Molti di questi ragazzi e ragazze pronti alla violenza, e disinteressati alle conseguenze su se stessi o sulla vittima, vengono dagli oratori, o da famiglie senza particolari problemi, italiani o stranieri non fa differenza. Quello che li accomuna è che l'altro non esiste: o accetta di diventare gregario o se rifiuta, se è diverso, se non sta al gioco, è il nemico da far fuori. Sono figli di un narcisismo dilagante: voglio tutto senza far fatica, dal divertimento ai soldi, perché sì, perché mi spetta, perché il resto è noia". Tra i molti complici, la sostituzione, come droga diffusa, dell'eroina con la cocaina che, invece di annullarli, i desideri li moltiplica e li esaspera. Aggiungerci l'abuso di alcolici come ulteriore sfida alla normalità, la perdita di senso e di denaro davanti a una slot machine, e il cocktail comincia a prendere forma. Emblematica la lettera dal carcere di Davide, 16 anni e 5 rapine: "La cattiveria è una maschera. Si mette quando ci si sente deboli per non farlo capire agli altri, agli amici". La debolezza è vietata, stare sopra per non essere messo sotto. …
Di  in Italia settentrionale  (inviato il 10/03/2014 @ 13:48:05)
# 55
Ha ragione il commento 53. A Tavernerio di coppole e lupare non se ne sono viste mai. Ma … di sistemi clientelari che distinguono “gli amici” e “gli altri” sì. Eccome se li abbiamo visti. Accomunati in questo sistema, anche se oggi siedono su scranni separati, abbiamo almeno due esemplari: Redenti e Prete.
Con loro la “patri del diritto” si degrada nella “patria dei compari”.
Vuoi costruire? Vuoi assistenza dai servizi sociali? Basta bussare alla porta giusta, piegare la schiena e piatire il favore “di quelli che contano”. A che prezzo? Spesso a nessun prezzo. Basta che , al momento giusto, tu ti ricordi che ti hanno fatto un favore.
Senza coppola e senza lupara.
Di  senza coppola e senza lupara  (inviato il 10/03/2014 @ 17:55:56)
# 56
L’importante è avere gli amici giusti. Dopodiché puoi avere il sostegno del Comune e il funerale gratis (per fortuna di Tavernerio, pagato da Mimmo) anche se hai otto figli che lavorano in Germania.
Tutti poveri nullatenenti?
Sicuramente no. Nemmeno ricchi sfondati, ma benestanti.
Ma da noi queste cose non interessano. Noi pensiamo agli amici!!
Di  il valore dell'amicizia  (inviato il 11/03/2014 @ 15:43:10)
# 57
Leggendo molti commenti quelli di Tavernerio citta sembrano tutti dei geni. Trovano soldi dove non ci sono. Risolvono tutti i problemi. Peccato che quando alcuni membri attuali hanno governato hanno creato problemi che tutt'ora i cittadini di Tavernerio deveno sistemare. Poverini gli mancano solo i voti .... Solo per l'acquisto del rudere io mi nasconderei per le convenzioni fatte con la service idem. Con il Borella lasciamo stare Devo andare avanti???
Di  A cada  (inviato il 11/03/2014 @ 18:08:40)
# 58
sì, è bene che tu vada avanti, perché le c...gate ci divertono
Di  lo scemotto  (inviato il 11/03/2014 @ 18:21:34)
# 59
Vai avanti cretino !!!!
Di  Anonimo  (inviato il 11/03/2014 @ 21:09:55)
# 60
per il commento 57: leggi il commento 36, poi cerca qualcuno che riesca a fartelo capire
Di  il difficile è capire  (inviato il 12/03/2014 @ 07:43:39)
# 61
#60 ... per fargli entrare qualcosa nella zucca occorre un succhiello.
Di  forse con il succhiello  (inviato il 12/03/2014 @ 12:16:07)
# 62
Barbacetto Gianni; Milosa Davide
«LE MANI SULLA CITTÀ. I BOSS DELLA 'NDRANGHETA VIVONO TRA NOI E CONTROLLANO MILANO»
Editore Chiarelettere

Milano-Italia. "Abbiamo fatto una città!" Lo dicono loro: centinaia di uomini della 'ndrangheta che vivono tra noi. Frequentano gli stessi bar, e probabilmente il supermercato dove facciamo la spesa l'hanno costruito loro. Ma noi continuiamo a ignorarlo. Quello che stupisce è lo stile di vita. Vite da ricchi, condotte nella più totale normalità. Auto da centomila euro e vestiti firmati. Imprenditori dalla faccia pulita come copertura. Avvocati un tempo insospettabili. Giovani ragazzi milanesi che diventano corrieri della droga. Storie straordinarie e incredibili, tutte raccontate con nomi e cognomi. Succede a Milano, oggi: una città che ha toccato il fondo. È questa la sfida a cui sono chiamati il sindaco Giuliano Pisapia e la nuova amministrazione. La borghesia milanese vive tranquilla, intanto i boss sono proprietari di decine di locali, ristoranti e discoteche alla moda. Veri e propri uomini d'affari, che all'occasione sono pronti a trasformarsi in spietati criminali. La città è cosa loro, guai a ostacolarli. In questo libro per la prima volta li vediamo muoversi per le vie del centro, andare allo stadio, cenare insieme e trattare partite di cocaina, costruire palazzi e centri commerciali, celebrare matrimoni a due passi dal Duomo. Ma anche intimidire, minacciare e uccidere, quando serve. E stringere rapporti con la politica, eleggere i propri candidati nelle istituzioni. Molti boss adesso sono in carcere, ma hanno passato il bastone del comando ai figli.
Di  letture consigliate  (inviato il 13/03/2014 @ 07:59:40)
# 63
Vengo raramente qui. E ci trovo ancora residui di deficienza tavernese. Quelle persone non documentate che parlano per sentito dire o per interesse. Vero commento 57?
Il rudere?
Ma sei davvero cosi d Tabernario?
Rispondi a queste $ domande e indica perché il rudere è una s*****ata.
1. Come mai Tavernerio ha la peggior ufficio postale del circondario? Senza parcheggio? Senza autonomia e dipendente da altri uffici postali?
2.Sai dove si trova l'archivio comunale? In che locali è confinato senza sicurezza? Tra l'altro contro precise disposizioni di legge che includono per il Sindaco risvolti penali?
3. Ti sembra che il servizio bancario sul territorio sia soddisfacente? Che il tesoriere ancora una volta sia a 5 km dal palazzo comunale?
Vedi amante di osterie il rudere ce l'hai nel cervello, perché ti danno servizi con il c...olabrodo e tu li a piagniucolare per i soldini.
4. Sai dirmi quante centinaia di milioni dei tributi comunali abbiamo dovuto rimandare a Roma in tesoreria unica?
Sai cos'è? Gai sentito dire qualche volta che il patto di stabilità fa c....amminare? Sai cosa vuol dire.
Coraggio spiegaci tu, sbevazzone di parole, che sta roba va bene così.
Desedass!!!!
Di  ammasette  (inviato il 19/03/2014 @ 23:05:49)
# 64
Vengo raramente qui. E ci trovo ancora residui di deficienza tavernese. Quelle persone non documentate che parlano per sentito dire o per interesse. Vero commento 57?
Il rudere?
Ma sei davvero cosi d Tabernario?
Rispondi a queste $ domande e indica perché il rudere è una s*****ata.
1. Come mai Tavernerio ha la peggior ufficio postale del circondario? Senza parcheggio? Senza autonomia e dipendente da altri uffici postali?
2.Sai dove si trova l'archivio comunale? In che locali è confinato senza sicurezza? Tra l'altro contro precise disposizioni di legge che includono per il Sindaco risvolti penali?
3. Ti sembra che il servizio bancario sul territorio sia soddisfacente? Che il tesoriere ancora una volta sia a 5 km dal palazzo comunale?
Vedi amante di osterie il rudere ce l'hai nel cervello, perché ti danno servizi con il c...olabrodo e tu li a piagniucolare per i soldini.
4. Sai dirmi quante centinaia di milioni dei tributi comunali abbiamo dovuto rimandare a Roma in tesoreria unica?
Sai cos'è? Gai sentito dire qualche volta che il patto di stabilità fa c....amminare? Sai cosa vuol dire.
Coraggio spiegaci tu, sbevazzone di parole, che sta roba va bene così.
Desedass!!!!
Di  ammasette  (inviato il 19/03/2014 @ 23:06:12)
# 65
#64
Quando il buon Dio fa i deficienti, li protegge, facendoli restare deficienti per tutta la vita. Guai se dovessero, diventati vecchi, rendersi conto di aver trascorso una vita intera da deficienti.
Pensa che tragedia sarebbe, per chi ha costruito il proprio credo sul “rudere”, capire all’improvviso cosa vuol dire “opera di Sartoris” e capire che il progetto che stava a monte dell’acquisto del “rudere” era un progetto più che valido che avrebbe qualificato Tavernerio.
Rendersi conto di aver ragionato per tutta la vita con il c… sarebbe una catastrofe.
Ecco perché una volta “rudere”, per sempre “rudere.
Semel rudus, semper rudus.
Di  Semel rudus, semper rudus  (inviato il 20/03/2014 @ 14:35:22)
# 66
Leggo, con un po' di ritardo i commenti all'ultimo consiglio di febbraio e non trovo nulla su mimmuzzo e la sua ninfa egeria. Forse si sono finalmente calmati?
Di  si sono calmati?  (inviato il 30/03/2014 @ 15:14:55)

Inserisci un commento









 

Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Cerca per parola chiave
 



Titolo


Ultime notizie


04/03/2021 @ 10:43:59
script eseguito in 250 ms

info@taverneriocitta.it

 

 Taverneriocittà © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source