CONSIGLIO COMUNALE DEL 01/10/2013 - Taverneriocittà - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
HOME | FORUM | ATTI PUBBLICI | FILMATI | CONTATTI
  •  
  • Colui che vuol far del bene a un altro, deve farlo nei "minuti particolari": il "bene generale" è la scusa del furfante, dell'ipocrita e dell'adulatore.

    Gregory Bateson

< febbraio 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
             
             

Titolo
Appuntamenti (3)
Archivio redazionali (40)
Consigli Comunali (85)
Interpellanze (8)
Lettere al Sindaco (2)
Redazionale (63)
Terzi (23)

Ultimi commenti:
post muto
17/05/2020 @ 16:44:18
Di bs
sul blog non scrive più nessuno.. nessuno fa più niente.. come il pugile .....
22/02/2020 @ 21:42:57
Di tutti zitti
merito di questa fantastica amministrazione da voi appoggiata!!!! Complimen...
16/10/2019 @ 12:59:13
Di abomini
Il Bagliacca è pieno d'acqua e in parte inagibileIl Borella é pieno di debi...
10/10/2019 @ 06:25:26
Di I due asili...
Le anime belle son riuscite a portare al centro civico gli schiavi negri ar...
25/07/2019 @ 13:23:03
Di Plagiati dai media
Bianchi si è comportato male in consiglio comunale (non al bar) e non dovre...
08/06/2019 @ 22:45:37
Di in alternativa Paulon dimettiti tu..
Non capisco come mai non si sia ancora dimesso.....ma si puo' essere così a...
03/06/2019 @ 09:47:49
Di ottimo bianchi
Bianchi come assessore al bilancio non vale niente.. Ma questo si sapeva......
02/06/2019 @ 14:38:54
Di Avrà successo.. Dimissione.. Il minimo
Dopo quello che è successo, un passo indietro l'assessore Bianchi lo DEVE f...
28/05/2019 @ 14:40:20
Di la cacciata
Credo sia ora di staccare la spina a questa amministrazione
27/05/2019 @ 08:52:05
Di stop
Sorprende l'evidente enorme difficoltà degli amministratori locali a compor...
26/05/2019 @ 11:24:20
Di Maggio. Il mese del cucu'
BRAVE PERSONE NON FA RIMA CON BRAVO POLITICO
21/05/2019 @ 14:48:58
Di RIMEE
Paulon é una brava persona. L'ho votato però..Non capisco il suo percorso p...
19/05/2019 @ 16:07:32
Di Perché?
imbarazzante direi....
06/05/2019 @ 10:15:50
Di che imbarazzo
Sindaco che usa la responsabilità territoriale come sgabello per i suoi lib...
20/04/2019 @ 14:14:21
Di mobiliere
Mirko Paulon candidato alle europee con il partito +europa quello della bon...
20/04/2019 @ 10:45:01
Di Z
Maggioranza a pezzi.. Chi rimane?Qualcuno mi aggiorna?
30/03/2019 @ 10:17:45
Di Domanda?
Uno degli obbiettivi del gruppo di tavereriocittà era proprio la garanzia c...
28/02/2019 @ 11:24:57
Di ardua sentenza
ero alla riunione dei genitori ieri sera all'asilo. Ci è stato promesso che...
27/02/2019 @ 13:06:45
Di tutti in consiglio
SE L'ASILO BORELLA CHIUDE, IL SINDACO SI DEVE DIMETTERE. ALTRIMENTI SARA' F...
26/02/2019 @ 09:58:52
Di SINDACO DIMETTITI
Le responsabilità di questo sindaco e questa giunta sono enormi.Se L'Asilo ...
25/02/2019 @ 21:21:01
Di Editore deluso
asilo borella Rischio chiusura. Spero che il sindaco si dimetta
25/02/2019 @ 15:33:15
Di via sindaco
EffettivamenteUltimamente Non si vede niente...
23/02/2019 @ 19:54:21
Di Anonimo
assolutamente sì. Torna Rossella salvaci da questo pantano!!!
21/02/2019 @ 11:08:47
Di aiuto
rossella radice sindaco
05/02/2019 @ 16:09:42
Di i rosseliani

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati



//

\\ : Articolo
set26gio
CONSIGLIO COMUNALE DEL 01/10/2013
Di Admin (del 26/09/2013 @ 15:19:19, in Consigli Comunali, linkato 4314 volte)


SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO MARTEDÌ 01-10-2013 ALLE ORE 20:30 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE STRAORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.


ORDINE DEL GIORNO

  1. I COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE: "STATUTO, REGOLAMENTI E PARTECIPAZIONE POPOLARE". NOMINA SOSTITUTO.
  2. II COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE: "BILANCIO, PROGRAMMAZIONE, TRIBUTI E PERSONALE". NOMINA SOSTITUTO.
  3. IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE: "PUBBLICA ISTRUZIONE, CULTURA, TEMPO LIBERO E SPORT". NOMINA SOSTITUTI.
  4. COMMISSIONE BIBLIOTECA. SOSTITUZIONE COMPONENTE.
  5. PRESA D'ATTO DIMISSIONI E NOMINA DIRETTORE DEL NOTIZIARIO COMUNALE "IL PAESE".
  6. RISPOSTA AD INTERPELLANZA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA "NUOVA TAVERNERIO" PROT. 8945 DEL 24/07/2013.
  7. COMUNICAZIONI DEL SINDACO.
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa Invia articolo Invia
 
# 1
Pro memoria per Cosimo Prete, in arte il Moschettiere Porcos.

Ricordati che tu hai contribuito alla costituzione della Angelo Borella S.p.A.
Ne hai fatto parte come Portavoce del Presidente.
Hai contribuito, stupidamente, a distruggerla.
Di  memento homo  (inviato il 26/09/2013 @ 15:28:46)
# 2
Pro memoria per Bruno Arnaboldi, anche se ti sei vilmente dimesso, ricordati che devi rendere conto a Tavernerio dei 500.000,00 euro che, in cinque anni, la Pro-loco ha incassato.
Di  memento homo  (inviato il 26/09/2013 @ 15:31:10)
# 3
Il 1° ottobre 2013 salirà agli onori della cronaca Davide Bresciani dopo la fuga di Sergio Larotonda e Bruno Arnaboldi.
Evidentemente Davide Bresciani è un genio superdotato.
Egli, infatti, siederà in Consiglio ed esprimerà il suo parere senza aver mai messo piede in aula e, quindi, senza conoscere assolutamente nulla della vita Consiliare.
Se invece di essere un genio Bresciani fosse una persona normale, si vergognerebbe come un cane di non essersi interessato della carica per la quale ottenne 57 preferenze di ingenui elettori.
Vero che, in un primo momento, il posto di Consigliere era coperto, ma, visto che Larotonda si è squagliato subito e Arnaboldi ha tenuto un po’ per la compiacenza del Sindaco, ma senza nessuna voglia e nessun impegno (oltreché senza nessuna competenza), una persona normale avrebbe sentito l’obbligo morale di tenersi informata.
Ma Bresciani è un genio, quindi …
Di  arriva il Genio  (inviato il 26/09/2013 @ 15:55:41)
# 4
e si dimette pure Aiani...
Di  i PAP si spaccano?  (inviato il 26/09/2013 @ 16:36:28)
# 5
Tolta la sedia dal c..lo il consigliere Aiani preferisce dimettersi piuttosto che mettere la faccia in consiglio!!!! Dopo certe figure lo capisco
Di  PAP affondato  (inviato il 26/09/2013 @ 16:49:05)
# 6
Io non credo che si sia dimesso come sostiene in commento precedente perchè gli è stata tolta la sedia dal c...lo, penso che una scelta del genere e molto ponderata, sia stata fatta per motivi ben più seri. Spero di avere occasione di poter fare due chiacchiere con lui, visto e considerato che l'ho anche sostenuto in campagna elettorale, e sono certa che mi darà le sue giuste motivazioni. Mi sento quindi in obbligo di dargli il mio sostegno anche adesso, senza alcun timore.
Di  scelte di vita  (inviato il 26/09/2013 @ 17:02:23)
# 7
#6
Io continuo a sostenere che un politico ha il dovere, verso i propri elettori e verso tutti i cittadini, della trasparenza.
Le «giuste motivazioni» non devono essere fornite «agli amici» della propria conventicola, ma a tutti e con tutti i mezzi di comunicazione disponibili.
Solo così si preserva la propria dignità.
Il protrarsi del silenzio di Stefano Aiani non depone bene a suo favore.
Di  trasparenza innanzitutto  (inviato il 26/09/2013 @ 17:15:02)
# 8
Ormai non ha piu' bisogno di sostegno, ha pensato bene di scegliere la via piu' facile e tradire anche te caro commento 6che lo hai votato. Se avesse davvero voluto lottare per i propri ideali e per divergenze politiche vere con l'attuale maggioranza, sarebbe rimasto in consiglio per rispetto verso la gente che lo ha votato. Preferisco Pozzi che rimane in consiglio per far valere le proprie idee (non si sa quali siano). Ma ormai queste notizie non fanno piu' attualità politica, voltiamo pagina e vediamo chi c'è dopo
Di  voltiamo pagina  (inviato il 26/09/2013 @ 17:22:27)
# 9
Forse Stefano, essendosi accordo di aver sbagliato nel postare un commento sul blog prima di aver parlato con il Sindaco, attende in silenzio che gli atti formali si compiano e, solo dopo, spiegherà a tutti le sue motivazioni.
Magari chiarendo che la mancata “cadrega” non era il vero motivo del dissenso.
Di  diamo fiducia ad Aiani  (inviato il 26/09/2013 @ 17:26:03)
# 10
Essere consigliere comunale presuppone non commettere determinate leggerezze. Forse non sa cosa significa ricoprire questa carica. A quanto so, ha dato le dimissioni formali dal consiglio: gli atti formali non si compiono da soli, vengono compiuti. Non mi interessano le sue motivazioni, non servono a niente e a nessuno. Serviva lottare, al momento opportuno e con le armi che possedeva, non gettare la spugna così . Altro che fiducia, merita solo l'oblio.
Di  Aiani: presto l'oblio  (inviato il 26/09/2013 @ 17:51:28)
# 11
«Essere consigliere comunale presuppone non commettere determinate leggerezze.»
Purtroppo essere giovani e inesperti presupponi anche il commettere determinate leggerezze.
Mi riallaccio al commento al commento 3. I giovani dovrebbero imparare a fare politica incominciando a fare i galoppini dei vecchi e partecipando ai Consigli comunali per anni.
Da tempo si sono invocate ed esaltate “le facce nuove”. Purtroppo essere una “faccia nuova” non vuol dire essere “una faccia capace”.
Vale per Aiani che pur è stato presente ad alcune sedute di Consiglio, vale per Bresciani che in Consiglio non si è ai visto.
Di  giovinezza, giovinezza, sei in fior della bellezza  (inviato il 26/09/2013 @ 18:02:17)
# 12
Perfettamente d'accordo: piu' che fare i galoppini, direi fare l'adeguata esperienza politica senza vantare pretese inaccettabili, come ha fatto Aiani. Vedremo Bresciani, ma visto che proviene da nuovatavernerio....i presupposti sono tutt'altro che buoni!
Di  cattivi presupposti  (inviato il 26/09/2013 @ 18:11:06)
# 13
#12 ... ricordiamoci che bresciani, quando fu ventilata l'ipotesi di decadenza di arnaboldi per ripetute assenze ingiustificate, dichiarò di non aver nessuna intenzione di fare il consigliere … vediamo se Mimmo e Carolina sono riusciti a fargli cambiare parere
Di  pessimi presupposti  (inviato il 26/09/2013 @ 18:15:47)
# 14
che bresciani non voglia fare il consigliere non è una cosa nuova, vedere i commenti 5 e 6 del marzo 2012 postati al consiglio comunale del 06/03/12
Di  roba vecchia  (inviato il 26/09/2013 @ 18:40:39)
# 15
Ammesso che Davide Bresciani resti in Consiglio, sarà il quinto Moschettiere ad entrare il lizza per ricostituire il trio: Porcos, Muccos e Barlafus.
Di  Il Moschettiere Barlafus  (inviato il 26/09/2013 @ 18:44:06)
# 16
11
Mi spiace ma sono proprio i vecchi politici che hanno rovinato l'Italia, come può un giovane fare la gavetta ad un vecchio politico incapace di governare? Se ci fosse il buon esempio sarei d'accordo con te ma caro mio, così proprio no! Io lascerei più spazio ai giovani, libertà di fare del loro meglio senza doversi appoggiare per forza a dei vecchi politici opportunisti e basta! Come dice il proverbio:chi va con lo zoppo impara a zoppicare!
Di  Vecchi vs giovani  (inviato il 26/09/2013 @ 19:28:40)
# 17
Spiace anche a me constatare la banalità e la poca consistenza del commento precedente....Si puo' imparare anche da Mimmo Prete, dipende cosa. Per esempio conosce molto bene il regolamento del consiglio essendovi partecipe da piu' di 15 anni, come gli asini conoscono il cammino dal prato alla stalla. Sta al giovane intelligente comprendere cio' che va assorbito dal vecchio e cio' che invece va cambiato, altrimenti vi sarebbero solo giovani "saputi" e molto molto saccenti e pretenziosi (Aiani di turno, insomma).
Di  asinello tarello  (inviato il 26/09/2013 @ 21:15:34)
# 18
#16
L’Italia di oggi è il frutto delle scelte effettuate dai vecchi politici e, sicuramente, un nuovo corso su basi etiche può venire solo da forze giovani. Giovani, ma non ignoranti. Giovani che fanno la gavetta con i “cattivi maestri” e diventano, crescendo dei “buoni maestri” perché conoscono, nel profondo, i difetti e le storture da correggere.
Il crollo del comunismo non è stata opera di giovani che hanno fatto del loro meglio, ma da comunisti convinti che, a un certo momento, hanno elaborato una nuova coscienza e conoscenza.
Chi va con lo zoppo, se è un pistola, impara a zoppicare. Se è intelligente, vede il difetto e impara ad andare dritto.
Di  kako didaskalos  (inviato il 27/09/2013 @ 07:42:13)
# 19
#16 … se la regola di concedere più spazio ai giovani, lasciando libertà di fare del loro meglio senza “i vecchi” è valida per la politica, vuol dire che è valida in generale.
Quindi, perché far dipendere da vecchi “baroni” un giovane chirurgo, diamogli più spazio e lasciamogli fare del suo meglio, così non impara a zoppicare.
Vai a farti operare, poi me lo racconti, se ti riesce.
Di  stupidaggini in libertà  (inviato il 27/09/2013 @ 10:23:36)
# 20
Il giovane Pozzi da solo in minoranza, cosa sarà in grado di fare?!
Di  vedremo  (inviato il 27/09/2013 @ 15:21:45)
# 21
.. e sì è vero..
gli atuali politici (Rossella) non possono fare mutui perchè qualcuno (i Rossini Fabio, in primis e Giovanni) li hanno fatti prima...

vedi rudere e ala nuova scuola..

Di  proprio vero  (inviato il 27/09/2013 @ 15:29:52)
# 22
19
Hai toccato un tasto molto dolente a tuo malgrado, visto e considerato che a livello di sanità non è che siamo messi troppo bene! si sono sentiti molti molti casi di pazienti morti dopo operazioni fatte da chirurghi esperti e datati!!! Quindi sempre meglio un giovane, magari con poca esperienza, ma con la testa di non fare cagate e la voglia di guadagnarsi la stima!!!
Di  stupidaggini...forse no!  (inviato il 27/09/2013 @ 15:29:59)
# 23
#22 ... stupidaggini sì. E stupidaggini grosse.
Se il giovane ha la testa per non fare cagate, ma non ha avuto una buona scuola, le farà, anche se involontariamente.
La voglia di guadagnarsi la stima, va bene, ma da sola non basta. Se c’è solo la “coscienza”, ma manca la “scienza" in tutte le attività professionali, così come in politica, la percentuale di cagate sarà altissima.
Vero è che né i “baroni” né i grandi esperti con tanta esperienza ci danno sicurezza al 100%, ma la probabilità di creare danni sarà sicuramente minore rispetto ai giovinetti inesperti.
Quindi, largo ai giovani, alla loro energia e voglia di fare e di fare meglio dei maestri, ma con adeguata scienza e coscienza.
Di  stupidaggini grosse  (inviato il 27/09/2013 @ 16:40:03)
# 24
#21 gli scemi del villaggio, così come gli scemi del blog, presentano il vantaggio di essere divertenti. E’ un po’ che il nostro scemo, che visto la sua specializzazione potremmo chiamare “lo scemo del rudere”, non si faceva sentire.
Bravo, fatti sentire più spesso, così possiamo sbellicarci dalle risa.
Di  bentornato  (inviato il 27/09/2013 @ 16:45:20)
# 25
Non so se il commento 22 ha capito i vari commenti che tentano di spiegargli la stessa cosa.....Speriamo di sì. A me è piaciuto molto il numero 18, questo sì che ha peso e contenuto, ma per comprenderlo davvero ci vuole cervello cosa che il comm 22 e 16 non hanno (presumo vengano dalla stessa persona).
Di  tarello asinello  (inviato il 27/09/2013 @ 16:52:42)
# 26
#25
Anch’io sono convinto che 16 e 22 vengano dalla stessa persona che dimostra come non basti essere giovani per capire, bisogna non essere ciula.
Di  il giovane ciula  (inviato il 27/09/2013 @ 17:09:26)
# 27
#20
Il giovane Pozzi, da solo in minoranza, sarà in grado di fare esattamente quello che ha fatto in maggioranza: un c…zzo.
Di  il valore della continuità  (inviato il 27/09/2013 @ 17:14:32)
# 28
Non è vero che i giovani devono avere esperienza.
Vanno benissimo anche senza.
A mett giò la gera.
Di  lavoro per giovani senza esperienza  (inviato il 27/09/2013 @ 19:32:02)
# 29
Secondo me Pozzi vi spacca il culo a tutti!! Specialmente al cretino dell'ultimo commento!
Di  Pozzi contro tutti  (inviato il 27/09/2013 @ 21:17:49)
# 30
Si' che mi piace!
Di  che bello!  (inviato il 27/09/2013 @ 21:26:31)
# 31
Vorremmo stabilire un contatto con Pozzi per aprire una sezione dell'Arcigay
Di  bravo!  (inviato il 28/09/2013 @ 07:21:50)
# 32
Se clicchi su "Pozzi contro tutti" del commento 29 trovi la mail personale di Pozzi così puoi stabilire il contatto per creare a tavernerio la sezione dell'Arcigay (Pozzi segretario?). Come al solito ingenuità ed eccessiva impulsività hanno di nuovo fatto sgamare il giovane inesperto che scrive mail a se stesso...Come Justine e leone indomabile....A questo punto un consiglio: POZZI MET GIO LA GERA!!!!!!In tutto questo bailame, ricordo la strategica scomparsa sul blog di Paulon: COME MAI???????
Di  CONSIGLIO AL GIOVANE POZZI  (inviato il 28/09/2013 @ 12:34:14)
# 33
Caro Lorenzo, visito che tu vuoi inchiappettare tutti coloro che ti ritengono un ciula, dovrai darti da fare parecchio.
Io sono della vecchia scuola che non usa né Viagra né Cialis, ma il vecchio e sano zabaione.
Ti do la ricetta:
Sbatti a lungo con una frusta 8 uova con 160 grammi di zucchero, poi aggiungi 100 millilitri di Porto e cuoci il tutto a bagnomaria finché il composto diventa denso e spumoso
Ti raccomando: le uova devono essere freschissime o più precisamente, per agevolarti la comprensione e stare in argomento con il tuo intento, che siano appena uscite dal c…lo delle galline.
Di  un antico rimedio  (inviato il 28/09/2013 @ 18:03:19)
# 34
Una domanda agli amministratori del blog. Vi sembra corretto non rimuovere commenti palesemente falsi (#29) e permettere in questo modo discussioni fasulle. Il blog di taverneriocitta' e' un servizio per il paese o e' a servizio di personaggi che cercano di gettare fango sulle persone che in questo caso siedono in consiglio comunale su delega dei cittadini di Tavernerio. Ringrazio in anticipo per la risposta.
Di  M.Paulon  (inviato il 28/09/2013 @ 20:00:50)
# 35
Non sono l’amministratore del blog, ma credo di essere in grado di darle una risposta.
Il blog fu creato da Tavernerio Città nel marzo 2005 per comunicare con i Cittadini impiegando il mezzo informatico.
Soltanto il 17/11/2006 un componente del Gruppo ebbe l’idea, del tutto casuale, di utilizzare lo spazio dedicato ai commenti (non voluto, ma “trovato” nella struttura del blog utilizzata) postando il suo pensiero sull’articolo «La "pineta" della Plinia resterà solo un ricordo».
Da quel momento, pian piano, i commenti sono cresciuti, dapprima postati da componenti di Tavernerio Città e successivamente anche da altre persone.
Il blog non è una testata giornalistica, non c’è né un Direttore né un Comitato di redazione. L’amministratore è una persona che inserisce gli articoli di Tavernerio Città, i soli che esprimono il pensiero del gruppo unitamente ai commenti firmati da esponenti del Gruppo.
Non esiste una struttura in grado di verificare l’attendibilità dei commenti postati con l’autorità di “censura”.
Osservo, inoltre, che per lei, che probabilmente conosce bene Lorenzo Pozzi, il commento 29 è palesemente falso, ma per altri, che conoscono solo superficialmente Pozzi, la “palesità” (mi scusi per la forzatura dell’aggettivo) non è così evidente.
L’unico rimedio per chi legge il proprio nome citato impropriamente è smentire, con un proprio commento, gli scritti calunniosi o “apocrifi”.
Infine, il blog è uno strumento di comunicazione del pensiero di Tavernerio Città espresso, con gli articoli, non con i commenti.
Che sia un servizio per i paese non può che farci piacere, ma la finalità del blog non è questa.
Spero di essere stato se non soddisfacente almeno esauriente.
Di  il blog di Tavernerio Città  (inviato il 28/09/2013 @ 20:55:47)
# 36
Per quanto ne so chi ha scritto il commento 29 si è registrato con la mail di Pozzi: prima volta nel blog. Inoltre già successe che personaggi poi identificati nei cadregatt tentassero di scrivere commenti sul blog poi tristemente riconducibili alle loro mail....Quello che mi sembra incredibile è che Paulon continui a difendere persone indifendibili, che stanno dimostrando all'intero paese la loro "ignoranza politica". Certamente non posso dire di frequentare assiduamente Pozzi e Aiani, ma ho parlato soprattutto con il primo e devo dire che la capacità dialettica è scarsa o nulla ...Aspettiamo comunque, attendiamo con calma le figure che farà in Consiglio...
Di  cattive compagnie....  (inviato il 29/09/2013 @ 12:12:36)
# 37
#34
Credo che Paulon soffra di delirio di potenza.
Con la scusa di non versare benzina sul fuoco, non esprime pensieri, ma emana sentenze: “Il commento 29 è palesemente falso”.
Per quale motivo sia palesemente falso non si capisce, ma lui non lo spiega. “Ipse dixit”.
Correttamente il commento 36 fa osservare che cliccando sullo spazio riservato al nikname compare l’indirizzo e-mail Lorenzopozzi@hotmail.it, ma evidentemente questo per Paulon non conta.

Per delirio di potenza Paulo si erge a paladino dei due dissidenti Aiani e Pozzi, Con che autorità? Non si sa, né lui ce lo dice.

Per delirio di potenza stabilisce, “sua sponte”, che il blog di Tavernerio Città, se non censura i commenti “palesemente falsi” si pone a “a servizio di personaggi che cercano di gettare fango sulle persone che in questo caso siedono in consiglio comunale su delega dei cittadini di Tavernerio”.

Credo che Paulon abbia imparato a scrivere correttamente, ma non a valutare con attenzione quello che scrive.
E il delirio di potenza diventa schizofrenia.
Di  delirio di potenza  (inviato il 29/09/2013 @ 17:24:57)
# 38
Il 28/09/13, alle ore 12,34, il commento 32 sottolinea la scomparsa di Paulon ed ecco che, lo stesso giorno, alle ore 20 in punto, come spirito evocato, Paulon batte un colpo e spara la solita cagata.
Di  tempismo  (inviato il 29/09/2013 @ 19:06:28)
# 39
Paulon e deliri di ONNIPOTENZA: è lui a dire che il commento è falso. Ipse dixit. E' falso perchè Paulon conosce Pozzi, è un bravo ragazzo e lui lo frequenta con assiduità.....Ma dai, noi crediamo ai fatti!!!
Di  Onnipotenza paulonica  (inviato il 29/09/2013 @ 19:52:49)
# 40
Paulon, la grande delusione.
Di  la grande delusione  (inviato il 29/09/2013 @ 21:21:44)
# 41
Paulon,taci che e' meglio!
Di  un buon consiglio  (inviato il 29/09/2013 @ 22:52:44)
# 42
#35
Grazie per la risposta esauriente e puntuale.

#37,
Di seguito alcuni motivi perché considero il commento #29 palesemente falso:
1) Ho chiesto conferma direttamente all'interessato
2) La mail inserita nella firma non è la mail di Lorenzo Pozzi. Molti lo possono confermare perché la sua vera mail viene utilizzata, per esempio, dall'amministrazione comunale per la convocazione delle commissioni.
3) Il testo è scritto in terza persona e comunque non è credibile che uno scriva con certi toni e poi si firmi.
Seguendo il tuo ragionamento, se domani scrivo un commento firmandolo papabergoglio@vatican.va pensi che l'abbia scritto il Papa?

La libertà di pensiero è la libertà di pensare quel che si vuole e di esprimere tutto ciò che si pensa, entro i limiti della verità e della moralità: senza questi potrebbe divenire ingiuria, calunnia, pervertimento
( Igino Giordani )
Di  M. Paulon  (inviato il 30/09/2013 @ 00:35:08)
# 43
#42
Caro Paulon,
lei, nelle motivazioni addotte per giustificare l’affermazione “palesemente falso”, dimostra, con evidenza, esattamente il contrario.
Nel primo punto lei dichiara di aver chiesto conferma all’interessato. Se il falso fosse stato così palese non avrebbe avuto bisogno di chiedere conferme.
Nel secondo punto lei afferma che la e-mail inserita nel commento 29 incriminato non è di Pozzi e non corrisponde a quella utilizzata dall’amministrazione. Prendo atto che l’indirizzo Lorenzopozzi@hotmail.it non è di Lorenzo Pozzi, ma non mi sembra affatto così palese, anzi il contrario. Il fatto che l’indirizzo utilizzato dall’amministrazione sia diverso non prova nulla visto che ognuno di noi può disporre di indirizzi diversi.
Nel terzo punto le evidenzia che il testo è scritto in terza persona e che non sembra logico che uno scriva un certo commento poi lo firmi. Vero. Se uno scrive con ponderazione. Se uno, invece, preso dalla stizza dal commento 28 scrive di getto una risposta, non si pone il problema della terza persona e, inavvertitamente, si palesa con la propria e-mail.
Per quanto riguarda l’iperbole del Papa, le dirò che, con questo Papa, non mi stupirei di nulla, salvo che lui legga il blog di Tavernerio Città, mentre non mi stupisce che lo legga Pozzi.
Per concludere: il commento ha messo in discussione che il falso fosse “palese”.
Io, nel mio commento 37, ho ribadito lo stesso concetto: falso, va bene, ma perché “palese”?
Lei, nel commento 35, conferma indirettamente che il commento 29 non era affatto un falso “palese”, ma un falso credibile, visto che “palese” significa chiaro, manifesto, visibile che appare evidente, conosciuto notorio, risaputo che è noto a tutti.
Tutto questo non per negare il falso, ma per il rispetto della lingua italiana.
Di  la lingua italiana  (inviato il 30/09/2013 @ 08:08:33)
# 44
Paulon è bravo a rampegà in sui veder
Di  a rampegà in sui veder  (inviato il 30/09/2013 @ 11:34:33)
# 45
Nel commento 43 ho fatto un po’ di pasticci nel finale.
Rifaccio, chiedendo scusa.
Per concludere: il commento 35 ha messo in discussione che il falso fosse “palese”.
Io, nel mio commento 37, ho ribadito lo stesso concetto: falso, va bene, ma perché “palese”?
Lei, nel commento 42, conferma indirettamente che il commento 29 non era affatto un falso “palese”, ma un falso credibile, visto che “palese” significa: chiaro, manifesto, visibile che appare evidente, conosciuto notorio, risaputo che è noto a tutti. E il commento 29 era chiaro.
Di  errata corrige  (inviato il 30/09/2013 @ 11:40:47)
# 46
Ha perfettamente ragione. Mi correggo, il commento era "palesemente" falso per me.
Ho dato delle chiare motivazioni affinché lo sia anche per gli altri.
Mi spiace che ogni volta la discussione sui contenuti sia sviata con pretesti legati a vizi di forma.
Con la proprietà di linguaggio che la contraddistingue, riesce cortesemente a scrivere un commento sul contenuto della discussione che riguarda l’utilizzo strumentale del blog da parte di persone che scrivendo commenti a nome di altri cercano di danneggiarne l’immagine. Grazie.
Di  M.Paulon  (inviato il 30/09/2013 @ 14:01:30)
# 47
io vorrei far riflettere su tutte le parole, articolate in dialettica difensiva "sprecate" da Paulon per difendere una pochezza politica come Pozzi. Vi sono persone piu' o meno intelligenti o capaci seduti al tavolo del Consiglio: Mimmo Prete con la sua saccenza inconclusiva, la mucca carolina caratterizzata da perdita di controllo che destano ilarità ...e così come loro tanti altri che si sono altalenati sulle sedie della sala consigliare. Chi sta difendendo Paulon?? Chi è Pozzi?? Sicuramente uno che ha bisogno della prodezza difensiva di altri e che non è in grado di difendersi da solo. Infatti prima travestito da BS e poi senza veli, ecco che arriva Paulon. UN consiglio, finchè è in tempo: la difesa di Pozzi la squalifica. Ha già commesso la leggerezza di lasciare senza spiegazione due cariche oltretutto non politiche...Se tiene al paese, tenga una linea politica comprensible e non difenda a tutti i costi persone indifendibili. Forse pero' ormai è troppo tardi....Pozzi lasciato allo stato brado in consiglio dimostrerà cio' che è. E non ci sarà lei, lì a suggerirgli o a difenderlo come avveniva per le ragazze di Non è la Rai....
Di  Consiglio da amico  (inviato il 30/09/2013 @ 15:40:36)
# 48
Secondo me Pozzi, non ha bisogno di nessuno che vada in consiglio a dargli suggerimenti, se la sa cavare benissimo da solo! E credo proprio che lo dimostrerà già da subito. Prima di parlare, prima di dare giudizi, prima di contestare, come sempre avviene, stiamo a vedere! Paulon, che conosce bene Pozzi ha tutto il diritto di difenderlo in una situazione del genere, visto e considerato che è una persona molto genuina e coerente, a differenza di quello che questo "strano" blog vuol far credere..
Di  Si vedrà  (inviato il 30/09/2013 @ 17:28:52)
# 49
#48
Paulon è liberissimo di difende Pozzi, usando il blog ed ogni altro mezzo.
Nasce però spontanea una domanda: ma Lorenzo non sa difendersi da solo?
Se al commento falso avesse risposto direttamente Pozzi da persona genuina e coerente, si sarebbe chiarito subito l’equivoco.
A che pro lasciare la parola a Paulon?
Di  cui prodest?  (inviato il 30/09/2013 @ 18:40:41)
# 50
Ho scoperto che il PAP non si è spaccato, ma i tre cari amici si ritrovano abitualmente. Forse in previsione di qualcosa? Speriamo con l'intento di creare qualcosa di buono.
Di  PAP dove siete?  (inviato il 01/10/2013 @ 12:30:24)
# 51
Qualcosa di buono? Se il buongiorno si vede dal mattino....Con le c...ate che hanno fatto....Non credo proprio!!! Ragazzi stasera tutti in consiglio ad assistere alle prodezze del giovane Pozzi!!!!Secondo me farà meglio di muccos e porcos! A proposito, ci vuole un soprannome.....
Di  nulla di buono  (inviato il 01/10/2013 @ 16:26:41)
# 52
#51 … il soprannome bisogna meritarselo. Vedremo come si esibirà Pozzi e ci studieremo sopra.
Non dimentichiamoci però che questa sera vedremo anche Barlafus, che il soprannome si è già meritato non partecipando mai alle sedute del Consiglio comunale nonostante la sua appartenenza al gruppo Nuova Tavernerio.
Le possibilità per Bresciani sono tre:
a) Si dimette subito
b) Si omologa come un clone a Porcos e Muccos
c) Si rivela un nuovo Einstein e ci stupisce con le sue idee
Sono aperte le scommesse.
Di  tutti in Consiglio  (inviato il 01/10/2013 @ 17:45:16)
# 53
#52
Visto che non si è dimesso, le possibilità sono scese a due:
b) Si omologa come un clone a Porcos e Muccos
c) Si rivela un nuovo Einstein e ci stupisce con le sue idee
Di  benvenuto barlafus  (inviato il 02/10/2013 @ 07:43:38)
# 54
Ieri sera la lettera di Aiani mi ha finalmente fatto capire due cose fondamentali: la prima che non è fatto per la politica (visto che non gli ha dato niente, vedi il posto da assessore) il secondo che il paese ha bisogno di amministratori capaci e competenti, di coseguenza non essendo nè l'uno nè l'altro, lui si dimette. Riguardo Pozzi....speravo che il suo tentativo di obbligare il sindaco a leggere le dimissioni di Paulon mettesse in luce il motivo delle stesse, invece era soltanto una dicharazione di dimissioni e basta. A cosa è servito leggerlo a tutti se era depositato come atti di consiglio? Probabilmente il giovane Pozzi non aveva consultato gli atti....Per fortuna c'era l'avvocato Porcos che è intervenuto.....Ma l'atto finale sono state le motivazioni che lo hanno indotto a lasciare il gruppo. Francamente, probabilmente non sono stato attento, ma non le ho capite. Non è apparsa una linea politica divergente dalla maggioranza..poche parole appiccicate là....Si incomincia a delineare la pochezza politica del giovane Pozzi
Di  Pochezza politica  (inviato il 02/10/2013 @ 11:05:54)
# 55
#54
Ieri sera abbiamo capito una cosa importante del PAP: nessuna divergenza nella conduzione amministrativa del Sindaco Rossella Radice, ma solo divergenza politica interna alla Lega, che conferma in pieno quanto già emerso.
E’ una questione di “cadrega”.
Con toni aulici la lettera di Stefano Aianni, curiali quella di Mirko Paulon e con piatta esposizione verbale di Lorenzo Pozzi, è stato ripetuto che si è persa la fiducia nel gruppo, ma nessuna motivazione concreta è stata fornita.
Beghe di partito!
Un po’ poco per essere considerata una cosa seria.
Prepariamoci alla nascita di un nuova lista con alla testa Mirko Paulon che si unirà alla lista di Nuova Tavernerio.
Di  un nuovo soggetto politico  (inviato il 02/10/2013 @ 12:23:23)
# 56
Probabilmente hai ragione. Ho notato che nella commissione biblioteca è stata inserita una persona dell'associazione il baule dei suoni. Entrambi i miei figli sono iscritti e devo dire che sono moltissime le persone di tavernerio che vi aderiscono. E' stata una scelta intelligente quella del sindaco promuovere questa associazione molte persone all'interno parlano benissimo dell'amministrazione. La maggior parte è gente che non è andata a votare alle precedenti elezioni.
Di  bella mossa  (inviato il 02/10/2013 @ 15:54:00)
# 57
Nella Prefazione alla «Fenomenologia dello spirito», Hegel afferma in maniera lapidaria, categorica: «Il vero è l’intero».
Nelle dimissioni dei tre del PAP il vero è che non ci sono motivazioni reali.
L’intero si riassume in una sola parola: «cadrega».
Di  no cadrega, no fiducia  (inviato il 02/10/2013 @ 17:35:07)
# 58
#51, 52
Lorenzo Pozzi resta in Consiglio con uno scopo dichiarato: piantar grane.
Una carriera brillante: da «Guerriero padano» a «Grana padano».
Di  il vero grana padano  (inviato il 02/10/2013 @ 17:43:55)
# 59
La sola differenza per Lorenzo Pozzi è che prima alzava la mano per dire sì, ora alza la mano per dire no. Non capendo il significato del voto, per lui non è cambiato nulla, visto che il movimento è lo stesso.
Di  esercizi ginnici  (inviato il 03/10/2013 @ 07:37:58)
# 60
#54
Non dico un politico scafato, ma soltanto una persona normale, sapendo di dover fare una dichiarazione in Consiglio comunale, si prepara e, se i motivi per uscire dal gruppo non ci sono, magari se li inventa. Pozzi no. Ecco perché non lo hai capito. Non perché non sei stato attento, ma perché di fatto, le sue motivazioni, così come quelle di Aiani e di Paulon, sono inesistenti. Pozzi le ha ciancicate, Aiani le ha riempite di parole retoriche, Paulon, più furbo, le ha taciute «per non versare benzina sul fuoco». Una mossa abile. Non avendo niente da dire, se non un’ambizione persona frustrata, ha aperto la porta all’immaginario. Chissà cosa direbbe Paulon se potesse, ma non può! Però che animo nobile e generoso quel giovane!. Non vuole danneggiare il Paese. Bravo! Così questi motivi “esplosivi” diventano come l’Araba Fenice: che vi sia ciascun lo dice, dove sia nessun lo sa!
Di  come lAraba Fenice ...  (inviato il 03/10/2013 @ 07:59:15)
# 61
Dimissioni e surroghe, rimescolamento delle commissioni e dei gruppi e le solite deiezioni di Mimmo hanno costituito il fulcro del Consiglio comunale del 1° ottobre 2013, facendo passare in sordina un fatto eclatante.
Preso dalla foga oratoria, resa ancor più accesa dal sentirsi incalzato da uno che fu per cinque anni con lui sodale, il Vicesindaco Gianvittorio Redenti indossa la coppola e minaccia il Consigliere Prete: non parliamo di controlli, perché se no parlo io dei controlli che tu non hai fatto e tu sai a cosa mi riferisco.
Qui la prostrazione del Sindaco, dopo ore di “pretate” e la coda di paglia del minacciato, non hanno dato seguito all’avvertimento mafioso. Prete ha recitato sì la parte dell’indignato, ma la cosa è morta lì.
Forse in Sicilia la cosa sarebbe stata normale, ma che a Tavernerio un Vicesindaco minacci spudoratamente un Consigliere di scoprire gli altarini e che né il Sindaco né il minacciato ricorrano al Tribunale per verificare se si tratta di una millanteria o se c’è del vero, fa veramente specie.
Di  influssi siciliani  (inviato il 03/10/2013 @ 08:34:08)
# 62
#61
Anch’io ho notato la mafiosata di Redenti, ma da parte sua non mi meraviglia.
La cosa più strana e che Mimmo Prete, che si attacca ad ogni pretesto, anche il più scemo, per fare polemica e sfogare il proprio astio represso, al di là di una piccola protesta informale, non abbia fatto e non faccia nulla per difendere la propria dignità di uomo e integrità di amministratore.
E’ evidente che Redenti ha toccato un nervo scoperto per cui il Moschettiere Porcos ha prontamente rinfoderato la spada e se ne è andato con la coda tra le gambe.
Di  con la coda tra le gambe  (inviato il 03/10/2013 @ 10:07:30)
# 63
Leggendo l'ultimo commento, mi viene da pensare solamente ad una cosa: forse la lettera di Aiani, seppur riempita di parole retoriche, è la dimostrazione che non bisogna andare in Sicilia per trovarsi in mezzo a certe circostanze, ma sono talmente tanto vicine a noi che la cosa dovrebbe solo preoccupare e molto! E' la dimostrazione che, come lui sostiene, anche la politica di un piccolo paese come Tavernerio, non sia per niente trasparente ma ci siano i classici "giochi di potere" e le "calunnie" che non hanno come primo interesse il benessere della cittadinanza ma solo di chi ci governa.
Bisognerebbe andare a fondo della questione (Redenti-Prete) e non lasciare che la cosa passi inosservata!
Anch'io come molte persone, sono molto delusa dell'attuale sistema politico e di come oggi, a tutti i livelli non si faccia niente per il benessere della cittadinanza.
Di  mafia:Sicilia=mafia:Tavernerio  (inviato il 03/10/2013 @ 10:18:45)
# 64
Io credo sia un "ricatto" riferito a pasticci fatti da Prete, che sappiamo essere molti...Se il pasticcio è grosso, sicuramente verrà fuori. Potrebbe anche essere una sparata di Redenti, visto che Mimmo ha minacciato come suo solito di querelarlo....La lettera di Aiani era una semplice accozzaglia di concetti astratti per dire "la politica è una cosaccia sporca, fatta di giochetti. Se questi pero' mi avessero dato la sedia da assessore, allora...Beh stavo zitto e non mi dimettevo Uffa!!!" Il commento precedente, fatto sicuramente da chi poco conosce l'attuale amministrazione, sottolinea lo scontento del sistema politico attuale (ed è una cosa) e poi spara a zero sull'amministrazione dicendo che non si fa niente a tutti i livelli. Mi chiedo se questa persona abbia ascoltato i 40 minuti del discorso di Letta ieri. Io l'ho fatto e ho apprezzato cio' che questo governo a fatica sta facendo: fondi per disabili, posti di lavoro a giovani, fondi per piano di diritto allo studio, solidarietà a famiglie deboli e potrei continuare. Certo, un governo potrebbe fare di piu' e meglio, come anche il sindaco di Taverenrio. Per quanto riguarda me e molte persone di centro-sinistra devo dire che partivo molto prevenuto con un sindaco della lega: ho potuto vedere pero' che finora non si è fatta "politica" ma buona amministrazione, al di là del colore ma per il bene del paese e dei cittadini. Molti come me non hanno votato, ma se Rossella si ripresenterà andremo tutti. Quindi, ti consiglio di leggere precedenti commenti che sottolineavano tutti gli step promessi e fatti da questa amministrazione che a differenza di altre sta facendo cio' che ha promesso. Altrimenti, tas che l'è mei.
Di  tas che l'è mei  (inviato il 03/10/2013 @ 10:59:02)
# 65
Non sono assolutamente d'accordo con il commento 64, l'attuale amministrazione non ha fatto molto e si sta perdendo per strada! Ho avuto modo di parlare anche con Daniela Conti, che dovrebbe prendere il posto di Aiani...ma anche lai la pensa allo stesso modo! Nonostante tutte le chiamate e i messaggi ricevuti negli ultimi giorni per convincerla ad entrare in consiglio, lei ha deciso giustamente di non voler più far parte di un gruppo politico che fino al giorno prima delle giustissime e motivatissime dimissioni di Aiani, non l'ha mai coinvolta in niente. Quindi tutta la trasparenza che Radice dice di avere con la cittadinanza, non esiste neanche nel suo gruppo! E i fatti parlano! Ricordiamo: Brisotto dimesso, Aiani dimesso, Pozzi passa in opposizione, Paulon si dimette da tutte le cariche, Conti non vuole manco entrare! Detto questo mi sa che chi deve tacere non sono io.
Di  Tas ti che l'è meii!!!  (inviato il 03/10/2013 @ 11:32:35)
# 66
Io non sono così aggiornato su chi deve o non deve entrare, ma un conto è cio' che l'amministrazione sta facendo e un conto sono dimissioni di gente che evidentemente non ha capito cosa significhi essere consigliere. Ad Aiani non è stata data la cadrega e cio' ne ha causato le dimissioni, mascherate da discorsi senza senso. Pozzi non è passato in opposizione, ma è "indipendente". Daniela Conti è in commissione biblioteca, mi sembra quindi in qualcosa è stata coinvolta. Trovo giusto comunque che Tavernerio con queste dimissioni "cambi passo" e lasci posto a gente che ha davvero voglia di lavorare: Bene dimissioni di gente che fa solo casino! L'amministrazione non ha fatto molto? Ha fatto cio' che ha promesso: per la prima volta ha investito sul lavoro e occupazione (rete lavoro, mio cugino è stato assunto grazie a questa), solidarietà (mantello di s. Martino), giovani (consiglio comunale dei ragazzi), scuola e istruzione (tavernerio vanta ben 10 LIM lavagne interattive!!), associazioni (finalmente si sta realizzando il difficile percorso di lavorare insieme!!Fatti non parole!!), è stato approvato il PGT in tempi promessi, è stata realizzato il primo lotto della rete fognaria, è stata liberata la casarga prima occupata e praticamente distrutta da extracomunitari, è stata fatta una gara per la mensa con la realizzazione di un programma di educazione alimentare, la figura del dietologo etcc....Potrei continuare ancora, come la scuola di teatro comunale, l'ampliamento dell'offerta sanitaria del poliambulatorio.......E i progetti in cantiere sono molti, basta solo aver voglia di lavorare!
Di  Parla con i fatti, non con le parole  (inviato il 03/10/2013 @ 11:57:14)
# 67
E' stato convenzionato l'asilo nido "Primi Passi" con un aumento di ben 15 posti nido di cui 5 convenzionati come era stato promesso.
Di  conenzioni  (inviato il 03/10/2013 @ 12:01:05)
# 68
Chi si sta perdendo per strada, a mio modo di vedere, sono le persone che senza motivo, adducendo frasi del tipo "l'amministrazione non fa niente etc...." senza delineare linee politiche diverse dall'attuale maggioranza, stanno tentando in modo sprovveduto e inefficace, di creare disagio. Sì, Tavernerio deve cambiare passo, facendo in modo che la gente che parla a vanvera e non ha voglia di lavorare per il paese si perda giustamente per strada. Magari associandosi con Nuova Tavernerio e facendo parte della banda moschettieri
Di  tavernerio cambia passo  (inviato il 03/10/2013 @ 12:11:22)
# 69
Mi permetto di copiare il tuo commento che esprime in maniera precisa ed efficace il pensiero della gente che si sta perdendo per strada. Grazie

Non dico un politico scafato, ma soltanto una persona normale, sapendo di dover fare una dichiarazione in Consiglio comunale, si prepara e, se i motivi per uscire dal gruppo non ci sono, magari se li inventa. Pozzi no. Ecco perché non lo hai capito. Non perché non sei stato attento, ma perché di fatto, le sue motivazioni, così come quelle di Aiani e di Paulon, sono inesistenti. Pozzi le ha ciancicate, Aiani le ha riempite di parole retoriche, Paulon, più furbo, le ha taciute «per non versare benzina sul fuoco». Una mossa abile. Non avendo niente da dire, se non un’ambizione persona frustrata, ha aperto la porta all’immaginario. Chissà cosa direbbe Paulon se potesse, ma non può! Però che animo nobile e generoso quel giovane!. Non vuole danneggiare il Paese. Bravo! Così questi motivi “esplosivi” diventano come l’Araba Fenice: che vi sia ciascun lo dice, dove sia nessun lo sa!
Di  grazie araba fenice  (inviato il 03/10/2013 @ 12:13:12)
# 70
Brisotto dimesso, Aiani dimesso, Pozzi passa in opposizione, Paulon si dimette da tutte le cariche, Conti non vuole manco entrare! Questi sono i fatti!
Di  fatto non pugnette  (inviato il 03/10/2013 @ 13:06:57)
# 71
Ah dimenticavo...Pontrelli! Voluto da Radice, indispensabile per lei! Poi a casa per volere della giunta e dei consiglieri perchè nullafacente!
Di  fatti non pugnette  (inviato il 03/10/2013 @ 13:10:17)
# 72
Stefano basta scrivere, ti sei dimesso.
Stai buono.

I commenti 70 e 71 sono di Aiani!
Di  ...  (inviato il 03/10/2013 @ 14:30:43)
# 73
Mi spiace deluderti ma non sono Aiani!
Cara Rossella!!!
Di  Spiacente  (inviato il 03/10/2013 @ 14:50:41)
# 74
Se il notro sindaco oltre che gestire il comune, una famiglia con tre figli ed il proprio lavoro riesce anche a bacchettare sul blog la gang cadregatt, ha tutta la mia stima. Credo anche io che i precedenti commenti appartengano alla nota banda...non tanto per le mail registrate (sempre le stesse), ma anche per lo stile "grammaticoide" che appartiene ai commenti. Attendiamo l'avvocato Paulon che si inserirà difendendo il povero Stefanuccio..." Il commento è falso, non è stato scritto da lui...Poverino!!!!"
Almeno mi diverto un po' con questo blog, oggi la giornata è così triste e grigia....
Di  Giaguaro smacchiato  (inviato il 03/10/2013 @ 16:48:23)
# 75
Ribadisco, caro giaguaro. Non sono Aiani e non appartengo al PAP, ma sono più che convinta che molti dei precedenti commenti appartengono al nostro caro sindaco!!! Ed è ovvio che i mie commenti siano sotto lo stesso id.
Non ho neanche bisogno dell'avvocato Paulon, mi sto semplicemente divertendo anch'io, oggi che sono a casa in ferie, nel vedere quanto molta gente finge di non aver proprio un bel niente da fare, mentre dovrebbe amministrare il paese!Complimenti!
Di  avanti savoia  (inviato il 03/10/2013 @ 17:07:29)
# 76
Ma il sindac non e in maternita?secondo me e il vice.......
Di  vice  (inviato il 03/10/2013 @ 17:24:12)
# 77
Complimenti vivi al sindaco se davvero è in grado di fare tutte queste cose!!!! Le donne hanno proprio una marcia in piu'!!
Di  complimenti  (inviato il 03/10/2013 @ 17:45:26)
# 78
La smettiamo di dire c.....ate???!!!baaaaaassssstaaaaa
Di  basta  (inviato il 03/10/2013 @ 18:00:09)
# 79
#63
Io scrissi, tempo fa, che Stefano Aiani, così come probabilmente Lorenzo Pozzi e Mirko Paulon, fanno parte dei “puri” che si sono avvicinati alla Lega e alla politica pieni di nobili ideali, ma impreparati a reggere la cruda realtà.
Se paragoniamo la politica nazionale con quella di Tavernerio, possiamo affermare che a Tavernerio siamo nel paradiso terrestre, ma non dimentichiamoci che l’uomo non ha saputo restare nel paradiso terreste, è stato scacciato e condannato a lavorare con il sudore della fronte ed a partorire con dolore.
E, per maggior chiarezza, a vivere in società dove i meglio organizzati, che si chiamano “politici”, vivono e ti fanno vivere nella m…rda.
Quando si è giovani ci si scandalizza, come i nostri PAP, poi, crescendo, ci si accontenta di avere la m…rda a mezza gamba e non sino al collo.
A Tavernerio, nonostante tutto e nonostante la presenza di biechi personaggi, residuati bellici delle precedenti amministrazioni, non l’abbiamo sino al collo ed i nostri politici fanno “anche” e abbastanza bene il benessere della cittadinanza.
Io credo che il Sindaco sia un “ottimo politico” (occhio alle virgolette!), ma, probabilmente, se esistessero ancora le “Figlie di Maria”, non potrebbe indossare la veste bianca e la fascia azzurra.
Se per età non sai cosa furono le Figlie di Maria, chiedi ai vecchi di spiegartelo.
Di  le Figlie di Maria  (inviato il 03/10/2013 @ 18:10:13)
# 80
#64 … anche se il pasticcio è grosso, grossa è la capacità dei due personaggi, che non dimentichiamoci si sono messi la lingua in bocca per cinque anni, di insabbiare anche le montagne. Prete ha minacciato Redenti di querela, ma questo fa parte delle sceneggiate di cui la vecchia DC, da cui entrambi provengono, erano usi a rappresentare: liti furibonde ed insulti in Consiglio, poi tutti insieme a mangiare la pizza al Pesce Vela. E dopo la pizza si spartiva la torta.
Quello che conta non è quello che Mimmo ha detto, ma quello che Mimmo farà. E ti assicuro che non farà niente, perché la minaccia non è campata per aria ed una denuncia per calunnia farebbe scoprire gli altarini.
Di  un uomo da poco  (inviato il 03/10/2013 @ 18:36:28)
# 81
#65
Io credo che nessuno debba tacere, ma riflettere prima di scrivere sì. Continuare a ripetere che questa amministrazione non ha fatto molto non ha nessun senso. Bisogna dire cosa avrebbe dovuto e potuto fare e riconoscere quello che ha fatto. Parlare di molto e di poco vuol dire parlare del niente.
L’Amministrazione non ha mai coinvolto Daniela Corti? Per quello che ne so Daniela Corti, così come il Barlafus di Nuova Tavernerio, non ha mai partecipato ad una seduta di Consiglio e questa la dice tutta. Rossella è stata eletta Sindaco, mica balia asciutta per depressi.
E poi cosa c’entra la trasparenza con le supposte paturnie di Daniela? Prova a leggere il dizionario alla voce trasparenza e poi fammi sapere.
Di  non è una balia  (inviato il 03/10/2013 @ 18:48:49)
# 82
#70
Queste sono c…gate. Innanzitutto perché i “fatti” citati fanno massa, ma non coerenza.
Le dimissioni di Brisotto, sicuramente segno di un disagio, non hanno niente a che vedere con quelle di Aiani che, se messo sulla “cadrega”, avrebbe alzato la manina come tutti gli altri della maggioranza. E questo vale anche per Pozzi. Paulon d si è dimesso, ma i motivi restano più impenetrabili dei misteri eleusini, quindi non sono cose serie, ma anche qui legate a qualche caramellina non distribuita. Che Daniela Conti non voglia entrare, per ora, è una semplice illazione scritta da un commento. Non mi sembra “un fatto”, ma una semplice supposizione.
Quindi non fatti, ma fattarelli e supposizioni che, anche ad un esame superficiale, si sciolgono come la neve al sole. O forse meglio, visto che si fanno supposizioni, come le supposte nel …
Di  pugnette e supposte  (inviato il 03/10/2013 @ 19:05:53)
# 83
Sono d'accordo: meglio che un altro Barlanfus in consiglio, diamo spazio a chi ha voglia di lavorare! Spero che Daniela Conti (che a mio modo di vedere è stata adeguatamente "imboccata" dai cadregatt...) abbia l'intelligenza di non entrare in consiglio o lo faccia, se vuole davvero dare il suo contributo. Chi sarà il prossimo?
Di  avanti il prossimo!  (inviato il 03/10/2013 @ 20:14:44)
# 84
#61, 62, 79
Credo che la presenza in Giunta di uno squallido personaggio come il Vicesindaco Gianvittorio Redenti, aduso alla politica delle “mani in pasta”, che arriva a mandare messaggi mafiosi in Consiglio comunale, abbia contribuito alla perdita di fiducia nell’attuale amministrazione da parte dei PAP che, nell’euforia della vittoria elettorale, si erano illusi di poterlo tenere a freno.
Se ci aggiungiamo il bolso Fabio Gatti, altro esponente del vecchio “establishment”, pronto a cambiar bandiera in base al vento che tira, ma assolutamente restio a tirar su le maniche per il bene del paese e il giovane Simone Riccardi, succubo della ragioneria che punta al comodo immobilismo perché “mancano i soldi”, possiamo comprendere, se non condividere, le ragioni dello scoramento dei PAP.
Purtroppo, come ha scritto molto bene il commento 79, quando in politica la m…rda è a mezza gamba ci sono da fare i salti di gioia.
Forse, una maggiore esperienza politica del nostro Sindaco avrebbe potuto far comprendere ai PAP, così come a molti altri giovani perplessi, che quello che sta facendo è quanto di meglio oggi si può fare con i personaggi, di cui non può fare a meno, che la circondano.
Di  quanto di meglio  (inviato il 04/10/2013 @ 12:30:50)
# 85
Che manchino i soldi si sa: guardatevi ingiro. L'immobilismo dei comuni poi è dovuto al malefico patto di stabilità: grazie a questo meccanismo perverso non solo il nostro comune ma molti altri hanno sì fondi in cassa, ma paradossalmente non possono spenderli!!! Non trovate la cosa a dir poco folle?
Di  follie  (inviato il 04/10/2013 @ 14:23:36)
# 86
#84 Condivido.l 'errore del sindaco e' stato allontanare il meglio che aveva per preservare il rapporto con il peggio. forse consigliato male anche dal partito . ormai il latte e' versato inutile piangere
Di  Anonimo  (inviato il 04/10/2013 @ 20:39:38)
# 87
Scusa, ma hai analizzato il precedente messaggio con superficialità: davanti ad una poltrona da assessore, è cascato l'asino. Anzi, gli asini. Mi spiego, sono d'accordo anche io che al paese servono forze giovani meglio sicuramente dell'annoso Redenti e del giano bifronte Gatto con gli stivali. Se i cadregatt avessero avuto una persona politicamente capace alle spalle e non BS alias Paulon (come descritto frustrato nella sua esigua carica e desideroso di potere) avrebbero agito dimostrando il loro saper fare arginando progressivamente i due vecchioni. Il cambio di sedia ha fatto capire al sindaco che era meglio tenere i vecchi piuttosto che portare avanti giovinastri cadregatt. Come biasimarla! La colpa pero' non è tutta loro: come dissi in passato piu' volte, grande responsabilità l'ha avuta chi li ha spinti ad un passo così insensato. Il latte ora è versato, certo: la maggioranza pero' va avanti, chi ha pestato il c...lo per terra e che fra poco cadrà nell'oblio dei politici di Tavernerio è la banda delle cadreghe.
Di  adios....cadregatt  (inviato il 04/10/2013 @ 21:37:06)
# 88
Io capisco il commento precedente, devo dire che personalmente non ho capito le dimissioni dei PAP nè nelle motivazioni e neppure nella strategia politica. C'è stato un errore di fondo: se queste persone hanno constatato delle problematiche nella gestione amministrativa di sindaco e maggioranza, perchè non dirle? Per due anni e mezzo hanno alzato la manina in consiglio, denotando perfetto allineamento con l'amministrazione. Poi i due giovani, fomentati da BS, si sono esposti nel momento e nel modo peggiore. Sicuramente BS alias Paulon ha grande responsabilità in tutto cio': perchè agire in questo modo con dimissioni? A cosa serve? A fare un po' di polverone, come dice nella sua lettera il povero Aiani e nulla di piu'. Ragazzi, se vi posso consigliare da vecchio politico, mi sarei tenuto lontano da BS, cercando un accordo con il sindaco, magari allontanando i vecchi politici , lentamente, inserendosi nei progetti politici della maggioranza. Avreste dovuto, perdonatemi se mi permetto, agire con piu' cautela: inizialmente con una o due idee diverse esposte con voti a sfavore o di astensione in consiglio, in modo che la gente potesse comprendere un disagio determinato da una linea politica diversa.Ci sono mille esempi, certo è fondamentale il leader. Siete stati consigliati male e state facendo ancora peggio. Forse a salvarsi al momento è il buon Pozzi, ma la capacità dialettica e politica nonchè la sua esperienza è assai esigua. Ha avuto la possibilità, data dal sindaco, di poter esprimere in cosiglio le proprie motivazioni, ma non è stato in grado. Ne sono rimasto deluso. Deluso anche dalla lettera di Aiani, deluso dalle dimissioni di Paulon: perchè non continuare a svolgere la propria attività facendosi conoscere e magari smarcandosi in modo intelligente e strategico dal sindaco....Avete buttato la spugna troppo presto, scegliendo un alleato debole in consiglio. Avete perso una bella occasione.
Di  occasione persa per il PAP  (inviato il 05/10/2013 @ 10:13:38)
# 89
Mi soffermo un attimo, perché ne basta uno solo, a guardare dall’alto della platea la composizione della Maggioranza in C.C. e ne deduco:
RADICE: bravo medico, e mamma per il resto in balia dei maneggioni;
REDENTI: maneggione e il classico “ghe pensi mi “ lanciatore di avvertimenti “mafiosi” (ricordamo l’ex Consigliere La Rotonda);
GATTI: “UOMO” di gomma che non rimbalza inesistente;
RICCARDI: clone dell’ufficio di ragioneria di suo non spiccica uno sola idea o frase solo frasi fatte e ricopiate incapace di fare di suo;
MONTINI: assicuratore, si è assicurato la cadrega da buon sfasciato leghista ha bruciato i suoi per quanto incapaci quanto lui;
NOSEDA: delfino e portaborse di Redenti e ciò basta e avanza anzi di più, in C.C. è inesistente;
AMORINO : un fine boscaiolo, un ottimo autista di trattori per carnevale, ma li in Consiglio non si è ancora accorto che è carnevale tutto l’anno;
POZZI: ora indipendente ma prima da che cosa era dipendente da chi??
Mi fermo perché con la minoranza non basterebbe tutto lo spazio del Blog.
Di  platea di incapaci  (inviato il 05/10/2013 @ 12:29:22)
# 90
Redenti non si scalza, ne' velocemente ne' lentamente. Si tollera. Ci si tura il naso e ci si para il c...lo.
Di  questo e' redenti!  (inviato il 05/10/2013 @ 13:53:31)
# 91
Anche io mi soffermo un attimo: ricordiamoci che per 5 anni siamo stati governati dal parasindaco Rossini e abbiamo rischiato Mimmo Prete!!! Sicuramente meglio questa amministrazione, com difetti sì, ,a molto meno ....rischi!!!! Voterei ancora l'attuale amministrazione, a maggior ragione se è vero il probabile accordo paventato dall'allampanato Pozzi fra Radice e Agostinelli!
Di  meglio Rossella  (inviato il 05/10/2013 @ 17:28:27)
# 92
per il comm 89: in Consiglio il voto di Pozzi vale come quello di Amorino o Eliano...quindi nulla è inesistente, se non chi si dimette!!!
Di  inesistente chi si dimette  (inviato il 05/10/2013 @ 17:29:59)
# 93
meglio un boscaiolo oggi che...un galletto domani!
Di  boscaiolo e galletto  (inviato il 05/10/2013 @ 18:07:24)
# 94
Ma tra avvertimenti alla minoranza e insulti al giornalista Redenti era un po nervosetto. Self-control vicesindaco, self-control...
Di  Self-control vice  (inviato il 05/10/2013 @ 22:50:54)
# 95
89
Niente di più vero, ma a chi siamo in mano!? Forse la cosa migliore è un bel"tutti a casa"!! Prima che la m...da arriva davvero fino al collo.
Di  Tutti a casa  (inviato il 05/10/2013 @ 23:13:28)
# 96
#95
prima di ripetere un 8 settembre e' meglio ragionare. Tutti a casa, va bene, ma per fare posto a chi? Magari ad una nuova amministrazione con sindaco Redenti e assessori Noseda, Prete, Citeroni e Gatti?
Insieme gia' ci sono stati e fanno presto a ritornarci!
Di  8 settembre?  (inviato il 06/10/2013 @ 01:00:21)
# 97
All'assemblea dei genitori dell'asilo Borella , Olivieri dice " ...non credete alle voci di paese che dicono che siamo in dissesto finanziario, abbiamo terreni e case per milioni di euro, ne vendiamo qualcuno e risolviamo i problemi...".
Facile fare cassa vendendo dei beni più difficile gestire bene la fondazione. Ricordiamoci che l'attuale amministrazione ha preferito non intervenire nelle questioni della fondazione ( perchè? ) e ha un concorso di colpa per questa situazione.
Di  fermiamo il declino  (inviato il 06/10/2013 @ 09:22:20)
# 98
Certamente, caro commento 97. Ma non hai capito una cosa: l'amministrazione, grazie al parasindaco Rossini, non ha piu' voce in capitolo nelle scelte della fondazione, sono due entità distinte ed ognuna è responsabile di sè stessa. Infatti il comune non ha piu' alcun rappresentante, tutto per la scelta scellerata del parasindaco; unica modalità di controllo è la convenzione esistente fra comune e fondazione. Non vado oltre, informati prima di raccontare cose non vere. Riguardo invece il commento 95....nessun commento! Velo di pietà: senza Rossella, Mimmuzzo al comando e lo sfascio assicurato14
Di  mannaggialapupazza  (inviato il 06/10/2013 @ 10:37:30)
# 99
#94#
Self control vicesindaco come pùo! il soggetto è quello,la gente di tavernerio lo sa, ma ora credo stia oltrepassando la tolleranza,Rossella apri gli occhi non vedi i disastri che ti sta procurando.
Di  erpipa  (inviato il 06/10/2013 @ 17:49:33)
# 100
#99
Il Pippa se ne impippa del self-control e Rossella non ci può fare niente.
Perché?
Forse perché il Pippa conosce cose di Rossella che, da bravo mafioso, sarebbe prontissimo ad usare, ma anche per una questione di aritmetica.
Redenti ha ottenuto 78 preferenze.
La lista di Rossella ha avuto 1.340 voti
La lista di Prete 1.244.
Se Redenti si fosse alleato con Prete, spostando le sue preferenze, Rossella avrebbe avuto 78 voti in meno, cioè 1.262 (1.340 – 78 = 1.262) e Prete avrebbe avuto 78 voti in più cioè 1.322 (1.244 + 78 = 1.322).
Noi, con Redenti contro, avremmo avuto Sindaco Cosimo Prete.
Meglio tenerci il nostro Pippa!
Di  meglio il Pippa, purtroppo!  (inviato il 06/10/2013 @ 18:47:59)
# 101
#46
Mi dispiace di non aver potuto rispondere prontamente alla richiesta di Paulon, ma impegni di lavoro me lo hanno impedito.
L’uso strumentale o improprio o, ancor peggio, diffamatorio non ha bisogno di proprietà di linguaggio per essere definito, a meno che uno non voglia esibire la propria cultura nel trovare sinonimi di vergognoso.
E’ vergognoso tentare di ledere l’onorabilità di altri usando il loro nome o il loro pseudonimo in maniera impropria.
E’ successo già alcune volte che alcuni abbiano tentato di far passare i propri commenti per commenti di altri abusando dello pseudonimo così come è successo che siano state coinvolte, con tanto di nome e cognome, persone che, non rivestendo un ruolo pubblico, hanno diritto alla tutela del proprio privato, violando una regola non scritta, ma generalmente rispettata dai commentatori, anche i più impietosi, del blog.
Per fortuna questi episodi sono abbastanza sporadici e numericamente non rilevanti (in materia sarebbe opportuno un intervento di chi ha scritto il commento 35 che conosce, molto meglio di me, la storia del blog).
Credo che questo sia un prezzo accettabile da pagare a fronte del vantaggio offerto a chi vuole esprimere in libertà il proprio pensiero.
Ho notato e credo che a Paulon, che tempo addietro aveva correttamente analizzato il blog, non sia sfuggito che ultimamente si sono aggiunti nuovi commentatori con scritti assolutamente degni di nota che compensano, a mi parere, alcune insulsaggini e tristi commenti impropri.
Come ultima considerazione, pur esecrando la calunnia in ogni luogo ed in ogni modo espressa, meglio una calunnia sul blog che consente una rettifica che una calunnia sussurrata o gridata nelle conventicole che non consente difesa alcuna.
Di  commenti vergognosi  (inviato il 06/10/2013 @ 21:41:40)
# 102
.....Non sapevo che il vice-sindaco scrivesse sul blog...Buono a sapersi comunque e benvenuto!
Di  benvenuto vice  (inviato il 06/10/2013 @ 22:01:51)
# 103
Mi piace il commento 101, grazie!
Di  grazie  (inviato il 06/10/2013 @ 22:03:52)
# 104
#101, 103
Anch’io ho apprezzato il commento 101. Mi permetto solo di aggiungere una mia considerazione. Sicuramente c’è una componente di fortuna nella sporadicità del cattivo uso del blog, ma credo che abbia influito molto l’«imprinting» dato dai primi commentatori che, dando vita al blog, ne hanno determinato uno «stile», non certo aulico, ma di sostanziale correttezza.
Speriamo che questo «stile» venga rispettato.
Di  l'imprinting corretto  (inviato il 07/10/2013 @ 10:15:32)

Inserisci un commento









 

Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Cerca per parola chiave
 



Titolo


Ultime notizie


24/02/2021 @ 23:39:59
script eseguito in 234 ms

info@taverneriocitta.it

 

 Taverneriocittà © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source