Consiglio Comunale del 26 maggio 2011 - Taverneriocittà - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
HOME | FORUM | ATTI PUBBLICI | FILMATI | CONTATTI
  •  
  • sai che cosa c'è... non importa che... quando tocchi il fondo... vieni su!... vieni fuori oppure... non ci vieni più!

    Vasco Rossi

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Titolo
Appuntamenti (3)
Archivio redazionali (40)
Consigli Comunali (85)
Interpellanze (8)
Lettere al Sindaco (2)
Redazionale (63)
Terzi (23)

Ultimi commenti:
Le anime belle son riuscite a portare al centro civico gli schiavi negri ar...
25/07/2019 @ 13:23:03
Di Plagiati dai media
Bianchi si è comportato male in consiglio comunale (non al bar) e non dovre...
08/06/2019 @ 22:45:37
Di in alternativa Paulon dimettiti tu..
Non capisco come mai non si sia ancora dimesso.....ma si puo' essere così a...
03/06/2019 @ 09:47:49
Di ottimo bianchi
Bianchi come assessore al bilancio non vale niente.. Ma questo si sapeva......
02/06/2019 @ 14:38:54
Di Avrà successo.. Dimissione.. Il minimo
Dopo quello che è successo, un passo indietro l'assessore Bianchi lo DEVE f...
28/05/2019 @ 14:40:20
Di la cacciata
Credo sia ora di staccare la spina a questa amministrazione
27/05/2019 @ 08:52:05
Di stop
Sorprende l'evidente enorme difficoltà degli amministratori locali a compor...
26/05/2019 @ 11:24:20
Di Maggio. Il mese del cucu'
BRAVE PERSONE NON FA RIMA CON BRAVO POLITICO
21/05/2019 @ 14:48:58
Di RIMEE
Paulon é una brava persona. L'ho votato però..Non capisco il suo percorso p...
19/05/2019 @ 16:07:32
Di Perché?
imbarazzante direi....
06/05/2019 @ 10:15:50
Di che imbarazzo
Sindaco che usa la responsabilità territoriale come sgabello per i suoi lib...
20/04/2019 @ 14:14:21
Di mobiliere
Mirko Paulon candidato alle europee con il partito +europa quello della bon...
20/04/2019 @ 10:45:01
Di Z
Maggioranza a pezzi.. Chi rimane?Qualcuno mi aggiorna?
30/03/2019 @ 10:17:45
Di Domanda?
Uno degli obbiettivi del gruppo di tavereriocittà era proprio la garanzia c...
28/02/2019 @ 11:24:57
Di ardua sentenza
ero alla riunione dei genitori ieri sera all'asilo. Ci è stato promesso che...
27/02/2019 @ 13:06:45
Di tutti in consiglio
SE L'ASILO BORELLA CHIUDE, IL SINDACO SI DEVE DIMETTERE. ALTRIMENTI SARA' F...
26/02/2019 @ 09:58:52
Di SINDACO DIMETTITI
Le responsabilità di questo sindaco e questa giunta sono enormi.Se L'Asilo ...
25/02/2019 @ 21:21:01
Di Editore deluso
asilo borella Rischio chiusura. Spero che il sindaco si dimetta
25/02/2019 @ 15:33:15
Di via sindaco
EffettivamenteUltimamente Non si vede niente...
23/02/2019 @ 19:54:21
Di Anonimo
assolutamente sì. Torna Rossella salvaci da questo pantano!!!
21/02/2019 @ 11:08:47
Di aiuto
rossella radice sindaco
05/02/2019 @ 16:09:42
Di i rosseliani
SILENZIO TOTALE DI INCAPACITA' AMMINISTRATIVA E PROGETTUALE. UN VERO FLOP Q...
13/11/2018 @ 08:48:49
Di FLOP
Ma esistete ancora?
09/11/2018 @ 10:51:55
Di Anonimo
andate a casaa
01/09/2018 @ 16:36:24
Di un costruttore
Niente di che , un colpo di caldo. Tutto rientrato.
16/08/2018 @ 22:45:12
Di Anonimo

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati



//

\\ : Articolo
mag24mar
Consiglio Comunale del 26 maggio 2011
Di Admin (del 24/05/2011 @ 22:11:18, in Consigli Comunali, linkato 5213 volte)
SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO GIOVEDI' 26-05-2011 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA PUBBLICA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE  STRAORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM  COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO

1. INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE. ESAME DELLA CONDIZIONE DEGLI ELETTI.
2. GIURAMENTO DEL SINDACO. COMUNICAZIONE DELLA NOMINA DELLA GIUNTA COMUNALE E DEL VICESINDACO. PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE RELATIVE ALLE AZIONI ED AI PROGETTI DA REALIZZARE NEL CORSO DEL MANDATO.
3. ELEZIONE DELLA COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE.
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa Invia articolo Invia
 
# 1
Il 26 maggio 2011, tutti in Consiglio.
Dopo 5 anni, finalmente rivederemo un Sindaco all'opera.
E, mi sbaglierò, ma vedremo un Signor Sindaco!!
Di  Un Signor Sindaco, era ora  (inviato il 25/05/2011 @ 18:53:56)
# 2
Sicuramente non vederemo un sindaco che mette ai voti la compatibilità dei consiglieri come fece il sindaco da burletta Giovanni Rossini.
Di  un passato poco serio  (inviato il 25/05/2011 @ 19:11:57)
# 3
vorrei augurare al neo sindaco R.RADICE e a tutto il suo gruppo di lavoro un in bocca al lupo per questo grosso impegno che li attende,ma son sicuro che ne saranno all' altezza,buon lavoro ragazzi!!
Di  FABIO.N  (inviato il 25/05/2011 @ 22:59:45)
# 4
A Como, nel Consiglio comunale dell’altro giorno, il Consigliere Augusto Giannattanasio perde le staffe e insulta pesantemente la giornalista Gisella Roncoroni.
Indignazione generale e rincrescimento per un mancato intervento del Sindaco.
Questo episodio ce ne ricorda uno simile, accaduto a Tavernerio, quando l’allora Assessore Monica Citeroni perse le staffe ed insultò, gridando come una forsennata, l’allora Consigliere Giovanni Aiani, accusandolo, fra l’altro, di essere una iena travestita da agnello. Nessun intervento da parte dell’allora sindaco Giovanni Rossini. Nessuna indignazione generale e nessun rincrescimento da parte di assessori e consiglieri.
L’insulto, non già all’osteria, ma in sala Consiliare accettato come norma.
Ricordo questi episodi con l’augurio che la stagione amministrativa, che si apre questa sera con l’insediamento nel nuovo Sindaco Rossella Radice, possa svolgersi, per tutto il suo mandato, entro i limiti imposti dalla civiltà di cui ci vantiamo e che, in caso di infrazione delle regole, il nuovo Sindaco sappia intervenire con la dovuta prontezza e decisione.
Se noi adulti non riusciamo a controllare i nostri comportamenti, non ci dobbiamo meravigliare che ragazzini si picchino selvaggiamente, per stupidaggini, come è avvenuto giorni orsono nel nostro Comune.
Di  Etica e politica  (inviato il 26/05/2011 @ 10:37:51)
# 5
vedere in consiglio MONICA CITERONI vestita di rosso che espone il tricolore al contrario e stato uno spasso..MIMMUZZ deludente,un intervento cattivo e al limite del ridicolo,un applauso per il sig.AGOSTINELLI,persona per bene,colta e pacata,MONICA,MIMUZZ E IL ROTONDO..IMPARATE...
Di  Dedicato a queste persone vergognose  (inviato il 26/05/2011 @ 23:44:19)
# 6
Il buon giorno si vede dal mattino.
La Mucca Carolina, prima di sedersi, si apparecchia la tavola (è una mucca ben educata!!), ma, essendo mucca, sbaglia.
Monica, il tricolore si espone con il verde in alto, non in basso.
Ignorante!
Di  l'ignorante  (inviato il 27/05/2011 @ 09:31:51)
# 7
Il tricolore è un pezzo di stoffa, ma, in un’aula consiliare è un simbolo.
Come tale deve essere usato ed esposto in maniera appropriata.
Ma Nuova Tavernerio queste cose non le sa.
Non a caso si è scelta un candidato sindaco con condanna penale per il mancato rispetto delle regole.
Meno male che ha perso.
Di  i pasticcioni  (inviato il 27/05/2011 @ 09:37:06)
# 8
Io, pur facente parte dei vecchi 351 elettori di Tavernerio Città, in queste elezioni ho votato Radice.
Ci ho pensato a lungo prima di fare questo passo e non senza rimorsi di coscienza, ma, considerato che Agostinelli non avrebbe potuto diventare sindaco, ho preferito contribuire a far perdere Prete.
Ho avuto rimorsi sino a ieri sera.
Visti e sentiti i tre esponenti di Tavernerio Città, i rimorsi mi sono passati.
Meno male che il sindaco è la Radice, altrimenti sarebbero stati dolori.
Di  ci è andata bene  (inviato il 27/05/2011 @ 09:44:35)
# 9
vuoi dire i tre esponenti di nuova tavernerio...
Di  mistake  (inviato il 27/05/2011 @ 10:09:09)
# 10
Esordio esilarante di Mimmo: voglio le riunioni dei capogruppo!
Ma se proprio Mimmo fu il primo a “dimenticarsi” della prima riunione dei capogruppo quando era vicesindaco poi, insieme al non rimpianto sindaco Giovanni Rossini, a non convocarne più neanche una, nonostante le ripetute richieste!
Ora, che per grazia ricevuta è passato dall’altra parte, le invoca come strumento portante della democrazia!
Buffone!
Di  il buffone  (inviato il 27/05/2011 @ 10:11:11)
# 11
#8, 9
Sì, "mistake" ha ragione.
Mi scuso per l'errore e rifaccio, per chiarezza:
Visti e sentiti i tre esponenti di Nuova Tavernerio, i rimorsi mi sono passati.

Di  errata corrige  (inviato il 27/05/2011 @ 10:14:32)
# 12
#11
Forse dovresti correggere ancora.
Non "Visti e sentiti i tre esponenti di Nuova Tavernerio", ma "Visti e sentiti i tre energumeni di Nuova Tavernerio".
Di  mi sembra più corretto  (inviato il 27/05/2011 @ 10:16:38)
# 13
Per i posteri.
Giovedì, 26 maggio 2011, prima convocazione del Consiglio comunale.
Primo sindaco donna a Tavernerio.
Esaurite le formalità, breve enunciazione del programma di governo.
Come logico, poco di nuovo rispetto a quanto già sentito in campagna elettorale.
Ottimi propositi, condivisibili da chiunque, con rimarcatura della politica dei piccoli passi e via di seguito.
La leggenda metropolitana delle opere faraoniche e dei passi più lunghi della gamba colpisce ancora.
Tutto normale.
Normale anche l’anormale reazione dei consiglieri di Nuova Tavernerio.
Tre discorsetti recitati con enfasi, privi di contenuto, ma traboccanti di livore, astio, risentimento, malanimo, rancore e chi più ne ha più ne metta.
Sintesi: non hanno digerito la sconfitta.
Prete, il pasticcione, ha pasticciato anche i numeri, per ridurre la distanza tra i voti di “Tavernerio … il nostro paese” e “Nuova Tavernerio”.
Malafede o incapacità matematica?
Forse tutte e due.
Resta il fatto: la differenza di voti tra le due liste non è elevata, ma Prete ha perso.
Questo Prete lo ha ammesso, ma non digerito.
Consiglio: un cucchiaino di bicarbonato, una limonata calda e cerca di fare il ruttino.
Di  occorre il ruttino  (inviato il 27/05/2011 @ 10:36:13)
# 14
Sempre per i posteri.
Breve dichiarazione di Francesco Agostinelli.
Rappresentiamo la minoranza, faremo quello che deve fare una minoranza: valuteremo di volta in volta i progetti presentati e decideremo.
Lui non lo ha detto, ma era implicito: con intelligenza ed onestà.
Poca scena, molta sostanza.
Bravo Agostinelli.
Di  Bravo Agostinelli  (inviato il 27/05/2011 @ 10:39:42)
# 15
Il sindaco Rossella Radice fu equiparata, in alcuni commenti, alla regina celtica degli Iceni Budicca.
Dalla prima impressione, credo proprio che il paragone sia azzeccato.
Budicca, degli isterismi di Mimmo e compari, se ne sarebbe sbattuta le p…
Rossella Radice, ne sono sicuro, ha fatto altrettanto.
Brava Rossella.
Di  Brava Rossella  (inviato il 27/05/2011 @ 10:48:06)
# 16
Convengo appieno con il commento 15.
Una sola osservazione.
Monica Citeroni ha sottolineato che in Consiglio sono presenti solo due donne: lei è il Sindaco.
Credo che Budicca sarebbe andata su tutte le furie.
In Consiglio sono presenti due persone di sesso femminile, ma di “donna” c’è solo il sindaco.
Di  la sola donna  (inviato il 27/05/2011 @ 10:52:31)
# 17
Speriamo che si possa fare qualcosa di veramwente buono per il nostro paese e che il nuovo sindaco Radice, vista la bella presenza e le sue buone maniere, non si riveli poi a lungo andare solo uno specchietto per le allodole.
Speriamo! Lo dobbiamo alle generezioni future, alle quali poco importa se asfaltiamo le strade o mettiamo qulche cartello qua e la', questa e' solo normale amministrazione e tutte le amministrazioni sono tenute a farlo.

Ma se potessimo fare qualcosa di piu' sarebbe un tradimento non farlo.
Di  aaa  (inviato il 27/05/2011 @ 10:59:31)
# 18
#16
Correggo un errore nella terza riga: lei e il Sindaco.
Di  errata corrige  (inviato il 27/05/2011 @ 11:08:19)
# 19
#17
La nostra “aaa”, come sempre, ha colto nel segno quando dice: “Ma se potessimo fare qualcosa di più sarebbe un tradimento non farlo”.
Ora siamo ancora alla necessaria enunciazione dei “piccoli passi” con relativi annessi e connessi, ma, superata questa fase, è probabile che Rossella Radice si accorga (o, forse, se ne è già accorta) che fare il Sindaco è un’altra cosa.
Non è con la politica “dei piccoli passi” che si tutelano le generazioni future.
Non si elegge un Sindaco per fare “piccoli passi”, per questo bastano gli uffici comunali.
Non è politica della Lega Nord fare “piccoli passi”, visto che si prefigge di sconfiggere Roma ladrona.
Altro che “piccoli passi”!
Con “i piccoli passi” si tutela la nonna Rosina che, un po’ anchilosata dall’età, deve, giustamente, procedere “a piccoli passi”.
Ma la nonna Rosina non fa il Sindaco.
Di  la nonna Rosina  (inviato il 27/05/2011 @ 11:23:23)
# 20
Ritengo che i prossimi consigli del sindaco Radice avranno una maggior presenza di pubblico.
La presenza dei tre giullari di Nuova Tavernerio assicurerà lo spettacolo e lo spettacolo è, per il popolo, essenziale quanto il pane.
“Panem et circenses” chiedevano i romani e il giullare di corte era un’istituzione nelle corti rinascimentali.
Di  i tre giullari  (inviato il 27/05/2011 @ 11:36:15)
# 21
Consiglio Rossella Radice di filmare le sedute del Consiglio.
Non saranno trasmesse da Radio Padania Libera, ma potranno andare in onda a Zelig.
Di  le comiche  (inviato il 27/05/2011 @ 11:39:06)
# 22
I “tre dell’ave Maria” (il quarto è rimasto a casa a fare la carbonara) si sono scagliati contro la nomina di un assessore esterno.
Perché?
Perché è esterno.
Che sia bravo o non bravo a loro non interessa, purché “non esterno”.
Il loro motto è: “meglio un cretino di casa che uno bravo di fuori”.
Di  cretino, ma nostrano  (inviato il 27/05/2011 @ 11:47:03)
# 23
Cosimo Prete ha dato una motivazione valida per non volere come assessore uno che abita a Lora.
Se piove, dice Prete, come fa a fare l’Assessore a Tavernerio uno che dorme a Lora?
Se invece uno dorme a Tavernerio, si sveglia, esce e apre l’ombrello!
Di  una cosa gravissima  (inviato il 27/05/2011 @ 11:51:12)
# 24
L’unico dispiacere nel non avere Prete sindaco e Citeroni vicesindaco è quello di non poterli “attaccare” come meritano.
Perdenti, così come sono, ci sembra di essere un Maramaldo, che uccide un uomo già morto.
Di  Maramaldo  (inviato il 27/05/2011 @ 11:54:50)
# 25
#24
In effetti, i tre cifolotti, con i loro interventi isterici, hanno suscitato più che rabbia, pena.
Di  hanno fatto pena  (inviato il 27/05/2011 @ 12:00:04)
# 26
In riferimento al Tricolore esposto #5 #6
Se la signora Citeroni avesse esposto correttamente il Tricolore avrebbe avuto sotto i propri occhi, per tutta la serata, il kriptonitico verde (Lega) ed avrebbe perso i suoi poteri
mentre vedendo il rosso che, è risaputo, da carica taurina....ha potuto affrontare tra le fila della minoranza il Consiglio Comunale
Di  L'avvocato del diavolo  (inviato il 27/05/2011 @ 12:55:34)
# 27
Pensate a Cosimo Prete.
Pensate a Monica Citeroni.
Pensate ad Anna Antonacci.
Pensate che abbiamo rischiato di averli sindaco, vicesindaco, assessore.
Ringraziamo il Signore per lo scampato pericolo.
Te Deum laudamus:
te Dominum confitemur.
Te aeternum patrem,
omnis terra veneratur.


Di  Te Deum laudamus  (inviato il 27/05/2011 @ 14:04:29)
# 28
#26
Monica Citeroni, in realtà, avrebbe potuto fare a meno di esporre il tricolore, facendo una figura di m... per averlo esposto al contrario.
Avendo scelto un abito rosso da battaglia, terrea in volto e verde di bile, era già lei stessa un tricolore.
Di  la monica tricolore  (inviato il 27/05/2011 @ 15:25:28)
# 29
E la Monica di tre colori
sempre è stata la più bella:
noi vogliamo sempre quella,
noi vogliam la libertà!

Di  inno  (inviato il 27/05/2011 @ 15:27:18)
# 30
parole sante #27 si vede che anche se non si vede.... un Dio cè..........e ha avuto un po di misericordia per quelle povere anime di Tavernerio. grazie!
Di  grazie a tutti gli elettori della Rossella Radice  (inviato il 27/05/2011 @ 15:33:28)
# 31
#22
Mimmo, guarda che nominare un assessore esterno è legittimo.
E' il non rispettare le leggi sulla stampa che è un reato.
Ci si trova con una condanna penale.
Di  lui ne sa qualcosa  (inviato il 27/05/2011 @ 15:50:32)
# 32
#30
Sta succedendo una cosa strana.
Questo è il blog di Tavernerio Città, eppure si leggono continue espressioni di gioia per la vittoria di Rossella Radice.
A dire il vero, sono contenta anch'io.
Di  effetto Mimmo  (inviato il 27/05/2011 @ 15:52:53)
# 33
#32
Effetto Mimmo.
Credo che Cosimo Prete abbia commesso un errore madornale imponendo la sua candidatura a candidato sindaco.
Forse Monica, pur nella sua pochezza, ce l'avrebbe fatta.
Di  Monica, sindaco mancato  (inviato il 27/05/2011 @ 15:55:23)
# 34
#21 idea geniale speriamo che Rossella Radice recepisca il messaggio e faccia qualcosa di piu che filmare tutte le sedute del consiglio comunale – ad esempio trasmetterle tutte in diretta via streaming a tutta Tavernerio (e mondo intero zelig compreso…) utilizzando il sito del Comune sarebbe una bella innovazione un bel modo far sì che tutti possano essere parte attiva …nella vita del nostro paese. e anche se a distanza sostenere o disapprovare…
Mi riallaccio a quanto detto in campagna elettorale dalla Radice.: “…Nuovi canali di comunicazione fra Cittadini e Amministrazione Comunale Uno degli obiettivi principali del programma della lista che sostiene Rossella Radice a sindaco di Tavernerio è migliorare i canali di comunicazione fra Amministrazione Comunale e cittadini….”
Forza allora Sig. Sindaco colga il suggerimento #21 e ci stupisca.
Di  vogliamoci bene  (inviato il 27/05/2011 @ 16:18:34)
# 35
La trombata elettorale di Mimmo è stato l’ultimo capolavoro del dimenticato Giovanni Rossini.
Vediamone le tappe.
Gianni prima annuncia alla stampa la candidatura di Monica a sindaco.
Poi impone la presenza in lista di Prete, senza prevedere che Mimmo si impone, fa le scarpe a Monica e si colloca capolista.
Allora Rossini, per vendicarsi, annuncia in Consiglio che Prete ha subito una condanna penale.
Dopodiché si arriva all’accordo: Prete sindaco, Monica vicesindaco, Rossini assessore esterno.
Così tutti contenti vanno alle urne e se lo prendono nel c…lo.
Di  il capolavoro di Giovanni Rossini  (inviato il 27/05/2011 @ 16:27:15)
# 36
#35
Forse è per questo che Cosimo Prete si è premurato di affermare, nella seduta di Consiglio del 26 maggio 2011 che anche loro [quelli di Nuova Tavernerio] “ce l’anno duro”.
Ha solo dimenticato di precisare dove.
Ce l’hanno sì duro, ma nel di dietro.
Di  il luogo preciso  (inviato il 27/05/2011 @ 16:30:33)
# 37
#8
Ho capito le motivazioni della tua scelta di voto ma se tutti avessimo ragionato come te ora non avremmo nessun rappresentante.
Ti posso capire ma non approvare.



Di  aaa  (inviato il 27/05/2011 @ 16:37:47)
# 38
#37
Hai perfettamente ragione.
Ecco perché avevo e ho ancora adesso, rimorsi di coscienza.
Ma pensare a Cosimo Prete sindaco mi ha creato il panico.
Di  perdonatemi  (inviato il 27/05/2011 @ 16:42:50)
# 39
ho una curiosita'
il sindaco vice sindaco e i consiglieri per i loro incarichi hanno una "paga" e e si e' lecito conoscerne l'importo?
Di  curiosita' lecita?  (inviato il 27/05/2011 @ 16:45:21)
# 40
#37
ahahahah : - ))
perdonato
Di  aaa  (inviato il 27/05/2011 @ 16:47:20)
# 41
L’indennità degli amministratori dipende dal numero di abitanti, dalla professione che esercitano, dall'andamento del bilancio comunale rispetto alla media regionale e da altri parametri e dalla volontà degli amministratori stessi.
In molti comuni gli amministratori decidono di diminuirsi l’indennità fissata dalla legge.
Di norma, per i comuni che superano i 5.000 abitanti l’indennità è:
Sindaco € 2.788,86
Vicesindaco € 1.394,43
Assessore € 1.254,99
Consiglieri: gettone di presenza di € 18,07
Per lavoratori dipendenti e pensionati i compensi sono ridotti del 50%
Di  attndiamo risposta dal Sindaco  (inviato il 27/05/2011 @ 17:30:05)
# 42
#41
mensile o annua?
Di  ??  (inviato il 27/05/2011 @ 17:36:53)
# 43
#42
Mensile lorda.
Di  attendiamo risposta dal Sindaco  (inviato il 27/05/2011 @ 17:54:42)
# 44
ah pero'!!!
speriamo che se li guadagnino , almeno!!!
Di  aaa  (inviato il 27/05/2011 @ 18:04:57)
# 45
Commento 10
Mimmo, leggiti il resoconto dell’intervento del Dr Fabio Rossini durante l’incontro tra candidati sindaci del 10 maggio 2011, incontro da te stupidamente disdegnato.

Ti riporto alcuni frammenti:
«L’atteggiamento della amministrazione uscente è stato improntato ad una sostanziale chiusura alla partecipazione democratica delle minoranze. Lo si è visto a vari livelli tra i quali sottolineiamo:
1) la mancata convocazione dei capigruppo.
La riunione periodica dei capigruppo ha lo scopo di mettere al corrente i capigruppo dei progetti in corso di sviluppo all’interno della Amministrazione, e recepirne i commenti e le proposte, oltre alle critiche. Durante questo mandato elettorale, tali convocazioni, dopo la prima per altro male organizzata [Ndr: da Mimmo Prete] e inconcludente, non si sono mai verificate.
Vorremmo a tal proposito conoscere quale tipo di impegno sarà preso in tale senso dai candidati Sindaci.»

Cosa vai sfrucugliando sulle riunioni dei capigruppo, tu che fosti il primo a boicottarle quando sedevi, immeritatamente, sui banchi della maggioranza?
Se tu fossi venuto all’incontro, avresti sentito i candidati sindaci impegnarsi al rispetto di quello che hai chiesto con tanta enfasi al punto da far parere una tua geniale idea una semplice richiesta di vita democratica.
Ma se tu fossi venuto all’incontro, forse, avresti preso qualche voto in più.
Ecco perché siamo felici della tua incivile assenza giustamente conclusasi con la tua sconfitta.
Di  il giustamente trombato  (inviato il 27/05/2011 @ 18:50:12)
# 46
Commento 1
Non ti sbagliavi.
Di  previsione azzeccata  (inviato il 27/05/2011 @ 19:08:03)
# 47
...una nota di rammarico...ma molti avranno fatto finta di non avere visto il mancato incontro di pugilato fra elio e giorgio alla fine del consiglio...ognuno è libero di manifestare la propria IMBECILLITA' come suggerisce l'intelligenza....e che dire degli interventi dei tre moschettieri...comunicati preparati a dovere da chi mobbing o violenza psicologica conosce bene. Rabbia di chi ha perso l'occasione del POTERE e non la possibilità di poter fare
Di  VERGOGNA  (inviato il 27/05/2011 @ 22:21:22)
# 48
#40 #37
i pentimenti si sarebbero potuti evitare cercando una alleanza con la Radice??? peccato!!
Di  l'unione fa la forza  (inviato il 27/05/2011 @ 23:17:42)
# 49
Ho riletto il mio commento 44 e non mi e' piaciuto.
La problematica che volevo sollevare, veramente doveva essre un'altra.
Cio' e' quello che succede quando si "parla"di getto senza riflettere".
Riprendero' l'argomento piu' avanti.
Buona giornata.
Di  aaa  (inviato il 28/05/2011 @ 08:11:36)
# 50
#48
l'alleanza e' fattibile se c'e' una condivisione di idee, principi, programmi, progetti.
L'alleanza creta solo per vincere non e' nella mia ottica e la considero una scelta squallida.
Di  aaa  (inviato il 28/05/2011 @ 08:36:57)
# 51
egregi ingegneri che vi troviate in linea, vi prego, inventate un sistema automatico che rilevando la presenza di un essere vivente dentro l'auto, a certe condizioni di temperatura, quando l'auto si trovi ferma e chiusa, apra automaticamente i finestrini e telefoni al proprietario del veicolo....
Di  bambini che muoiono chiusi in auto  (inviato il 28/05/2011 @ 09:45:42)
# 52
#riguardo all'incontro di pugilato politico....si riesce a sapere qualcosa di piu da chi era nelle vicinanze del ring? indipendentemente dall'essere di parte obiettivamente?
Di  la verità è una sola smpre una sola  (inviato il 28/05/2011 @ 15:46:40)
# 53
# 37
#8
"....se tutti avessimo fatto come te ... ora non avremmo nessun rappresentante"
meglio nessun rappresentante o un Prete sindaco? domanda un poco provocatoria!
Di  provocazione  (inviato il 28/05/2011 @ 15:51:39)
# 54
52...insulti reciproci..e poi il tuset e partito...si e' alzato in piedi inveendo contro il suo rivale...AVETE PIU' DI 60 ANNI!!METTETEVI APPOSTO!!
Di  Dedicato a queste persone vergognose  (inviato il 28/05/2011 @ 17:11:12)
# 55
53
la coerenza e la fedelta'a qualsiasi prezzo.
Di  aaa  (inviato il 28/05/2011 @ 18:12:27)
# 56
#47
Sull’imbecillità di Elio il blog ha scritto, in passato, fiumi di parole e altri fiumi è disposto a scrivere quando se ne presenterà l’occasione.
Ma, ti ricordo, che il blog vive dei commenti che ciascuno, assumendosene la responsabilità scrive.
Se sei stato testimone del mancato incontro di pugilato, fatti parte diligente e, in un tuo commento, descrivicelo, così lo potremo a nostra volta commentare.
Grazie.
Di  aaa cercasi testimoni diretti  (inviato il 28/05/2011 @ 21:30:21)
# 57
Come si fa a fare politica.
Una lezione di politica, i tre esponenti di Nuova Tavernerio ce l’hanno data.
Argomenti da esporre: nessuno.
Solo livore.
Ma pur dal nulla, hanno saputo creare quello che, per un politico, è essenziale: la visibilità.
In tre, hanno recitato tre discorsetti praticamente uguali, dove hanno potuto esprimere la loro “vis polemica”, non quella seria e costruttiva, ma quella sterile e di infimo livello, ma pur sufficiente a suscitare nei più, che non esercitano il senso critico sui contenuti, ma percepiscono soltanto il moto ed il tono espresso da una persona, confondendo l’aggressività con l’intelligenza.
Un’esibizione penosa, ma, per molti, la certezza di avere in Consiglio i Tre Moschettieri.
E D’Artagnan in platea a preparare la carbonara.
Di  i tre Moschettieri  (inviato il 28/05/2011 @ 21:48:19)
# 58
#57
I tre moschettieri di Tavernerio: Muccos, Porcos e Ciaparàtt
Di  sono loro  (inviato il 28/05/2011 @ 21:52:47)
# 59
#57
E’ doveroso ricordare che Tavernerio vanta un campione del nulla travestito da politico: Pierluigi Invernizzi.
Forte della sua prestanza fisica e di una voce poderosa ha saputo materializzare, per anni, il vuoto intellettuale e trasformarlo il leadership politica rivelatasi, purtroppo tardivamente, nella sua vera consistenza.
La consistenza di una flatulenza.
Di  flatus voci  (inviato il 28/05/2011 @ 22:11:09)
# 60
Muccos, Porcos e Ciapàratt, novelli ciceroni, hanno pronunciato le loro identiche Catilinarie contro l’assessore esterno Walter Grisotto: le Grisottarie di Tavernello.
Partiti in tromba con il loro «Quo usque tandem abutere, Grisotto, patientia nostra?», a differenza di Cicerone, si sono dimenticati di spiegare le colpe di Grisotto.
Tanto astio perché è un incapace?
Ce lo dicano, che insorgeremo anche noi.
Perché abita a Lora ed ha lavorato a Ponna?
Neanche ai tempi del fascismo queste colpe sarebbero bastate, non dico per condannarlo, ma solo per mandarlo al confino.
Qualunque persona dotata di un minimo di buon senso avrebbe posto al Sindaco la sola domanda intelligente proponibile: visto che non conosciamo Grisotto, ci può indicare il perché della sua nomina ad Assessore?
Ma stiamo parlando di gente dotata di buon senso e, quindi, di un’altra storia.
Di  le Grisottarie  (inviato il 28/05/2011 @ 22:31:10)
# 61
Una domanda alla D.ssa Rossella Radice, non nella sua veste di Sindaco, ma di Medico.
Viste le tre filippiche di Muccos, Porcos e Ciapràtt, sostanzialmente uguali, solo differenziate da recitazioni diverse, rilevata una immotivata tendenza all’opposività, con manifestazione di malcelata collera e la ripetizione ossessiva-compulsiva di “controlleremo”, “vigileremo”, “ci opporremo”, completata da richiami coprolalistici, non è pensabile che l’autore/ispiratore delle filippiche sia affetto da sindrome di Tourette?
Di  La sindrome di Tourette  (inviato il 28/05/2011 @ 22:59:28)
# 62
Concordo nella sostanziale ripetitività dei tre Moschettieri, ma bisogna riconoscere a Muccos un barlume di diversità.
Parlando di Ponna, Muccos ha sviluppato il suo peana, incantata dalle immagini di prati verdi, valli ubertose, dolci declivi, eccetera, eccetera.
Io ho sentito, per un momento, aleggiare il «Va, pensiero, sull'ali dorate; Va, ti posa sui clivi, sui colli, Ove olezzano tepide e molli, L'aure dolci del suolo natal! ».
Evidentemente la poesia ha prevalso sull’invettiva, richiamata dal pensiero del dolce pascolo.
Di  Va, ti posa sui clivi, sui colli  (inviato il 28/05/2011 @ 23:10:09)
# 63
Dobbiamo prendere atto che, sotto il profilo sintattico e grammaticale, le tre invettive recitate da Muccos, Portos e Ciapàratt, stavano in piedi.
La cosa ci ha meravigliato assai, conoscendo le capacità dialettiche di Mimmo e Monica (nulla invece conosciamo di Sergio Larotonda).
Bene.
Nonostante ciò, Monica Citeroni, l’indimenticabile Mucca Carolina, è riuscita a pronunciare la sua vaccata.
Rivolta al Sindaco, a proposito della presenza il Consiglio di donne, si è esibita in un «bastava che…».
Monica, in italiano: sarebbe bastato che...
Di  l'italiano non è il suo forte  (inviato il 28/05/2011 @ 23:23:51)
# 64
Ci scusiamo con l'Assessore Walter Brisotto.
Nel commento 60 abbiamo riportato, erroneamente, Grisotto anziché Brisotto.
Ne siamo dispiciuti.
Di  errata corrige # 60  (inviato il 28/05/2011 @ 23:35:35)
# 65
Il Corriere della Sera, 28 maggio 2011
DEAUVILLE, BERLUSCONI A OBAMA:
DA NOI DITTATURA DEI GIUDICI DI SINISTRA
MILANO- Silvio Berlusconi ha parlato di giustizia e politica italiana con Barack Obama, al G8 francese in corso a Deauville. «Noi abbiamo presentato la riforma della giustizia e per noi è fondamentale, perché in questo momento abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra»

Quasi, quasi mi sembra meglio Cosimo Prete.
Di  cose incredibili  (inviato il 28/05/2011 @ 23:43:07)
# 66
«Mr Berlusconi is not speaking in my name»
Di  «Mr Berlusconi is not speaking in my name»  (inviato il 28/05/2011 @ 23:57:03)
# 67
Non ho condiviso le espressioni, a tratti farsesche, del centrosinistra durante il primo Consiglio Comunale.
Ma sono cose minute che passano. Conteranno, limpidamente, i prossimi anni di amministrazione della cosa pubblica sviluppata dalla maggioranza. L’esecutivo e il Sindaco avranno necessità di sostanziarsi in provvedimenti responsabili e incisivi, a servizio della comunità. Incontro al disagio e sugli ambiti più delicati e meno tutelati. I bambini, i vecchi, l’energia, il nostro habitat.
Questo territorio l’abbiamo in prestito. Altri lo abiteranno. Per altri uomini sarà casa, lettura, incontro e orizzonte. Dei bisticci delle parole e delle mani, dei tentavi di lasciare tracce in un Consiglio Comunale non rimarrà nulla. Anche perché la nostra comunità civile non ha nemmeno un vero archivio comunale dentro la “casa di cristallo”.
Le scelte che cullano la vita degli uomini sono spesso realizzazioni silenziose, decise.
Fatte con i tendini e il respiro.
Perché questa terra l’abbiamo in uso.
Il nostro respiro é per sempre.
Di  giovanni aiani  (inviato il 29/05/2011 @ 10:29:42)
# 68
Il Corriere della Sera, 29 maggio 2011.
Ecco il comunicato stampa inviato dallo staff di Pisapia: « Il 28 maggio del 1980, trentun’anni oggi, Walter Tobagi, giornalista coraggioso del Corriere della Sera, che indagava sugli “anni di piombo” in Italia, fu ucciso dai terroristi a Milano. Il suo nome rimane anno dopo anno un punto di riferimento della difesa della democrazia italiana. Quell’assassinio non ha cancellato ciò che Tobagi rappresentava. Lo ricordo oggi con le parole che per lui ebbe uno dei protagonisti della resistenza italiana, Leo Valiani: "L'Italia repubblicana non ha fatto, sotto i colpi del terrorismo, la stessa fine dell'Italia liberale sotto i colpi dello squadrismo. Lo si deve anche ad uomini come Tobagi ed al loro sacrificio. Buono, generoso quale era, se fosse rimasto in vita, non se ne vanterebbe. Ma noi gli dobbiamo sempre un accorato omaggio!»
Di  persone da ricordare  (inviato il 29/05/2011 @ 16:21:09)
# 69
Condivido pienamente il commento 67, firmato Giovanni Aiani, tranne che su un punto.
Egli dice di non aver condiviso le “espressioni … del centrosinistra”.
Non credo proprio che la lista Nuova Tavernerio possa essere definita di “centrosinistra”.
Più “sinistra” spinta di così, si muore!
Di  manca il centro, solo sinistra  (inviato il 29/05/2011 @ 16:39:22)
# 70
Cosimo Prete, nel suo show in Consiglio, ha tenuto a rimarcare che anche lui “ce l’ha duro”.
Credo che molti abbiano frainteso.
Non si riferiva a quella parte del corpo che serve per la riproduzione.
Sotto questo profilo nessuno nega a Mimmo il suo invidiabile primato.
Lui si riferiva al comprendonio.
Duro di comprendonio.
Ma anche sotto questo profilo nessuno nega a Mimmo il suo poco invidiabile primato.
Di  duro di comprendonio  (inviato il 29/05/2011 @ 16:46:46)
# 71
Le esternazioni patetico-comiche di Muccos, Porcos e Ciapàratt, hanno polarizzato l’attenzione della seduta di Consiglio del 26 maggio 2011, ma anche l’ex Assessore e neo Assessore Fabio Gatti ha recitato il suo piccolo show.
Attaccato direttamente da Cosimo Prete per essersi spostato con grande disinvoltura da sinistra a destra per assicurarsi il cadreghino, non ha avuto nulla da dire, forse perché ha riconosciuto che Mimmo non aveva tutti i torti. Fabio Gatti, infatti, un po’ banderuola lo è.
Invece, quando Mimmo si è lanciato nella filippica contro l’Assessore esterno Walter Brisotto che non abita a Tavernerio, Gatti, non avendo seguito il filo logico della filippica, si è sentito chiamato in causa, visto che lui abita a Lipomo ed ha reagito impropriamente.
Mi dispiace per il Sindaco Rossella Radice, che stima molto il suo Assessore Gatti, ma, anche lui, ce l’ha duro.
Il comprendonio.
Di  un'altro duro di comprendonio  (inviato il 29/05/2011 @ 17:41:23)
# 72
Molti ci chiedono se “Tavernerio Città” ha preso accordi elettorali con “Tavernerio … il nostro paese” visto che, sul blog, si sono letti molti commenti sfavorevoli verso Cosimo Prete e pochi verso Rossella Radice.
Ribadito che sul blog può scrivere chiunque e non è per volontà di “Tavernerio Città” che molti estimatori di Rossella Radice hanno usato il blog mentre non lo hanno usato gli estimatorio di Cosimo Prete, risponde alla domanda l’evidenza dei fatti.
“Tavernerio Città” ha un suo rappresentante in minoranza.
Se “Tavernerio Città” fosse confluita in “Tavernerio … il nostro paese” avrebbe almeno un Assessore e qualche Consigliere in maggioranza.
Il fatto che molti di “Tavernerio Città” abbiano preferito la vittoria di Radice, non è segno di segreti accordi, ma di preferenza per il male minore.
Riportiamo, perché migliore di ogni altra spiegazione, un apologo di Esopo, letto il 2 marzo 2008 fra i commenti alla fotografia del cartello stradale con Tavernello.
Di  il male minore  (inviato il 29/05/2011 @ 18:12:35)
# 73
Nel tempo in cui leggi egualitarie facevano prosperare Atene, la libertà sfrenata sconvolse lo stato e l'anarchia sciolse i freni di un tempo.
A questo punto, in seguito a un accordo tra le fazioni politiche, Pisistrato occupò l'acropoli e si fece tiranno.
Gli Ateniesi iniziarono a piangere la loro dolorosa schiavitù, non perché il tiranno fosse crudele, ma perché è gravoso ogni peso per chi non è abituato e fu allora che Esopo narrò questa storiella.
Un tempo, le rane, abituate a girare liberamente nei loro stagni, con gran chiasso domandarono a Giove un re che con la forza reprimesse la maniera sregolata di vivere.
Il padre degli dei rise e diede loro un travicello che, appena gettato, atterrì con il suo tonfo e con il movimento improvviso dell'acqua la pavida genia.
Le rane rimasero immerse nel pantano per un bel po' di tempo; quand'ecco che una, senza fare rumore, tira su la testa dallo stagno e dopo avere esaminato il re, chiama fuori tutte le altre.
Quelle, lasciato ogni timore, a gara si precipitano nuotando e in massa, sfacciatamente, saltano sopra il pezzo di legno.
Dopo averlo insozzato con ogni tipo di oltraggio, alcune di loro inviarono un'ambasceria a Giove per avere un altro re, perché quello che era stato dato era una nullità.
Allora Giove mandò loro un serpente che con i suoi denti aguzzi cominciò ad afferrare le rane a una a una.
Incapaci di difendersi, le rane cercano invano di sfuggire alla morte; la paura toglie loro la voce.
Infine, di nascosto, affidano a Mercurio l'incarico di pregare Giove che le soccorra nella calamità.
Ma il Re degli dei rispose: "Poiché non avete voluto sopportare il vostro bene, rassegnatevi a sopportare questo male".
"Anche voi, cittadini", disse Esopo, "tollerate questo male, perché non ne venga uno più grande".
Di  il male minore  (inviato il 29/05/2011 @ 18:13:16)
# 74
Per chi ama ancora il latino.

«Postquam immoderata libertas Atheniensium mores corrùpit et licentià legum frenum solvit, Pisistràtus tyrannus arcem occupavit.
Tum Atheniensibus tristem servitutem flentibus, non quod tyrrannus crudelis esset, sed quia civibus dominazioni insuètis omne onus grave erat, Aesopus hanc fabulam narravit.
Olim ranae errantes liberae in paludibus magno cum clamore ab Iove petivèrunt regem ut dissolutos mores vi compescéret.
Pater deorum risit atque ranis dedit tigillum, quod magno strepitu in stagnum cecìdit.
Dum ranae, metu perterrìtae, in limo latent, una tacìte e stagno caput protulit et, explorato rege, cunctas evocavit.
Aliae ranae, timore deposito, supra lignum insiluèrunt et inutile tigillum omni contumelia laesèrunt, postea ad Iovem nonnullas miserunt ut alium regem petérent.
Tum Iuppiter misit horribilem hydrum, qui ingentem ranarum caedem fecit.
Frusta miserae ranae per totam paludem currebant ut mortem vitarent; denìque furtim ad Iovem Mercurium misèrunt petiturum ut ille rursus infelices adiuvaret.
Tunc contra deorum rex dixit: "Quia noluistis vestrum bonum ferre, nunc malum vestrum perferte!".
Etiam Aesopus Athenienses ita admonuit: "Vos quoque, cives, servitutem ferte, ne malum maius vobis veniat."»
Di  il male minore  (inviato il 29/05/2011 @ 18:14:00)
# 75
Una curiosità.
La traduzione in italiano conta 1487 (spazi esclusi)
Il testo in latino conta 1058 (spazi esclusi)


Di  concinnità  (inviato il 29/05/2011 @ 18:17:23)
# 76
#67
#69
Chi sarebbero i candidati di “centro”?
Io riconosco solo candidati di sinistra e di estrema sinistra.
Di  centrosinistra? ma dove!  (inviato il 29/05/2011 @ 22:12:41)
# 77
non ho condiviso toni e quasi tutti i contenuti dei tre consiglieri di nuova tavernerio, anche se su un punto (che è un quesito) proposto da Mimmo Prete mi trovo in sintonia: perchè scegliere un assessore esterno quando vi erano nella lista Radice professionalità qualificate ad assolvere a tale ruolo?
Tavernerio non è in grado di esprimere un assessore all'urbanistica? Non è che lo slogan elettorale della lista Radice: padroni delle nostre frazioni, sia fortemente contraddetto dal cedimento a imposizioni centraliste di controllo da parte della segreteria provinciale leghista, che richiama vecchi e non rimpianti schemi politici poco democratici? Per questi dubbi chredo che la scelta dell'assessore esterno Brisotto (che può anche essere professionista capace e preparato), sia sbagliata e irrispettosa della nostra cittadinanza, compresa e a maggior ragione quella leghista.
Di  così non va  (inviato il 29/05/2011 @ 23:22:06)
# 78
Tutti pronti a criticare prima ancor di aver almeno sentito parlare o agire Brisotto. Radice è il nostro Sindaco,non dimentichiamolo: se lo ha scelto, sicuramente lo avrà fatto con coscienza. Lo sapevate che sabato il nostro sindaco era presente all'inaugurazione del basket, alla festa dell'asilo e alla premiazione dei bambini a Ponzate???
Di  opportunità  (inviato il 30/05/2011 @ 08:16:24)
# 79
#77
Io ho votato per Tavernerio Città e non nutro per la Lega una particolare simpatia, ma non condivido l’idea che la scelta di un assessore esterno sia “sbagliata e irrispettosa per la cittadinanza”.
Credo che attribuire assessorati sulla base delle preferenze e non delle competenze richiami vecchi e non rimpianti schemi politici, forse molto democratici, ma poco funzionali.
La cittadinanza ha bisogno di competenza e la competenza non corrisponde ai voti di preferenza.
La deprecata amministrazione Giovanni Rossini insegna:assessori sì di Tavernerio, ma a competenza zero, al punto che, di fatto, era il sindaco a prendere ogni decisione.
Quando avremo visto Brisotto all’opera potremo giudicare, ora no.
Di  giudicheremo a tempo debito  (inviato il 30/05/2011 @ 10:59:49)
# 80
#77
Io ho votato per Tavernerio Città e non nutro per la Lega una particolare simpatia, ma non condivido l’idea che la scelta di un assessore esterno sia “sbagliata e irrispettosa per la cittadinanza”.
Credo che attribuire assessorati sulla base delle preferenze e non delle competenze richiami vecchi e non rimpianti schemi politici, forse molto democratici, ma poco funzionali.
La cittadinanza ha bisogno di competenza e la competenza non corrisponde ai voti di preferenza.
La deprecata amministrazione Giovanni Rossini insegna:assessori sì di Tavernerio, ma a competenza zero, al punto che, di fatto, era il sindaco a prendere ogni decisione.
Quando avremo visto Brisotto all’opera potremo giudicare, ora no.
Di  giudicheremo a tempo debito  (inviato il 30/05/2011 @ 11:00:18)
# 81
l'assessore fabio gatti secondo me è vergognoso, soprattutto dopo aver letto il compenso mensile che percepisce.
è salito su tutti i treni...basta esserci...voleva fare il vice-sindaco?
mi sembra un comportamento squallido e comunque opportunista.
si è mai seriamente occupato dei problemi del centro civico?
cos'ha fatto per meritarsi un compenso mensile dell'importo sopra indicato?
si vergogna? nooooo, sempre in prima fila...bastasse essere medico per essere stimati...!!!
Di  boh  (inviato il 30/05/2011 @ 11:02:43)
# 82
#81
Il problema non è quanto prende l’Assessore Fabio Gatti, ma cosa fa.
Nei 5 anni trascorsi come Assessore della Giunta Giovanni Rossini, non ha fatto poco o nulla, al punto da venire chiamato da tutti il Gatti dei miei stivali.
Forse era il parasindaco che lo “castrava”.
Speriamo che il Sindaco Rossella Radice sappia dargli una scossa e attivargli la corteccia cerebrale.
Di  sarà possibile?  (inviato il 30/05/2011 @ 14:58:09)
# 83
#78
si, non era un pò spaesata? del resto la conoscono in pochi. apprezzabile la presenza...speriamo voglia davvero conoscere la realtà del paese.
le due guardie del corpo alla festa dell'asilo non mi è piaciuta!
Di  opinione personale  (inviato il 30/05/2011 @ 15:01:15)
# 84
PAR DI CAPIRE:
-è vergognoso far l'assessore perchè si percepisce un compenso quando ci si chiami Gatti
-nelle elezioni comunali in presenza di liste civiche (e quindi liste non rappresentative di partiti )cambiare per posizionarsi con persone che rappresentano le proprie idee è comportamento squallido e opportunista se ci si chiama Gatti
- non essersi mai occupato del centro civico è cosa grave!
- cosa ha fatto per meritarsi tale compenso?: non conosco questo gatti ma penso che se una persona "onesta" decide di dedidare il suo tempo e la sua esperianza e il suo impegno nella politica comunale nella speranza di dare un contributo per il bene di tutti sia persona meritevole di rispetto: non credo che avesse bisogno del compenso di vicesindaco per bisogno economico per ambizione solo lui lo può sapere : concludendo
come letto nel commento #79 Quando avremo visto Brisotto all’opera potremo giudicare, ora no.
vale per tutti
Di  i giudizi affrettati e i pregiudizi  (inviato il 30/05/2011 @ 15:06:18)
# 85
per il commento 78: a me è sembrata a suo agio, contornata da mamme e bambini. Le due guardie del corpo erano carinissime: sua figlia e un cagnolino. POi quando mai il nostro buon Rossini con o senza guardie ha messo piede all'asilo?
Di  bravo sindaco  (inviato il 30/05/2011 @ 15:45:46)
# 86
#84
Io ho capito un’altra cosa.
1) Non è mai vergognoso fare l’assessore, sia che ci si chiami Gatti o Pincopallino, e non è assolutamente vergognoso percepire un compenso che, oltretutto, per un professionista è decisamente irrisorio.
2) Nelle elezioni comunali passare da una lista civica all’altra non è sicuramente squallido e opportunista, sia che ci si chiami Gatti o Pincopallino, ma certo qualche perplessità la lascia visto che dietro alle liste civiche, piaccia o no, ci sono precise ideologie. E’ vietato cambiare idea? Certo che no, però se uno le cambia molto spesso e salta da un estremo all’altro …
3) Non essersi occupato del proprio assessorato è grave e non depone bene per il nuovo Assessore, ma quello che importa è quello che Gatti farà, non tanto quello che non ha fatto prima.
Concordo nell’idea di attendere le persone all’opera e poi giudicare.
Io conto molto su Rossella Radice.
Di  attendiamo le opere  (inviato il 30/05/2011 @ 17:57:39)
# 87
Dice oggi sul Corriere della sera Francesco Alberoni nell'articolo dal titolo "I molteplici rischi di chi è abituato a vincere"
......"Ma sono molti coloro che, di fronte ad una sconfitta inattesa, reagiscono in modo scomposto, con gesti improvvisati che, anzichè aiutarli, li danneggiano".
Di certo Alberoni pensava a Mimmo.
Di  Mimmo Alberoni  (inviato il 30/05/2011 @ 18:09:03)
# 88
ma chi sono sti assessori e quale delega hanno?
Di  un elenchino grazie  (inviato il 30/05/2011 @ 18:13:48)
# 89
Il passato del Dr Fabio Gatti, può essere letto in due modi.

Il primo: Gatti è un inetto.
Se è così, lo era e lo sarà.
Triste scelta quella del Sindaco Radice.

Il secondo: Gatti è persona capace (anche se non di forte carattere).
Fu nominato assessore da Giovanni Rossini per rispetto alle preferenze, così come lo fu Domenico Di Gregorio, ma, sia Gatti sia Di Gregorio, furono impediti dal sindaco di operare.
Gatti, un po’ cacasotto, ha subito fino all’ultimo, non senza liti furibonde con il sindaco.
Di Gregorio, con un carattere un po’ più deciso, come ha cercato di far valere una sua idea, è stato cacciato con ignominia.
Questo è il risultato di due assessorati affidati a gente del paese sulla base delle preferenze, ma che non godevano della fiducia e della stima del sindaco.
Certo due aquile non erano, anche se l’idea di Di Gregorio era sicuramente migliore di quella imposta dal sindaco, ma ricordiamoci che sono sempre stati commissariati dal sindaco che non ha mai consentito loro di esprimersi.
Ritorna quindi la domanda: è meglio un assessore esterno capace o un assessore del paese incapace o nominato solo sulla base delle competenze?
Le preferenze, purtroppo, non sono indice di competenza.
Speriamo che la scelta di Gatti assessore dia ragione al Sindaco Radice.
Di  esterno o interno, questo è il problema  (inviato il 30/05/2011 @ 18:15:05)
# 90
#88
Gianvittorio Redenti: vicesindaco con delega ai Lavori pubblici
Simone Riccardi: Bilancio, Sport e Associazioni sportive
Fabio Gatti: Politiche giovanili, Associazioni, Tempo libero, Ambiente, Ecologia
Walter Brisotto: Urbanistica.
I Sindaco tiene: Servizi sociali, Scuola, Cultura e Personale.
Di  la Giunta Radice  (inviato il 30/05/2011 @ 18:33:24)
# 91
La Repubblica, 30 maggio 2011
PISAPIA: "OGGI ABBIAMO LIBERATO MILANO"
GLI AUGURI DELLA MORATTI AL NUOVO SINDACO
Il candidato del centrosinistra ha ottenuto il 55,1 per cento delle preferenze, contro il 44,9
del primo cittadino uscente. "La città aveva bisogno di cambiare e il voto lo ha confermato"
Il centrosinistra si riprende Milano dopo 18 anni. E lo fa con Giuliano Pisapia, che prima ha sconfitto Stefano Boeri alle primarie e poi, dopo il clamoroso successo al primo turno, ha battuto il sindaco uscente Letizia Moratti alle primarie con un risultato netto: 55,1 per cento contro il 44,9. "Abbiamo liberato Milano", ha detto il nuovo sindaco, a risultato acquisito, nel suo quartier generale al Teatro dell'Elfo. Non prima di aver dedicato un pensiero ai soldati feriti in Afghanistan, però, e di aver ringraziato la stessa Moratti per gli auguri che gli aveva fatto non appena il dato era stato ufficializzato.
Di  mi spiace per Rossella  (inviato il 30/05/2011 @ 19:04:14)
# 92
Il Corriere della Sera, 30 maggio 2011
PISAPIA E DE MAGISTRIS SONO SINDACI
SCONFITTA PDL, BONDI RIMETTE IL MANDATO
Il centrosinistra conquista Milano e Napoli, ma anche Trieste e Cagliari. Bersani: la maggioranza non c'è più
Di  mi spiace per Rossella  (inviato il 30/05/2011 @ 19:25:30)
# 93
l' italia del futuro?MUSULMANA,PIENA DI FANCAZZISTI(chi vota sinistra) E DROGATI(i ragazzi dei centri sociali..)CHE BEL FUTURO CHE SI PROSPETTA PER I NOSTRI FIGLI....
Di  ROSSO MAI  (inviato il 30/05/2011 @ 21:36:53)
# 94
Sono convinto che Brisotto (che sia stato liberamente scelto o meno liberamente suggerito) abbia la possibilità di fare un ottimo lavoro a Tavernerio, ma ritengo che Tavernerio non avesse la necessità e l'urgenza di un assessore esterno.
Di  suggeritore  (inviato il 30/05/2011 @ 21:46:25)
# 95
Ho visto al tg3 l'attesa dei due candidati sindaci di Varese, insieme.
Mi è parso avversari nella politica ma reciprocamente rispettosi, come rispettosa è stata la loro campagna elettorale. Come a Tavernerio un bell' esempio nel modo di concorrere, vedremo poi nell'amministrare.
Di  bell'esempio  (inviato il 30/05/2011 @ 21:52:32)
# 96
93 puoi sempre trasferirti in svizzera...una crosta di formaggio magari te la buttano...ratt.
Di  ratt italian  (inviato il 30/05/2011 @ 21:56:50)
# 97
meglio ratt che disagiato come te...
Di  ROSSO MAI  (inviato il 30/05/2011 @ 23:08:57)
# 98
su gatti fabio non sono d'accordo.
e' giustissimo percepire un compenso, assolutamente, ma se lavori, se ti impegni, se affronti sul campo i problemi.
chi lo ha mai visto.
mi sbaglio o neanche sapeva che al centro civico era stata posizionata una piscina ad uso degli avventori?
facile dare la colpa alla dittatura del sindaco.
molto meglio ribellarsi e uscire di scena con dignità!
poi è vero che in campagna elettorale era solito sparlare di qualche suo compagno di lista?
poi come ci si può ritrovare in idee tanto diverse come quelle delle amministrazioni di cui ha fatto parte?
questo è il mio pensiero!
Di  Anonimo  (inviato il 31/05/2011 @ 09:22:43)
# 99
#98
Conosco Fabio Gatti da una vita.
Ho fortissimi dubbi sulla sua volontà di lavorare seriamente come Assessore.
Ho fortissimi dubbi sulle sue capacità come Assessore.
Sicuramente, se avesse avuto un minimo di dignità, avrebbe dato le dimissioni e non avrebbe accettato di farsi trattare come una pezza da piedi dal parasindaco Giovanni Rossini.
Non ho notizie sul suo comportamento in campagna elettorale.
Sicuramente Fabio Gatti, come cantava il Duca di Mantova, «è mobile, qual piuma al vento, muta d’accento e di pensiero»
Non conosco Rossella Radice, ma spero in lei.
Questo è il mio pensiero.
Di  il Fabio è mobile, qual piuma al vento  (inviato il 31/05/2011 @ 10:45:33)
# 100
#94
Molti sono convinti che sarebbe stato meglio affidare l’Urbanistica ad un Assessore di Tavernerio.
In linea di principio, anch’io sono d’accordo.
Vediamo però i possibili candidati: Stefano Aiani, Mauro Montini, Eliano Noseda, Amorino Pontiggia, Lorenzo Pozzi.
Tu chi avresti scelto?
Di  la domanda è per tutti  (inviato il 31/05/2011 @ 10:53:38)
# 101
Io avrei scelto un esterno...
Di  la risposta è una sola  (inviato il 31/05/2011 @ 11:00:58)
# 102
Stefano Aiani, Mauro Montini e Lorenzo Pozzi, sono troppo giovani per assumere assessorato impegnativo come quello dell’urbanistica.
Restano Amorino Pontiggia e Eliano Noseda.
A chi l’assessorato?
Di  a chi?  (inviato il 31/05/2011 @ 15:08:56)
# 103
il problema della lega è sempre quello: (mod ironico on) ha elementi di così grande caratura (mod ironico off) che poi a quei pochi che capiscono qualcosa fanno fare di tutto, dal segretario cittadino di como, al vicesindaco a ponna, al consigliere della como servizi urbani, all'assessore a tavernerio...
Di  cervelloni padani  (inviato il 31/05/2011 @ 16:01:28)
# 104
se avesse vinto cosimo prete cosa avreste scelto?
TUTTI ESTERNIIIIII!!!!!??????
Di  Anonimo  (inviato il 31/05/2011 @ 17:42:32)
# 105
#83 e 85
le guardie del corpo erano pozzi e montini che non sono esattaemnte la figlia e il cane...molto peggio!!!
Di  opinione personale  (inviato il 31/05/2011 @ 17:45:31)
# 106
#104
Certo!
Compreso il sindaco.
Di  nella tragedia, tutti esterni  (inviato il 31/05/2011 @ 17:46:00)
# 107
Il Corriere della Sera, 31 maggio 2011
«SE VINCE DE MAGISTRIS MI SUICIDO»
Con la sua proverbiale ironia e un pizzico di simpatica strafottenza [Clemente Mastella] aveva dichiarato a fine aprile durante il programma Un giorno da Pecora di Radio2: «Se Luigi de Magistris va al ballottaggio mi suicido».

Umberto Bossi, il Senatùr, prima delle ultime amministrative aveva dichiarato: «Se Pisapia vince a Milano mi taglio le balle».

“Promissio boni viri est obbligatio”
(Le promesse delle persone per bene sono un impegno che va mantenuto e concretizzato)
Di  promissio boni viri ...  (inviato il 31/05/2011 @ 17:49:50)
# 108
#105
Avresti preferito due esterni?
Di  il male minore  (inviato il 31/05/2011 @ 17:52:58)
# 109
#102
Sarebbe bello che gli stessi Amorino e Eliano rispondessero.
Di  attendiamo risposta  (inviato il 31/05/2011 @ 18:18:31)
# 110
meglio gente come pozzi e aiani con poca esperienza che gente che vive da 30 anni in comune e ci capisce zero...
Di  27 voti presi  (inviato il 31/05/2011 @ 19:56:38)
# 111
Riprendo il commento 44, dove dicevo, riferendomi alle indennità percepite dagli amministratori , "speriamo se li guadagnino almeno".
La questione non è tanto l'importo in se stesso ma se la persona che lo percepisce è in grado di svolgere adeguatamente il compito a Lei assegnato.
Tavernerio Città presentava un progetto di energia solare, e alle spalle c'era una persona molto qualificata, presentava un progetto internet per tutti e anche qui era spalleggiata da persona qualificata, ora è da appurare se gli attuali assessori hanno la preparazione necessaria per assolvere i compiti a loro affidati.
Vanno bene la buona volontà’ e l’impegno ma oggi il nostro Paese ha bisogno d’idee, competenza, professionalità, spalle larghe e tanto coraggio. Non possiamo improvvisare.
Un esempio : Va bene gestire l’acquedotto aggiustando perdite qua e la ma se ci fosse una persona capace di progettare un qualcosa di diverso e duraturo sceglierei quella,anche se abitasse al di fuori del nostro comune, la pagherei anche molto ma quale beneficio ne avremmo a lungo andare!
Ah scusate, questi sono sogni .
Di  aaa  (inviato il 31/05/2011 @ 22:40:32)
# 112
A Tavernerio Citta'
la scelta dell'assessore esterno Brisotto è nata dal fatto che il designato all'urbanistica non è stato eletto (Cremonesi) Non mi è sembrato giusto verso i miei consiglieri una eventuale rinuncia da chi era stato votato dal paese (Cremonesi è il primo dei non eletti ndr) ed ho preferito una persona di grande professionalità non solo in ambito urbanistico ma anche amministrativo (visto che sono alla prima esperienza). La scelta è stata condivisa con il gruppo, non "calata dall'alto" come è stata venduta. Vi chiedo di seguire i consigli comunali, poichè sono abituata a parlare con i fatti: giudicherete voi stessi le capacità di Brisotto.
Il Vostro Sindaco Rossella Radice
Di  Trasparenza a Tavernerio Citta'  (inviato il 01/06/2011 @ 08:17:49)
# 113
#110
certo, sono d'accordo soprattutto per aiani che ha preso davvero tante preferenze.
non mi è piaciuto il modo e non vedo la necessità di essere lì, all'asilo, ciondolanti... fuori luogo...
ieri il sindaco è stata a scuola e si è presentata...grazie
Di  opinione personale  (inviato il 01/06/2011 @ 10:13:32)
# 114
#113
Dopo esserci lamentati per cinque anni dell’ignavia dell’amministrazione Giovanni Rossini dove ciascun amministratore faceva solo gli affari propri, ora ci lamentiamo perché dei Consiglieri comunali sono presenti sul territorio e diciamo che ciondolano e sono fuori luogo.
Perché ciondolanti e perché fuori luogo?
Un Consigliere comunale che presenzia ad una attività svolta in Comune esercita diligentemente il suo mandato, non ciondola e non può essere fuori luogo.
Non sono l’avvocato difensore di Rossella Radice, che sa difendersi benissimo da sola, ma uno dei 330 votanti per Francesco Agostinelli che si è sempre lamentato dell’inattività dei vecchi amministratori.
Ora sono pronto a lamentarmi dei nuovi, se se ne presenterà motivo, ma non a priori, per partito preso.
Di  i ciondoli?  (inviato il 01/06/2011 @ 11:30:29)
# 115
credo che sullo slancio degli ultimi 5 anni, qualcuno pensi che ci si debba sempre e solo lamentare.
i consiglieri vanno all'asilo? ci si lamenta perché erano ciondolanti.
se non ci fossero andati, ci si sarebbe lamentati lo stesso chiedendo dove erano...
vediamo di criticarli (se ce ne sarà bisogno) sulle decisioni che prenderanno o non prenderanno durante il loro mandato.
agostinelli è lì proprio per tenerci informati su quello che succederà.
Di  agoinformati  (inviato il 01/06/2011 @ 12:14:04)
# 116
silurato dalla carica di segretario della sezione lega nord di COMO l'assessore all' urbanista del comune di tavernerio BRISOTTO...
Di  Anonimo  (inviato il 01/06/2011 @ 12:41:36)
# 117
#112
Al Signor Sindaco Rossella Radice.
La ringrazio - a titolo personale, in quanto è solo Francesco Agostinelli che rappresenta Tavernerio Città – per l’attenzione ai commenti del nostro “blog” e , soprattutto, per il Suo chiarimento indirizzato a Tavernerio Città e a tutti coloro che, pur non facendo parte di Tavernerio Città, leggono e scrivono sul “blog”.
La nomina degli Assessori “per competenza” e non sulla base delle preferenze ricevute, è sicuramente condivisa dal Gruppo, considerato che, nelle precedenti elezioni, quanto Tavernerio Città riteneva di poter esprimere il Sindaco, in campagna elettorale, furono dichiarate le figure che, in caso di vittoria, sarebbero diventati Assessori, indipendentemente dalle preferenze ricevute.
[vedi sul blog l’articolo “Persone coerenti: un programma già tracciato” riportato il 22/04/2006].
Di  Ugo Angelo Magri  (inviato il 01/06/2011 @ 12:53:04)
# 118
Sullo scoramento provocato dalla vittoria di Pisapia a Milano, “ROSSO MAI” scrive il commento 93 al quale risponde “ratt italian” con il commento 96, chiuso dal successivo commento 97 sempre di “ROSSO MAI”.
Il commento 93, espurgato dalle stupidaggini (i fancazzisti votano da tutte le parti e i drogati sono presenti anche nelle case di gente “per bene”, comprese quelle di Tavernerio e non solo nei centri sociali), evidenzia due problemi reali, incombenti e difficilmente risolvibili: la crescente presenza di persone di religione diversa dalla nostra e, in particolare per la problematica che pone, di mussulmani e l’uso crescente di sostanze stupefacenti.
Argomenti no certo idonei ad essere trattai da un blog, ma, forse, anche sul blog, pur con i limiti che esso pone, si potrebbero affrontare questi argomenti.
Chi ci vuol provare?
Di  Chi ci vuol provare?  (inviato il 01/06/2011 @ 13:15:25)
# 119
ho scritto ciondolanti e non ciondoli...è diverso...
quanto al commento di Ugo Angelo Magri...
adulatore!!!
Di  Anonimo  (inviato il 01/06/2011 @ 15:49:06)
# 120
Hai ragione nel distinguere tra ciondolanti e ciondoli (anche se il commento sui ciondoli non l’ho scritto io).
Ma, precisazione per precisazione, adulare vuol dire (leggo il Garzanti): lodare in modo esagerato e insincero, di solito per interesse o per servile compiacenza; lusingare, blandire.
Io non ho nessun interesse a lusingare il Sindaco, né sento la necessità di servile compiacenza.
Quindi, il termine adulatore, non mi sembra appropriato.
Quindi, come si dice a scuola, ti sei applicato, ma potresti fare di meglio.
Rifai di nuovo e rimanda.

Nota: adulatore no, ma scassa marroni sì.
Di  Ugo Angelo Magri  (inviato il 01/06/2011 @ 17:01:29)
# 121
Magri non cambia mai.
Anzi, se possibile, con il passare del tempo si intensifica.
Di  uam in intensificazione  (inviato il 01/06/2011 @ 17:10:04)
# 122
caspita, Ugo Angelo Magri perdi colpi...
era ironica la battuta...
tuttavia, tanta attenzione per il sindaco mi "solletica"...
del resto le belle donne...
ti sei applicato, ma potresti fare meglio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! sciogliti un pò
Di  Anonimo  (inviato il 01/06/2011 @ 17:57:32)
# 123
a difesa di Magri bisogna pur dire che discernere l'ironia su di un blog è impresa assai ardua.
d'ora innanzi sarebbe consigliato mettere la faccina dopo la battuta ironica : - ) così da evitare fraintendimenti...: - )
Di  metti la faccina  (inviato il 01/06/2011 @ 18:10:40)
# 124
#122
Le “battute”, sul blog, vanno sempre bene, ironiche o no, ed io colgo sempre l’occasione per alimentare la mia regressione infantile nel rispondere ai commenti.
Sul poter fare di meglio con le belle donne, ho quale dubbio.
Alla mia età, ci si ricorda perfettamente che si deve correre dietro alle belle donne.
Ma, se per caso si raggiungono, non ci si ricorda più il perché.
Di  Ugo Angelo Magri  (inviato il 01/06/2011 @ 18:39:53)
# 125
Gentile Ugo Angelo Magri dal poco che posso conoscerla dai suoi scritti ho una forte sensazione che lei sia una persona speciale.
Di  aaa  (inviato il 01/06/2011 @ 19:03:00)
# 126
#107
A proposito di promesse.
Sergio Larotonda in Consiglio ha affermato con categorica certezza che “entro breve, torneremo a governare”.
Così l’assessore esterno non sarà più Walter Brisotto, ma Giovanni Rossini.
Di  aspettiamo il momento  (inviato il 01/06/2011 @ 20:59:20)
# 127
118 credo che spurgare il commento 93 sia come depurare acqua inquinata con un colino per il tè, credo che il titolare del commento 96 sia disturbato si, ma dai toni violenti,rabbiosi, discriminatori e razzisti del commento precedente, credo che il commento 96, anche se un po' forte, voleva essere ironico e autoironico vista la firma, credo che i temi delle diverse identità culturali e religiose e delle tossicodipendenze siano di grande attualità e interessano anche la nostra comunità, proprio per questo sarebbe utile accennarli, affrontarli o approfondirli sempre con grande rispetto,intelligenza e coscenza.
Di  coscenza e cudee  (inviato il 01/06/2011 @ 21:19:38)
# 128
...Si Si La Rotonda, intanto sei all'ultimo posto nel tavolo del consiglio comunale....Tipico atteggiamento di chi non accetta di perdere
Di  poveretto  (inviato il 01/06/2011 @ 21:36:44)
# 129
La Repubblica, 2 giugno 2011
2 GIUGNO, IL MONDO FESTEGGIA L'ITALIA
NAPOLITANO: "SIAMO UN PRESIDIO DI PACE"
ROMA - E' una Festa della Repubblica speciale quella che si è celebrata oggi a Roma. In occasione del 150° anniversario dell'Unità nazionale, sono 80 i Paesi che hanno inviato delegazioni in Italia. C'erano più di 40 capi di Stato, tra i quali il presidente russo Dmitri Medvedev, quello israeliano Shimon Peres, quello dell'Autorità nazionale palestinese Abu Mazen, re Juan Carlos di Spagna, oltre al segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. Dagli Stati Uniti è arrivato il vicepresidente Joe Biden.
Di  siamo un presidio di pace  (inviato il 02/06/2011 @ 20:20:39)
# 130
I bimbi di Tavernerio se ne vanno a scuola al Albese con Cassano.
I ragazzini di Albese con Cassano e dintorni vengono a picchiarsi a Tavernerio.
Siamo pari.
Di  siamo pari  (inviato il 03/06/2011 @ 10:43:45)
# 131
#127
Anch’io sono convinto di avere a disposizione solo un colino, ma le idee, quando sono giuste, prima o poi, fanno come i sassolini in alta montagna.
Possono dare origine alle valanghe.
Proviamoci.
Di  proviamoci  (inviato il 03/06/2011 @ 11:09:09)
# 132
#131
Dante Alighieri,
Divina Commedia, Inferno, Canto XXVIII (23-33)

Già veggia, per mezzul perdere o lulla,
com' io vidi un, così non si pertugia,
rotto dal mento infin dove si trulla.

Tra le gambe pendevan le minugia;
la corata pareva e 'l tristo sacco
che merda fa di quel che si trangugia.

Mentre che tutto in lui veder m'attacco,
guardommi e con le man s'aperse il petto,
dicendo: «Or vedi com' io mi dilacco!

vedi come storpiato è Mäometto!
Dinanzi a me sen va piangendo Alì,
fesso nel volto dal mento al ciuffetto.
Di  Dante ci ha già provato  (inviato il 03/06/2011 @ 19:23:03)
# 133
A Tavernerio non abbiamo il problema di integrazione con gli islamici, ma con Mimmo e i suoi Moschettieri.
Di  la vedo dura  (inviato il 03/06/2011 @ 19:28:08)
# 134
Il problema con gli islamici nasce dal fatto che la loro è una teocrazia.
Il problema con Mimmo nasce dal fatto che la sua è una Mimmocrazia.
Di  la mimmocrazia  (inviato il 03/06/2011 @ 19:30:39)
# 135
#134
Non dimentichiamoci che, se avesse vinto Mimmo, avremmo avuto anche necessità di confrontarci con Krishna, il protettore delle vacche sacre indiane che, nella dottrina della reincarnazione, rappresentano l’ultimo gradino prima di reincarnarsi nell’uomo, così come a Tavernerio dove una Mucca, a livello sperimentale, si è incarnata in Assessore.
Poi, visti i risultati, Krishna l’ha fatta tornare Mucca.
Di  la Mucca Carolina  (inviato il 03/06/2011 @ 19:43:21)
# 136
Anna Antonacci, il 31 maggio 2011, alle ore 14,24, scrive l’unico commento esistente su face book di Nuova Tavernerio.
Parla di nucleare e di acqua ed afferma: il 12 e 13 giugno io ci sono.
Presa dall’enfasi politica, Anna si dimentica che vive in Italia.
Traduco: il 12 e 13 giugno io ci sarò.
Di  così va meglio  (inviato il 04/06/2011 @ 17:19:41)
# 137
In politica, si dice, è fondamentale la comunicazione.
Esaminando alcuni dati, non si direbbe.

Sul blog di Tavernerio Città, l’articolo sul Consiglio comunale del 26 maggio 2011, pubblicato il 24 maggio 2011, ha registrato ad oggi, 4 giugno 2011, ore 17,30, 136 commenti.

“Tavernerio … il nostro paese”, ha articolato il forum su quattro temi: Quesiti al candidato Sindaco, Proposte e suggerimenti, Documenti, Eventi.
Documenti ed Eventi sviluppano argomenti elettorali.
Quesiti e Proposte sviluppano rispettivamente tre e quattro argomenti, molti di questi senza risposta.

Nuova Tavernerio presenta un solo commento su face book.

Concludendo: più si scrive, meno si vota!
Di  Pazienza  (inviato il 04/06/2011 @ 17:45:05)
# 138
Corriere della Sera, 4 giugno 2011
ISRAELE: RABBINO FA LAPIDARE UN CANE
L'accusa: «E' la reincarnazione di un avvocato miscredente»
«Tutto nasce da una notizia pubblicata da Hadrei Haredim, sito web che si occupa degli ebrei ultraortodossi: una corte rabbinica di Gerusalemme ha stabilito che un randagio venga lapidato a morte.
Motivo: c’è il sospetto che l’«immonda bestia» sia la reincarnazione d’un famoso avvocato, un laico impenitente, da più di vent’anni rimasto nella memoria della comunità di Mea Shearim - il quartiere degli ebrei ultraortodossi nella capitale – per avere all’epoca offeso i giudici del rabbinato locale.»

Quando la religione rifiuta la logica e diventa fanatismo, son c…zzi acidi anche per il cani.

(Contributo alla questione della integrazione tra popoli di religione diversa)
Di  un laico  (inviato il 04/06/2011 @ 18:24:08)
# 139
Durante il primo Consiglio del Sindaco Radice del 26 maggio 2011, Cosimo Prete si è rincresciuto del fatto che, avendo egli perso, sono rimasti esclusi i molti giovani facenti parte della sua lista.
Rammarico sacrosanto, visto il generale disinteresse dei giovani per la politica.
E’ un vero peccato che i pochi disponibili debbano esserne esclusi.
A loro consolazione, posso solo dire che, se avesse vinto Mimmo, sarebbero sì entrati in Consiglio, ma con dei cattivi maestri: Mimmo sindaco, Monica vicesindaco, Anna Antonacci e Giovanni Rossini assessori.
Leggete, nei commenti successivi, le prodezze dei vostri poco virtuosi maestri.
Di  kako didaskalos  (inviato il 04/06/2011 @ 19:53:54)
# 140
Durante il primo Consiglio del Sindaco Radice del 26 maggio 2011, Cosimo Prete ha sentito il bisogno impellente, prima dell’apertura dei lavori del Consiglio (chissà perché tanta urgenza: forse temeva di dimenticarsi di quello che voleva dire), di evidenziare l’importanza delle riunioni dei Capigruppo.
Bene.
Rileggiamo alcuni frammenti dell’articolo “Un incontro piuttosto improvvisato” pubblicato sul blog il 27 giugni 2007 e dei successivi commenti.
« All’incontro tenuto con un poco di ritardo sull’orario indicato, hanno partecipato il vice sindaco Cosimo Prete, in veste di delegato dal sindaco Gianni Rossini, il capogruppo di maggioranza Anna Maria Antonacci ed i due capigruppo di minoranza Claudio Gatti e Giovanni Aiani. Pur volendo cogliere la positività dell’applicazione della lettera dello statuto comunale, finora disattesa, appare impossibile non notare che l’incontro ha avuto il carattere della “chiacchierata” da sala da tè.»

«Si è stabilito di fissare un calendario di incontri: il prossimo è fissato per l’11 luglio prossimo.»

(continua)
Di  kako didaskalos  (inviato il 04/06/2011 @ 20:00:32)
# 141
Il giorno 11 luglio 2007 nessuno ha disdetto l’incontro, ma nessuno si è presentato.
E nessuno si è mai più preoccupato delle riunioni, nonostante le ripetute richieste di convocazione da parte dei Capogruppo delle minoranze.
Alla faccia dell’importanza delle riunioni evidenziata da Mimmo in apertura Consiglio.

(continua)
Di  kako didaskalos  (inviato il 04/06/2011 @ 20:07:40)
# 142
Commento 26 all’articolo Un incontro piuttosto improvvisato

Con mia pacata sorpresa non si è tenuta nessuna riunione dei capigruppo.
E pensare che il vicesindaco aveva anche voluto l'e-mail.
La considerazione per la vita democratica a Tavernerio e meno di nulla, da parte di una maggioranza davvero irrispettosa dei valori civili.
Sono meravigliato maggiormente che da sinistra nessuno almeno ponga delle domande: nessuna riunione delle commissioni, nessun sito comunale, nessun informatore comunale, nessuna riunione dei capigruppo.
Insomma una sorta di mandato assoluto, una investitura da "imperatori delle cose di tutti".
Questo silenzio della politica è enormemente grave, molto più grave della cattiva amministrazione che queste persone stanno portando avanti.
Nessuna comunicazione sulle attività delle società, nessuna comunicazione di cosa si intende fare dell'acqua, nessuna informazioni delle analisi delle acque che beviamo, nessuna informazione sugli asili e sulle scuole.
Insomma un silenzio spaventato e arrogante che rifiuta il confronto e una sinistra che benedice questo palese "atto anti democratico", contro le minoranze e contro i cittadini.
Ma era evidente che da incroci contro natura, non potesse che nascere un vuoto politico e civico.
Rimane il giudizio dei cittadini, che se di questo sono soddisfatti, a buon diritto continueranno a bere questa "acqua contaminata".

Di Consigliere di Taverneriocittà (inviato il 12/07/2007 @ 11:22:49)

(continua)
Di  kako didaskalos  (inviato il 04/06/2011 @ 20:08:54)
# 143
Spigolando qua e la.

«Si è sentita, [Anna Antonacci] con un filo di voce stanca: “mi chiamano solo ogni tanto, alle elezioni, o a ai funerali. Poi si comportano come piccoli feudatari, con il loro codazzo di vassalli minori, valvassori e valvassini. E bottegai...”.»

Affermazione pubblicata e mai smentita.

Anna, ma perché don dare dignitose dimissioni?

Giovani della lista Nuova Tavernerio: consolatevi, vi siete persi dei pessimi maestri.

(continua)
Di  kako didaskalos  (inviato il 04/06/2011 @ 20:13:42)
# 144
Commento 7 all’articolo “Un incontro piuttosto improvvisato”.

Il Consigliere di Tavernerio Città scrive: «appare impossibile non notare che l’incontro ha avuto il carattere della “chiacchierata” da sala da tè.»
Visto che il delegato del Sindaco è Cosimo Prete, è già un successo che l’incontro abbia avuto il carattere della “chiacchierata” da sala da tè e non della “chiacchierata” da bordello.
Cerchiamo di vedere con ottimismo questa prima convocazione, ma abbiamo forti dubbi che la presenza di Mimmo, noto per essere professionalmente un dilettante, qualunque cosa egli faccia, sia una garanzia di serietà e funzionalità.
Anzi!
Speriamo in Anna Antonacci, anche se ci rattrista e ci preoccupa apprendere che, pur essendo la Capogruppo di maggioranza, sia «esclusa sistematicamente dalle riunioni della giunta».
Vuol dire che si è arrivati a non sentire il bisogno di salvare nemmeno un’apparenza di decenza.
Considerando l’ormai palese volontà del Sindaco di impedire a tutti i costi l’accesso agli atti, con un Mimmo dilettante ed una Anna “pezza da piedi”, sarà difficile fare qualcosa di buono.
Perlomeno mediante le riunioni dei Capigruppo.
In questa amministrazione, marginalmente cosciente, la paura della verità “fa novanta”.

Di la paura fa novanta (inviato il 29/06/2007 @ 18:44:25)

(continua)
Di  kako didaskalos  (inviato il 04/06/2011 @ 20:19:49)
# 145
Commento 56 all’articolo “Un incontro piuttosto improvvisato”.

L’anniversario sfuggito.
26 giugno 2007. Prima riunione dei Capigruppo. Presiede, al posto del Sindaco BambaRas Giovanni Rossini, il vicesindaco Cosimo Prete ‘o Fantasma.
Riunione d’approccio priva di preparazione e contenuti che si individuano in quella riunione.
Gli ambiti tematici fissati sono:
1. dati ed atti amministrativi relativi alla partecipata Service 24 S.p.A.;
2. dati ed atti amministrativi relativi alla partecipata Angelo Borella S.p.A.;
3. dati ed atti amministrativi relativi al Consorzio di Polizia Alta Brianza;
4. dati ed atti amministrativi relativi alla Fondazione Asilo Angelo Borella;
5. dati ed atti amministrativi relativi all’insieme dell’”universo” scuola;
6. dati ed atti amministrativi relativi alla conduzione e al funzionamento del poliambulatorio;
7. dati ed atti amministrativi relativi all’attività e agli adempimenti del P.L. industriale di Urago;
8. dati ed atti amministrativi relativi agli adempimenti del P.L. Chiesa dell’Eucarestia;
9. garanzie di partecipazione e dotazioni logistiche per i gruppi di minoranza.
Data fissata per la seconda riunione: 11 luglio 2007.
Alla riunione i Capigruppo di minoranza si presentano. Di Mimmo o’ Fetuso e di Anna Antonaci la Carbonara nemmeno l’ombra.
Successivamente Mimmo, con assoluta indifferenza, dice: l’11 non ho potuto, Fisserò presto un’altra data.
Da allora è passato più di un anno e di riunioni neanche parlarne.
Di democrazia, nemmeno.

Di tirannide (inviato il 20/07/2008 @ 21:21:51)

Potremmo continuare, ma finiamo qui.
Chi volesse saperne di più può leggere articolo e commenti sul blog.
Buon divertimento.
Di  kako didaskalos  (inviato il 04/06/2011 @ 20:26:45)
# 146
La Repubblica, 4 giugno 2011
VIAREGGIO: LA STRAGE, COLPA DEL DEGRADO FRATTURA CAUSATA DA RUGGINE E CORROSIONE
A provocare lo squarcio dell'asse del primo carrello del treno merci del 29 giugno 2009 non sarebbe stato né un difetto di fabbricazione né l'usura da sfregamento. Alla base l'assenza di una accurata manutenzione e i mancati controlli

Non è stato né un difetto di fabbricazione, né un improvviso colpo di martello, e neppure l’usura da fretting (da sfregamento), tipica malattia della vecchiaia degli assi ferroviari.
Niente di tutto questo.
Sono state l’acqua piovana, la ruggine, la corrosione e l’assoluta insufficienza, forse addirittura l’assenza, di una normale, accurata manutenzione a provocare la frattura, o cricca, che il 29 giugno 2009 a Viareggio spezzò l’asse 98331 del primo carrello del primo carro cisterna del treno merci 50325 carico di Gpl proveniente da Trecate (Novara) e diretto a Gricignano d’Aversa (Caserta), provocando il deragliamento del treno, cui seguirono la lacerazione della cisterna, la fuoriuscita del gas e l’esplosione e l’incendio che hanno ucciso 32 persone.
E’ stato il degrado a causare la strage.
Quell’asse, montato su una ferro-cisterna che trasportava merce pericolosa, era un “rottame”.
E’ l’esito degli accertamenti eseguiti nello stabilimento Lucchini di Lovere (Bergamo) dai periti incaricati dal gip di Lucca Simone Silvestri di accertare le cause del disastro e dai consulenti dei 38 indagati (fra cui l’amministratore delegato delle Ferrovia Mauro Moretti) e delle 349 persone offese.
La prima parte dell’incidente probatorio, concentrata sull’assile che si spezzò, si è conclusa il 31 maggio.

Anche le Ferrovie si sono adeguate a non fare i passi più lunghi della gamba.
Ma non sempre la politica dei piccoli passi paga.
Di  i piccoli passi  (inviato il 04/06/2011 @ 22:04:59)
# 147
Corriere della Sera, 4 giugno 2011 «FIANCHEGGIARONO PROVENZANO»
TORNANO LIBERI PER DECORRENZA TERMINI
Ritarda la sentenza della Cassazione: scarcerati quattro presunti esponenti della cosca di Villabate.

Inevitabili le polemiche politiche.
«È inaccettabile che quattro mafiosi, condannati con l'accusa di essere stati fiancheggiatori del boss Provenzano, vengano scarcerati per decorrenza dei termini di custodia cautelare. È questa una delle falle del sistema giudiziario che nel corso degli anni ha consentito ai boss di farla franca» ha detto il senatore del Pd Giuseppe Lumia, componente della Commissione antimafia, chiedendo al governo e alla maggioranza «di accogliere queste proposte per impedire che i boss possano beneficiare di cavilli e scappatoie».
Anche l'Italia dei Valori ha presentato un'interrogazione al ministro della Giustizia, Angelino Alfano, e al ministro dell'Interno, Roberto Maroni, «affinchè forniscano spiegazioni sui contorni legislativi di questa scarcerazione avvenuta per decorrenza dei termini di custodia cautelare e indichino quali siano le intenzioni del governo per porre rimedio, con adeguati interventi normativi in materia, su questo grave vulnus normativo», ha spiegato Leoluca Orlando.
Di  la pacchia della decorrenza dei termini  (inviato il 04/06/2011 @ 22:58:52)
# 148
Alla ripetuta minaccia, espressa in forma patologicamente compulsiva dai tre Moschettieri perdenti, di “controllare” gli atti dell’attuale Amministrazione, al Vicesindaco Gianvittorio Redenti, persa la pazienza, è scappata una verità mai detta.
Rivolgendosi al mancato sindaco Prete, gli ha ricordato che egli avrebbe fatto bene a controllare gli atti dell’amministrazione quando faceva parte della Giunta del Dr Fabio Rossini.
Verità imperfetta, ma comunque importante perché, dopo cinque anni di omertà, finalmente Redenti ha ricordato che Prete, così come la Citeroni e molti altri che hanno fatto parte dell’amministrazione Giovanni Rossini in qualità di assessori, consiglieri o rappresentanti del Comune nelle società partecipate, erano presenti, coscienti e consenzienti nelle decisioni prese dalla famigerata “vecchia amministrazione”.
Evidentemente Prete e compagni, come le anime dei “Campi Elisi” dell’Eneide, si sono tuffati nel Lete, per dimenticare la vita passata, secondo la concezione pitagorica della metempsicosi.
Di  e bevvero l'acqua del Lete  (inviato il 05/06/2011 @ 22:12:08)
# 149
Virgilio, Eneide, vv. 703-723
Traduzione di Giuseppe Bonghi
La valle del Lete
Frattanto vede in una valle appartata un bosco isolato e i fruscianti rami della selva e il fiume Lete che scorre vicino alle dimore.
Vi si aggiravano intorno genti e popoli numerosi, come nei prati quando le api durante l'estate serena si posano sui variopinti fiori, sciamano intorno ai candidi gigli e ogni campo risuona per il loro ronzio.
Stupisce l'ignaro Enea alla vista improvvisa e ne chiede le cause, quale sia quel fiume lontano e quali uomini abbiano riempito le rive in schiera così numerosa.
Allora il padre Anchise:
- Le anime, che altri corpi avranno dal destino, bevono le acque prive di inquietudini del fiume Leteo e lunghi oblii. In verità già da tempo desidero ricordarti queste anime e mostrartele e contare ad uno ad uno questi miei discendenti perché tu possa maggiormente rallegrarti con me d'aver raggiunto l'Italia.
- O padre, si deve proprio credere che alcune anime ritornino di qui al cielo terrestre si rivestano dei corpi pesanti? Quale desiderio così funesto hanno questi miseri?
- Te lo dirò e non ti terrò sospeso nell'ansia, o figlio, -
risponde Anchise e spiega ogni cosa con ordine.
Di  e bevvero l'acqua del Lete  (inviato il 05/06/2011 @ 22:15:22)
# 150
La Repubblica, 6 giugno 2011
ITALIANI PIÙ AGGRESSIVI E NARCISISTI TRA ANTIDEPRESSIVI E RITOCCHI PLASTICI
Tra il 2004 e il 2009 le minacce e le ingiurie sono aumentate del 35,3%, le lesioni e le percosse del 26,5%, i reati sessuali sono passati da 4.454 a 5.625 (+26,3%) e gli interventi di chirurgia estetica nel 2010 sono stati 450mila. L'autodifesa, trasgredire e arrivare a compromessi è considerato "lecito"

ROMA - Il controllo delle pulsioni e il rispetto delle regole in Italia sono in pericolo. E' un momento storico in cui ingiurie e le percosse sono in aumento. Così come il consumo di antidepressivi. Dall'indagine del Censis presentata oggi emerge il senso della relatività delle regole tra gli italiani e il tentativo di legittimare le pulsioni. Oggi il fine che giustifica il mezzo, l'occhio per occhio e il compromesso sono le nuove linee guida sociali. La crisi è evidente. L'indagine antropologica serve a comprendere "il disagio che sta vivendo la società italiana".
Di  il disagio  (inviato il 06/06/2011 @ 18:33:56)
# 151
La Repubblica, 7 giugno 2011
FISCO, BERLUSCONI STRIGLIA TREMONTI, MA IL MINISTRO RESPINGE L'ASSEDIO
Un'operazione immaginata da Silvio Berlusconi per uscire dall'angolo e liberarsi dall'ipoteca della sconfitta elettorale.
Il Cavaliere avrebbe voluto sentire dal ministro dell'Economia una sola frase: "Si può fare".
Ma si è dovuto accontentare di un generico "vedremo a settembre".
….
Il faccia a faccia tra il premier e Tremonti, che ha preceduto la riunione allargata ad altre dieci persone ("troppe - osserva uno dei presenti - perché si decidesse davvero qualcosa"), è stato per Berlusconi una vera doccia fredda.
"Giulio, mi rendo conto dei tuoi vincoli, ma dobbiamo fare qualcosa, dare un segnale subito agli elettori".
"Mi dispiace, non ci possiamo permettere ora un taglio delle aliquote, non ci sono margini", gli ha spiegato il ministro dell'Economia senza alzare la voce.
"E poi i vincoli non li ho stabiliti io, è tua la firma sul piano nazionale di riforme che abbiamo portato a Bruxelles".
Continuando poi a smontare mattone dopo mattone il castello di illusioni del Cavaliere, convinto di poter "trattare" con l'Unione europea un piano di rientro meno drastico grazie alla solidità patrimoniale delle famiglie italiane: "I mercati - ha replicato il ministro - non ci perdonerebbero alcun passo falso.
Il giudizio sui nostri conti non lo dà Bruxelles, lo danno tutti i giorni le agenzie di rating.
Che leggono i giornali molto attentamente".
….
Anche la Lega è infatti sotto shock per lo "sberlone" ricevuto nelle urne, il tradizionale asse con Tremonti sta scricchiolando sotto il peso delle esigenze elettorali.

Quando i partiti fanno leva sul populismo, o, meglio, su di un eccessivo populismo, non possono chiedere al popolo “lacrime e sangue”, come Churchill, ma devono “dare un segnale subito agli elettori”, anche se “Il giudizio sui nostri conti non lo dà Bruxelles, lo danno tutti i giorni le agenzie di rating”.
Di  le agenzie di rating  (inviato il 07/06/2011 @ 19:58:20)
# 152
La Repubblica, 8 giugno 2011
GALAN: MINISTERI AL NORD? UNA p*****aTA INTERCONTINENTALE
Il ministro della Cultura boccia la proposta leghista: solo propaganda che mette in difficoltà gli alleati.
Di  effetti del populismo  (inviato il 08/06/2011 @ 19:21:20)
# 153
con la raccolta di 50 mila firme altro che putt....
Di  diritto di cronaca  (inviato il 08/06/2011 @ 23:38:24)
# 154
caro sindaco, tra 20 giorni finisce l'asilo.
niente centro estivo per i bimbi dell'asilo di tavernerio?
ha intenzione di mantenere i tempi dell'antonacci sempre in ritardo e all'ultimo momento?
Di  Anonimo  (inviato il 09/06/2011 @ 09:14:46)
# 155
a proposito di Asilo.

” Il futuro appartiene a coloro che hanno il coraggio di credere nella bellezza dei loro sogni”

Eleanor Roosevelt

Di  aaa  (inviato il 09/06/2011 @ 09:44:15)
# 156
#153
Tu hai toccato il punto: ci sono 50 mila firme.
E allora?
E’ proprio questo il limite del consenso da ottenere con il populismo.
Bisogna fare quello che piace alla gente, perché porta voti, anche se non va bene o non serve.
Io non sono in grado di valutare la funzionalità di Ministeri al Nord, ma, di certo, mi piacerebbe che mi venisse spiegata con argomentazioni tecniche e non che mi venisse detto, come fai tu, sono in 50 mila a volerlo.
Se non fossero funzionali, anche se li volessero in 50 milioni, non andrebbero fatti.
Se fossero funzionali, anche se non li volesse nessuno, andrebbero fatti.
Questo è il buon governo.
Il populismo è un’altra cosa.
Di  effetti del populismo  (inviato il 09/06/2011 @ 09:51:12)
# 157
La Repubblica, 9 giugno 2011
PARETI GIALLE E NIENTE CORRIDOI: LA RICETTA PER LA SCUOLA PERFETTA
Lo studio elaborato dalla Società italiana di pediatria per il dopo-terremoto all'Aquila. I ragazzi passano sui banchi da quattro a otto ore al giorno per almeno dieci anni. Le aule devono essere a prova di incidenti, inquinamento e allergie

I colori dell'aula e della mensa? Possono essere un deterrente contro il bullismo ed evitare sprechi di cibo. L'utilizzo di vernici e materiali bio? Tengono lontane le allergie e insegnano agli studenti le buone pratiche ecologiche. Il controllo dei decibel con infissi a prova d'intervallo? Aiutano la concentrazione e migliorano il rendimento scolastico.

"La tutela della salute di bambini e ragazzi va intesa sempre di più come fisica, psicologica e sociale - dice Alberto Ugazio, presidente della Sip - Per questo abbiamo creato una commissione ambiente, e studiato il problema degli spazi comuni a partire dagli asili nido".

L’ampliamento previsto dal parasindaco Giovanni Rossini, non ha niente di quanto una costruzione scolastica moderna dovrebbe avere.
Dell’edificio preesistente non ne parliamo.
Sugli asili, stendiamo un velo pietoso.
Consigliamo il Sindaco Rossella Radice e chiunque abbia desiderio di saperne qualcosa di più di leggere per intero l’articolo riportato a stralcio.
Di  la tutela dei bambini  (inviato il 09/06/2011 @ 10:38:34)
# 158
La Repubblica, 9 giugno 2011
LA LINEA (DURA) DI TREMONTI. LITE PER LE TASSE CON IL CAVALIERE.
Scontro al telefono con il premier: basta parlare di riforma fiscale, aspettative deluse e si perde consenso.

… Ed è vero che il Senatùr intende tenere saldo il legame con il superministro, era sincero quando gliel'ha detto mentre era in corso la zuffa con Berlusconi: «Giulio, qui nessuno vuole rompere.
Però fatti venire un'idea».
«L'idea» dovrà arrivare immancabilmente prima dell'appuntamento di Pontida, è questa la dead-line imposta dal capo del Carroccio, che vuole (anzi deve) dare risposte al «popolo padano», per invertire la linea di tendenza del partito.

In questo confida Berlusconi, certo terrorizzato per quanto potrebbe accadere sulla spianata sacra alla Lega, ma al contempo fiducioso che la pressione dell'alleato possa aiutarlo nell'assedio a Tremonti e fare infine breccia.
Bisogna trovare al più presto «l'idea», e per quanto possa apparire paradossale ora è il Cavaliere a dire che «la politica degli annunci non basta più per rilanciare il governo. Servono misure che incidano».
Altrimenti, sa che il suo destino - già compromesso - potrebbe essere segnato: «A forza di risanare solo i conti, facciamo la cura dimagrante al Paese e anche ai nostri voti».

«A forza di risanare solo i conti, facciamo la cura dimagrante al Paese e anche ai nostri voti».
Del risanamento dei conti non importa nulla, sono i voti che contano.
Le piacevolezze del populismo.
Di  effetti del populismo  (inviato il 09/06/2011 @ 12:00:49)
# 159
Discorso alla Camera Dei Comuni, 13 Maggio 1940
WINSTON CHURCHILL
«Dico al Parlamento come ho detto ai ministri di questo governo, che non ho nulla da offrire se non sangue, fatica, lacrime e sudore. Abbiamo di fronte a noi la più terribile delle ordalìe. Abbiamo davanti a noi molti, molti mesi di lotta e sofferenza.»

Arcore, 9 giugno 2011
SILVIO BERLUSCONI
«A forza di risanare solo i conti, facciamo la cura dimagrante al Paese e anche ai nostri voti».

Uomini con le palle, uomini con le palline
Di  palle e palline  (inviato il 09/06/2011 @ 12:22:55)
# 160
«L'idea» dovrà arrivare immancabilmente prima dell'appuntamento di Pontida, è questa la “dead-line” imposta dal capo del Carroccio, che vuole (anzi deve) dare risposte al «popolo padano», per invertire la linea di tendenza del partito.

… ANZI DEVE …
Anche qui, palline.
Di  palle e palline  (inviato il 09/06/2011 @ 12:42:22)
# 161
160....50mila firme si raccolgono tra pontida e tra i gazebo che la lega nord sta' facendo nelle propie piazze,poi una volta raccolta te le facciamo contare ad una a una,sai che 2 palle...
Di  LEGA NORD  (inviato il 09/06/2011 @ 23:11:09)
# 162
lega nord, fate ridere.
non gliene frega un tubo alla gente di avere i ministeri al nord.
la gente vuole uno stato di diritto in cui le cose funzionino, che si chiami italia o padania poco importa, ma è lampante che non siate in grado di farlo.
siete solo in grado di reggere il moccolo al berlusca, cosa che francamente dopo 17 anni ha stancato.
a casa!
Di  c'era una volta la lega  (inviato il 10/06/2011 @ 08:50:34)
# 163
#161
Leggi il commento 156
Spiegami la funzionalità dei Ministeri al Nord ed io ti darò ragione.
Con le firme raccolte mi ci spazzo il c…lo
Di  l'uso proprio  (inviato il 10/06/2011 @ 09:35:46)
# 164
noi ridiamo in faccia a voi..e magari potremmo anche pulirci qualcosa..le spiegazioni andate a chiederle a SANTORO O PISAPIA....n'gnurant
Di  Dedicato a queste persone vergognose  (inviato il 10/06/2011 @ 12:51:45)
# 165
#164
Pisapia mi ha detto che se i Ministeri vengono a Milano, lui si candida a sindaco di Roma.
Di  ridi, ridi che la mamma ha fatto gli gnocchi  (inviato il 10/06/2011 @ 14:42:31)
# 166
Diretta News, 10 giugno 2011
Mario Borghezio ha provato a partecipare alla riunione del “Gruppo Bilderberg”, il club esclusivo che ha riunito 130 personalità influenti in campo economico, politico e bancario.
Lo hanno buttato fuori, malmenandolo un poco.
Borghezio non è riuscito ad entrare, ma è riuscito a fermare i lavori dei 130 “big”
Infatti, quando “i grandi” hanno saputo di Borghezio, hanno incominciato a ridere e non sono più riusciti a smettere.
Di  ridi, ridi che la mamma ha fatto gli gnocchi  (inviato il 10/06/2011 @ 14:52:58)
# 167
Commenti 151, 152, 153, 156, 158, 160, 161, 162, 163, 164, 165, 166
E’ divertente punzecchiarci a vicenda con la Lega.
E’ triste, invece, constatare che la Lega, e non parlo della Lega di Tavernerio, ma di quella a livello nazionale, quando si tratta di fare scelte impopolari, ma necessarie per il buon governo, si trova sempre in enormi difficoltà.
E’ il problema di chi, per ottenere il consenso, fa allettanti promesse.
Ma fare promesse è facile.
Mantenerle, a volte, è impossibile.
Di  i limiti del populismo  (inviato il 10/06/2011 @ 18:34:49)
# 168
#167
Fammi un esempio.
Di  se sei capace  (inviato il 10/06/2011 @ 18:49:42)
# 169
#168
Il Corriere della Sera, 31 maggio 2011
Umberto Bossi, il Senatùr, prima delle ultime amministrative aveva dichiarato: «Se Pisapia vince a Milano mi taglio le balle».

Di  fatto  (inviato il 10/06/2011 @ 18:50:22)
# 170
#166
Cronaca spicciola.
Pare che Borghezio abbia chiesto di partecipare alla riunione dei “big” del Gruppo Bilderberg mostrando la tessera di Europarlamentare e dicendo: io sono “ul big”.
Qui c’è stata un po’ di confusione.
Hanno riferito in sala: c’è fuori un “big ul”.
Lo hanno cacciato via.
Problema delle lingue!
Di  Europa una, lingue tante  (inviato il 10/06/2011 @ 19:00:41)
# 171
Commento 164
Guarda che ti contraddici da solo.
Secondo te, visto che centinaia di migliaia di persone vogliono i Ministeri al nord, bisogna farli.
L’ultima puntata di Annozero ha avuto ottomilioniquattrocentomila spettatori.
Quindi, se sono i numeri che contano, bisogna fare quello che dice Santoro!
Di  dedicato al nostro amichetto di lunga data  (inviato il 10/06/2011 @ 22:13:32)
# 172
167..voi sinistroidi siete il partito della classe operaia..e vedo come va il lavoro in italia...ma va ca ga'...171..era ora che santoro e la sua trasmissione stile pravda sparisse dai palinsesti della rai..peccato che dobbiam sborsare di tasca nostra 2milioni e 500 mila euro...e li chiamavano i democratici di sinistra...M...
Di  Dedicato a queste persone vergognose  (inviato il 10/06/2011 @ 23:33:34)
# 173
La politica che sto vedendo in questi anni, a tutti i livelli ,è un continuo litigio, adulti che s’insultano e schiamazzano senza avere alcun dialogo costruttivo. Sembra che tutto si esaurisca in sfoghi personali dovuti alla propria insoddisfazione di uomini.
Ma è questa la “politica”?
Forse l’uomo di oggi è così vuoto che non sa proporre altro.
Di  aaa  (inviato il 11/06/2011 @ 09:23:04)
# 174
#172
Per tua informazione, personalmente Lega e Pdl sono troppo a sinistra per le mie idee, ma il problema è un altro.
Qui non si tratta di sinistra o destra si tratta di logica.
E’ con la logica che si deve rispondere alla domanda: il buon governante deve fare quello che soddisfa le masse o quello che ritiene giusto fare.
E’ questo lo scoglio che i governanti di ogni epoca hanno dovuto affrontare.
Lascia stare i colori politici e prova a darti una risposta.
Quando te la sarai data, se ne avrai voglia, riferiscila anche a noi.
Di  usare il cervello è difficile  (inviato il 11/06/2011 @ 16:31:06)
# 175
Caro “Dedicato a queste persone vergognose “, rilevo che tu, oltre a carenze logiche, hai anche carenze politiche.
La tua espressione “voi sinistroidi siete il partito della classe operaia” è ormai datata e non corrisponde più alla realtà politica europea.
Le “classi”, individuate per tipologia di lavoro, sono ormai scomparse e, sicuramente, parlare di “classe operaia”, oggi, è un non senso.
O credi ancora che gli operai diano il voto alla sinistra mentre borghesi e industriali lo diano a destra?
Non si può qui affrontare una questione così complessa.
A solo titolo di esempio ti invito a leggere sul sito http://www.leganord.org/dblog/articolo.asp?articolo=1698
L’articolo “LEGA PIÙ VICINA AI PROBLEMI DELLA CLASSE OPERAIA (26/05/2009)”.
E’ la Lega Nord che parla, non una delle Leghe rosse a cui tu sei rimasto.
Ti riporto a stralcio:
"Da tempo il Carroccio - ha precisato Rigolli - è più vicino alle tematiche della classe operaia di quanto non lo sia la sinistra. Non sono io a dirlo, ma i consensi della gente che ad ogni elezione si spostano sempre più dalla sinistra alla Lega. Segno evidente che qualcosa è ormai cambiato nella politica e non si può far finta che non sia così".
Di  è necessario aggiornarsi  (inviato il 11/06/2011 @ 16:53:36)
# 176
Un aiutino al commento 175.
http://www.infoleganord.org/lega-nord/la-classe-operaia-va-con-il-carroccio/
La classe operaia va con il Carroccio

Scritto da Segreteria Lega Nord, il 20 ottobre 2010

“La mia voce si alza volutamente senza diplomazia, perché noi padani rifiutiamo di essere coinvolti nell’astuzia della palude romana che non si accorge che così tutto muore. Noi vogliamo il cambiamento.”(Umberto Bossi)
Di  La classe operaia va con il Carroccio  (inviato il 11/06/2011 @ 16:57:54)
# 177
«La Lega l’hanno votata i lavoratori».
«I lavoratori non votano più la sinistra: è la Lega il partito nuovo dei lavoratori».
Umberto Bossi, 2008
Di  il partito della classe operaia  (inviato il 12/06/2011 @ 07:33:04)
# 178
Per l’erudizione del nostro «Dedicato a queste persone vergognose» (commento 172).
La «classe operaia» prende corpo nell’Ottocento con la rivoluzione industriale ed identifica, nella stratificazione sociale, gli individui che mettono a disposizione del «capitale», che detiene i mezzi produttivi, il proprio lavoro prevalentemente manuale.
Lo studio della divisione in classi della società risale David Ricardo ed Adam Smith, ma è Marx che identifica nella «classe operaia» la «classe rivoluzionaria», cui affida il compito di rovesciare il sistema capitalistico.
L'evoluzione della classe operaia che mette a disposizione del capitale una sempre maggiore componente professionale nella prestazione d’opera, l’espansione delle classi medie, della burocrazia e dello stato sociale, lo sviluppo dell'automazione e delle comunicazioni di massa scompongono le tradizionali identità di classe e introducono linee di divisione sociale inedite, venendosi ad identificare categorie più complesse ed in continua evoluzione.
La frammentazione della «classe operaia» ha ormai fatto tramontare il binomio politico «classe operaia = sinistra» per ricomporsi, pur con modalità diverse, in tutto lo spettro politico attuale che attinge indistintamente i propri voti dalla grande categoria dei lavoratori subordinati.
«La classe operaia va in Paradiso» deve oggi essere aggiornata in «La classe operaia andò in Paradiso, poi scomparve».
Di  in memoria di Gianmaria Volontè  (inviato il 12/06/2011 @ 08:34:52)
# 179
Per erudire qualcuno, occorre la dotazione dell'apposito contenitore di capienza e materia adeguata allo scopo...
Di  contenutamente  (inviato il 12/06/2011 @ 15:30:53)
# 180
#156, 167
Vulgus veritatis pessimus interpres.
(Il popolo è il peggiore interprete della verità)
Di  Vulgus veritatis pessimus interpres  (inviato il 12/06/2011 @ 20:19:05)
# 181
Corriere della Sera, 10 giugno 2011
L' ECONOMIST: «BERLUSCONI, L'UOMO CHE HA FREGATO UN INTERO PAESE»
Per il settimanale britannico «serve un cambio di governo per tornare a crescere». Otto anni fa definì il Cavaliere «inadatto a governare»

«The man who screwed an entire country» «L' uomo che ha fottuto un intero Paese».
L'Economist torna ad attaccare Silvio Berlusconi bocciandone senza appello la politica di governo.
Il presidente del Consiglio italiano è tornato in copertina del settimanale britannico in uscita venerdì, a otto anni dal celeberrimo «unfit to lead Italy», inadatto a governare l'Italia, e a cinque dall'altrettanto polemico «E' tempo di licenziarlo».
L'occasione di quest'ultima «cover story» è la pubblicazione di uno speciale di 16 pagine sull'Italia realizzato per l'anniversario dei 150 anni.
L'analisi di John Prideaux, autore del rapporto, lascia emergere un Paese fermo che paga con la «crescita zero» le mancate riforme.
«L'Italia ha tutte le cose che le servono per ripartire, quello che serve è un cambio di governo».
Di  The man who screwed an entire country  (inviato il 12/06/2011 @ 20:47:30)
# 182
Sulla prima parte del commento 172 («…voi sinistroidi siete il partito della classe operaia…») è già stato detto abbastanza.
Vediamo ora la seconda parte: «..era ora che santoro e la sua trasmissione stile pravda sparisse dai palinsesti …»
Il nostro «Dedicato a queste persone vergognose», risponde al commento 171, commento che segue un filo logico sviluppato nei commenti 151, 152, 153, 156, 158, 160, 161, 162, 163, 164, 165, 166, 167.
Il commento 171 è sicuramente provocatorio e sarebbe stato facile rispondere per le rime, seguendo la logica del ragionamento.
Ma il nostro «Dedicato…» non coglie il ragionamento, si infuria e parte come il toro di fronte al drappo rosso tirando fuori gli stereotipi che gli hanno insegnato.
Francamente la cosa mi preoccuperebbe poco se fosse soltanto una caratteristica di «Dedicato…».
Mi preoccupa, invece, il fatto che «Dedicato…» è un campione rappresentativo delle masse.
Ecco perché il populismo è arma vincente: il ragionamento non passa.
Di  il ragionamento non passa  (inviato il 13/06/2011 @ 12:35:56)
# 183
«Tutto ciò che l’ uomo cerca su questa terra è dinanzi a chi genuflettersi, a chi affidare la propria coscienza e in che modo, infine, riunirsi tutti in un indiscusso, comune formicaio.»
Fedor Dostoevski

I giudici comunisti, i sinistroidi pederasti che ci portano in casa gli extracomunitari e i Rom, Roma ladrona …

I buchi, le opere faraoniche, i falansteri delle grani città, i passi più lunghi della gamba …
Di  Conformismo imperante  (inviato il 13/06/2011 @ 12:44:31)
# 184
Il conformismo è il carceriere della libertà e il nemico dello sviluppo.

John Fitzgerald Kennedy, Messaggio all'ONU, 1961

Di  Conformismo imperante  (inviato il 13/06/2011 @ 12:48:05)
# 185
Conformismo. È la peggiore delle retoriche: la più torbida e vile. E per molti è un sistema, anzi una professione: diciamo pure un mestiere. Un mestiere comodo.

Massimo Bontempelli, Il Bianco e il Nero, 1987

Di  Conformismo imperante  (inviato il 13/06/2011 @ 12:49:08)
# 186
Chi si conforma alla consuetudine passerà sempre per un uomo onesto. Si chiamano persone per bene quelle che si comportano come gli altri.

Anatole France, Crainquebille, 1901

Di  Conformismo imperante  (inviato il 13/06/2011 @ 12:50:07)
# 187
#182
A difesa del dedicato a queste persone vergognose del commento 172, bisogna riconoscere che spesso i commenti sono troppo complessi da capire. Non tutti ce la fanno, ma bisogna scusarli.
Di  l'avvocato difensore  (inviato il 13/06/2011 @ 17:05:45)
# 188
Questo non è un blog per i tarelli.
Di  i tarelli no  (inviato il 13/06/2011 @ 17:28:11)
# 189
Corriere della Sera, 10 giugno 2011
BERLUSCONI ROMPE IL SILENZIO: «ADDIO AL NUCLEARE, TOCCA ALLE RINNOVABILI»
E Maroni annuncia: «Raggiunto il quorum».

MILANO - A urne aperte Silvio Berlusconi rompe il silenzio: «Dovremo dire addio al nucleare in seguito del voto popolare e dovremo impegnarci sulle energie rinnovabili».
Poco prima il ministro Roberto Maroni aveva annunciato il raggiungimento del quorum: «Io ho solo il dato di domenica sera, non ci saranno altre rilevazioni della partecipazione fino alle 15, quando si chiudono i seggi.
Però la proiezione fatta dagli esperti del ministero dell'Interno rispetto al dato di domenica fa pensare che si raggiungerà il quorum per tutti e quattro i referendum, anche senza considerare il voto degli italiani all'estero».

Le regole vogliono che ad urne aperte non si taccia.
Così, nel suo piccolo, ha fatto il blog pur contando poco o nulla.
Così fanno le persone serie.
Le altre no.
Di  Le altre no  (inviato il 13/06/2011 @ 17:50:03)
# 190
Correzione #189

Le regole vogliono che ad urne aperte si taccia.
Così, nel suo piccolo, ha fatto il blog pur contando poco o nulla.
Così fanno le persone serie.
Le altre no.

Di  Le altre no - errata corrige  (inviato il 13/06/2011 @ 17:51:41)
# 191
secondo me è bene che continuino a parlare.
più parlano e più vengono bastonati.
chissà che a furia di prenderle sul cranio si sveglino...
Di  prendi il bastone  (inviato il 13/06/2011 @ 18:18:48)
# 192
Corriere della Sera, 12 giugno 2011
«SIAMO STUFI DI PRENDERE SBERLE»
E BERLUSCONI: «VOLONTÀ DA NON IGNORARE»
Calderoli: «A Pontida diremo quello che il premier dovrà portare in aula il 22 giugno», giorno della fiducia.

MILANO - «Alle Amministrative due settimane fa abbiamo preso la prima sberla, ora con il referendum è arrivata la seconda sberla e non vorrei che quella di prendere sberle diventasse un'abitudine... Per questo domenica andremo a Pontida per dire quello che Berlusconi dovrà portare in Aula il 22 giugno».
Lo ha detto il ministro per la semplificazione, Roberto Calderoli.
Il giorno da lui citato è quello in cui è calendarizzata la verifica di governo in Parlamento.
Calderoli ha messo le mani avanti: «Vorremmo evitare che, in quanto a sberle, si concretizzi il proverbio per cui non c'è il due senza il tre...».
Di  sarebbe ora!  (inviato il 13/06/2011 @ 18:54:07)
# 193
191 ..per te non ci vuole il bastone ci vuole l ' olio di....
Di  Anonimo  (inviato il 13/06/2011 @ 21:01:36)
# 194
anche se fa colore, spiace vedere,che individui privi di fondamentali, si affidino a scomposti schiamazzi...
Di  schiamazzi  (inviato il 13/06/2011 @ 21:25:21)
# 195
Corriere della Sera, 14 giugno 2011
DDL ANTICORRUZIONE: INTESA GOVERNO-PD-IDV

(ANSA) - ROMA - E' stata raggiunta al Senato un'intesa tra Governo, Pd e Idv su un emendamento al ddl anticorruzione che sostituisce l'articolo 1, che era stato bocciato dall'Aula.
Si tratta dell'istituzione della Commissione per la valutazione, la trasparenza e l'integrità delle Amministrazioni pubbliche, che è di nomina del presidente della Repubblica previo assenso dei due terzi delle Commissioni parlamentari, ed è separata dalla funzione esecutiva che fa capo al dipartimento della Funzione pubblica.

L’esacerbato spirito della politica di questi tempi ci ha abituati ad un assioma: governo e opposizione in aprioristica antitesi.
Sapere che si è raggiunta un’intesa almeno una volata non può che fare piacere.
Di  un barlume di civiltà  (inviato il 14/06/2011 @ 20:01:05)
# 196
Spiegazione del commento 195 per i tarelli (vedi commento 187)
Esacerbato = inasprito, esasperato
Assioma = proposizione, posta a base di un ragionamento, che non ha bisogno di dimostrazione perché evidente di per sé
Aprioristico = preconcetto, dogmatico
Antitesi = contrapposizione, affermazione contraria

Esempio: le filippiche pronunciate dai tre moschettieri Muccos, Porcos e Ciaparatt nel Consiglio comunale del 26 maggio 2011 sono un esempio di opposizione preconcetta, dichiaratamente preannunciata su ogni iniziativa della maggioranza in carica, indipendentemente dalla sua validità.

L’espressione “fare una filippica” vuol dire “pronunciare un violento discorso contro qualcuno”.
Trae origine dal politico e oratore ateniese Demostene nel IV secolo a.C. che pronunciò una serie di invettive contro Filippo II di Macedonia, monarca che voleva conquistare le città greche.
Il nome “filippica” fu successivamente associato alle 14 orazioni pronunciate da Cicerone nel I secolo a.C. contro Marco Antonio, orazioni che furono orazioni modellate su quelle di Demostene, e quindi chiamate Filippiche.
Di  anche i tarelli hanno il diritto di capire  (inviato il 14/06/2011 @ 20:02:09)
# 197
#195
Correzione di errore nel commento 195.
Sapere che si è raggiunta un’intesa almeno una volta [non una volata] non può che fare piacere.

Di  un barlume di civiltà  (inviato il 14/06/2011 @ 20:04:53)
# 198
La Repubblica, 14 giugno 2011
DOPO IL REFERENDUM CENTRODESTRA IN ALLARME. MARONI SPINGE SUL FISCO, INCOGNITA VERIFICA
Maggioranza in emergenza dopo il voto. Il ministro dell'Interno chiede "scelte coraggiose" ma Tremonti risponde: "Non si può scassare il bilancio". Formigoni: "Se non cambiamo non ci salva neanche Superman". Micciché: "Non escludo alleanze col Pd". Centrosinistra cauto sulla possibile sfiducia il 21: "Vedremo", dice Bersani. E Vendola: "Parlare al popolo che ha votato"

Il ministro dell'Interno non usa giri di parole. Per rispondere ai risultati delle urne, del referendum ma anche delle amministrative, è il momento di "trovare il coraggio per fare la riforma fiscale" e "rispettare gli impegni con gli elettori".
Dice Roberto Maroni da Varese: "In questi tre anni tante cose sono state fatte, ma dobbiamo accelerare perché abbiamo preso degli impegni con gli elettori. Uno di questi è la riforma fiscale per la quale abbiamo anche dettagliato i punti".

Maroni smentisce poi di aver parlato di necessità di "scelte impopolari", precisando che il governo deve fare "scelte giuste, popolari o meno".
Ma nella maggioranza questa presa di posizione netta non trova eco immediate.
Il ministro del Tesoro Giulio Tremonti parla apertamente di "impossibilità di scassare il bilancio".
"L'equilibrio della finanza pubblica è la prima condizione da rispettare", dice Tremonti, "perché scassare il bilancio pubblico è una strategia che non è nel bene della gente ed è il prodotto della irresponsabilità".
… Ma Formigoni, governatore della Lombardia, è tranchant: "Se non cambiamo non ci salva neanche Superman".

Non “scelte impopolari”, ma "scelte giuste, popolari o meno".
Crediamo che Maroni si stia arrampicando sui vetri, ma siamo d’accordo: "scelte giuste, popolari o meno".
Populismo permettendo.
Di  populismo permettendo  (inviato il 14/06/2011 @ 20:21:55)
# 199
#194
Corriere della Sera, 14 giugno 2011
BRUNETTA VOLTA LE SPALLE AI PRECARI: «VOI LA PARTE PEGGIORE DELL'ITALIA»
Convegno a Roma, un gruppo di giovani si rivolge al ministro ma lui si gira e se ne va.
Di  nervi deboli  (inviato il 15/06/2011 @ 12:51:19)
# 200
a proposito di precari, al comune di tavernerio un precario leghista di como è già stato sistemato come tecnico dei servizi sociali a 1.700 Euro al mese...
Di  la parte peggiore dell'italia?  (inviato il 15/06/2011 @ 18:39:23)
# 201
I precari sinistrorsi sono la parte peggiore dell’Italia.
Gli altri sono bravi, solo un pochino sf**ati.
Di  dimmi chi voti, ti dirò da che parte stai  (inviato il 15/06/2011 @ 20:58:51)
# 202
Corriere della Sera, 15 giugno 2011
BERLUSCONI AI FUNERALI DI COMINCIOLI: «DOVE TROVO I SOLDI, SE CONDANNATO?»

«Se i giudici mi condanneranno, dovrò pagare un sacco di soldi a De Benedetti» avrebbe detto il premier (secondo quanto riferito da alcuni dei presenti alla conversazione che si è svolta sul sagrato) facendo esplicito riferimento al lodo Mondadori. «Rischio di dover pagare 2.500 miliardi di vecchie lire».

Propongo di indire una colletta.
Di  diamoci da fare  (inviato il 15/06/2011 @ 21:06:48)
# 203
Povero Silvio!
Di  Povero Silvio!  (inviato il 15/06/2011 @ 21:54:02)
# 204
Povero Silvio, sì.
Non ha ancora capito che per non farsi condannare dai giudici bisogna non commettere reati.
Di  per non farsi condannare  (inviato il 16/06/2011 @ 09:56:50)
# 205
Dice Brunetta «Ogni tanto c'è una madre che si lamenta con me perché suo figlio non trova lavoro, ma quando le dico: "Bene, allora domani mattina alle 5 vada ai mercati generali a scaricare le cassette", lei risponde sempre "eh no!". Se vuole lavorare, invece, quello è il modo migliore. Scaricare la cassette! Per tutti gli italiani! E magari anche raccogliere le mele delle sue parti».

Magari non si fanno le mele, ma le pere sì.
Di  le pere  (inviato il 16/06/2011 @ 10:05:13)
# 206
#204
Di commettere i reati non ha capito, ma ha capito molto bene come usare le prescrizioni e le leggi “ad personam”.
Di  il bravo silvietto  (inviato il 16/06/2011 @ 11:39:33)
# 207
Corriere della Sera,16 giugno 2011
«Io faccio il professore di economia del lavoro - ha detto Brunetta intervenendo su Radio24 - è da una vita che mi interesso di problemi del lavoro: le pare che io sia così stupido da dire che le vittime di un sistema che non funziona, in cui i padri sono troppo egoisti, le vittime siano loro l'Italia peggiore? Lei pensa che sia così stupido?».

Io qualche dubbio l’avrei.
E’ il problema della grande intelligenza.
Ogni tanto prende un attimo di riposo.
Di  attimi di stupidità  (inviato il 16/06/2011 @ 17:48:52)
# 208
#206
Lui è sceso in campo, e lo ha fatto per noi.
Noi ne avremmo fatto volentieri a meno.
Di  per parararsi il c...lo  (inviato il 17/06/2011 @ 10:36:52)
# 209
#208
Beh, anche Cosimo Prete è sceso in campo e lo ha fatto per noi.
Nel Consiglio del 26 maggio ha chiesto di poter fare una dichiarazione prima dell’apertura dei lavori, ha comunicato di aver costituito un gruppo consiliare ed ha invitato il rappresentante di Tavernerio Città e tutti i componenti della maggioranza che, a suo dire, saranno molto presto dissenzienti, ad iscriversi.
A parte la palese cretineria di voler fare una dichiarazione di questo genere pre-consiglio, si nota la generosità d’animo di Mimmo che è sceso in campo, aprendo ecumenicamente il suo gruppo all’altra minoranza ed ai redenti.
Sicuramente anche il Sindaco chiederà di parteciparvi.
Di  il moschettiere Porcos  (inviato il 17/06/2011 @ 16:15:08)
# 210
La Repubblica, 18 giugno 2011
MOODY'S: "POSSIBILE TAGLIO RATING ITALIA" TRA LE CAUSE DEBOLE SVILUPPO E DEFICIT
Sotto revisione i titoli di stato italiani: lo fa sapere l'agenzia di rating statunitense con una nota. Sotto accusa il pesante debito pubblico, le difficoltà strutturali della nostra economia e la situazione dei paesi europei come la Grecia

WASHINGTON - L'agenzia statunitense Moody's ha collocato il rating Aa2 dell'Italia sotto revisione in vista di un possibile downgrade. Lo fa sapere l'agenzia statunitense in una nota. Moody's ha anche riaffermato il rating di breve termine al livello prime -1. Una nuova tegola sull'economia italiana dopo l'outlook negativo assegnato al rating italiano da Standard & Poor's.

Meno di un mese fa, infatti, S&P aveva tagliato l'outlook citando le deboli prospettive di crescita e l'incerto impegno politico per attuare riforme che stimolino la produttività. E di sviluppo torna a parlare anche Moody's, citandolo come primo fattore dietro alla messa sotto revisione del rating: sotto accusa i rischi per la crescita economica dovuti alla "debolezza macroeconomica strutturale e alla probabile risalita dei tassi d'interesse nel tempo". Debolezza strutturale che per Moody's ha a che fare con "bassa produttività e importanti rigidità nel mercato del lavoro e dei prodotti". L'Italia ha recuperato finora "solo una frazione dei sette punti di prodotto interno lordo che ha perso durante la crisi globale".

Agenzie di rating comuniste!
Di  tutti comunisti  (inviato il 18/06/2011 @ 11:18:40)
# 211
La Repubblica, 18 giugno 2011
JUNCKER METTE IN GUARDIA L'ITALIA: "A RISCHIO SE SALTA LA GRECIA"
L'avvertimento del capo dell'Eurogruppo: "Possibile contagio anche a Portogallo, Irlanda e Belgio". Poi frena sulla richiesta di Francia e Germania di una partecipazione volontaria delle banche per scongiurare il default di Atene: "Si sta giocando con il fuoco"

La crisi del debito greco potrebbe contagiare anche l'Italia e il Belgio, prima di estendersi in Spagna, a causa soprattutto dell'elevato debito pubblico italiano. E' il monito lanciato dal presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker in una intervista al giornale tedesco Süddeutsche Zeitung.
"Il fallimento della Grecia potrebbe contagiare il Portogallo e l'Irlanda e a causa del loro elevato debito pubblico anche il Belgio e l'Italia, prima della Spagna", ha spiegato Juncker, sottolineando dunque che il default di Atene avrebbe conseguenze "catastrofiche" per la moneta unica europea.

Juncker comunista!
Di  tutti comunisti  (inviato il 18/06/2011 @ 11:22:50)
# 212
Silvio, quando è sceso in campo, ci ha chiesto fiducia vantando la sua capacità di imprenditore in grado di salvare l’Italia dal disastro al quale le sinistre l’avevano portata.
E’ stato eletto nel 1994 e, salvo una brevissima parentesi, è sempre stato a capo del Governo.
L’Italia sta per essere declassata da Moody’s.
Che sia colpa dei comunisti?
Di  tutti comunisti  (inviato il 18/06/2011 @ 14:57:18)
# 213
#212
Ci ha anche promesso un milione di posti di lavoro.
Poi si sono messi di traverso i comunisti ...
Di  tutti comunisti  (inviato il 18/06/2011 @ 17:09:21)
# 214
Corriere della Sera, 18 giugno 2011
MARONI SORPRESO DA MOODY'S, ORA SCELTE
(ANSA) - MILANO – “In 3 mesi può succedere di tutto, non so se è normale che ci si comporti così, dando dei messaggi quasi intimidatori per quello che potrà succedere: sono sorpreso, ma ora è il momento di fare scelte coraggiose”.
Così il ministro Maroni sulle valutazioni di Moody's secondo la quale la crisi greca potrebbe contagiare l'Italia.
E sul fisco, Maroni ha detto che bisogna tenere conto delle richieste di Cisl e Uil e fare una riforma “in tempi rapidi” per ridurre le tasse su lavoro e pensioni.

In 3 mesi può succedere di tutto … anche quello che non è successo in 16 anni?
Di  perché non in tre giorni?  (inviato il 18/06/2011 @ 17:12:10)
# 215
#212
Mi ricorda l’avvento di Giovanni Rossini, il “ragioniere”, chiamato in Comune di Tavernerio per chiudere “i buchi”.
“I buchi” non c’erano, ma in compenso ne ha fatti lui.
E grossi.
Chiedere conferma all’attuale Sindaco Rossella Radice.
Di  sulle spalle di Rossella  (inviato il 18/06/2011 @ 18:06:14)
# 216
La differenza è che Giovanni Rossini, il mancato quarto Moschettiere “R’Ossignan”, ce lo siamo tolto dalle p…lle dopo cinque anni.
Berlusconi ce le schiaccia da 16.
Di  il quarto moschettiere  (inviato il 18/06/2011 @ 19:02:04)
# 217
La Repubblica, 18 giugno 2011
A Pontida la Lega pronta ad alzare la posta. Bossi: "Chiederemo quattro ministeri"
Alla vigilia del raduno, il leader del Carroccio rilancia la questione del trasferimento dei dicasteri da Roma al Nord: "Tre saranno a Monza". Calderoli: "Riforma fiscale o tutti a casa"

BERGAMO - Economia, Semplificazione e Riforme a Monza. Agricoltura a Mantova. Sono questi i quattro spostamenti di ministeri che la Lega chiederà domani a Silvio Berlusconi in occasione del raduno di Pontida. Ad annunciarlo, alla vigilia dell'appuntamento ritenuto decisivo per capire le sorti del futuro governo, sono stati lo stesso Umberto Bossi e Roberto Calderoli. "Sapete che a Monza ci saranno tre ministeri. Vi dico anche i nomi dei ministri: Calderoli, Bossi e Tremonti", ha detto il leader del Carroccio parlando durante la conferenza stampa di presentazione della Scuola di Magistratura a Bergamo.

Io ne porterei anche uno a Salò.
Porta buono.
Di  ministero al nord ... già fatto  (inviato il 18/06/2011 @ 19:19:17)
# 218
BASTA CHIACCHERE,SOLO FATTI!!LEGHISTI E LEGAIOLI DE TAVARNEE'---SE LO SIETE VERAMENTE,DOMANI Niente SAN FEREOLO MA TUTTI A PONTIDA!!SE LO SIETE VERAMENTE!!!
Di  amorino fans club  (inviato il 19/06/2011 @ 00:40:15)
# 219
Correre della Sera, 19 giugno 2011 Berlusconi: con Bossi proseguiremo
“Oggi, continua [Berlusconi], l'Italia richiede di essere governata, richiede stabilità''.

L’Italia chiede di essere governata.
Verissimo.
Solo che, detto da uno che ci governa da 16 anni, ci fa ridere.
Di  mi scappa da ridere  (inviato il 19/06/2011 @ 21:35:57)
# 220
Ministeri e riforme, la Lega in pressing.
E Bossi insiste: «Tre ministeri a Monza».
Il leader del Carroccio atteso a Pontida. Ma Alfano precisa: «Si tratta solo di sedi di rappresentanza»

«È importante che a Bergamo parta una scuola di magistratura. Finalmente, e meno male. Sarà la scuola della Lombardia - ha aggiunto Bossi - e io mi sento più sicuro se vado a farmi giudicare da un magistrato che capisce il mio dialetto. Da adesso anche un po' di lombardi diventeranno magistrati».

Personalmente mi sentieri più sicuro a farmi giudicare da un giudice preparato e onesto.
Di  ... è uguale per chi conosce il dialetto  (inviato il 19/06/2011 @ 21:59:25)
# 221
Te daa i danee al Mills?
Sì, el me pias pusee che la Ruby.
Bravo!
Assolt.

Purtroppo i giudici non parlano dialetto e lo condanneranno.
Di  ... è uguale per chi conosce il dialetto  (inviato il 19/06/2011 @ 22:17:36)
# 222
19 giugno 2011
Bossi: «Caro Berlusconi, la tua premiership è in discussione alle prossime elezioni, se non vengono approvate le nostre richieste, che vedrete elencate nella lista che vi daremo»

«Se staremo con Berlusconi? Dipenderà dalle scelte che saranno fatte. Il sostegno della Lega a Berlusconi potrebbe finire con le prossime elezioni politiche».

Berlusconi: «A Pontida si è verificato quello che Bossi mi aveva annunciato: l'assoluta conferma che la nostra alleanza non ha alternative e che c'è la volontà di proseguire la legislatura operando le scelte su cui c'è un accordo consolidato».

Forse c’è un problema di traduzione dai dialetti di Gemonio e di Arcore.
Di  questione di dialetti  (inviato il 19/06/2011 @ 22:33:20)
# 223
un' emozione veder salire sul palco di PONTIDA il nuovo sindaco di TAVERNERIO..L'ERA URA!!!NEM ROSSELLA!!
Di  gilasca fashion night...  (inviato il 19/06/2011 @ 22:54:53)
# 224
cosa faceva sul palco di Pontida? la trapezista o il clown?
Di  spettacoli circensi  (inviato il 20/06/2011 @ 09:43:51)
# 225
# 154
tra 10 giorni finisce l'asilo a tavernerio.
devo presumere che il centro estivo per i bimbi dell'asilo di tavernerio non sia nei programmi del sindaco...
del resto avrà cose più importanti a cui pensare, come andare sul palco di Pontida...
altrimenti come fa ad emozionare i suoi elettori???!!!
se questo è l'esempio dell''ascolto delle esigenze dei cittadini, mi sembra un bell'inizio!!!
Di  sconcertata  (inviato il 20/06/2011 @ 15:16:55)
# 226
...CI SONO ANCORA 3 POSTI AL BORELLA: COSTA MENO DEL CENTRO ESTIVO E SI STA BENE. IO MIO FIGLIO L'HO ISCRITTO Lì ANCHE L'ANNO SCORSO.
Di  SVEGLIATI  (inviato il 20/06/2011 @ 15:58:44)
# 227
224...li spettacoli da circo li lasciamo fare agente che la pensa come te...soloni della politica locale che pigliano 27 voti...o gente come bersani di pietro o VENDOLA...lo zelig della politica itagliana
Di  diritto di cronaca  (inviato il 20/06/2011 @ 21:59:22)
# 228
lo zelig della politica "itagliana" a me pare sia diventato il povero bossi.
di giorno urla che i 4 ministeri saranno trasferiti al nord (con tanto di targa già pronta) e la sera si accorda col berlusca per qualche ufficietto di rappresentanza.
di giorno urla basta alla guerra con in libia e di sera si accorda per una ricognizioncina della presenza italiana nelle missioni all'estero.
oramai si è infilato in un vicolo cieco e non ne esce più se non con qualche altra batosta.
Di  siete alla frutta  (inviato il 21/06/2011 @ 08:53:40)
# 229
# 226
di posti ce ne saranno tanti ovunque.
il concetto è che il mio comune non ha organizzato alcun centro estivo per i bimbi dell'asilo PUBBLICO del paese.
se poi gli altri anni si svolgeva al Borella non conta: era comunque organizzato dal Comune. La scelta era logistica.
quanto al commento #200, speriamo che il prossimo anno l'amministrazione non si dimentichi di organizzare il centro estivo per le scuole, che in questi anni pare sia stato gestito molto bene e abbia riscosso grande partecipazione!!!
il sindaco lo affiderà a qualche precario leghista parlante dialetto???
Di  a svegliati o meglio SVEGLIONE  (inviato il 21/06/2011 @ 09:34:47)
# 230
#224
E’ sciocca la tua ironia sulla presenza del nostro Sindaco a Pontida.
Rossella Radice ci è andata per un motivo molto serio.
Ha chiesto il trasferimento del Colosseo a Tavernerio.
Di  motivi seri  (inviato il 21/06/2011 @ 11:23:04)
# 231
Smettiamola di fare ironia gratuita su chi va o viene da pontina invece rimbocchiamoci le maniche e collaboriamo per il bene del paese e dei nostri figli a proposito facciamodelle proposte intelligenti per il centro estivo
Di  Propositivo  (inviato il 21/06/2011 @ 12:10:19)
# 232
....Non male l'idea di un bel corso di dialetto al centro estivo. Lo proporro' al Sindaco, peccato che è troppo tardi ormai!!!. Quanto al centro estivo, è meno caro il Borella di quello comunale e poi la struttura mi piace molto di più. E' già due anni che iscrivo mio figlio e si trova benissimo. IO credo che l'amministrazione sia vicina ai nostri bisogni (soprattutto giovani famiglie): d'altronde anche il Sindaco ha famiglia e figlie piccole.
Di  io credo in questa amministrazione  (inviato il 21/06/2011 @ 12:57:17)
# 233
il problema non è Borella o Pinco Pallo.
il problema è che il NOSTRO COMUNE NON HA PENSATO AD ORGANIZZARE UN CENTRO ESTIVO PER L'ASILO BAGLIACCA.
il problema non è il costo, che peraltro è sempre stato + alto per chi proveniva dall'asilo Bagliacca, ma questo ci sta.
A questo punto mi viene una domanda: quest'anno, per l'ennesima volta, la fondazione non si è accreditata per richiedere l'8 per mille?
si starà così bene per la sola ed esclusiva professionalità di insegnante e cuoco?
Di  SVEGLIARSI  (inviato il 21/06/2011 @ 15:07:35)
# 234
ho letto che il sindaco si dice rammaricato x la fuga di alunni dalle elementari di tavernerio.
Visto che in campagna elettorale i suoi sostenitori politici presenti alla serata di presentazione della lista hanno sottolineato l'importanza di avere dietro le spalle partiti politici, bene , caro sindaco, non può fare in modo che l'istituto comprensivo di tavernerio abbia un proprio dirigente? non part-time e non da dividere con altri paesi, non "oggi sono qui, domani boh", vincolato a riconferme con i tempi apocalittici delle nomine...
uno tutto nostro (nulla di personale sul dirigente attuale ovviamente!)
Di  Anonimo  (inviato il 21/06/2011 @ 15:15:53)
# 235
Corriere della Sera, 21 giugno 2011
MINISTERI: ALEMANNO, VICENDA CHIUSA.
(ANSA) - ROMA - ''Il parere favorevole del Governo su tutti gli ordini del giorno contrari allo spostamento dei ministeri da Roma chiude definitivamente questa vicenda' Così il sindaco di Roma Gianni Alemanno. “E' un risultato importantissimo, ottenuto grazie ad un atto di responsabilità del Governo e di tutta la politica nazionale. Tutto questo rende ormai inutile qualsiasi raccolta di firme pro o contro lo spostamento dei ministeri. Roma rimane Capitale, occupiamoci ora di cose serie''.

Occupiamoci ora di cose serie.
Lo spostamento del Colosseo a Tavernerio.
Lo mettiamo vicino all’edificio di Alberto Sartoris.
Così i due ruderi si fanno compagnia.
Di  occupiamoci ora di cose serie  (inviato il 21/06/2011 @ 19:51:05)
# 236
Occupiamoci di cose serie.
Dopo Pontida, la Lega di Tavernerio ha pensato di cambiare nome al proprio “forum” perché si è accorta che si tratta di un termine latino.
Lo chiameranno “ul büs”.
Di  occupiamoci ora di cose serie  (inviato il 22/06/2011 @ 10:00:15)
# 237
La doccia scozzese è un trattamento idroterapico che consiste in una alternanza di docce calde e fredde.
Prevede l'esecuzione di docce con alternanza di getti caldi (38-40°) della durata di circa 2 minuti e getti freddi (18° circa) della durata di 20 secondi circa, con lo scopo di stimolare l'apparato circolatorio.

La Repubblica, 21 giugno 2011: verifica, Berlusconi: "maggioranza forte", ma Bossi frena: "aspettiamo i fatti …". Stimola l’apparto genitourinario.
In altre parole: una grande rottura di marroni.
Di  sembra una barzelletta  (inviato il 22/06/2011 @ 12:33:30)
# 238
236...noi non cambiamo nient.e.fieri del nostro nome,dei nostri simboli,dei nostri rappresentanti..mai ci nasconderemo dietro ad UNA LISTA CIVICA....UGUALE LISTA MINESTRONE DI SINISTRA per cercar maggior consensi..i vostri menbri negano l' evidenza di appartenere a patiti politici..(volete i nomi??)e si vendono nell anonimato piu' assoluto..
NOI NO!!LEGHISTI NATI E LEGHISTI MORIREMO!!CHE VI PIACCIA O NO!!PROFESSORI VENDITORI DI FUMO O DI POLEMICHE INVIDIOSe!!
Di  prima votavo OCCHETTO...ora solo LEGA NORD  (inviato il 22/06/2011 @ 23:30:14)
# 239
@ 238:
su una cosa dici giusto:
voi non cambiate niente.
tutto resta come prima.
Di  leca nodde = dc  (inviato il 23/06/2011 @ 08:46:31)
# 240
#238
Ti spiego il commento 236.
Si tratta di un commento ironico che prende in giro la Lega, in genere, e i diversi commentatori del nostro blog che protestano quando viene scritto qualcosa in latino.
Data questa premessa, l’ironia evidenzia l’uso del latino “forum” da parte della Lega, che pur esalta il dialetto.
Provocatoriamente si propone la sostituzione di “forum” con ““ul büs” anche se, evidentemente, la parola forum non significa di certo buco.
Il tuo commento 238, dice tante cose, più o meno condivisibili, ma che non c’entrano niente con il commento 236 che tu citi impropriamente non avendolo capito.
Ma non c’è problema.
Leggi i commenti 182, 187, 188, 196 e FORSE capirai.
Se fosse ancora troppo difficile, fammelo sapere che te lo spiego meglio.
Di  anche i tarelli hanno diritto di capire  (inviato il 23/06/2011 @ 15:00:24)
# 241
L’autore del commento 238 rappresenta il genotipo classico di portatore di cervello all’ammasso.
Prima votava Occhetto, quindi comunista nell’animo, ora vota solo Lega Nord, ma il cervello è rimasto inattivo.
A pensare provvede per tutti Bossi.
Lui esegue: di fronte agli stimoli che gli hanno insegnato, pronuncia o, come nel nostro caso, scrive un certo numero di parole.
Che siano prive di significato e di logica non importa.
Non è stato addestrato per questo.
Vediamo.

«Noi non cambiamo niente …» : ma chi ti ha detto di cambiare qualcosa?

«Lista civica … uguale lista minestrone di sinistra»: nella precedente amministrazione la Lega Nord di Tavernerio faceva parte della lista civica Le Radici del Domani. E allora?

«I vostri membri negano l’evidenza di appartenere a partiti politici»: ti scordi che Tavernerio Città, nell’incontro tra candidati sindaci, è stata presentata dal Dr David D’Ambrosio in rappresentanza dell’UDC.

Esilarante poi il finale:

«NOI NO!! LEGHISTI NATI E LEGHISTI MORIREMO!!» firmato da «prima votavo OCCHETTO...ora solo LEGA NORD».

Forse Occhetto è stato il primo presidente della Lega Nord?
Di  non lo sapevo!  (inviato il 25/06/2011 @ 18:17:17)
# 242
Un ulteriore precisazione al commento 238.
«Prima votavo OCCHETTO … ora solo LEGA NORD».
Si può dare il voto ad un solo simbolo.
Perché specificare «solo Lega Nord»?
Il «solo» è quantomeno pleonastico.
Di  inutile pleonasmo  (inviato il 25/06/2011 @ 18:30:26)
# 243
241..falso ed impostore..trovami un membero delle vostre liste civiche comunali iscritto all' udc..BASTA VERGOGNARVI DELLE VOSTRE ORIGINI!!NATI COMUNISTI E MORIRETE COMUNISTI!!
Di  la verita' fa male  (inviato il 26/06/2011 @ 01:48:37)
# 244
243 io sono tesserato all'UDC ETI ricordo chi sabato 25 si e' tenuto il congresso Metti il tuo nome in chiaro e poi ci conosceremo a ti preciso che non sono nato ieri ed ero camdidato con la lista civica di TAVERNERIO CITTÀ
Di  Precisazione  (inviato il 26/06/2011 @ 10:42:17)
# 245
#243
Sciocchino. Chiedi informazioni al sindaco, che era presente il 10 maggio in Auditorium, se c’è stata o no la presentazione della lista Tavernerio Città da parte del Dr David D’Ambrosio in rappresentanza dell’UDC.
In alternativa, vai sul sito di “Tavernerio … il nostro paese” (puoi farlo semplicemente dal blog cliccando in alto a destra su “Tavernerio … il nostro paese” in colore blu), apri il “forum” principale, clicca su “Quesiti al candidato sindaco”, poi su “Ideologie o idee?” e leggi.
Dubito che tu riesca a capire tutto quello che c’è scritto, ma sforzati un po’ e troverai uno specifico riferimento circa la presenza UDC.
Poi, appurata la verità, resta pure dell’idea che noi siamo nati comunisti e moriremo comunisti, visto che questo è l’ordine che ti viene dal partito.
Ha lo stesso valore della tua idea di essere nato leghista e morire leghista, avendo prima votato Occhetto e poi Lega Nord.
Di  lo sciocchino  (inviato il 26/06/2011 @ 17:45:34)
# 246
Sciocchino doppio.
Prova a ragionare.
Se Tavernerio Città fosse composta da comunisti, si sarebbe unita a Nuova Tavernerio e Rossella Radice non sarebbe sindaco.
Pensaci sciocchino.
Di  lo sciocchino  (inviato il 27/06/2011 @ 09:45:58)
# 247
giravano voci di un consiglio prima delle ferie. Qualcuno sa qualcosa? grazie
Di  alfa1  (inviato il 20/07/2011 @ 14:31:09)
# 248
#247
Pare che sarà convocato per il 26 luglio 2011.
Di  attendiamo  (inviato il 20/07/2011 @ 19:30:35)
# 249
confermo.
Di  dovere di cronaca  (inviato il 20/07/2011 @ 20:29:34)
# 250
il sindaco dovrà parlare anche del nuovo cda di service 24?
chi è il rappresentante di taverrnerio, visto che cantaluppi, aveva detto che si sarebbe ritirato da tutto...
Di  chie è  (inviato il 21/07/2011 @ 10:03:26)
# 251
e' un esterno..arrivera' il giorno in cui service 24 fallira'....
Di  dovere di cronaca  (inviato il 21/07/2011 @ 13:58:44)
# 252
poi i rifiuti li portiamo in Comune o in casa del sindaco?
Di  VERGOGNA  (inviato il 21/07/2011 @ 15:39:53)
# 253
a casa tua..se li vuoi...i rifiuti di napoli ai terroni
Di  gilasca fashion night...  (inviato il 21/07/2011 @ 22:15:26)
# 254
#251
Dice “dovere di cronaca” che il nuovo Consigliere indicato da Comune di Tavernerio è “un esterno” e, quindi, prima o poi, la società fallirà.
Credo che, dicendo “un esterno”, voglia dire che non è uno di Tavernerio, ma potrebbe anche voler dire che non è uno che fa parte del “giro” dei politici, o, forse meglio, non fa parte della “casta”.
E, pensandoci bene, le due ipotesi vanno benissimo insieme.
Credo anche che, come “dovere di cronaca”, la pensino in tanti.
Nessuna meraviglia: così si è fatta politica da sempre.

Pochi hanno capito che Service 24 nacque non solo per gestire le piattaforme di Tavernerio e di Orsenigo, ma, soprattutto, per gestire la raccolta rifiuti nella sua interezza, senza dover dipendere dalle solite società “del giro”, protette dai loro “padrini”.
E questo avrebbe dovuto farlo rompendo la logica delle nomine dei propri vertici secondo colore della tessera, ma scegliendo per competenza.
Le società falliscono quando sono in mano ad incompetenti, non ad “esterni”.
In questo, Service 24 ha fallito e, grazie alla pochezza dei Comuni fondatori, è ricaduta nella logica della spartizione dei “cadreghini”.
E’ per questo che Licia Viganò in testa, seguita a ruota dagli altri Comuni che non hanno “cadreghini” in Società, protestano. Mica perché così com’è gestita la società non vada bene!

Ecco perché il governo sta lavorando per eliminare le “partecipate”: perché non sono altro che ricettacoli di “cadreghini” da spartire, non per competenza, ma per appartenenza,
“cadreghini” che pesano, come macigni, sulle spalle dei contribuenti.
Di  la spartizione  (inviato il 23/07/2011 @ 18:49:33)

Inserisci un commento









 

Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Cerca per parola chiave
 



Titolo




23/08/2019 @ 07:41:36
script eseguito in 265 ms

info@taverneriocitta.it

 

 Taverneriocittà © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source