LA COSTRUZIONE DI UN NUOVO ASILO - Taverneriocittà - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
HOME | FORUM | ATTI PUBBLICI | FILMATI | CONTATTI
  •  
  • Ciò che sai fare o sogni di saper fare inizialo: l'audacia ha in sé genio e potenza e magia.

    Johann Wolfgang von Goethe

< aprile 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
         
             

Titolo
Appuntamenti (3)
Archivio redazionali (40)
Consigli Comunali (85)
Interpellanze (8)
Lettere al Sindaco (2)
Redazionale (63)
Terzi (23)

Ultimi commenti:
Mirko Paulon candidato alle europee con il partito +europa quello della bon...
20/04/2019 @ 10:45:01
Di Z
Maggioranza a pezzi.. Chi rimane?Qualcuno mi aggiorna?
30/03/2019 @ 10:17:45
Di Domanda?
Uno degli obbiettivi del gruppo di tavereriocittà era proprio la garanzia c...
28/02/2019 @ 11:24:57
Di ardua sentenza
ero alla riunione dei genitori ieri sera all'asilo. Ci è stato promesso che...
27/02/2019 @ 13:06:45
Di tutti in consiglio
SE L'ASILO BORELLA CHIUDE, IL SINDACO SI DEVE DIMETTERE. ALTRIMENTI SARA' F...
26/02/2019 @ 09:58:52
Di SINDACO DIMETTITI
Le responsabilità di questo sindaco e questa giunta sono enormi.Se L'Asilo ...
25/02/2019 @ 21:21:01
Di Editore deluso
asilo borella Rischio chiusura. Spero che il sindaco si dimetta
25/02/2019 @ 15:33:15
Di via sindaco
EffettivamenteUltimamente Non si vede niente...
23/02/2019 @ 19:54:21
Di Anonimo
assolutamente sì. Torna Rossella salvaci da questo pantano!!!
21/02/2019 @ 11:08:47
Di aiuto
rossella radice sindaco
05/02/2019 @ 16:09:42
Di i rosseliani
SILENZIO TOTALE DI INCAPACITA' AMMINISTRATIVA E PROGETTUALE. UN VERO FLOP Q...
13/11/2018 @ 08:48:49
Di FLOP
Ma esistete ancora?
09/11/2018 @ 10:51:55
Di Anonimo
andate a casaa
01/09/2018 @ 16:36:24
Di un costruttore
Niente di che , un colpo di caldo. Tutto rientrato.
16/08/2018 @ 22:45:12
Di Anonimo
C'è qualcuno che mi può spiegare cortesemente cos'è successo al consiglio? ...
07/08/2018 @ 16:54:22
Di Mi spiegate?
Una cosa è essere (forse) una stampella, altro è tenere fede al mandato da ...
26/07/2018 @ 14:22:10
Di Anonimo
leggo oggi sulla provincia le notizie sul consiglio...Noto con dispiacere c...
26/07/2018 @ 09:39:28
Di tristezza
ma è vero che il consiglio è saltato ieri? Dal Leo non si parla d'altro.......
25/07/2018 @ 08:59:13
Di paulon a casa
CENTRO CIVICO ALLO SBANDO COME TUTTO IL RESTO. TI ASPETTAVI QUALCOSA DI DIV...
16/07/2018 @ 08:35:35
Di TRE ANNI E POI BASTA
Scusate se scrivo in questo blog volevo fare un plauso a questa amministraz...
04/07/2018 @ 20:47:05
Di Anonimo
Paulon è ancora sindaco di Tavernerio? Mi appare piu' che altro il vice di ...
27/02/2018 @ 14:30:07
Di sindaco si o no?
E con questo siamo al terzo sindaco incompetente di fila....poveri noi
05/12/2017 @ 11:51:16
Di Siamo messi male
errata corrige:21 ANNI DOPO.1 ANI parlava di fortuna. Che ne la signora ne ...
03/12/2017 @ 10:31:39
Di mandil a cà.
Repubblica. £ dicembre 2017LA MULTA SBAGLIATA CHE LO STATO ANNULLA 1 ANI DO...
03/12/2017 @ 10:27:18
Di Ul sindik pastrugnun
Forse solo perchè il provvedimento è superficiale, incompleto e non conside...
29/11/2017 @ 21:49:14
Di Ul sindik

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati



//

\\ : Articolo
mag11mer
LA COSTRUZIONE DI UN NUOVO ASILO
Di Admin (del 11/05/2011 @ 21:55:16, in Redazionale, linkato 1662 volte)
Incontro pubblico del 10 maggio 2011 - Auditorium
Intervento di Fabio Rossini

Nel nostro programma uno dei punti qualificanti (e direi il più importante per costi e impegno richiesto) è la costruzione di un nuovo asilo.
Perché costruire un nuovo asilo?
I motivi sono i seguenti:

1) La scuola materna Bagliacca di Tavernerio non sono più sufficienti ad accogliere tutte le richieste di iscrizione del territorio comunale. Infatti dei 120 alunni che frequentano la Scuola materna di Tavernerio, una ventina di alunni sono stati dislocati presso la Scuola Don Lorenzo Milani. Ma la situazione sarebbe drammatica se non ci fosse la Scuola materna Angelo Borella di Solzago, che soddisfa una sessantina di richieste. L’incremento abitativo prevedibile nei prossimi anni a seguito della spinta edilizia prevista dall’ultimo piano regolatore, farà aumentare ulteriormente il numero di richieste di iscrizione e questo aggraverà ulteriormente l’insufficienza della risposta degli asili Bagliacca e Borella.

2) Le strutture dei due asili Bagliacca e Borella sono inadeguate dal punto di vista della normativa vigente.
L’asilo Bagliacca ha 50 anni ed è inadeguato dal punto di vista degli spazi che offre: anche dopo il recente ampliamento degli spazi a disposizione, non ha una palestra: lo spazio aggiunto qualche anno fa, doveva infatti assicurare la presenza di uno spazio di soggiorno comune, ma manca tuttora uno spazio per la palestra. La palestrina di antica memoria situata al piano superiore non è assolutamente adatta a tale scopo ( infatti fu pensato qualche anno fa, prima del progetto per il nuovo edificio comunale, di adibire tali spazi ad ampliamento di quelli del Municipio, progetto poi abbandonato per i motivi detti). Le strutture esistenti poi presentano gravi carenze in materia di sicurezza, come i serramenti e le porte anti-incendio.
L’asilo Borella è di costruzione ancora più antica: gli spazi sono ancora più limitati, alcune classi sono dislocate al piano superiore che è privo di scale di sicurezza.

Di fronte a tali carenze di capienza e di adeguatezza strutturale, sarebbe irrazionale intraprendere lavori di ampliamento e adeguamento strutturale. Perché tali interventi dovrebbero essere portati su entrambe le strutture ( nessuna delle due sarebbe in grado di supplire comunque anche per l’altra), mantenendo questo antico antieconomico dualismo di servizi.

Il problema dei costi di gestione. E’ naturale che la gestione di una unica struttura nuova sarebbe più economica della gestione di due strutture vecchie. I conti in tal senso richiedono uno studio che ora non esiste e che sarebbe parte integrante del lavoro che andrà fatto.
Esiste però un aspetto importante per quanto riguarda il risparmio che si otterrebbe unificando le due strutture in un’ unica struttura comunale. In questa ipotesi, il personale insegnante e ausiliario della struttura sarebbe tutto a carico dello Stato. Si otterrebbe pertanto un forte risparmio dalla unificazione perché il personale dell’asilo Borella non sarebbe più a carico dell’Ente. Da tale risparmio, da quantificare, potrebbe essere sostenuto almeno in parte l’onere di un mutuo per la costruzione.

I rapporti tra i due Enti.
E’ ovvio che la realizzazione di tale progetto sottintende una stretta collaborazione tra Comune e Fondazione Borella. Collaborazione che , al di là dei campanilismi di storica memoria, si è sviluppata ormai da anni, attraverso la stipula di una convenzione che prevede un sostanzioso contributo economico da parte del Comune alla Fondazione, in cambio del ruolo che Essa svolge nel coprire appunto un servizio di interesse comunale. Tale collaborazione poi si è rafforzata con la istituzione di una Società per azioni tra Comune e Fondazione, con capitale paritario, con lo scopo di gestire i servizi sociali e costruire la casa di riposo. Il progetto è caduto per volontà della Amministrazione uscente che non ha voluto perseguire la mission prevista dallo Statuto della Società e che ha pertanto liquidato la Società. Il capitale attuale della Fondazione, dopo la rivalutazione dei beni immobili prevista dalla revisione del Piano Regolatore, si aggira intorno a 5 milioni, patrimonio che in ogni caso dovrebbe consentire di affrontare l’ operazione con sufficiente serenità.

Le risorse necessarie.
Fermo restando che anche questo problema sarà da affrontare in modo preciso a tempo debito, si può già da ora tratteggiare un cammino percorribile: Una volta prevista la dismissione dell’asilo Bagliacca, la sua alienazione potrebbe costituire un punto di partenza.
Qualora il nuovo complesso fosse edificato sul terreno standard della cascina San Bartolomeo, già sede prevista della casa di riposo e ora tornato di proprietà del Comune, il terreno necessario non graverebbe sui costi . Altra risorsa potrebbe essere l’attuale edificio dell’asilo Borella, prevedendo una eventuale struttura più dimensionata come sede della Fondazione . Infine Le risorse mancanti sarebbero ottenute accendendo un mutuo i cui oneri in quota parte potrebbero essere sostenuti dai risparmi ottenuti sul personale dell’asilo Borella.

La sede
L’asilo Bagliacca, chiuso tra le case, non ha spazi utilizzabili, a meno di perdere tutti gli spazi esterni, per altro di forma poco idonea. L’asilo Borella possiede spazi più ampi e potrebbe essere la sede unica.
I terreni della cascina San Bartolomeo sono estesissimi , già di proprietà comunale e potrebbero offrire molte possibilità.
Aggiungo, ma non è argomento della sera e neppure del programma, che l’ubicazione all’interno del terreno San Bartolomeo, un domani più o meno utopico ,vista l’evoluzione politica del nostro Comune, potrebbe inserirsi nel progetto unitario casa di riposo-scuola materna che era già stato previsto al momento della istituzione, poi non capìta, della società Angelo Borella: un comparto unitario per massimizzare le risorse e per evitare la ghettizzazione degli anziani.

L’asilo nido
Presso l’asilo Borella ha sede un asilo nido. Esso è ubicato al piano superiore e pertanto presenta quelle inadeguatezze strutturali che sono state descritte anche per la scuola materna ( assenza di scale di sicurezza) .
Inoltre i posti offerti sono limitati per motivi di spazio. Anche l’asilo nido Borella , come la scuola materna Borella, gode di una convenzione col Comune di Tavernerio al quale sono riservati alcuni posti a prezzo agevolato, dietro pagamento del contributo corrispondente alla differenza col prezzo pieno.
Sarebbe interessante proseguire questo servizio in un ambito strutturale nuovo, adeguato, magari con una offerta di posti più adeguata alle richieste.
Ovvio che questo servizio andrebbe pensato all’interno del nuovo complesso.
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa Invia articolo Invia
 
Nessun commento trovato.


Inserisci un commento









 

Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Cerca per parola chiave
 



Titolo




20/04/2019 @ 13:10:00
script eseguito in 219 ms

info@taverneriocitta.it

 

 Taverneriocittà © Copyright 2003 - 2019 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source