Consiglio Comunale 23 luglio 2009 - Taverneriocittà - dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
HOME | FORUM | ATTI PUBBLICI | FILMATI | CONTATTI
  •  
  • Il tradimento interrompe il viaggio e l'esperienza in senso attivo.
    E ti porta appunto all'inevitabile ritorno all'ordine, il quale per me è inaccettabile.

    Jannis Kounellis 2007

< febbraio 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
             
             

Titolo
Appuntamenti (3)
Archivio redazionali (40)
Consigli Comunali (85)
Interpellanze (8)
Lettere al Sindaco (2)
Redazionale (63)
Terzi (23)

Ultimi commenti:
post muto
17/05/2020 @ 16:44:18
Di bs
sul blog non scrive più nessuno.. nessuno fa più niente.. come il pugile .....
22/02/2020 @ 21:42:57
Di tutti zitti
merito di questa fantastica amministrazione da voi appoggiata!!!! Complimen...
16/10/2019 @ 12:59:13
Di abomini
Il Bagliacca è pieno d'acqua e in parte inagibileIl Borella é pieno di debi...
10/10/2019 @ 06:25:26
Di I due asili...
Le anime belle son riuscite a portare al centro civico gli schiavi negri ar...
25/07/2019 @ 13:23:03
Di Plagiati dai media
Bianchi si è comportato male in consiglio comunale (non al bar) e non dovre...
08/06/2019 @ 22:45:37
Di in alternativa Paulon dimettiti tu..
Non capisco come mai non si sia ancora dimesso.....ma si puo' essere così a...
03/06/2019 @ 09:47:49
Di ottimo bianchi
Bianchi come assessore al bilancio non vale niente.. Ma questo si sapeva......
02/06/2019 @ 14:38:54
Di Avrà successo.. Dimissione.. Il minimo
Dopo quello che è successo, un passo indietro l'assessore Bianchi lo DEVE f...
28/05/2019 @ 14:40:20
Di la cacciata
Credo sia ora di staccare la spina a questa amministrazione
27/05/2019 @ 08:52:05
Di stop
Sorprende l'evidente enorme difficoltà degli amministratori locali a compor...
26/05/2019 @ 11:24:20
Di Maggio. Il mese del cucu'
BRAVE PERSONE NON FA RIMA CON BRAVO POLITICO
21/05/2019 @ 14:48:58
Di RIMEE
Paulon é una brava persona. L'ho votato però..Non capisco il suo percorso p...
19/05/2019 @ 16:07:32
Di Perché?
imbarazzante direi....
06/05/2019 @ 10:15:50
Di che imbarazzo
Sindaco che usa la responsabilità territoriale come sgabello per i suoi lib...
20/04/2019 @ 14:14:21
Di mobiliere
Mirko Paulon candidato alle europee con il partito +europa quello della bon...
20/04/2019 @ 10:45:01
Di Z
Maggioranza a pezzi.. Chi rimane?Qualcuno mi aggiorna?
30/03/2019 @ 10:17:45
Di Domanda?
Uno degli obbiettivi del gruppo di tavereriocittà era proprio la garanzia c...
28/02/2019 @ 11:24:57
Di ardua sentenza
ero alla riunione dei genitori ieri sera all'asilo. Ci è stato promesso che...
27/02/2019 @ 13:06:45
Di tutti in consiglio
SE L'ASILO BORELLA CHIUDE, IL SINDACO SI DEVE DIMETTERE. ALTRIMENTI SARA' F...
26/02/2019 @ 09:58:52
Di SINDACO DIMETTITI
Le responsabilità di questo sindaco e questa giunta sono enormi.Se L'Asilo ...
25/02/2019 @ 21:21:01
Di Editore deluso
asilo borella Rischio chiusura. Spero che il sindaco si dimetta
25/02/2019 @ 15:33:15
Di via sindaco
EffettivamenteUltimamente Non si vede niente...
23/02/2019 @ 19:54:21
Di Anonimo
assolutamente sì. Torna Rossella salvaci da questo pantano!!!
21/02/2019 @ 11:08:47
Di aiuto
rossella radice sindaco
05/02/2019 @ 16:09:42
Di i rosseliani

Catalogati per mese:

Gli interventi più cliccati



//

\\ : Articolo
lug18sab
Consiglio Comunale 23 luglio 2009
Di Admin (del 18/07/2009 @ 00:05:02, in Consigli Comunali, linkato 6090 volte)

COMUNE DI TAVERNERIO

PROVINCIA DI COMO

AVVISO

SI DA’ NOTIZIA DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CHE SI TERRA’ IL GIORNO GIOVEDI' 23-07-2009 ALLE ORE 21:00 IN SEDUTA DI PRIMA CONVOCAZIONE – SESSIONE ORDINARIA, PRESSO L’AUDITORIUM COMUNALE.

ORDINE DEL GIORNO



1 RATIFICA DELIBERAZIONE D'URGENZA ADOTTATA DALLA GIUNTA COMUNALE CON ATTO N.58 DEL 09.06.2009 CON OGGETTO: "VARIAZIONI IN VIA D'URGENZA AL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE DELL'ESERCIZIO FINANZIARIO 2009".

2 MODIFICA DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 19 DEL 30.09.2008 CON OGGETTO "ART. 194 DEL D.LGS. 267/2000. RICONOSCIMENTO DEBITO FUORI BILANCIO A SEGUITO DI LODO ARBITRALE".

3 VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2009.

4 COMUNICAZIONE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 71 DEL 07.07.09 CONCERNENTE UN PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA.

5 MODIFICHE AL NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DI BENI, SERVIZI E LAVORI.

6 REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DELL'INCENTIVO DI CUI ALL'ART. 92 DEL D.LGS. N. 163/2006. APPROVAZIONE.

7 PIANO DI LOTTIZZAZIONE DENOMINATO "PL 20 CAMPACCIO". APPROVAZIONE.

Tavernerio, 16 luglio 2009

SI AVVISA ALTRESI’ CHE AL TERMINE DELLA TRATTAZIONE DEI PUNTI ALL’ORDINE DEL GIORNO IL TECNICO PROGETTISTA PROVVEDERA’ AD ILLUSTRARE IL NUOVO PROGETTO DI AMPLIAMENTO EDIFICIO SCOLASTICO “DON LORENZO MILANI”.
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa Invia articolo Invia
 
# 1
Ecco un consiglio comunale interessante. Da analizzare a chi vuole mettersi a sperimentarsi come amministratore.
Come mai tante rettifiche di atti ministrativi?
Profonda correzione di strategie finanziarie: addirittura modifica del bilancio di previsione del 2009 approvata da poche settimane?
Cattivo inquadramento delle partite di bilancio?
Incapacità di definizione della natura dei crediti e dei debiti?
Prelievi dal fondo di riserva?
Vuoi vedere che si tratta della vertenza Metano Nord?
Ah diranno vecchi buchi!
Ma erano chiari fin dal tempo del commisariamento, quindi in campagna elettorale iniziata nel 2005! Dove sono finiti i grandi suggeritori di Rifondazione Comunista e del Partito Democratico che ha fatto, è il caso di dirlo, carte false per questo gruppo di mministratori?
Come questa maggioranza in 4 anni di letterine alla popolazione, di riunioni dei capigruppo disattese, di consigli comunali ridotti allo stretto censurato necessario, non è riuscita nemmeno a comprendere come si inquadra un debito in un bilancio?
E chi mai, di tanto autorevole, ha corretto 4 anni di incomprensioni finanziarie?
Bhe continuare a sostenere che la dimensione patrimoniale non riguarda un bilancio pubblico, stupidaggine già di per sé squalificante, può portare a queste ulteriori dimostrazioni di incompetenza amministrativa.
Magari andando a vedere e studiandosi gli atti c’è da imparare. Magari.
Di  Giovani Aiani - Consigliere Tc  (inviato il 18/07/2009 @ 18:16:20)
# 2
Ragazzi della Lega, ospiti fissi del blog di taverneriocittà, venite ad assistere al consiglio comunale di questa settimana. Al consiglio si manifesta la parte importante della vita amministrativa, attraverso la formalizzazione delle scelte dell'amministrazione. Taverneriocittà è sempre presente ad ogni assemblea, ma è triste constatare come praticamente nessun altro vi partecipi. Venite ad ascoltare e a conoscere il cuore del nostro Comune se state intraprendendo un cammino politico.
Di  Anonimo  (inviato il 19/07/2009 @ 16:52:56)
# 3
Ho gradito i chiarimenti sull'attività della lega, seguiti alla mia domanda della scorsa settimana. Grazie. Dalla ridda di commenti si capisce che non avete intenzione (o possibilità o capacità, di questo non dite) di aprire un vostro spazio web, perciò è normale ed apprezzabile che utilizziate questo per esprimervi in rete (è l'unico a tavernerio). Del resto (incomprensibilmente) ironizzate sulla nostra presunta inattività perchè taverneriocittà non organizza comizi. Questo gruppo infatti, fondato nel ventunesimo secolo a differenza del vostro che nasce nel dodicesimo, ritiene più utile diffondere le proprie considerazioni attraverso la rete, dando spazio a chiunque di leggerle in ogni momento e di commentarle (come del resto appunto fate).
Noi comunque pur avendo i computer non abbiamo nemmeno un carroccio coi cavalli.
Grazie anche per avere chiarito definitivamente che in Consiglio Comunale la lega al momento non è rappresentata per nulla, essendo il sig. Barigelletti non più del vostro ambiente, come da voi specificato. Avrete anche una bella sezione, e ciò vi fa onore specialmente per il rinnovamento di persone che intendete proporre, ma attualmente a livello locale non potete rappresentare nessun cittadino (noi trecento e passa... wow!).
Auguri quindi per le prossime elezioni comunali.
Non ho sinceramente capito come mai ad albese non sia di vostro interesse che un vostro tesserato abbia straperso, mentre sottolineate il fatto che il Sindaco che ha vinto sarebbe stato (in passato ma ora non più) a voi vicino. mah.
Perdonate l'ironia (con trecento voti ci rimane quasi solo quella) e grazie sinceramene per gli accenni di dialogo, il quale se iniziasse a contenere delle idee anche da parte vostra permetterebbe a tutti di crescere e confrontarsi.
Di  ismaele  (inviato il 19/07/2009 @ 17:16:19)
# 4
CARO ISMAELE,rispondo subito alle tue domande:

Il nostro blog indipendente da tutte le altre sezioni e' in fase di studio,dacci tempo e pure questo arrivera'.
2 PUNTO:il vostro gruppo nasce nel ventunesimo secolo,il nostro come da te sottolineato,e' il partito piu' vecchio al governo,quindi non so' cosa dovremmo imparare da voi.
GIRO VOLENTIERI A VOI,l'augurio per le prossime elezioni comunali,noi di certo ci saremo(col nostro simbolo voi non lo so'!) e sicuramente pronti per darvi battaglia!
Questione ALBESE:Di SCHIERA a nessuno importa,visto che in origine era prevista un' alleanza con lo stesso GAFFURI,ma la smania di SCHIERA di voler fare il sindaco a tutti i costi a portato ad una rottura.
Visto che sei un po' disinformato ti chiedo di informarti su queste cose:
IL SINDACO VINCITORE SAREBBE STATO UNO DI NOI E ORA NON PIU'??
FRASE ERRATA...INFORMATI..
CHIEDI PURE A SCHIERA E VEDRAI...
Dialogo con voi?Noi ascoltiamo tutti,la differenza e che noi abbiamo una linea politica da seguire,voi vi nascondete dietro ad una lista civica DI SINISTRA!!
Di  il padano  (inviato il 19/07/2009 @ 19:59:42)
# 5
questo fatto che Taverneriocittà sia una lista civica di sinistra non so da dove l'avete presa.
vatti a leggere i candidati presenti su questo blog in questo articolo:
http://www.taverneriocitta.it/dblog/articolo.asp?articolo=11
e scoprirai che ci sono simpatizzanti di destra, di sinistra e persino della lega.
è il progetto che conta.
Di  cippilimerlo  (inviato il 19/07/2009 @ 20:11:29)
# 6
#4
Anch’io, come il commento 5, non concordo sul fatto che la lista civica di Taverneriocittà sia una lista di sinistra, ma non mi stupisco.
Fa parte delle favole metropolitane che circolano su Taverneriocittà a Tavernerio.
Mi limito a ricordare un fatto.
Il candidato sindaco Giovanni Aiani fu ferocemente osteggiato dalla sinistra, quella sinistra che provocò le dimissioni dell’allora sindaco Fabio Rossini.
I “sinistri” di allora, direttamente o per interposta persona (Pierluigi Invernizzi e Roberto Brambilla tramite Monica Citeroni) sono stati recuperati dall’attuale sindaco che li ha sdoganati nominandone alcuni assessori (Di Gregorio, ora dimessosi, Monica Citeroni, Cosimo Prete, non “sinistro”, ma in combutta con i “sinistri” e assessore nella giunta Fabio Rossini).
Ma, parafrasando Antonio nel “Giulio Cesare”, se lo dice “il padano”, che è uomo d’onore, Taverneriocittà è di sinistra.
Di  se lodice un uomo d'onore...  (inviato il 19/07/2009 @ 20:36:32)
# 7
uomo di fatti non di parole
Di  il padano  (inviato il 19/07/2009 @ 23:04:36)
# 8
all'ultimo consiglio comunale (21/5/2009) un uomo della lega C'ERA
Di  guerriero PADANO  (inviato il 20/07/2009 @ 08:04:19)
# 9
#8
Spero che lei voglia dire: c'era e ci sarà
non: c'era una volta
Di  niente favole  (inviato il 20/07/2009 @ 10:21:14)
# 10
ahahah spiritoso
peccato per voi che era anche l'uomo piu' giovane in sala
(torniamo al discorso FATTI e non parole)
Di  guerriero PADANO  (inviato il 20/07/2009 @ 11:25:04)
# 11
Fatti.
Perché mai dovrebbe dispiacerci "che era l'uomo più giovane in sala"?
Essere giovani mica è un difetto, anzi, è un pregio.
Di  perché?  (inviato il 20/07/2009 @ 11:59:05)
# 12
più giovane di franzin è impossibile! è ancora implume
Di  Anonimo  (inviato il 20/07/2009 @ 19:28:31)
# 13
E' vero.
Ce ne siamo accorti.
Franzin porta ancora il calzoncini corti!
Di  vestivamo alla pecorara  (inviato il 20/07/2009 @ 19:48:01)
# 14
non e' l'abito che fa il monaco..o sbaglio?
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 20/07/2009 @ 20:06:44)
# 15
i ragazzi della lega nord saranno presenti anche al prossimo consiglio comunale,ordinati e silenziosi per apprendere..riconoscibili dai nostri fazzoletti verdi
Di  il padano  (inviato il 20/07/2009 @ 20:10:06)
# 16
caro ANONIMO smettila di fare il ragazzino con battute ridicole
ORMAI HAI 30 ANNI
e la tua maestra è andata in pensione
Di  guerriero PADANO  (inviato il 20/07/2009 @ 20:30:29)
# 17
#14
Non è l’abito che fa il monaco, ma il monaco porta l’abito.
Di  in braghette no!  (inviato il 20/07/2009 @ 20:36:38)
# 18
Il commento 14 di “ul scurzun de GILASCA” dice che non è l’abito che fa il monaco.
La risposta viene dal commento 15 di “il padano” che dice: i ragazzi della lega nord saranno riconoscibili dai fazzoletti verdi.
I ragazzi della lega nord hanno capito perfettamente che l’abito parla.
Il fazzoletto è un simbolo e, come tale lo indossano e ne sono fieri.
E’ il Consigliere Massimo Franzin che non ha capito.
O, forse, ha capito benissimo: per un’amministrazione di cialtroni, abiti da cialtroni.
Di  l'abito parla  (inviato il 23/07/2009 @ 09:15:26)
# 19
CARISSIMI..noi stasera eravamo presenti al consiglio comunale...che tristezza..dov'era l'opposizione?Cavolo vuol dire fare come CLAUDIO GATTI che ad ogni mozione si asteneva e non votava?E' il suo amico,LEONE DA TASTIERA SEMPRE ASSENTE BARIGELLETTI,dov'era?
NOI C'ERAVAMO,LEGA NORD,E VOI?
NOI SIAMO TUTTI CON IL NOSTRO COMMISSARIO!
Di  il padano  (inviato il 24/07/2009 @ 01:37:40)
# 20
Vorrei molto pacatamente e molto serenamente (citazione di Crozza confesso...) far notare che questo è il blog di Taverneriocittà, che al consiglio c'era!
Di  alfa1  (inviato il 24/07/2009 @ 09:26:23)
# 21
onore a tavernerio citta' che almeno opposizione fa'!E vota le mozioni che vengono presentate...altri capigruppo invece si astengono...
Di  Anonimo  (inviato il 24/07/2009 @ 12:39:49)
# 22
Consiglio piatto ed incolore. Forse è il caldo, dicono i benevoli. I malevoli dicono che è l’insipienza del sindaco e di tutta la sua maggioranza che conduce all’inerzia totale.
Certo, è tutto relativo. Il sindaco, in un raro momento di umorismo, ci ha raccontato che sta facendo tantissimo, quasi tutto, ma che, essendo un animo generoso, cercherà di lasciare qualcosa da fare anche agli altri che verranno dopo di lui.
Cosimo Prete, o’Fantasma, ha enfaticamente annunciato che il Comune sta tentando disperatamente di fare alla meno peggio quello che faceva la Angelo Borella S.p.A. bene. Certo che quando sentiamo sbandierare che per il team dei minori ci sarà “anche” uno psicologo ed un assistente sociale come se fosse una genialità del paravicesidaco, ci si scompiscia dalle risa. Quando poi si riflette che l’assistente sociale sarà impegnato per 7 (dicesi: sette!!) ore alla settimana, conoscendo i bisogni di Tavernerio, il riso diventa isterico e non si capisce più l’enfasi di Mimmo.
Ma forse questo è un errore. Conoscendo Mimmo non ci si dovremmo meravigliare. Ricordiamoci il tono gaudioso dell’immondo Prete quando annunciò di aver praticamente svenduto il furgone Virgilio per un piatto di lenticchie.
Altra idea geniale ostentata dall’incapace è stata quella del centro estivo con precisazione auto encomiastica: c’è una buona risposta. Anche qui nient’altro che soddisfazione di un bisogno già percepito e soddisfatto (meglio) dalla Società Angelo Borella. A scuola gli avrebbero detto: Prete, dietro alla lavagna, non si copia.
Di  cronaca del Consiglio 1  (inviato il 24/07/2009 @ 21:57:20)
# 23
Il parasindaco Giovanni Rossini ha dichiarato di essere ormai diventato un esperto di gas.
Conoscendolo come unicamente esperto in cacca di cani si siamo in un primo momento stupiti.
Poi, riflettendo, abbiamo capito.
I due argomenti hanno una cosa in comune: la puzza.
Di  l'esperto  (inviato il 24/07/2009 @ 22:22:27)
# 24
#23...solamente un' assessore che stava delirando poteva proporre l'acquisto per intero della linea del gas...
Di  Anonimo  (inviato il 25/07/2009 @ 00:14:10)
# 25
Ho letto e riletto il commento 24.
Non capisco cosa vuol dire.
Se è un messaggio criptato per amici, niente da dire.
Se è un messaggio per tutti, mi piacerebbe avere chiarimenti.
Di  grazie  (inviato il 25/07/2009 @ 00:26:27)
# 26
#25..bastava che venivi lo scorso giovedi' al consiglio comunale e capivi da solo...
Di  prego  (inviato il 25/07/2009 @ 13:03:43)
# 27
Commento 26.
Io in Consiglio c’ero, così come ci sono sempre stato.
Sono quindi abituato a sentire gli Assessori delirare, ma giovedì nessun Assessore ha delirato proponendo l’acquisto della rete del gas.
Oltretutto, se qualcuno l’avesse proposto, avrebbe delirato veramente molto visto che l’intera rete gas è di proprietà del Comune di Tavernerio.
Il Comune, pertanto, potrebbe venderla, ma non certo acquistarla.
Visto che gli assessori facenti parte della giunta Giovanni Rossini presenti erano Cosimo Prete, Gian Vittorio Redenti, Giuseppe Anzani, Fabio Gatti, Anna Antonacci, (assente Monica Citeroni), chi di questi, secondo lei, avrebbe delirato?
Di  ri-grazie  (inviato il 25/07/2009 @ 13:47:54)
# 28
E' importante partecipare ai Consigli comunali anche se, con gli amministratori che ci troviamo, spesso non c'è molto di interessante da sentire.
Però è importante stare attenti a quello che viene detto per evitare confusione come quella del commento 24.
Di  esserci di corpo e di mente  (inviato il 25/07/2009 @ 15:25:11)
# 29
correzione al commento#24
l'assessore non ha proposto l'acquisto della rete del gas ma ha detto che la causa intrapresa dalle condotte nord è stata persa ma ha portato all'acquisizione delle condotte da parte del comune.
l'autore del commento 24 non è stato preciso, ma alla fine il concetto è quello e sulla sua opinione concordo pienamente
Di  guerriero PADANO  (inviato il 25/07/2009 @ 15:41:56)
# 30
Commento 29
Credo ci sia un po’ di confusione in materia gas.
Cerco di chiarirla in estrema sintesi.
Negli anni ’60 fu posata la rete principale del gas.
La convenzione prevedeva: il Comune concede la gestione per 30 anni, dopo i 30 anni la proprietà della rete è del Comune.
Il gestore (che, nel tempo, ha cambiato diversi nomi, all’epoca Metano Nord) allo scadere della concessione negò la proprietà del Comune perché la rete originale era stata ampliata.
Il fine del gestore era quello di ottenere un rinnovo tacito della concessione.
Si andò in causa.
Il tribunale ha dato pienamente ragione al Comune, riconoscendogli la piena proprietà della rete, ma riconoscendo al gestore un rimborso per la parte non ancora ammortizzata dell’ampliamento fatto.
Riassumendo: la causa è stata vinta.
Il Comune deve farsi carico del rimborso riconosciuto al gestore e delle spese legali.
Restano due domande:
1) il commento 24 si riferiva all’Assessore Giuseppe Anzani, visto che nessun altro ha parlato di gas?
2) che vantaggio hanno i cittadini di Tavernerio nel possedere la rete?
Per la prima domanda, attendo risposta.
Per la seconda, ci penso io in un successivo commento.
Di  c'è un po' di confusione  (inviato il 25/07/2009 @ 18:32:44)
# 31
Visto che la Lega Nord si ritiene pronta ad esprimere il prossimo Sindaco è opportuna una precisazione.
Mi riferisco ai commenti 19 e 21.
Nel Consiglio del 23 luglio 2009 sono state messe ai voti delle delibere, non delle mozioni.
Sono due cose ben diverse.
Niente di grave, ma è bene verificare se i commenti sono espressione della Lega di Tavernerio (come sembra) e allora bisogna darsi da fare per imparare il “mestiere” da Sindaco che non può sbagliare i termini, se sono commenti personali, restano termini sbagliati, ma nessun problema visto che il significato è ugualmente chiaro.
Di  c'è un po' di confusione  (inviato il 25/07/2009 @ 18:52:48)
# 32
#31..DACCI TU RIPETIZIONI PER IMPARARE IL MESTIERE,AMMETTO L'ERRORE NELLO SCRIVERE,LE IDEE SONO BEN CHIARE,RIPETO, LO SBAGLIO E NE PRENDO ATTO.
E RIPETO CHE LA LEGA NORD CI SARA' ALLE PROSSIME COMUNALI,con o senza candidato sindaco,MA DI CERTO COL NOSTRO SIMBOLO,che noi non ABBIAMO PAURA A NASCONDERE NE TANTO MENO A RIFUGIARCI NELLE LISTE CIVICHE.
Di  il padano  (inviato il 25/07/2009 @ 19:53:49)
# 33
Commento 31
Troppo onore!
Non ne sono degno.
Ma c’è un maestro a vostra disposizione: lo Statuto del Comune di Tavernerio.
Se volete, basta cliccare sul blog su «Gli atti pubblici che ci fanno comunità» e studiarlo (studiarlo, non semplicemente leggerlo).
Unica avvertenza.
Lo Statuto è accompagnato da una musichetta bellissima.
Per trenta secondi.
Dopo altri trenta secondi vi rende nevrastenici.
Oltre il minuto rincretinisce.
Di  senza audio  (inviato il 26/07/2009 @ 18:28:29)
# 34
Correzione.
Il commento 33 risposnde al commento 32 (non 31).
Di  errata corrige  (inviato il 26/07/2009 @ 18:30:39)
# 35
#33 34..lezioni di politica ne prendiamo da altre persone,non di certo da chi scrive su questo blog!
cordiali saluti
Di  il padano  (inviato il 26/07/2009 @ 19:47:15)
# 36
Commento 35.
Non avevo dubbi.
Infatto ho scritto: troppo onore!
Forse, vista però la sua risposta, avrei dovuto precisare che lo Statuto del Comune di Tavernerio si può leggere sul blog, ma non lo ha scritto il blog.
Di  bisogna essere elementari  (inviato il 26/07/2009 @ 20:12:29)
# 37
a 35
in ogni caso ,vi farebbe solo bene qualche lezione di sana e pulita politica da qualsiasi parte arrivi
Di  aaa  (inviato il 26/07/2009 @ 21:26:40)
# 38
No, cara “aaa”, no.
Le lezioni di sana e pulita politica da qualsiasi parte arrivi fanno “cultura”, quindi sono incompatibili con l’“indottrinamento”.
Di  la vertità fa male  (inviato il 26/07/2009 @ 21:34:22)
# 39
38
Infatti noi facciamo sana e pulita politica ......
Di  aaa  (inviato il 26/07/2009 @ 22:13:42)
# 40
#35
Visto che, ormai da un po’ di tempo, esponenti della Lega Nord scrivono su questo blog, mi sembra che la sua affermazione sia un po’ strana.
Forse prendete lezioni da Enrico, il figlio di Bossi?
Di  fatti, forse, parole al vento  (inviato il 26/07/2009 @ 22:31:02)
# 41
#40..no caro...semmai dal padre...imparate a guardare a casa vostra...poi il figlio si chiama RENZO..DISINFORMATO!
Di  spetugulezz malinformati  (inviato il 26/07/2009 @ 23:07:22)
# 42
# 37..siamo disponibili ad impare da tutti questi"professori con le braghe rosse" e le orecchie basse...
DA 25 SIAMO AL GOVERNO CON LO STESSO SIMBOLO..
VOI TRA QUERCIE,MARGHERITE,ULIVI vi conviene darvi al florovivaismo e lasciar stare la politica!
Di  IL PADANO  (inviato il 26/07/2009 @ 23:10:39)
# 43
# 37...SIAMO DISPONIBILI AD IMPARARE DA TUTTI QUESTI PROFESSORI CON LE BRAGHE ROSSE E LE ORECCHIE BASSE!
DA 25 ANNI SIAMO AL GOVERNO CON LO STESSO SIMBOLO...
VOI TRA QUERCIE,MARGHERITE,ULIVI vi conviene darvi al florovivaismo e lasciar perdere la politica.
Di  il padano....in italiano corretto  (inviato il 26/07/2009 @ 23:13:07)
# 44
PADANO...LASA PER...EN POOR GENT!
Sai per caso la service 24 cerca operai o dirigenti?
Nel caso la risposta fosse si,lo dico al futuro sindaco BRAMBILLA,cosi' dopo la nipote potrebbe sistemare pure il figlio...tanto cio' che dice lui e' legge!
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 26/07/2009 @ 23:22:45)
# 45
Caro "il padano" del commento 43, il plurale di "quercia" fa "querce" non "quercie".
Quindi, se vuoi firmarti "il padano....in italiano corretto" devi rifare un’altra volta.
E già che ci sei, tra “il padano” e “in italiano corretto” mettici solo tre punti, non quattro.
Di  mi dispiace, ma ...  (inviato il 26/07/2009 @ 23:25:11)
# 46
clap clap ...ecco un cervellone ferito...clap clap
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 26/07/2009 @ 23:27:11)
# 47
tuch chi cerveluni chi,mandiamoli al governo...risanerebbero il paese..
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 26/07/2009 @ 23:31:11)
# 48
caro scurzun...lasa perd tu ora...non scherzare....
Di  il padano  (inviato il 26/07/2009 @ 23:33:13)
# 49
#47
Caro “scurzun”, io non sono sempre d’accordo con quello che lei scrive, ma ho notato che possiede uno spiccato senso dell’ironia.
E l’ironia, soprattutto nei commenti brevi, è più graffiante ed incisiva di qualsiasi commento “serioso”.
Purtroppo non tutti la capiscono.
Spieghi al suo collega “il padano” il significato del suo commento 47 e continui così.
Di  una persona simpatica  (inviato il 26/07/2009 @ 23:46:49)
# 50
Concordo con il commento 49.
Io, il commento 48, lo avrei scritto così:
«tuch chi cerveluni chi, mandiamoli al governo...risanerebbero il paese…»
… di Tavernerio.
Di  cosa ne dite?  (inviato il 26/07/2009 @ 23:55:12)
# 51
Credo che il blog, inteso come strumento, sarebbe piaciuto molto a Socrate.
Vi avrebbe potuto esercitare la sua brachilogia da maestro qual’era, impiegando costantemente l’ironia, fingendo di non sapere quale sarebbe stata la conclusione del dialogo, stimolando il suo interlocutore con le sue domande sino a fargli confessare la sua ignoranza.
Credo che a Socrate “ul scurzun del GILASCA” starebbe simpatico
Di  lo scurzun filosofo  (inviato il 27/07/2009 @ 00:20:39)
# 52
#33.
Ora ho capito perché.
I nostri amministratori ganno sudato oere e ore sullo Statuto, ma non hanno spento la musichetta!
Di  effetti collaterali  (inviato il 27/07/2009 @ 09:54:38)
# 53
#41
Ho sbagliato.
Mi sono fidato della memoria senza fare una verifica.
Malissimo!
Prima di criticare gli altri bisogna guardare in casa propria.
Mi darò le bacchettate.
Forse Renzo mi ha fatto “squola”.
Di  da non fare mai più  (inviato il 27/07/2009 @ 12:03:23)
# 54
#..si mandiamo al governo tutti questi maestri di vita,professori,cosi' dopo aver indebitato il paese di tavernerio con grandi opere come service 24 e angelo borella riuscirebbero a portare al collasso pure l'italia intera!.
PS.SCURZUN CON LA LEGA NON CENTRA NIENTE
Di  il padano  (inviato il 27/07/2009 @ 12:45:47)
# 55
# 53...semmai sei andato a scuola da FRANCESCHINI...piu' comico di questo..
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 27/07/2009 @ 12:47:07)
# 56
#55
Magari Dario Franceschini fosse comico!
Almeno ci farebbe divertire.
Grazie comunque per la dedica.
Di  il professore  (inviato il 27/07/2009 @ 12:57:57)
# 57
#54
Lei, nel suo commento, ha dimenticato la parola chiave di questa amministrazione che costituisce la struttura portante della vulgata su “quelli di prima”: i grandi buchi.
L’aiuto io:
«Dopo aver riempito di buchi il paese di Tavernerio con opere faraoniche (rende meglio che “grandi opere”) come Service 24 e Angelo Borella farebbero dell’Italia un grande gruviera (il noto formaggio con i buchi è emblematico per Tavernerio).»
Un commento così renderebbe di più.
Si rischierebbe solo di provocare una domanda: perché “quelli di prima” hanno lasciato bilanci del Comune e delle Società in attivo e dopo un anno di Commissario e tre anni di gestione Giovanni Rossini i bilanci chiudono in passivo?
Forse un effetto a scoppio ritardato?
Ma non si preoccupi, perché è la vulgata che conta non la verità.
Di  la vulgata  (inviato il 27/07/2009 @ 13:13:54)
# 58
Prendiamo nota, dal commento 54, che “scurzun” con la Lega non c’entra niente.
Scurzun esprime un suo pensiero, chi vuole gli risponde, chi non vuole tace. Fine.
Ma questo vale per tutti.
Anche molti commentatori del blog non c’entrano niente con Taverneriocittà, ma nessuno ha mai avuto niente da ridire.
Se Taverneriocittà vuol dire qualcosa lo fa attraverso Giovanni Aiani che si firma in chiaro e non con uno pseudonimo.
Così potrebbe fare Lega se volesse dire qualcosa di ufficiale.
Di  per chiarezza  (inviato il 27/07/2009 @ 14:33:32)
# 59
#52
Da come scrivi, mi sa che anche tu hai sentito troppa musichetta!
Di  musichetta perversa  (inviato il 27/07/2009 @ 14:59:05)
# 60
# 58..LA LEGA NORD DI TAVERNERIO QUando vuol scrivere qualcosa di ufficiale lo scrive firmandosi LEGA NORD,il resto e tutta aria fritta!
Di  il padano  (inviato il 27/07/2009 @ 20:07:26)
# 61
BAGAI...grazie par tu coos..ma me sun duma un scurzun che sta' bene indi praa' de gilasca,me dentar ad un lucal a crepi...An pruvaa' a cantam tutt,bianc rus e negar..ma sa fu cata' da nisun...!
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 27/07/2009 @ 20:09:30)
# 62
sei troppo forte scurzun!
VIVA IL DIALETT CUMASCH
Di  il padano  (inviato il 27/07/2009 @ 20:19:53)
# 63
Questa volta, anche se sono uno dei 351 elettori di Taverneriocittà, concordo con "il padano" del commento 62.
Bravo scurzun.
Ormai i tuoi ammiratori sono sempre più numerosi (vedi commenti 49, 50, 51).

Di  viva ul scurzun  (inviato il 27/07/2009 @ 20:43:32)
# 64
cercre il contatto con la popolazione tramite "gazebo" e altri mezzi e segno d'indottrinamento?
guardatevi in casa vostra , visto che le uniche vostre idee sono quelle di contraddire a prescindere dall'idea espressa dagli altri
Di  guerriero PADANO  (inviato il 27/07/2009 @ 21:12:01)
# 65
ma varda te che ropp...sun diventa' famus!un tarell come mi!
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 27/07/2009 @ 23:02:36)
# 66
fondiamo un "scurzun"fans club
Di  il padano  (inviato il 27/07/2009 @ 23:09:29)
# 67
#66
Mi sembra un'ottima idea.
Forse sarà un "tarell" come dice lui (commento 65), ma ha delle intuizioni geniali.
E possiede il senso dell'ironia.
Di  scruzun fan club  (inviato il 28/07/2009 @ 09:34:22)
# 68
Dal commento 35, rivisto e corretto dal commento 40, si ricava che i nostri amici della Lega non prendono lezioni di politica da chi fa parte di Taverneriocittà e scrive sul blog.
Perché?
E’ evidente.
Perché quelli di Taverneriocittà scrivono sul blog solamente il FALSO.
I ragazzi della Lega Nord sono ragazzi intelligenti.
Scritto sul blog da uno di Taverneriocittà.
Di  il grande falso  (inviato il 28/07/2009 @ 09:52:14)
# 69
68
io verificherei e analizzando bene quello che hai scritto rilevo solo dell'inutile ironia, ma perche quelli di Taveverneriocitta dovrebbero essere falsi visto che dalle loro dimissioni c'è stato tutto il tempo sia Commisssariale che amministrativo (l'Aministrazione corrente) per poter verificare e se del cado denunciare alle autorità competenti.
Visto che VOI vi sentite i paladini della GIUSTIZIA perchè non denunciate nelle opportune sedi quanto da voi continuamente asserito , o avete "TIMORE" di sottoscrivere (nome e Cognome ) non a nome del partito, ma certo è sempre più facile scrivere sui muri e blaterare tanto "purtroppo" qualche fazzolettino verde vi ascolta
comunque se siete in grado recuperate atti e documenti che provino quanto detto e pubblicamente sono disponibile alle scuse più sincere.
A dimenticavo non rispondetemi con le solite affermazioni ormai diventate vecchie trite e obsolete.
Di  trito e ritrito  (inviato il 28/07/2009 @ 11:39:23)
# 70
44
SONO STATO ASSENTE DAL BLOG PER UN CERTO PERIODO E LEGGENDOLO SCOPRO CON RAMMARICO CHE IL sig. SCURZUN si permette di fare ilazione sulla MIA famiglia allora ti dico "caro" scurzun che una certa idea di che si fima così gia c'è ma se ti firmassi con iltuo nome magari potremmo parlarne
cordialmente
Di  FLAVIO BRAMBILLA T.C.  (inviato il 28/07/2009 @ 12:12:40)
# 71
44
DIMENTICAVO "SURZUN" se non ti vuoi firmare puoi anche telefonarmi per me fa lo stesso
saluti
Di  FLAVIO BRAMBILLA T.C.  (inviato il 28/07/2009 @ 12:16:02)
# 72
Commenti 44/70/71.
Il blog è libero, non c’è nessuna regola scritta.
Però tutti i commentatori, per buon gusto ed educazione, hanno sempre rispettato (tranne qualche rarissima eccezione) una norma non scritta, ma non per questo meno rigida: criticare ed attaccare, anche con violenza, personaggi pubblici (politici o amministratori di nomina politica) citandoli per nome e cognome, commentare e criticare i loro atti da amministratori, ma non scrivere nessun commento su chi non è un personaggio pubblico o su vicende che riguardano la vita privata dei personaggi pubblici e dei loro familiari o amici.
Cito un solo esempio.
Quando fu attaccato il vicesindaco Cosimo Prete perché aveva fatto incaricare sua moglie di effettuare i prelievi del sangue per conto di Angelo Borella, in seguito all’accesa polemica scaturita, ci fu una richiesta di indicare nome e cognome della Signora Prete.
Senza nessun “ordine”, nessuno dei commentatori scrisse quel nome, anche se, a Tavernerio, quel nome lo conoscono tutti.
Sarebbe bene che questa regola “etica” venisse rispettata da tutti.
Sarebbe bene che il nostro “scurzun” desse un cenno di vita, scusandosi così con il nostro Flavio Brambilla.
Di  le buone regole  (inviato il 28/07/2009 @ 13:22:05)
# 73
Caro “trito e ritrito”, ho letto e riletto il commento 69.
Analizzato nel suo complesso, mi sembra che il commento non abbia nessun intento ironico.
Mi faccia sapere, così le rispondo in maniera congrua.
Grazie.
Di  il grande falso  (inviato il 28/07/2009 @ 15:28:45)
# 74
#69..tanto purtroppo qualche fazzolettino verde vi ascoltera'...la gente inizia ad ascoltarci caro mio...smettila di fare il"sapientone"..e fattene una ragione...LA LEGA NORD E' BEN RADICATA A TAVERNERIO...
Di  il padano  (inviato il 28/07/2009 @ 20:08:20)
# 75
#64 "guerriero PADANO"
Indottrinare vuol dire istruire qualcuno su ciò che deve fare o dire.
L’indottrinato agisce quindi non autonomamente secondo il proprio pensiero, ma secondo il pensiero che gli è stato inculcato.
L’indottrinato, quindi, non è consequenziale ai fatti, ma agisce su preconcetti.
Gli hanno detto cosa deve “pensare”. Lui si limita ad eseguire.
Fatta questa premessa, due osservazioni.
Prima osservazione.
Cercare il contatto con la popolazione tramite “gazebo” è un mezzo di comunicazione.
Come tutti i mezzi, non è né buono né cattivo. Non è segno d’indottrinamento a no.
L’indottrinamento è legato all’uomo, non al mezzo con cui si esprime.
L’indottrinato, tramite “gazebo” a con altri mezzi, trasmetterà quello che gli è stato detto di dire.
Acriticamente, con frasi fatte ed esprimendo idee preconcette.
Spero che non sia così per i giovani della Lega Nord.
Spero che difendano le idee in cui credono, secondo verità, non secondo preconcetti.
Di fronte a certi commenti viene il sospetto che non sia così.
Seconda osservazione.
Guardiamo in casa nostra, cioè in Taverneriocittà.
Il Consigliere Giovanni Aiani, espressione politica di Taverneriocittà, può avere mille difetti, ma non certo quello di contraddire a prescindere dall’idea espressa dagli altri.
Un esempio recente.
Consiglio Comunale del 23 luglio 2009.
Punto 2 all’ordine del giorno. Aiani, anche se all’opposizione, ha votato a favore.
Se la sua unica idea fosse stata quella di contraddire, avrebbe votato contro.
E, per la storia, Aiani, pur essendo all’opposizione (meglio dire: pur rappresentando una minoranza), più volte ha votato a favore dei progetti proposti dalla maggioranza.
Senza problemi.
Senza preconcetti.
Senza rispondere ad indottrinamento.
Di  Senza indottrinamento  (inviato il 28/07/2009 @ 20:44:07)
# 76
sono il guerriero padano
se hai capito chi sono (nome e cognome) informati sulla mia persona
riscontrerai che sono uno di quelli che pensa con la propria testa, direi al di sopra della media.
se uno condivide le idee di un movimento politico gia' prima di entrarci non è indottrinamento, è solo condivisione di idee
Di  guerriero PADANO  (inviato il 28/07/2009 @ 21:04:18)
# 77
Commento 76.
Mi dispiace, ma non ho capito chi è lei a causa della mia scarsa conoscenza delle persone.
Ma non è necessario conoscersi di persona.
Basta lo scambio di idee per conoscersi.
Apprezzo chi pensa con la propria testa (sopra o sotto la media) e sono d’accordo con lei quando dice che condividere le idee di un movimento politico non è indottrinamento.
Ma le contesto il commento 76 per perdita del nesso logico.
L’inizio del “dialogo” ha origine dal commento 31 con il quale si faceva notare la confusione tra “mozione” e “delibera”.
Confusione su un termine tecnico, non sul pensiero politico.
Passando per i commenti 32, 33, 34 si arriva al commento 35 de “il padano” che afferma di non essere disposto a prendere lezioni di politica da chi scrive su questo blog.
Aprioristicamente e acriticamente.
Da qui i commenti successivi fino al 40.
E da qui l’osservazione, in risposta al commento 37, sull’indottrinamento.
Chi pensa con la propria testa sa prendere lezioni di politica (e non solo) da tutti, anche dagli avversari.
Soprattutto se si tratta di evitare una confusione tra termini tecnici (mozione e delibera) che non hanno nessuna valenza politica.
E’ l’indottrinato che è disposto a prendere lezioni da una sola fonte.
Se le ha la pazienza di seguire questo filo, si accorgerà che il suo commento 64 non “fila”.
E comprenderà meglio il senso del commento 75.
Di  Senza indottrinamento  (inviato il 28/07/2009 @ 21:44:32)
# 78
Io credo di aver capito chi sei, ma, rispettando la regola del commento 72, non faccio nome e cognome. Lo farò quando sarai diventato un personaggio pubblico, perdendo il diritto alla privacy (in campo politico s’intende, non personale).
Ti chiedo però di rispondere alla seconda parte del commento 75 che ti cita un fatto incontrovertibile che contraddice la tua accusa di essere bastiancontrari e di difendere solo le nostre idee.
Già che ci sei, spiegami anche perché vari commentatori di questo blog hanno preso le difese del consigliere Barigelletti quando fu attaccato dal sindaco perché semplicemente stava esprimendo una sua idea. Vero che Barigelletti non fa più parte della sezione di Tavernerio, ma mica è entrato a far parte di Taverneriocittà! Eppure è stato difeso lo stesso, semplicemente perché aveva ragione.
Altro ché le nostre idee.
Di  risposta completa, grazie  (inviato il 28/07/2009 @ 22:34:06)
# 79
carissimi,i ragazzi della lega nord di tavernerio non danno il culo a nessuno,credono in idee politiche,hanno una guida politica ma ogni sezione e' indipendente una dall' altra,mostriamo i nostri colori,le nostre idee,coi nostri gazebi,che ritengo un mezzo di comunicazione utilissimo per stare a contatto con i cittadini di ogni paese,accettando pareri contrari e favorevoli,divulgando il nostro pensiero,sempre a testa alta,coi NOSTRI FAZZOLETTINI VERDI,senza accettare lezioni di politica da chi vuole frenare le nostre battaglie o solo perche' ci temono.
LA LEGA NORD non scende a compromessi con nessuno!
Di  il padano  (inviato il 28/07/2009 @ 23:11:32)
# 80
risposta alla 2° parte del commento 75

l'eccezioni confermano la regola

guerriero PADANO
Di  Lorenzo Pozzi  (inviato il 28/07/2009 @ 23:18:58)
# 81
diciamo NO al progetto di BERLUSCONI che vuol mandare altri soldi al sud!!
BASTA!!Stanchi di mantenere una piaga come il mezzogiorno!!
SE L'ITALIA E' UNITA DEVE ESSERLO PURE IN QUESTO!
Di  il padano  (inviato il 28/07/2009 @ 23:21:55)
# 82
ho imparato una cosa
se devi fare una nomina scomoda,
non farla,cambia lo statuto CHE E' MEGLIO
Di  Lorenzo Pozzi  (inviato il 28/07/2009 @ 23:22:06)
# 83
#80
E’ vero. L’eccezione conferma la regola.
Il commento 75 te ne cita una, ma le occasioni in cui il Consigliere di minoranza di Taverneriocittà ha votato a favore sono diverse, non una sola.
Poi c’è un’altra eccezione citata nel commento 78.
Poi te ne cito un’altra ancora io.
Parlando con te di agricoltura, io ho citato, esprimendo un parere favorevole, il Ministro Luca Zaia.
Io non sono un leghista, ma mica per questo non posso apprezzare, per partito preso, quello che Zaia ha fatto e sta facendo.
Come vedi le eccezioni incominciano a diventare tante.
E quando le eccezioni sono tante, non diventano la regola, ma non sono più eccezioni.
Un’ultima osservazione.
Il blog di Taverneriocittà è a disposizione di tutti e tutti ci possono scrivere quello che vogliono.
Ma nasce come blog politico di una minoranza che, come tutte le minoranze comunali, visto che di fronte ad una maggioranza compatta, di fatto, nelle decisioni del Consiglio non conta nulla, trova funzione d’essere nella vigilanza della maggioranza a tutela dei cittadini.
Tutti i cittadini, anche quelli che hanno votato altri.
Nessuna meraviglia, quindi, che i commenti siano prevalentemente critici verso i nostri amministratori anche perché i nostri amministratori ce la mettono tutta per farsi criticare.
Di  non più eccezioni  (inviato il 29/07/2009 @ 10:01:48)
# 84
#73
Partendo dalla convinzione che non è sicuramente volontà di che scrive o legge il blog TAVERNERIOCITTA fare scuola di politica a nessuno tantomeno a che si ritiene , magari un po’ (NON TANTO ) al di sopra o al di sotto della “media”, ma a prescindere da questo vorrei puntualizzare alcune cose cioè:
1) e’ forse FALSO affermare che i lavori al cimitero in 4 anni (1 Commissariato e 3 di amministrazione) non siano ancora finiti e che le salme devono aspettare 5 giorni prima di essere tumulate?
2) e’ forse FALSO affermare che il cimitero in 4 anni (1 Commissariato e 3 di amministrazione) è diventato una sorta di capo abbandonato ordine pulizia inesistenti;
3) È forse FALSO affermare che dopo 4 anni (1 Commissariato e 3 di amministrazione) i famosi e ormai storici BUCHI era solo frutto della fantasia e dell’incapacità amministrativa attuale;
4) È forse FALSO affermare che dopo 4 anni (1 Commissariato e 3 di amministrazione) se biche vi erano era obbligo degli Amministratori esporli nelle appropriate sedi in ogni grado di giustizia;
5) È forse FALSO affermare che dopo 4 anni (1 Commissariato e 3 di amministrazione) gironzolando per il territorio incappiamo in strade impraticabili Via Chiassino è una selva di rovi e erbacce, i bordi strada coltivazione di erbacce, la ex linea del tram quasi impraticabile e diventata gabinetto per cani, il “fazzoletto” destinato a “parco giochi è fatiscente e pieno di immondizie, il parco Casarga l’erba è talmente alta che i genitori faticano a portare i loro figli a giocare
6) È forse FALSO affermare che dopo 3 anni di amministrazione, che per un allacciamento (lavatoio di ponzate) inutilizzato o quasi (e su questo ognuno è libero di pensarla come vuole)si è provveduto all’approvvigionamento idrico partendo dalla fontana posta sul retro di piazza Garibaldi e cosìsi è “devastato” tutta la piazza Garibaldi parte della via Brianza , quando la soluzione la si trovava alla “fontanella” distante 15 metri (scavo su strada sterrata)dall’intervento “lavatoio” (NB. La fontana della piazza è già approvvigionata dall’acquedotto comunale)o forse non si è optato per qust’ultima soluzione visto che è la strada d’accesso all’abitazione della procacciatrice di voti di Ponzate?????? E allora si è preferito devastare tutta la zona centrale della frazione
Vi sareb
Di  trito e ritrito  (inviato il 29/07/2009 @ 10:11:25)
# 85
Conclusione al #73
Vi sarebbero tante altre puntualizzazioni ma poi si finirebbe cl dare troppe indicazioni a questi pseudo amministratori e perciò se vuoi , senza polemizzare, possiamo discuterne con uno scambio sereno di idee
Di  trito e ritrito  (inviato il 29/07/2009 @ 10:12:51)
# 86
trito ....continua...discorso interessante....
Di  il padano  (inviato il 29/07/2009 @ 20:05:36)
# 87
# 79.
Caro “il padano”, no.
Tu parti con una serie di affermazioni che io condivido pienamente, e così credo molti, poi, quatto quatto, ci infili una ca…gata ben detta, che quasi quasi uno non se ne accorge e così, approvando la prima parte, approva l’intero.
Io non ci sto.
Quando dici «senza accettare lezioni di politica da chi vuole frenare le nostre battaglie o solo perché ci temono» tiri fuori la più bieca faziosità.
Se veramente la Lega Nord non scende a compromessi con nessuno, non deve temere di confrontarsi con chicchessia e, attraverso il confronto, crescere, imparando da tutti.
Anche dagli avversari politici.
Non dimentichiamoci che la questione ha origine da un’osservazione fatta sulla vostra confusione tra «mozione» e «delibera».
Dire a una persona: guarda che hai sbagliato, non è una mozione, ma una delibera, è forse un mezzo per frenare le vostre battaglie solo perché vi temiamo?
Non voglio frenare le tue battaglie, ma prendi nota: la tua è una ca…gata.
Di  no, caro padano, no, così non va  (inviato il 29/07/2009 @ 20:14:03)
# 88
PADANO
senza polemica alcuna ma ti invito a visitare il territorio e a ricordare le promesse elettorali di questi pseudo amministratori e sicuramenta da persona attenta, che mi sembra di capire, ti renderai conto che chi scrive di TAVERNERIOCITTA difficilmente racconta frottole, magari esprime dei concetti o delle affermazioni un pochino complicate perchè poco conosciute comunque mi piacerebbe avere un bel confronto
cordialmente
Di  trito  (inviato il 30/07/2009 @ 10:06:47)
# 89
#79..non temiamo nessuno e siamo disponibili a fare quattro chiacchere con tutti caro amico,tranne con chi parte prevenuto nei nostri confronti,chi infanga il nostro movimento e chi pensa che la gente che vota LEGA NORD SIAMO SOLO STUPIDI.
L'errore tra mozione e delibera e' un errore grave,e te ne do' atto,ma essendo un gruppo giovane ci stanno anche questi errori.
SBAGLIANDO S'IMPARA,se ci date la possibilita'!
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 30/07/2009 @ 12:31:15)
# 90
# 88...SONO d'accordo con te,questa amministrazione aveva 3 grandi obbiettivi per il suo mandato:
1 AMPLIAMENTO PLESSO SCOLATISCO DON L.MILANI (APPROVATO)
2 SISTEMAZIONE VECCHIO CAMPO BORELLA(TUTTO FERMO)
3 SISTEMAZIONE CAMPO SANTO (GIUDICA TU!)
OSEREI dire un mezzo fallimento.
Noi abbiamo occhi aperti per tutti,anche con amministratori nostri ,chi sbaglia deve andarsene.
Di  il padano  (inviato il 30/07/2009 @ 12:37:02)
# 91
#89
Ho già avuto modo di scrivere che la comunicazione sembra facile, ma, di fatto, è una cosa complessa.
L’emissione di un messaggio (necessariamente sintetico in un blog) comporta una codifica, la ricezione comporta una decodifica.
La discussione, o se vogliamo chiamarla la polemica (attribuendo un valore positivo al termine, così come dovrebbe essere), serve per stabilire un codice comune.
Forse ci siamo riusciti.
Riassumendo:
1) Da sempre affermo che essere prevenuti verso chicchessia è un errore e lei mi sembra d’accordo.
2) Da sempre affermo che nessun movimento, nessuna idea, nessun gruppo deve essere infangato (Taverneriocittà, purtroppo, è sempre stata sommersa dal fango). Più volte vi ho presi un po’ per il c…lo, ma credo che questo faccia parte del gioco se non vogliamo diventare seriosamente noiosi. Più volte ho espresso apprezzamento, non per il gruppo di Tavernerio che ancora non conosco, ma verso, ad esempio, il Ministro Luca Zaia che non ritengo essere per niente stupido e lei mi sembra d’accordo.
3) L’errore tra mozione e delibera è un errore grave se commesso da un sindaco e da un assessore. Non da chi si occupa di politica, soprattutto non se uno è ancora giovane e lei mi sembra d’accordo.
4) Scrivendo “sbagliando s’impara, se ci date la possibilità” mi manda a nozze. E’ dall’inizio della polemica che io vi ho indicato un errore per darvi la possibilità di non ripeterlo e lei ora mi sembra d’accordo. (commento 31: Niente di grave, ma è bene verificare se i commenti sono espressione della Lega di Tavernerio (come sembra) e allora bisogna darsi da fare per imparare il “mestiere” da Sindaco che non può sbagliare i termini, se sono commenti personali, restano termini sbagliati, ma nessun problema visto che il significato è ugualmente chiaro.). La reazione fu (commento 35) «lezioni di politica ne prendiamo da altre persone,non di certo da chi scrive su questo blog!». Questo vuol dire essere prevenuti. Si impara da tutti, anche da chi non è d’accordo con noi. E anche qui lei ora mi sembra d’accordo.
Concludendo. Abbiamo polemizzato fin troppo (troppo per i lettori del blog ai quali chiedo scusa per la noia provocata) per scoprire che siamo d’accordo.
Problemi di decodifica!!
Di  problema di codici  (inviato il 30/07/2009 @ 13:16:19)
# 92
90#
PLESSO SCOLASTICO APPROVATO si am ascapito di cosa forse ti sfugge un particolare ampliamo ala scuola e togliamo l'area a verde per i momenti di ricreazione e questo potrebbe anche starci ma ampliare la scuola e mantenere tuuìtti gli impianti tecnologici ormai obsoleti e fatisccenti in quanto realizzati nel 1989 e penso nella mia ignoranza che qualcosa non rispecchi la norma
APPROVAZIONE PER FUMO NEGLI OCCHI IN QUANTO AI TEMPI DI PARTENZA
Tu parli di mezzo FALLIMENTO io lo definire PER NON SBAGLIARE NON FACCIO NIENTE SE NON UN TANTINO DI POLVERE
FALLIMENTO TOTALE, MA CHI LI HA VOTATI SE LITENGA , IO CERCO DI LAVORARE PER QUALCOSA DI DIVERSO CHE NON UN'AMMINISTRAZIONE DEL 1990 OGGI I TEMPI SONO CAMBIATI
Di  trito  (inviato il 30/07/2009 @ 16:10:32)
# 93
#92
Aggiungo.
Impianti del 1989.
E nel progetto del 2009 nessun cenno sul comfort acustico.
Normativa nazionale, regionale, norme tecniche esistenti: ignorate completamente.
Per il benessere dei nostri ragazzi!
Di  opere di retroguardia  (inviato il 30/07/2009 @ 16:46:28)
# 94
Qualcuno sa dirmi che fine ha fatto il bellissimo progetto "Villaggio della terza eta'?"
Non era forse un progetto che avrebbe reso un buon servizio alla popolazione di Tavernerio e nello stesso tempo un buon investimento per il futuro?
Di  aaa  (inviato il 30/07/2009 @ 16:54:25)
# 95
La politica della nostra amministrazione mi sembra sia quella di aspettare che arrivino soldi dal cielo e visto che non arrivano di vendere il piu' possibile x coprire le spese .. e poi finiti i soldi e il patrimonio (il nostro patrimoio)?
Prgrammi come "Il villagiio della terza eta'" che sono innovativi sia xhe' danno importanza alla xsona sia xche' avrebbero portato entrate proprie al Comune vengono bocciate.
xche'????
Di  aaa  (inviato il 30/07/2009 @ 17:03:20)
# 96
Commenti 94 e 95 di “aaa”.
Ma cosa dice mai?
Il progetto del “Villaggio della terza età”, visto che era stato progettato dall’Amministrazione Fabio Rossini è bruttissimo.
Perché?
Per antonomasia.
Poi a Tavernerio gli anziani non ci sono.
A Tavernerio c’è l’elisir di lunga vita. Nessuno invecchia.
Certo che il “Villaggio” sarebbe stato un ottimo investimento, ma per la popolazione, mica per le tasche del parasindaco Giovanni Rossini e della sua congrega.
Quindi …
Infine, la nostra attuale amministrazione non ha “politica”. Vive alla giornata e si affida al caso. Che i soldi arrivino dal cielo o dalla dilapidazione del patrimonio lasciato dal Comm. Borella, poco importa.
L’importante e poter affermare che l’amministrazione avrebbe fatto tante belle cose, ma non le ha potute fare perché c’erano tanti buchi.
Di  brutte per antonomasia  (inviato il 31/07/2009 @ 18:34:48)
# 97
Commenti 70, 71, 72.
“ul scurzun de GILASCA” nel commento 233 al «Consiglio Comunale 21 maggio 2009» di fa vivo e scrive: «sun turnaa'! seri fa dentar in una bala de fen e riusivi piu a veni fo'... Ma disan che sun sta' cativ? E CULPA DEL COLD...»
Credo sia corretta un’interpretazione non letterale, ma semantica del suo commento.
Credo sia una risposta chiara all’invito del commento 72: «Sarebbe bene che il nostro “scurzun” desse un cenno di vita, scusandosi così con il nostro Flavio Brambilla.»
Credo che lo abbia fatto.
Nello stile dello “scurzun”, ma un “cenno” lo ha dato.
Io credo che si possa ritenere scusato.
Di  le buone regole  (inviato il 31/07/2009 @ 20:45:02)
# 98
Concordo con il commento 97.
“ul scurzun de GILASCA”, di carattere spontaneo e impetuoso, ha scritto più volte sul nostro blog commenti che poi sono stati “ripresi” o dagli abituali commentatori del blog o dagli stessi suoi sodali della Lega Nord che, ormai da un po’ di tempo, scrivono sul blog.
Egli non ha mai risposto.
Avrebbe potuto farlo, ironico e pungente come ha dimostrato di saper essere in diverse occasioni.
Ha letto con attenzione, ha riflettuto, ha riconosciuto di avere torto, ha taciuto.
Nel caso del commento 72 ha fatto eccezione.
Era stato invitato a rispondere.
Ha risposto.
Ha risposto da par suo.
«seri fa dentar in una bala de fen e riusivi piu a veni fo'... Ma disan che sun sta' cativ? E CULPA DEL COLD...».
Sì “scurzun” «E CULPA DEL COLD». Anche se tocca al diretto interessato dirlo, per me credo che questo vada più che bene.
Grazie “scurzun”.
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 01/08/2009 @ 19:14:57)
# 99
stu bass seri sota ad una mota da legn..stavi insci' ben...disi du ma na roba:
I BAGAI DEla lega perche' ma vuran minga?
A CAGNI MINGA!
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 01/08/2009 @ 19:28:25)
# 100
Il Giornale di Erba, 1 agosto 2009
LA NUOVA SCUOLA NON INTERESSA? A VUOTO L'INCONTRO PER PRESENTARE IL PROGETTO
Non più di venti sono le persone che giovedì 23 luglio hanno assistito alla presentazione del progetto di ampliamento delle scuole. Un numero destinato ulteriormente a ridursi se non si tiene conto di quel manipolo di cittadini ed esponenti politici che raggiungono l'auditorium ogni qual volta viene convocato un Consiglio comunale. L'occasione offerta dall'ultima assemblea non ha fruttato il risultato sperato, generando delusione nel gruppo di governo: «Dopo aver esposto i caratteri dell'intervento alle associazioni - esordisce il sindaco Giovanni Rossini - erano pervenuti inviti per l'organizzazione di un appuntamento aperto a tutta la popolazione. Ma nonostante gli avvisi esposti sulle bacheche e attraverso i pannelli luminosi, la gente ha preferito rimanere a casa, perdendo un importante occasione», conclude amareggiato. «Scarso interesse, allergia agli affari che vedono coinvolte la politica e la cosa pubblica», a giudizio del primo cittadino sono diversi i fattori che hanno decretato il successo dell'iniziativa. Dai banchi della minoranza arrivano delle ulteriori indicazioni: «Non mi sembra questo il momento più adatto per coinvolgere la cittadinanza, molte sono famiglie in vacanza o in procinto di partire. L'esito negativo era nell'aria», sostiene Claudio Gatti , capogruppo della lista Le radici del domani. Flop o non flop, il percorso di avvio dell'opera è ormai avviato: entro il 2010 prenderanno avvio i lavori per la costruzione di un nuovo «cubo» nell'area antistante l'attuale sede del comprensivo «Don Lorenzo Milani». Il cubo garantirà l'implementazione di spazi per la scuola dell'infanzia e primaria, operazione necessaria per affrontare adeguatamente il processo di espansione demografica già in atto da qualche tempo.

Effettivamente, se togliamo “i soliti” di Taverneriocittà e pochi altri, i nuovi presenti della Lega Nord, i giornalisti e il vuoto pneumatico di Elio Maltagliati (forse è venuto perché pensava di dover gridare “al ladro”?), non c’era nessuno.
Disinteresse per la Scuola o disistima per i nostri amministratori?
Non è dato a sapersi.
Una sola nota. Se il parasindaco, visto l’argomento, avesse convocato un Consiglio comunale aperto, forse un po’ di gente sarebbe venuta.
Ma del Consiglio aperto il s
Di  Consiglio aperto? se la fa sotto!  (inviato il 01/08/2009 @ 20:49:14)
# 101
fine del commento 100
Ma del Consiglio aperto il sindaco ha paura.
Di  fine  (inviato il 01/08/2009 @ 20:50:30)
# 102
Commento 99.
“I bagai de la lega” stanno preparandosi a diventare dei politici.
E in politica la sincerità impulsiva non è gradita.
Anzi, la sincerità in generale non è gradita.
Spero, per “i bagai” e per tutti, che non stiano già attendendo “ordini superiori” per pensare ed esprimere il “proprio” parere.
Questo sarebbe l’indottrinamento di cui recentemente si è già parlato.
E non è da politici la sapida ironia con cui lei esprime i suoi pensieri.
E non è da politici lo scrivere di essere un “tarell” (commento 65).
Scrivere di essere un “tarell” è da filosofi.
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 01/08/2009 @ 21:01:59)
# 103
“ul scurzun de GILASCA”: io sono un “tarell” (blog di Taverneriocittà, commento 65).
Socrate: «… io ero il più sapiente perché ero l'unico a sapere di non sapere, a sapere di essere ignorante.» (Socrate non ha scritto nulla, forse perché non aveva il nostro blog a disposizione. Il suo pensiero ci è stato tramandato da Platone).

Trascrizione da Wikipedia.
Sapere di non sapere
Paradossale fondamento del pensiero socratico è l'ignoranza, elevato a movente fondamentale del desiderio di conoscere. La figura del filosofo secondo Socrate è completamente opposta a quella del saccente, ovvero del sofista. Le fonti storiche che ci sono pervenute descrivono Socrate come un personaggio animato da una grande sete di verità e di sapere, che però sembravano continuamente sfuggirgli. Egli diceva di essersi convinto così di non sapere, e di non ritenersi un sapiente.
Nell'Apologia di Socrate ci viene descritto come egli abbia preso coscienza di ciò a partire da un singolare episodio. Un suo amico, Cherofonte, aveva chiesto alla Pizia, la sacerdotessa dell'oracolo di Apollo a Delfi, chi fosse l'uomo più sapiente e questa aveva risposto che era Socrate. Egli sapeva di non essere il più sapiente e quindi volle dimostrare come l'oracolo si fosse sbagliato andando a dialogare con quelli che avevano fama di essere molto sapienti, in particolare i politici.
Ma alla fine del confronto, racconta Socrate, questi, messi di fronte alle proprie contraddizioni (l'aporia socratica) e inadeguatezze, provarono stupore e smarrimento, apparendo per quello che erano: dei presuntuosi ignoranti che non sapevano di essere tali. «Allora capii, dice Socrate, che veramente io ero il più sapiente perché ero l'unico a sapere di non sapere, a sapere di essere ignorante. In seguito quegli uomini, che erano coloro che governavano la città, messi di fronte alla loro pochezza presero ad odiare Socrate».
Parte prima
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 01/08/2009 @ 21:43:13)
# 104
segue commento 103

«Ecco perché ancora oggi io vo d'intorno investigando e ricercando...se ci sia alcuno...che io possa ritenere sapiente; e poiché sembrami che non ci sia nessuno, io vengo così in aiuto al dio dimostrando che sapiente non esiste nessuno» (da Platone, Apologia di Socrate a cura di M. Valgimigli, in Opere pag.45)
Egli quindi "investigando e ricercando", conferma l'oracolo del dio, mostrando così l'insufficienza della classe politica dirigente. Da qui le accuse dei suoi avversari: egli avrebbe suscitato la contestazione giovanile insegnando con l'uso critico della ragione a rifiutare tutto ciò che si vuole imporre per la forza della tradizione o per una valenza religiosa. Socrate in realtà (sempre secondo la testimonianza di Platone) non intendeva affatto contestare la religione tradizionale, né corrompere i giovani incitandoli alla sovversione.
Fine
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 01/08/2009 @ 21:44:16)
# 105
So di non sapere
scio nihil scire
Έτσι, δεν γνωρίζω
Sono un “tarell”
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 01/08/2009 @ 21:50:08)
# 106
La Provincia, 1 agosto 2009
SEI NUOVE AULE PER LE SCUOLE - DECISO IL FUTURO PER L'ALA BIS
Il sindaco: «Ci sarà spazio per 150 ragazzi». La Lega: «Progetto esagerato»
TAVERNERIO Il sindaco, Giovanni Rossini, ha presentato il progetto che ridisegna le scuole comunali. La don Lorenzo Milani, divisa in scuola primaria, secondaria e dell'infanzia con annessa palestra, avrà infatti una nuova ala volta ad accogliere 150 nuovi alunni. Il prospetto mira al completamento del progetto originale che nel 1979, anno della realizzazione dell'edificio scolastico, non fu realizzato interamente. Il nuovo corpo di fabbrica, integrandosi con quello preesistente, avrà lo scopo di creare un vero e proprio ingresso, con annessa bidelleria, all'edificio, come spiega Franco Gerosa, progettista della nuova area: «L'impianto distributivo e energetico, a trent'anni dalla sua realizzazione, è ancora valido. Alla struttura manca però una zona ricettiva, mi sono mosso in questo senso. Gli ampliamenti daranno quindi vita a queste aree di accoglienza, prestando particolare attenzione all'accorpamento del nuovo palazzo a quello preesistente». La nuova ala, che sarà costituita di un quarto corpo sul lato nord est della don Lorenzo Milani, darà vita a sei aule e un piano interrato che verrà adibito a deposito o parcheggio, dal momento che quest'ultima zona sarà fornita di una rampa carrabile esterna. Punto di forza della struttura nascente è l'attenzione al risparmio energetico, sarà infatti installato un sistema solare termico per la produzione di acqua calda e un impianto di ventilazione a doppio flusso con recupero di calore. Un'operazione per cui è già stato stanziato circa un milione di euro. Deve invece ancora essere stilato il preventivo in merito alla ristrutturazione dell'impianto energetico di tutto l'istituto.
Prima parte
Di  ancora sulla scuola  (inviato il 01/08/2009 @ 22:24:54)
# 107
seguito commento 106
Non tutti sono convinti che l'ampliamento sia necessario al paese, come spiega Fabio Noseda che, a nome della sezione locale della Lega Nord, dice: «Siamo del parere che questo sia un progetto mastodontico rispetto ai bisogni effettivi di Tavernerio. Non siamo ancora riusciti a capire quanto verrà a costare tutta l'operazione, soprattutto per il fatto che al momento non esiste neppure il preventivo inerente alla risistemazione dell'impianto elettrico. Certo, in base a quest'ultimo si vedrà ma non possiamo fare a meno di notare che la nuova ala toglierà ulteriore spazio al verde alla cittadinanza». Le polemiche si allargano infine ai banchi dell'opposizione: «Mi ha colpito l'assenza di una rappresentanza scolastica alla presentazione del progetto ? spiega Claudio Gatti - Spero siano stati invitati formalmente all'evento in quanto fruitori dell'istituto. Il vero problema è indubbiamente la poca chiarezza in merito ai costi finali del cantiere, anche se, a me sta particolarmente a cuore l'impatto ambientale che il nuovo impianto avrà sul poco verde che ci resta. Personalmente avrei riflettuto molto più a lungo su come ampliare la scuola e avrei fatto scelte differenti». Le nuove aule, strutturate per accogliere 25 studenti ciascuna, saranno caratterizzate da un'illuminazione quasi costante. Sul progetto Franco Gerosa infine aggiunge: «Da ogni scuola ci si aspetta che venga utilizzata al meglio. Questo incarico mi ha visto impegnato più nel completamento di un'idea che nella creazione di qualcosa, abbiamo adeguato la struttura sotto alle nuove tecnologie. Spero che soddisfi le esigenze di studenti e corpo scolastico».
Di  ancora sulla scuola  (inviato il 01/08/2009 @ 22:25:46)
# 108
#102..carissimo..tutte le decisioni che vengono prese sono discusse prima in sezione e poi,per bocca del nostro commissario riportate sui giornali.
Lui e'l' unico che decide se cio' che diciamo e corretto o no,anche perche' sul giornale esce il suo di nome,ed e il primo che ci mette la faccia!
I NOSTRI VERTICI NON SI INTROMETTONO..QUINDI,non siamo INDOTTRINATI DA NESSUNO!
SI VEDE CHE SEI POCO ESPERTO DI COME SI GESTISCE UN MOVIMENTO POLITICO.
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 02/08/2009 @ 01:42:36)
# 109
rispondo pure allo"scurzun"
VIENI e fatti conoscere,nessuno dice di non volerti!
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 02/08/2009 @ 01:44:34)
# 110
tornando al tema scuola
mi spiace molto che il verde attorno alle scuole vada a farsi benedire e poi, prima di decidere l'ampliamento non si è presa in considerazione uno studio sull'ottimizzazione degli spazi?
esempio pratico
sostituendo i computer fissi con dei portatili (ormai hanno prezzi abbordabili) si puo' recuperare l'aula di informatica ,visto che a quel punto le lezioni si possono svolgere in un'aula normale.
questa mi sembra critica costruttiva

guerriero PADANO
Di  Lorenzo Pozzi  (inviato il 02/08/2009 @ 13:34:12)
# 111
bravo lorenzo!Dalla tua considerazione puo' partire uno spunto per cercare altri sistemi di ottimizzazione degli spazi.
SALVAGUARDIAMO IL VERDE PUBBLICO!
Cosa che ne gli ultimi anni in paese,prima con sindaci rossi e ora bianco-rossi,e' diventato un' utopia!
I FIGLI DEVONO CRESCERE TRA LE MARGHERITE E NON TRA I SAMPIETRINI!!
Di  il padano  (inviato il 02/08/2009 @ 13:45:25)
# 112
#106/107
Ripeto la critica dei commenti 100/101.
Parasindaco Giovanni Rossini, perché non ha affrontato l’argomento ampliamento scuola con un Consiglio aperto, consentendo così ai cittadini di esprimere il proprio parere?
Le fa così paura il confronto?
Di  se la fa sotto!  (inviato il 02/08/2009 @ 16:43:23)
# 113
Aggiungo un argomento alla discussione.
Perché il progetto scuola presentato in Consiglio non prende in considerazione il confort acustico?
I nostri figli devono crescere tra le margherite (margherite fiori, non margherite politici, #111)), ma anche nel confort acustico e ambientale.
Di  confort acustico  (inviato il 02/08/2009 @ 16:48:40)
# 114
Dal sito www.inquinamento acustico.it
Per confort acustico si intende quella condizione psicofisica di benessere nella quale si trova un individuo immerso in un campo sonoro, in relazione all’attività che sta svolgendo.
L’elemento da valutare è quindi molto soggettivo, legato ad esigenze personali o a particolari sensibilità individuali, delle quali sarà necessario tener conto all’atto della progettazione di un edificio o, caso assai più frequente, nel corso di interventi di miglioria acustica.
Ciò nonostante, è possibile determinare la qualità acustica di un ambiente attraverso alcuni indici che, riferiti a diverse condizioni d’ascolto, consentono di valutare differenti aspetti della percezione sonora, ai quali corrispondono ben individuabili giudizi soggettivi.
Relativamente alla qualità acustica degli ambienti destinati all’ascolto della parola, è necessario garantire l’assenza di disturbo e la buona ricezione. Il raggiungimento di tali requisiti porta al conseguimento di condizioni ottimali di intelligibilità della parola, definita come percentuale di parole o frasi correttamente comprese da un ascoltatore rispetto alla totalità delle parole o frasi pronunciate da un parlatore.
Garantire l’assenza di disturbo significa ridurre qualsiasi rumore di fondo che mascheri il suono prodotto dal parlatore (rumore prodotto da apparecchiature interne all’edificio o rumori provenienti dall’esterno) e contenere quella sensazione uditiva sgradevole e fastidiosa prodotta da uno stato generale d’insoddisfazione verso l’ambiente acustico.
La buona ricezione è dunque legata alla presenza di un sufficiente livello sonoro nell’ambiente e alla percezione ottimale delle onde sonore dirette e riflesse, sia per quanto riguarda la loro composizione in frequenza, sia per quanto riguarda gli sfasamenti temporali che la caratterizzano.
In particolare, il contributo delle onde riflesse deve essere tale da instaurare una situazione favorevole di compromesso, in modo che possano contribuire al rinforzo del livello sonoro diretto, senza che una durata troppo lunga della coda sonora mascheri i segnali successivi. In questo caso, il tempo di riverberazione resta quindi un parametro oggettivo molto utile per valutare la buona ricezione in un ambiente.
Di  confort acustico  (inviato il 02/08/2009 @ 16:49:25)
# 115
Una critica al Commissario della Lega Nord Fabio Noseda.
Sull’articolo della Provincia dell’1 agosto 2009, riportato nei commenti 106, 107, lei dice: «Siamo del parere che questo sia un progetto mastodontico rispetto ai bisogni effettivi di Tavernerio.», ma non ci spiega il perché.
Io non so se lei ha ragione o no.
La mia è critica è sul metodo, non sul contenuto.
Esprimere un parere (siamo del parere che …), espressione usatissima in politica per esprimere una critica, vuol dire fare demagogia.
La critica politica costruttiva si esprime con: «dalla studio demografico da noi fatto, risulta che questo progetto è mastodontico rispetto ai bisogni effettivi di Tavernerio».
E, da qui, una domanda al sindaco: l’Amministrazione, prima di avviare il progetto scuola, ha effettuato uno studio demografico?
Poiché il sindaco non l’ha fatto, in questo modo lei avrebbe evidenziato, ancora una volta, la sua incapacità amministrativa.
Così si contrappongo due parerei, il suo e quello del sindaco, ed hanno lo stesso valore.
E il sindaco procede imperturbabile nel suo squallore.
Di  fatti, non opinioni  (inviato il 02/08/2009 @ 17:13:22)
# 116
#108
Io sono incontentabile.
Quindi: prima lei dice che, dopo discussione, il Commissario decide ciò che è corretto o no.
Poi lei dice che i vostri vertici non si intromettono.
Ma il Commissario è il vertice della sezione.
Quindi, almeno un pochino, si intromette. Giustamente, possiamo aggiungere, visto che sul giornale esce il suo nome, ma ciò non toglie l’intromissione.
Questo non vuol dire che lei ha torto, vuol dire che l’argomento è estremamente complesso e che l’appartenere a un movimento o a un partito, rende talvolta molto difficile individuare il confine tra libertà di pensiero personale e rispetto del pensiero del movimento o del partito.
Credo importante avere sempre presente questo problema e temere, come mi sembra lei tema, la perdita di autonomia di pensiero che l’indottrinamento comporta.
Per ultimo, lei ha ragione quando dice che sono poco esperto.
Sì è vero, e non solo su come si gestisce un movimento politico, ma su tutto.
Anch’io, come lo “scurzun de GILASCA” sono un “tarell”.
Di  il professore tarell ... dedicato a il padano  (inviato il 02/08/2009 @ 17:29:16)
# 117
#109
Mi sembra una buona idea.
Forse “scurzun” è un po’ troppo estemporaneo per fare politica, ma credo che, come persona, abbia un elevato valore.
Tenetelo stretto, altrimenti potremmo fargli la corte noi di Taverneriocittà!!
Di  il professore tarell ... dedicato a il padano  (inviato il 02/08/2009 @ 17:35:46)
# 118
#110
Non so quanto sia realizzabile la proposta del guerriero PADANO Lorenzo Pozzi, ma, a differenza di quanto espresso nel commento 115, in questo caso, sono d’accordo sul metodo.
Ogni atto amministrativo non dovrebbe mai essere espressione umorale o preconcetta tipica di questa amministrazione, ma essere la logica conclusione di uno studio approfondito di ogni problema che riguarda la collettività.
Questo, purtroppo, non ci garantisce con assoluta certezza di non commettere sbagli, ma riduce la probabilità di errore ai minimi termini.
A conclusione di questo commento, ricordo che, da ormai molti mesi, il Forum di Taverneriocittà si è inaridito per esaurimento psico-fisico dei pochi estensori.
Se il nostro Lorenzo Pozzi, insieme a “il padano” e a tutti gli altri che ci seguono, si sentissero di scrivere non i brevi commenti che il blog consente, ma scritti più articolati, si potrebbe ridare vita al forum.
Lo strumento è pronto.
Il forum, rispetto al blog, non ha limiti si spazio, consente l’inserimento di immagini e l’impaginazione grafica preferita.
Ottimo per chi ha idee, ha voglia di misurarsi e non teme le critiche.
Di  metodo corretto  (inviato il 02/08/2009 @ 17:58:29)
# 119
#118
Prendendo spunto dall’errore di battitura nel mio commento 118 «non ha limiti si spazio» da correggere in «non ha limiti di spazio», il forum, fra i vari vantaggi, consente all’autore di correggere o modificare quanto scritto.
Di  metodo corretto  (inviato il 02/08/2009 @ 18:04:07)
# 120
#105
Io non so il greco.
Scrivimelo anche in caratteri italiani.
Pirlotto.
Di  allora?  (inviato il 02/08/2009 @ 19:15:51)
# 121
#115..caro fenomeno...la provincia lo spazio che da e poco e giustamente raccoglie i pensieri di tutti...quindi i pensieri vengono ristretti...anche se il concetto si capisce,almeno,noi lo capiamo forse non tu
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 02/08/2009 @ 19:26:13)
# 122
#118..il nostro commissario fa parte ora della sezione,lui si impegna su tavernerio ma giustamente tiene contatti con i nostri vertici,locali e nazionali,ma loro chiedono a lui come vanno le cose,delle nostre battaglie in paese seguono ovviamente,ma nessuno ci mette il becco,anche perche' forse hanno qualcosa di piu' importante a qui pensare che alla realta' di tavernerio
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 02/08/2009 @ 19:29:00)
# 123
#121
Io no, perché sono un "tarell".
Proprio non capisco cosa c’entra lo spazio.
Vediamo.
«Siamo del parere che questo sia un progetto mastodontico rispetto ai bisogni effettivi di Tavernerio»
15 parole, 80 caratteri, 100 caratteri compresi gli spazi

«dalla studio demografico da noi fatto, risulta che questo progetto è mastodontico rispetto ai bisogni effettivi di Tavernerio»
18 parole, 108 caratteri, 125 caratteri compresi gli spazi

La differenza è un problema?
Ecco fatto.
«lo studio fatto dimostra che questo progetto è mastodontico rispetto ai bisogni effettivi di Tavernerio»
15 parole, 89 caratteri, 103 caratteri spazi compresi

Il problema è: fatti (frutto di una riflessione) o parole (siamo del parere).
Di  il professore tarell ... dedicato a il padano  (inviato il 02/08/2009 @ 19:37:36)
# 124
#122
La risposta va bene.
Il riferimento al commento 118 forse no.
Forse è la risposta al commento 108.
Di  il professore tarell ... dedicato a il padano  (inviato il 02/08/2009 @ 19:43:30)
# 125
sun riva'...ma chi tuch gha lan cui bagai della lega?nisun che gha dumanda scusa a chi fioo chi?
SEMPAR A RUMPIC I BALL...perche' disan pocc perche disan tant...me sun rutt i ball de scriv chi..
VA SALUDI...
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 02/08/2009 @ 19:43:45)
# 126
un desmentega un perche tra riva' e ma..
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 02/08/2009 @ 19:44:35)
# 127
#124..fenomeno..lui rilascia un' intervista..poi chi la scrive la riporta non e' lui...o sbaglio?
Di  il padano....in italiano corretto  (inviato il 02/08/2009 @ 19:47:07)
# 128
tuch cerveluni padano chi..lasa perd e scrivv pio...
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 02/08/2009 @ 19:48:44)
# 129
ci criticate perchè viaggiamo solo a slogan, poi quando facciamo proposte concrete e sensate ci criticate perchè non le esponiamo in maniera "oratoria".
insomma, GIRA E RIPIRLA GHI SEMPAR RESON VIOLTAR
ma un detto comasco dice anche
che LA RESON LA GA SA DA ANCA AI ....
Di  Lorenzo Pozzi  (inviato il 02/08/2009 @ 19:57:43)
# 130
#127
Continuo ad essere d'accordo sullo scritto, ma non trovo un nesso con il riferimento al commento.
Di  il professore tarell ... dedicato a il padano  (inviato il 02/08/2009 @ 20:04:01)
# 131
Commenti 125, 126, 128
“ul scurzun de GILASCA”, come suo solito, reagisce d’impulso.
Legge affrettatamente i commenti e scrive: «sempar a rumpic i ball...perché disan pocc, perche disan tant...».
Poi nel commento 128 scrive: «lasa perd e scrivv pio...» e, forse senza accorgersene, affermando una verità, si contraddice da solo.
Il confronto non è “rompere le balle”. Si chiama dialogo.
Il silenzio, il non scrivere più, è l’interruzione del dialogo.
Il dialogo è confronto tra persone che sono d’accordo o che non sono d’accordo, ma, per il fatto stesso di accettare il confronto, si stimano.
Il silenzio invece dimostra il disinteresse per l’altra parte.
Non è forse vero “scurzun”?
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 02/08/2009 @ 20:19:03)
# 132
#129, Lorenzo Pozzi.
Sarà forse perché i commenti di oggi sono tanti, ma non riesco a trovare il o i commenti che hanno originato la sua affermazione.
Mi potrebbe illuminare?
Grazie.
Di  mi servono lumi  (inviato il 02/08/2009 @ 20:25:00)
# 133
Domanda a “ul scurzun de GILASCA” e a Lorenzo Pozzi.
Da quando avete incominciato a scrivere sul blog io (sottolineo: io, non noi, perché io rappresento solo me stesso) vi ho risposto.
Perché rispondere è segno di rispetto, come dice “scurzun” nel commento 128 dove invita a “non scrivere” più, come segno di disprezzo.
Rispondendovi ho dato ragione e vi ho dato torto e non sempre ragione.
Perché la ragione si dà solo agli asini, come dice Lorenzo Pozzi nel commento 129.
Avete da lamentarvi?
Ma che c…azzo volete?
Di  Attenzione! contiene parolaccia  (inviato il 02/08/2009 @ 22:11:07)
# 134
#133...filosofo...o..?
Di  il padano  (inviato il 02/08/2009 @ 23:59:32)
# 135
#130...lascia perdere..l'importante e che il commento sia stato recepito dalla stragrande maggioranza della gente del paese,come ci dicono nei bar,al centro civico e nelle vie del paese.
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 03/08/2009 @ 00:03:16)
# 136
#135
Non so se riuscirò a sopravvivere senza sapere, ma ci proverò.
Di  il professore tarell ... dedicato a il padano  (inviato il 03/08/2009 @ 08:24:29)
# 137
#134
o ...
Di  risposta breve e concisa  (inviato il 03/08/2009 @ 10:24:24)
# 138
136...chi si fa i c...i suoi campa 100 anni....
Di  il padano....dedicato al professore  (inviato il 03/08/2009 @ 12:48:22)
# 139
#120
Έτσι, δεν γνωρίζω
Etsi,den gnorizo
Di  so di non sapere  (inviato il 03/08/2009 @ 13:45:23)
# 140
# 125
a) «sun riva'...ma perché chi tuch gha lan cui bagai della lega?»
Perché non li considero “bagai” piagnoni, ma uomini.
Giovani, ma uomini, non più “bagai”.
b) «nisun che gha dumanda scusa a chi fioo chi?»
Tu hai da scusarti perché li consideri “bagai”.
Io sono pronto a scusarmi, se mi spieghi di che cosa.
(Nota: non rispondo dei commenti di altri)
Di  scuse a profusione, se dovute  (inviato il 03/08/2009 @ 13:58:50)
# 141
#139..pure fenomeni che scrivono in cirillico,che blog de "SAPIENTUNI"
Di  il padano  (inviato il 03/08/2009 @ 19:57:19)
# 142
non è cirillico, è greco antico
Di  correzione  (inviato il 03/08/2009 @ 20:34:14)
# 143
Ho seguito l’evolversi dei commenti seguiti al Consiglio comunale del 23 luglio 2009.
Non posso che essere lieto della vivacità del dibattito.
Vorrei però riprendere il tema aperto dal commento 30 che credo sia un punto focale per tutti i cittadini di Tavernerio.
La vecchia amministrazione, non cedendo al ricatto della Metano Nord, accettò di andare in Tribunale.
La questione era: di chi è la proprietà della rete.
La risposta del Tribunale è stata: del Comune di Tavernerio.
Il Comune ha vinto la causa.
Il riconoscimento della proprietà ha generato alcune conseguenze: il Comune ha dovuto pagare la parte di rete metano non ammortizzata dal gestore e le spese legali. Totale oltre un milione di euro.
Il sindaco si strappa i capelli perché deve tirare fuori questi quattrini ed è vero che questo non un problema di poco conto.
Ma essendo un sindaco bugiardo per natura, non dice tutta la verità, ma solo mezza verità e mezza verità è una bugia intera.
Per dire tutta la verità bisogna dire quanto il Comune è chiamato a pagare, ma anche qual è il vantaggio di possedere la rete metano.
Segue nel commento successivo.
Di  c'è un po' di confusione  (inviato il 03/08/2009 @ 20:37:06)
# 144
La normativa relativamente recente, obbliga la distinzione tra proprietario della rete e gestore della rete (il gestore è quello che fornisce il metano).
L’utente, nella tariffa, paga una parte al proprietario e una parte al gestore.
Il Comune di Tavernerio, essendo il proprietario della rete, potrà scegliere:
a) Incassare la quota di competenza del proprietario;
b) Non far pagare ai cittadini la quota di competenza del proprietario;
c) Applicare una soluzione mista: parte della quota al Comune e parte in riduzione della tariffa.
Ecco perché il Comune ha vinto.
Deve pagare ora dei quattrini che recupererà alla grande nel tempo.
Va bene piangere per quello che si deve pagare ora, ma è opportuno anche ridere per quello che si incasserà poi.
Questa è la verità della questione gas.
Di  c'è un po' di confusione  (inviato il 03/08/2009 @ 20:37:41)
# 145
#141
Cirillico “gnorizo”?
Gnorante!
Di  onomatopea  (inviato il 03/08/2009 @ 20:53:57)
# 146
Per far onore alla verità diamo atto al sindaco di essere riuscito a “sistemare” la questione liquidità del Comune.
Per far onore alla stupidità rileviamo l’affermazione dell’Assessore Giuseppe Anzani: «rete metano di circa quarantanni. Non c’era interesse ad acquistarla»
Di  verità e stupidità  (inviato il 03/08/2009 @ 20:58:38)
# 147
Paperino, esci ogni tanto dai fumetti e prova a fare l’assessore Giuseppe Anzani.
Secondo te perché mai il gestore avrebbe fatto fuoco e fiamme, incaricando i migliori legali d’Italia per la causa, spendendo perciò molto e molto di più di quello che la speso il Comune di Tavernerio per i suoi avvocati?
Ha lottato per non cedere una “ciofeca”?
O forse perché quella rete, da te disprezzata, avrebbe reso al gestore fior di quattrini?
Prova a far funzionare il tuo cervellino e datti una risposta da solo.
Di  cretinetti  (inviato il 03/08/2009 @ 21:11:13)
# 148
E’ a questo punto che il sindaco ha fatto sfoggio di indubbio umorismo.
Ha dichiarato: sono diventato un esperto di gas.
Gas esilarante.
Di  hippie crack  (inviato il 03/08/2009 @ 21:20:12)
# 149
Commenti 92, 113, 114.
Perché non convocare un Consiglio aperto?
Perché qualcuno avrebbe potuto fare questa domanda:
Il punto 5.1 del D.M. 18 dicembre 1975 prescrive requisiti minimi per le condizioni acustiche nell’edilizia scolastica.
Perché nel progetto non se ne fa cenno?

(Per chi vuol verificare: Decreto Ministeriale 18 dicembre 1975. Norme tecniche aggiornate relative all'edilizia scolastica, ivi compresi gli indici minimi di funzionalità didattica, edilizia ed urbanistica da osservarsi nella esecuzione di opere di edilizia scolastica. Pubblicato nella Gazz. Uff. 2 febbraio 1976, n. 29, S.O.)
Di  Consiglio aperto? Mai!  (inviato il 03/08/2009 @ 21:49:41)
# 150
Dagli atti letti a suo tempo in Consiglio dal parasindaco Giovanni Boccalone Rossini, si ricava che il gestore (ex Metano Nord ora Condotte Nord), per determinare i danni patiti per perdita della rete, la valutò in 10.000.000,00 di euro (dicesi diecimilioni di euro).
Forse era un valore un po’ esagerato, impiegato per enfatizzare i danni presunti, ma arrivare a dire che «non c’è interesse per una rete di quarant’anni» ci vuole il cervello di Paperino, in arte l’assessore Giuseppe Anzani.
Di  lo stupidotto  (inviato il 03/08/2009 @ 22:00:45)
# 151
VARIANTE SU PAPAVERI E PAPERE DI NILLA PIZZI
Su una rete metano che dirvi non so,
un dì Paperino col babbo passò
e vide degli alti papaveri al sole brillar...
e lì s'incanto'.
Il papero Anzani chiese
"Papà, pappare i papaveri, come si fa?"
"Non puoi tu pappare i papaveri" disse Papà.
E aggiunse poi, beccando l'insalata:
"Che cosa ci vuoi far, così e' la vita..."

"Lo sai che i papaveri son alti, alti, alti,
e tu sei piccolino, e tu sei piccolino,
lo sai che i papaveri son alti, alti, alti,
sei nato paperino, che cosa ci vuoi far..."
Di  storie di Paperino Anzani  (inviato il 03/08/2009 @ 22:09:51)
# 152
A SI PROPI DISPERA' VIOLTRI...CHE POOR GENT CA SI....
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 03/08/2009 @ 23:12:36)
# 153
meno chiacchere ridicole e piu' fatti seri!
Di  il padano....in italiano corretto  (inviato il 03/08/2009 @ 23:21:29)
# 154
#153
Se ti firmi "il padano" io sto zitto, ma se ti firmi "il padano...in italiano corretto" io protesto.
Chiacchiere, non chiacchere.
Ci vuole la i.
Di  con la i  (inviato il 04/08/2009 @ 08:01:24)
# 155
#148
Forse si riferiva a suo cugino.
Gas Elio.
Di  l'inconsistenza dell'Elio  (inviato il 04/08/2009 @ 08:04:40)
# 156
Commento 147.
Perché l’assessore cretinetti e il suo sindaco stupidotto, anziché tirar fuori la solita tiritera delle colpe della vecchia amministrazione, non hanno messo la rete metano sul mercato?
Diecimilioni di euro no, ma quattro o cinque li avrebbero portati a casa.
Avrebbero risolto il problema della liquidità e inchiappettato i cittadini di Tavernerio per benino, ma tanto i cittadini non se ne accorgono.
I cattivi erano gli altri!
Di  questi sono buoni  (inviato il 04/08/2009 @ 08:16:45)
# 157
#153
Prova a leggere con attenzione quello che si scrive (lascia stare le stupidate che servono solo per alleggerire l’atmosfera) e vedrai che, mentre noi chiacchieriamo, i fatti li fa l’amministrazione in carica.
E i cittadini di Tavernerio, volenti o nolenti, se lo troveranno nel c…lo.
Di  dove cercare  (inviato il 04/08/2009 @ 11:48:53)
# 158
#152
SCURZUN DIXIT
Di  se lo dice lui!!  (inviato il 04/08/2009 @ 12:44:11)
# 159
153...errore di scrittura..saltata una "i"..sono gli unici errori che vedete sul blog...
Di  il padano  (inviato il 04/08/2009 @ 13:50:32)
# 160
#159
No, vedo anche altri errori, ma mi trattengo e non lo scrivo.
Però se tu mi stuzzichi aggiungendo alla firma ... in italiano corretto, non reggo e reagisco.
Di  ce ne sono tanti  (inviato il 04/08/2009 @ 14:06:23)
# 161
#159
Già che siamo in vena di precisazioni.
I Padani usano il tu o il lei.
Il voi è usato dai Terroni.
Visto che tu stai rispondendo a un commento specifico e non ad una pluralità di persone, mi sembra improprio che uno che si firma “il padano” usi il voi.
Di  dedicato a voi, signor il padano  (inviato il 04/08/2009 @ 14:15:41)
# 162
#127
Non sbagli.
Però se uno non è d’accordo con quello che il giornalista ha riportato chiede una rettifica.
Non solo, il blog è fatto apposta per scrivere commenti diretti, senza i filtro dei giornalisti e per fare rettifiche.
Di  il blog è a tua disposizione  (inviato il 04/08/2009 @ 18:51:01)
# 163
si ripete più volete che il sindaco avrebbe dovuto convocare un consiglio aperto, ma tutti i consigli sono aperti al pubblico. se il pubblico non c’era non è colpa del sindaco.
Di  Anonimo  (inviato il 04/08/2009 @ 19:40:09)
# 164
#159..grandissimo str...resta qui te e il tuo blog del c...non vedrete mai piu' un mio commento..
IO NON SONO NAPOLETANO
ORGOGLIOSO D'ESSER LARIANO
concludo cosi', ADIOS
Di  il padano  (inviato il 04/08/2009 @ 20:25:50)
# 165
su riva'''seri sota ad una sciresa...sa vur dee cuse' dixit scurzun del cument 152?
REBAMBII' DIMAL ANCHE A Mi
Di  ul scurzun de GILASCA  (inviato il 04/08/2009 @ 20:35:39)
# 166
a #163 : "consiglio aperto" vuol dire che il pubblico può intervenire per dire la sua, non semplicemente che può ascoltare...
Di  aperto  (inviato il 04/08/2009 @ 21:10:47)
# 167
Forse il commento 164 voleva essere una risposta al #161, non al 159. Comunque sia, proviamo a non fare come i bambini all'asilo che mettono il muso e corrono dalla maestra a dire che "quello là mi ha detto che sono scemo e allora io non gioco più". Proviamo ad essere persone adulte.
Di  alfa1  (inviato il 04/08/2009 @ 21:14:50)
# 168
#165
Caro “ul scurzun de GILASCA”, lei sa benissimo cosa vuol dire Scurzun dixit.
Non ha di certo bisogno che glie lo spieghi io.
Lo spieghi lei a chi, senza nessuna colpa, non lo sa.
E già che c’è rispolveri le sue memorie di liceo e traduca anche questo frammento che lei ha evocato descrivendosi sdraiato “sota ad una sciresa”, proprio come Tityre, sdraiato sotto l’ombra di un grande faggio.
«Tityre, tu patulae recubans sub tegmine fagi
siluestrem tenui musam meditaris auena:
nos patriae finis et dulcia linquimus arua.
nos patriam fugimus: tu, Tityre, lentus in umbra
formosam resonare doces Amaryllida siluas.»
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 04/08/2009 @ 21:22:07)
# 169
143 144
gia' ero convinta del fatto che il possedere la rete del metano fosse una ricchezza per il nostro paese e le motivazione apportate, molto chiaramente, nei commenti sopracitati non hanno fatto altro che rafforzare la mia convinzione.
Ma vorrei sapere le motivazioni di chi la pensa diversamente.
Di  aaa  (inviato il 04/08/2009 @ 21:30:09)
# 170
#167
Ho l’impressione che “il padano” non solo abbia sbagliato a far riferimento al commento, ma anche non abbia letto con la dovuta attenzione il commento che lo ha irritato.
Se lo avesse letto e capito avrebbe potuto rispondere in diversi modi, ma non come ha risposto.
Questo denota l’abitudine ad una lettura affrettata e superficiale oltreché una reattività infantile.
Vuoi vedere che ha ragione “ul scurzun de GILASCA” (commento 125) quando dice che sono “bagai”?
Di  forse lo scurzun ha ragione  (inviato il 04/08/2009 @ 21:33:06)
# 171
Il commento 170 mi ha fatto venire in mente la reazione di Lorenzo Pozzi del commento 129, reazione per la quale non ho compreso l’origine.
O meglio, temo di averne capirne l’origine: il commento 118.
Beh, se così fosse sarebbe un’ulteriore prova di una lettura assolutamente superficiale e di una reattività emotiva, tipicamente da “bagai”.
Se la scaturigine è quella che ho indicato, non si comprende come un commento che elogia Lorenzo per la sua concretezza e lo invita ad approfondire l’argomento con il metodo da lui proposto, possa aver dato origine al commento 129.
C’è un solo elemento che mi porta a credere di sbagliare definendolo un “bagai”.
Lorenzo Pozzi, ad un certo punto del dialogo, ha preferito non farsi scudo dello pseudonimo “guerriero PADANO”, ma di usare il proprio nome.
Questo non è un comportamento da “bagai”, ma da uomo.
Giovane sì, come è, per sua fortuna, Lorenzo, ma uomo.
Anzi, Uomo, con la U maiuscola.
Di  zero in lettura  (inviato il 04/08/2009 @ 22:07:04)
# 172
Ho letto i commenti 43 e 44 alla fotografia “Le bare delle esumazioni di agosto prendono il sole” del nostro “ul scurzun de GILASCA”.
In un primo tempo ho detto: vuoi vedere che “scurzun” si è sbagliato a scrivere il proprio pseudonimo?
Il commento 43 è firmato “lo scurzon de gilasca “.
Il commento 44 è firmato “ul scurzun de GILASCA “.
Dopo una riflessione più attenta, mi è venuta un’ispirazione.
Vuoi vedere la “finezza” di “scurzun”?
Quando scrive in italiano (#43) si firma in italiano.
Quando scrive in dialetto (#44) si firma in dialetto.
Hai capito il nostro “scurzon/scurzun” !!!
(potremmo chiedergli una conferma, ma lui non ce la darà mai)
Di  esegesi scurzoniana  (inviato il 07/08/2009 @ 19:35:28)
# 173
La commentatrice “aaa”, presenza ormai abituale del blog di Taverneriocittà, ha letto gli stessi commenti che hanno letto i nuovi commentatori che fanno capo alla Lega Nord di Tavernerio.
Sicuramente la nostra “aaa”, conoscendola un poco, ha torto il naso su certi commenti e su certe parole un po’ forti.
Sicuramente non ha condiviso diversi commenti.
Ma la sua maturità le ha consentito di filtrare la lettura e di cogliere, fra le stupidaggini, una notizia di vitale importanza per i cittadini di Tavernerio.
Ed ha scritto il commento 169 che invito a leggere e meditare.
Di  un invito alla maturità  (inviato il 07/08/2009 @ 19:45:35)
# 174
a 173
esatto! da quello che hai scritto un po' mi conosci.
In ogni caso, chiunque tu sia, grazie.
Di  aaa  (inviato il 08/08/2009 @ 16:40:07)
# 175
Prego.
Ma freni il suo entusiasmo.
Io, ogni tanto, scrivo cose sensate, ma, spesso, scrivo stupidate ed uso le parolacce.
Di  nessuno è perfetto  (inviato il 08/08/2009 @ 21:32:28)
# 176
Ho letto più volte i commenti 161, 164, 167, 170 e, francamente, mi pare davvero strana e impropria la reazione de “il padano”.
Vediamo di dargli una spiegazione e poi un aiutino su come avrebbe potuto rispondere a tono.
Il #161 ti invita a non fare di tutti i commenti un solo fascio, perché i commentatori sono diversi, non hanno tutti le stesse idee politiche (ci sono anche dei Leghisti fra di essi!) e ciascuno esprime il proprio pensiero, non quello di Taverneriocittà (salvo i commenti del Consigliere Giovanni Aiani che sono firmati).
Lo fa usano un’espressione chiaramente provocatoria alla quale tu abbocchi come un pesce (ne abbiamo abbastanza di un sindaco boccalone, non ti ci mettere anche tu!).
Prova a rileggere con attenzione la tua risposta. Non ci azzecca per niente con la provocazione del commenti 161.
Te ne suggerisco una coerente e, vista la provocazione, sufficientemente caustica.
«I Padani usano il tu o il lei.»
Bene.
TU SEI UN PIRLA!
Di  forse meglio  (inviato il 08/08/2009 @ 22:11:42)
# 177
a 175
non c'era alcun entusiasmo ,volevo solo essre educata.
Forse non mi conosci e non preoccuparti anche io scrivo ,a volte, cose insensate e anche io, anche se non le scrivo, le parolacce le penso.
Di  aaa  (inviato il 09/08/2009 @ 00:05:15)
# 178
segue 177
ops forse era meglio darle del lei.
mi scusi
Di  aaa  (inviato il 09/08/2009 @ 00:06:53)
# 179
#178
No.
Sono io che ho sbagliato, nel commento 175, rispondendo con il “lei”.
E’ stato un errore causato da distrazione, non da “puzza al naso”.
Il “tu” va benissimo.
L’importante è che tu non mi dia del “voi” altrimenti “il padano” s’incazza (vedi commento 176).
Di  tu, lei, voi  (inviato il 09/08/2009 @ 00:29:40)
# 180
a 179
ah ah ah
ok
Di  aaa  (inviato il 09/08/2009 @ 08:53:49)
# 181
176...restate povera gente,sono gli unici che fanno qualcosa,che escono coi loro nomi sui giornali,forse anche qualcuno di voi dovrebbe prendere spunto da loro!.
IN particolare il gruppo assenteista
LE RADICI DEL DOMANI
GRAZIE
Di  c'e' sempre da imparare  (inviato il 09/08/2009 @ 13:27:14)
# 182
Mi permetto di riprendere il commento 20 di “alfa1”, cui resto debitore dei diritti d’autore, con una piccolissima modifica.
«Vorrei molto pacatamente e molto serenamente (citazione di Crozza confesso...) far notare che questo è il blog di Taverneriocittà, ed è questo blog che ha individuato e segnalato con tanto di fotografia il fatto Camposanto!
Di  repetita iuvant  (inviato il 09/08/2009 @ 14:09:07)
# 183
#181
Convengo pienamente che “c’è sempre da imparare”.
Più si impara e più si scopre di non sapere.
A parte questo, toglimi una curiosità, perché non ti sei firmato, come tuo solito, “il padano”?
Di  dimmi perché  (inviato il 09/08/2009 @ 14:15:07)
# 184
A proposito di difficoltà nel rispondere da parte del nostro “scurzun” (vedi commento 359 all’articolo “Rosario”), perché non risponde al nostro commento 168?
Si ricordi “scurzun” che il silenzio è assenso!
Di  Anonimo  (inviato il 12/09/2009 @ 15:30:56)
# 185
inizia la scuola.
qualcuno mi sa dire perché nei blocchetti ci sono solo 15 buoni contro i 25 dello scorso anno?
Di  domanda  (inviato il 14/09/2009 @ 10:54:45)
# 186
Perché così si deve tornare a comprare i buoni più spesso.
Di  amare la vita scomoda  (inviato il 14/09/2009 @ 13:26:59)
# 187
“Vivere pericolosamente” era l’aforisma di Nietzsche fatto proprio da Mussolini.

“Vivere scomodamente” è l’aforisma fatto proprio da questa amministrazione.

Servizi da città?
Non fia mai!
Servizi da paese!

School-card?
Non fia mai!
Buoni cartacei e pure con difficoltà di reperimento.

Recupero di risorse attraverso la valorizzazione del patrimonio?
Non fia mai!
Il patrimonio di dilapida.

Smettiamo qui, per carità di Patria.
Di  vivere scomodamente  (inviato il 14/09/2009 @ 18:34:50)
# 188
pare che si siano affidati ad una coperativa per gestire gli accompagnatori del pulmino e gli aiuti in mensa..
caro sindaco non siete in grado neanche di fare questo? poteva nominare un altro assessore! lei è così bravo, elegante e chic!!! come mai non ci ha pensato?
Di  disperso  (inviato il 15/09/2009 @ 09:30:45)
# 189
188..o darla in gestione alla service 24...cosi' in poco tempo pure i pulmimi riuscivano a far fallire!!
Di  Dedicato a queste persone vergognose  (inviato il 15/09/2009 @ 12:35:35)
# 190
è vero che gli autisti dei pulmini non conoscono le fermate?
Di  vero?  (inviato il 16/09/2009 @ 09:46:32)
# 191
mi confermano che e vero!sono in difficolta' in particolare su urago e ponzate...fate voi!!
Di  diritto di cronaca  (inviato il 16/09/2009 @ 12:56:42)
# 192
189
persone vergognose e Le do perfettamente ragione perchè Lei senza rendersene conto ha confermato che coloro che hanno messo in liquidazione parte del patrimonio comunale sono gli attuali "chiamiamoli amministratori" perche per dovere di informazione Le comunico che anche oggi sul sito del Comune è stata aperta l'ata per la vendita di terreni (EDIFICABILI) di proprietà comunale chi pensa che parteciperà ad un'asta del genere????
provi ad informarsi chi ha acquistato il terreno sottostante via Raffello e di cera amico l'acquirente
tragga le conclusioni si iformi poi se mai si metta alla tastiera ma non per sparare c...te
la saluto
Di  cronaca  (inviato il 16/09/2009 @ 13:40:51)
# 193
192...sono piu' informato di lei...perccato che ogni volta pubblico nomi e cognomi di normali cittadini ma molto vicini ad amministratori locali vengo"sbiancato"..
LE c...e le spara lei,o forse si sente tirato nel calderone appena citato?
Di  diritto di cronaca  (inviato il 16/09/2009 @ 20:08:17)
# 194
li devo ridire uno per uno i nomi del nuovo gruppo politico,per gli amici detto"tavernerio trumba'"
Capitanato dal GENERALE del comune?
Ora mi dica che non sa chi e il GENERALE...
Di  diritto di cronaca  (inviato il 16/09/2009 @ 20:10:34)
# 195
un europarlamentare parla in dialetto napoletano durante una seduta del parlamento europeo,se fosse un politico leghista a farlo,magari nel nostro dialetto,sarebbe stato subito scandalo a corte!DIMISSIONI,A CASA!
2 pesi 2 misure?
Nessuno mi sembra abbia avuto da ridire su questo episodio...
Di  il terun si,un lumbard no  (inviato il 17/09/2009 @ 11:54:47)
# 196
Io sentito ieri una trasmissione in radio in cui si parlava dell'episodio in questione. Il conduttore non ha chiesto dimissioni, ma ha descritto il tutto come una stupidaggine, che ha fatto perdere tempo al parlamento, visto che nessuno capiva nulla. Io sono perfettamente d'accordo.
Di  alfa1  (inviato il 17/09/2009 @ 12:40:25)
# 197
Dialetto al parlamento.
Non mi sembra x nulla una cosa intelligente anche se fatta da un parlamentare.
Non e' uno "scandalo" e' semplicemente una cosa stupita xche' senza senso e fuori luogo.
Boh! Sceneggiata napoletana?
Certo che anche loro non altro a cui pensare e la cosa mi preocupa ...e non poco!
Di  aaa  (inviato il 17/09/2009 @ 15:44:35)
# 198
ONORE AI CADUTI IN AFGHANISTAN
Di  lega nord  (inviato il 17/09/2009 @ 19:57:22)
# 199
#190#
è vero che, informato dei fatti, il sindaco ad alcune mamme avrebbe detto:
"sono problemi vostri"?
Di  vero?  (inviato il 18/09/2009 @ 11:03:46)
# 200
#190#
è vero che, informato dei fatti, il sindaco ad alcune mamme avrebbe detto:
"sono problemi vostri"?
Di  Anonimo  (inviato il 18/09/2009 @ 11:04:48)
# 201
Una preghiera per i caduti in afghanistan.
E una domanda :ma le missioni di pace si fanno con blindati e armi?
Per me c'e' qualcosa che non va
e qualcosa che non sappiamo?
Di  aaa  (inviato il 18/09/2009 @ 15:25:18)
# 202
Ringrazio la Lega Nord per la tempestività del commento 198.
Esprime il mio pensiero così come, a mio parere, esprime il pensiero di tutti.
Di  un pensiero comune  (inviato il 18/09/2009 @ 20:30:10)
# 203
suggerirei a lega nord di cambiare nome. visto che ora sono i paladini dell'italianità firmatevi:
LECA NODDE
Di  w la patagna  (inviato il 19/09/2009 @ 11:39:20)
# 204
VERGOGNATEVI VOI..CHE FATE FESTA PER I 6 MORTI...SIETE SCHIFOSI!!
ONORE AI CADUTI
Di  lega nord  (inviato il 19/09/2009 @ 18:13:48)
# 205
202...qualche SCHIFOSO la pensa diversamente...
Di  Anonimo  (inviato il 19/09/2009 @ 18:15:00)
# 206
Io, pur non essendo un elettore leghista, ho scritto il commento 202 apprezzando il commento 198 firmato Lega Nord e la sua tempestività.
Per questo motivo nel “voi” del commento 204 non mi ci ritrovo, così come non mi ci ritrovo in molti “voi” che abitualmente la Lega di Tavernerio usa.
Forse, elettoralmente parlando, il proporsi come paladini di virtù in lotta contro gli “altri” paga, ma non paga di certo sotto il profilo della dignità.
Di  cosa ne pensa la Lega Nord?  (inviato il 19/09/2009 @ 19:42:22)
# 207
Come e' brutto pensare che tutti quelli che appartengono ad un partito debbano pensare alla stessa maniera, alienante no?
" Cosa ne pensa La LEGA nord?",mi piacerebbe di piu' "cosa pensi tu uomo "che in linea di massima ti riconosci nei pensieri di un partito e in questo lavori e ti impegni per relizzare i tuoi ideali.
Se dimenticassimo ogni tanto l'appartenenza ad un partito,( che di x se'e' gia' divisione) e ragionassimo con la nostra testa forse una linea comune di lavoro si potrebbe trovare.
Forse e' utopia xo'.
Di  aaa  (inviato il 19/09/2009 @ 20:36:59)
# 208
207..siamo lontani anni luce aaa....noi ci crediamo..lottiamo..fieri delle nostre idee..e per sempre cosi' sara'!
ONORE AI CADUTI
Di  lega nord  (inviato il 20/09/2009 @ 01:14:11)
# 209
a 208
nella tua risposta vedo un po' di fanatismo e quel "sempre cosi' sara'"mi stona un po'. Il" sempre " e' relativo e non lo direi nemmeno x me stessa , non xche' non creda nelle mie idee ma xche' lascio sempre una possibilita' al cambiamento.
Sei forse cosi' giovane da non aver mai dovuto riconoscere una posizione sbagliata? Beato te.
"Onore ai caduti", certo, ma messa alla fine del tuo commneto e' un saltare da palo in frasca.
Buona domenica
Di  aaa  (inviato il 20/09/2009 @ 08:57:10)
# 210
Il fanatismo nasce molto prima dell'Islam, del cristianesimo, del giudaismo.
Viene prima di qualsiasi stato, governo o sistema politico.
Viene prima di qualsiasi ideologia o credo.
Disgraziatamente, il fanatismo, e' una componente sempre presente nella natura umana,e', se cosi' si puo' dire, un gene del male.
(Aros Oz)
Di  aaa  (inviato il 20/09/2009 @ 13:15:03)
# 211
a #204. Spero proprio che nessuno dei commentatori di questo blog abbia fatto festa per i 6 caduti di Kabul. Premesso questo, mi sembra legittima la posizione di chi pensa che non dovremmo essere lì. E comunque, mi sembra che dovremmo smetterla di dividerci fra chi considera queste persone eroi e chi li considera mercenari. Sono persone disgraziatamente morte mentre facevano il proprio lavoro; come tanti altri in Italia tutte le settimane, solo che gli operai, i carpentieri, i tornitori, gli addetti alla manutenzione (...ecc) non avevano messo in conto un rischio simile quando hanno scelto questo lavoro.
Di  alfa1  (inviato il 20/09/2009 @ 14:32:42)
# 212
il commento di leca nodde n. 204 in risposta al 203 inizia con un lapsus: "vergognatevi voi".
ma il 203 mica gli ha detto che deve vergognarsi, semplicemente chiede di cambiar firma adeguandola alle nuove direttive di partito.
evidentemente leca nodde si vergogna eccome: da partito per l'indipendenza della padania a partito per l'asservimento della patagna.
e stia tranquillo leca nodde che nessuno fa festa per nessun morto.
neanche per gli 8 afghani morti assieme agli italiani.
Di  patagna libbera  (inviato il 20/09/2009 @ 18:06:12)
# 213
di cosa dovrei vergognarmi caro str...?
PARLA in italiano e dicci cosa ti rode cosi' tanto
BARLAFUS!
Di  diritto di cronaca  (inviato il 20/09/2009 @ 23:08:21)
# 214
#193 #194
caro diritto di cronaca mi sembra alquanto giusto e doveroso che lei venga sbiancato quando cita nomi e cognomi di persone diciamo non avvezze ala politica o che non rivestono cariche pubbliche.
io intanto non mi sento tirato nel calderone ma conoscendo abbastanza bene (e non ho l'arroganza di essre il PIU'INFORMATO") la storia di S24 ritengo che quello che lei ha assrito precedentemente è una c:.ta:
per quanto invece il dire i nomi del gruppo politico se erano in lista è un suo diritto indicarli altrimenti non mi sembra corretto .
In fine per concludere sa coosa le dico faccia come vuole tanto penso proprio che il suo asserire non lasci nessuna SCLFITURA.
LA SALUTO
Di  cronaca  (inviato il 21/09/2009 @ 13:12:45)
# 215
chiedo scusa per l'intrusione ma, c'è qualcuno di voi ben informati, che mi sà dire a cosa servono i cordoli nella zona alta del cimitero? grazie anticipate.
p.s. perchè usate i nick name e non i vostri veri nomi?
Di  massimo pellicano  (inviato il 21/09/2009 @ 20:34:47)
# 216
libretto sanitario per tutti gli extracomunitari residenti da poco tempo in paese,giusto per sapere se non siano ammalati,se non hanno qualche virus a loro innocuo e per noi mortale,o stiamo per caso facendo del RAZZISMO??
Di  lega nord  (inviato il 22/09/2009 @ 12:44:42)
# 217
#195
Il dialetto è un patrimonio che fa parte della cultura di ciascun popolo.
Salvaguardarlo è un dovere sacrosanto.
Usarlo impropriamente come argomento politico è sintomo di cretineria.
Cretineria napoletana o cretineria lombarda in ugual misura.
Di  uguaglianza  (inviato il 22/09/2009 @ 21:08:56)
# 218
#201
Niente da dire sulla preghiera.
Sulla domanda sì.
Le missioni di pace non si fanno con blindati e armi, ma si difendono con blindati e armi.
In Afghanistan mica sono stati i nostri soldati a sparare!
Quello che non va è che usiamo le parole in maniera impropria per negare l’evidenza.
Per anni ci siamo sentiti ripetere: fate l’amore, non la guerra e, forse, questo refrain ci ha confusi.
I militari non vengono mandati dove occorre per fare l’amore.
Per fare quello potrebbero restare a casa loro!
Di  dire pane al pane  (inviato il 22/09/2009 @ 21:24:10)
# 219
#216.
Io no.
Di  a titolo personale  (inviato il 22/09/2009 @ 21:35:09)
# 220
A Erba le fotografie dei nostri militari morti in Afghanistan esposte nella bacheca del Pdl sono state prese a sassate.
Mi rifaccio al commento 217.
Quando la morte viene strumentalizzata dalla politica vuol dire che prevale solo la cretineria.
Di  la vera causa  (inviato il 23/09/2009 @ 10:20:34)
# 221
caro 220..pensa che le foto son state prese a sassate da gente "PACIFISTA"che sul balcone di casa hanno quella bella bandiera di m...tutta colorata,quelli che scendono nelle piazze a protestare,e magari pure danneggiando,ma lo vogliono SOLO LA PACE..
Di  diritto di cronaca  (inviato il 23/09/2009 @ 12:50:01)
# 222
#215
non saprei. ma sono tante le cose incomprensibili di questa amministrazione.il cimitero è comunque inguardabile.
sindaco non basta comprare le scope così gli utenti sono contenti...lavorare nell'interesse ESCLUSIVO dei cittadini
Di  labor  (inviato il 24/09/2009 @ 18:09:26)
# 223
218
se una nazione reputasse che il nostro paese e il nostro modo di pensare fosse sbagliato e si ritenesse autorizzata,in nome di una propria verita' a venire nel nostro paese con armi e blindati, noi come la prenderemmo?
L'mposizione e l'uso delle armi ,anche in nome di un bel ideale, se e' imposizione e ha le sembianze della violenza, e' sempre negativa.
E molto difficile cambiare la mentalita' di un popolo, il lavoro e' lungo e difficile, si deve lavorare alla base, si deve fare in modo che avvenga un cambio di mentalita' lavorando sulle persone, ma non di certo con mitra ed elmetto.
Di  aaa  (inviato il 24/09/2009 @ 21:13:55)
# 224
Rileggendo i testi da me scritti trovo spesso errori grammaticali, non voletemene, ma quando li scrivo non ho la possibilita' di vedere la frase completa e xtanto mi sfuggono.
...che il nostro paese e il nostro modo di pensare fossero...
Di  aaa  (inviato il 24/09/2009 @ 21:19:59)
# 225
ma sapete dirmi voi della lega nord se tra il vostro commissario e la bella giornalista della provincia c e del tenero..?altrimenti non si spiegherebbe tutto questo spazio da lei concesso a voi...
Di  una domanda al popolo lega nord  (inviato il 25/09/2009 @ 00:09:06)
# 226
Mi auguro, per Federica Dato e per Fabio Noseda, che ci sia del tenero, come dice il commento 225.
Sarebbe una bella cosa per tutti e due.
Ma, francamente, credo che la Lega Nord si conquisti lo spazio con la propria attività e non con il proprio fascino.
Nell’articolo di ieri sulla Provincia «C'è zio Paperone nelle case popolari. Accertamenti Aler» leggiamo: Non manca anche un po' di polemica politica, a sollevarla, nei confronti della minoranza locale, è Fabio Noseda che dice: «Le case popolari sono un argomento che interessa i cittadini, a me sembra che l'unica minoranza in paese sia la Lega Nord. Tutti gli altri sono assenti».
Premesso che non faccio parte della Lega, ma di Taverneriocittà, devo ammettere che i giovani della Lega si stanno dando da fare bene.
Sicuramente, se consideriamo quello che il Consigliere Aiani ha fatto e sta facendo, dire che «Tutti gli altri sono assenti» è un po’ esagerato, ma altrettanto sicuramente se tutti noi di Taverneriocittà ci dessimo da fare un po’ di più non sarebbe male.
Potremmo dire, con maggiore forza, pochi, ma buoni!
Di  su le maniche o Noseda ci bacchetta!  (inviato il 25/09/2009 @ 18:46:13)
# 227
#224
Cara “aaa”, io sicuramente non te ne voglio, ma ti do un consiglio.
Visto che tu dici di non avere la possibilità di vedere la frase completa, suppongo che tu scriva i tuoi commenti direttamente sullo spazio del blog.
Usa invece un foglio di Word, così potrai vedere tutto il tuo testo, leggerlo e rileggerlo se lo riterrai opportuno ed utilizzare il correttore automatico.
A testo approvato copialo e incollalo sul blog senza.
Tieni presente che se anche continuerai con gli errori ti vorremo bene lo stesso.
Di  vedi tu  (inviato il 25/09/2009 @ 18:59:59)
# 228
COMMENTI 225 226
Signori buonasera,
sono Federica Dato, de “La Provincia”. Non è mio uso prendere parte a blog o polemiche di genere ma penso sia opportuno rispondere al quesito posto da uno di voi. Tengo a specificare che no, tra me e Fabio Noseda non c’è del tenero. La Lega Nord ha ottenuto dello spazio nei miei articoli semplicemente perché è spesso presente e disponibile. Non sta a me stabilire quanto e come lavori la sezione, non mi interessa neppure farlo. Utile è forse sottolineare anche la mia assoluta neutralità, se non è ancora stata dimostrata sufficientemente sarò felice di farlo attraverso il mio lavoro. Sono ben lieta e disponibile a concedere altrettanto spazio, ovviamente utile, congruo e unicamente rivolto a fatti relativi alla vita del paese, a chiunque, maggioranza, minoranza e non solo. A questo proposito invito, chi volesse, a contattarmi all’indirizzo di posta elettronica annesso a questo messaggio.
Di  Federica Dato  (inviato il 25/09/2009 @ 21:29:50)
# 229
a 227
grazie x il suggerimento, sei molto gentile, ma xtroppo sono imbranata con il computer e scrivo di impunlso; odio gli errori grammaticali ma il farne qualcuno anche io mi rendera' meno rigida con gli altri.
Di  aaa  (inviato il 25/09/2009 @ 21:42:13)
# 230
ecco accidenti c'e' un "anche "di troppo.
Dovro' decidermi ad iscrivermi ad un corso di computer.
Di  aaa  (inviato il 25/09/2009 @ 21:45:30)
# 231
Commento 198

Per chi suona la campana?

Nessun uomo è un'isola,
completo in se stesso;
ogni uomo è un pezzo del continente,
una parte del tutto.
Se anche solo una zolla
venisse lavata via dal mare,
l'Europa ne sarebbe diminuita,
come se le mancasse un promontorio,
come se venisse a mancare
una dimora di amici tuoi,
o la tua stessa casa.
La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce,
perché io sono parte dell'umanità.
E dunque non chiedere mai
per chi suona la campana:
suona per te.

John Donne - Meditation XVII, sulla malattia e la morte

For whom the bell toll.

No man is an island,
entire of itself;
every man is a piece of the continent,
a part of the main.
If a clod
be washed away by the sea,
Europe is the less,
as well as if a promontory were,
as well as if
a manor of thy friend's
or of thine own were:
any man's death diminishes me,
because I am involved in mankind,
and therefore never send to know
for whom the bell tolls;
it tolls for thee.
Di  per chi suona la campana?  (inviato il 26/09/2009 @ 12:53:56)
# 232
#228
Gentilissima Federica,
le rispondo a titolo personale non avendo nessuna funzione di rappresentanza in Taverneriocittà per esprimerle la mia gratitudine per il suo commento che mi ha fatto grande piacere. Nessun dubbio su quanto da lei affermato. Peraltro, scrivendo il commento 226, avevo già espresso il mio pensiero nei suoi confronti, in risposta al commento “birichino” 225.
Approfitto ora della sua disponibilità per esprimere una critica, maturata nel tempo, non già a lei che, se non sbaglio, è incaricata della “cronaca” e svolge perciò il suo lavoro di raccogliere imparzialmente le dichiarazioni delle varie parti coinvolte inserendole nel loro contesto, ma alla redazione de “La Provincia” che, pressoché in ogni occasione, si limita, nelle notizie dalla provincia, alla sola cronaca senza quasi mai approfondire gli argomenti con una indagine.
Le cito un caso per tutti, l’ultimo che mi ricordi, non certo il più importante.
L’Assessore Fabio Gatti dichiara che la piscina del Centro Livatino è stata chiusa perché la richiesta di autorizzazione da parte della Pro Loco non è mai pervenuta.
Il Presidente della Pro Loco Bruno Arnaboldi dichiara di aver consegnato di persona la richiesta di autorizzazione in Comune.
Qui finisce la cronaca.
E qui finiscono le notizie.
Resta un fatto: o Fabio Gatti è un bugiardo o lo è Bruno Arnaboldi.
Basterebbe un piccola inchiesta, una verifica sui documenti, per appurare la verità.
Ma forse la verità è troppo scomoda.
Meglio fermarsi alla cronaca.
Chissà se anche la “Redazione” si degnerà di una risposta?
Di  Grazie Federica  (inviato il 26/09/2009 @ 14:34:03)
# 233
La nostra “aaa”, con il commento 223, pone una questione per me molto difficile.
Io non sono in grado di dare una risposta certa al problema.
Provo soltanto ad abbozzare qualche riflessione.
1° proposizione. Termina con la domanda; noi come la prenderemmo? Risposta: malissimo, non riconoscendo il diritto di altri di interferire nelle nostre scelte.
2° proposizione. L’imposizione è sempre negativa, sia che si usino le armi sia che si usino altri strumenti impositivi. E’ l’imposizione ad essere di per sé negativa ed è sempre violenza, anche se dovesse assumere le sembianze di un atto di generosità (ti costringo, ma è per il tuo bene …)
3° proposizione. E’ sicuramente difficile cambiare la mentalità di un popolo e non è certo il modo migliore usare le armi, ma credo che il problema non sia se usare mitra ed elmetto oppure mezzi pacifici, ma sia se una nazione ha il diritto di cambiare la mentalità di un altra, indipendentemente dal mezzo impiegato.
Uso il termine “nazione” perché mi sembra più preciso ed quindi adeguato all’argomento di cui stiamo parlando, rispetto a “popolo”.
Prima riflessione: nessuna nazione ha il diritto di cambiare la cultura di un'altra nazione (la mentalità non è che una parte di quel patrimonio di conoscenze e nozioni organicamente legate fra loro che uniscono i singoli individui che si identificano in una nazione).
(segue)
Di  prima riflessione  (inviato il 26/09/2009 @ 23:35:00)
# 234
(seguito del commento 233)
Seconda riflessione. Per verificare se la mia prima riflessione è valida, considerati miei limiti culturali che mi rendono difficile un riscontro tra nazioni, provo ad applicare il concetto non ad una nazione, ma ad una struttura organizzata più ridotta e più adatta alla mia portata.
Una comunità più piccola: la famiglia.
Così come una nazione non ha diritto di cambiare la mentalità di un’altra, nessuna famiglia ha diritto di cambiare la mentalità di un’altra.
Mi sembra un concetto sacrosanto.
Però …
Supponiamo che la mia famiglia abiti nello stesso condominio della famiglia di Katawi Dafani.
Se è vero che la mia famiglia deve rispettare la mentalità e, quindi, la religione dell’altra, è vero che quando il signor Katawi, con l’approvazione incondizionata della moglie, si appresta ad uccidere sua figlia Sanaa per “motivi religiosi” che non consentono alla figlia mussulmana di sposare uno straniero secondo tradizione, non dico che la mia famiglia gli debba dare una mano, ma di certo, applicando il principio enunciato della non interferenza, non deve intervenire, né chiamando i carabinieri e, tanto meno, usando un’arma per fermarlo.
Di  seconda riflessione  (inviato il 26/09/2009 @ 23:35:36)
# 235
(seguito del commento 234)
Così come noi la prenderemmo malissimo se una nazione venisse con armi e blindati in casa nostra, anche il signor Katawi la prenderebbe malissimo se intervenissimo per impedirgli di compiere giustizia.
Il ragionamento fila perfettamente, però non mi quadra neanche un po’.
Cosa ne dici “aaa”?
Di  seconda riflessione 2  (inviato il 26/09/2009 @ 23:36:54)
# 236
232..il bugiardo e bruno arnaboldi,in quale dice di avere una carta di consenso da parte del comune,e nella persona firmata dal ex ass allo sport DOM.DI GREGORIO,ma se c e perche' non mostrarla ala carta stampata??
Di  domanda  (inviato il 27/09/2009 @ 02:00:47)
# 237
a 233
Ho letto velocemente la tua riflessione.
Devo rileggerla con calma.
Oggi, xo', sono occupatissima. Appena ho un po' di tempo ti rispondo...forse stasera. ciao
Di  aaa  (inviato il 27/09/2009 @ 11:32:14)
# 238
Ho riletto il commento 211 più volte e in diversi giorni percependo, tutte le volte, una sensazione di disagio, senza capirne il perché.
Credo di esserci arrivato.
Sono perfettamente d’accordo con quanto esposto: nessuna festa, libertà di pensiero, né eroi né caduti, rincrescimento per la morte di chiunque, militare o civile.
Correttamente “alfa1” precisa, parlando dei lavoratori, che questi, a differenza dei militari «… non avevano messo in conto un rischio simile quando hanno scelto questo lavoro».
E’ qui che l’evocazione emozionale, del tutto soggettiva, lo ammetto, scatta e mi crea un certo disagio derivante da una percezione di appiattimento di due situazioni diverse.
Perciò nessuna critica o rettifica al commento 211, ma il bisogno mio personale di una puntualizzazione.
Tutti i lavoratori, purtroppo, affrontano quotidianamente il pericolo, ma, almeno sulla carta, lo affrontano a rischio zero. Il nemico è l’errore (non diciamo la fatalità che è una stupidaggine). Errore del datore di lavoro, errore dello stesso lavoratore che, ciascuno per quanto di propria competenza, non rispettano le norme di sicurezza. Ed arriva l’infortunio.
I militari, così come le forze di polizia, affrontano quotidianamente il pericolo, ma non possono affrontarlo a rischio zero perché non devono lottare soltanto contro l’errore, ma contro persone intelligenti e preparate che scientemente tentano di ferirli o ammazzarli.
L’infortunio non deriva da un insieme di circostanze negative, ma da una volontà cosciente e, spesso, da mezzi superiori per potenza e tecnologia.
Qui sta la differenza. Una differenza che conta. Un differenza che va rimarcata. Una differenza che fa meritare un apprezzamento in più per chi accetta questi rischi per la tutela di tutti noi.
Di  una differenza che conta  (inviato il 27/09/2009 @ 21:39:49)
# 239
A 233

Ho riflettuto e per risponderti uso testi scritti da altri che riflettono però le mie convinzioni che essenzialmente si basano su due idee:
--esistono dei valori universali che sono tali non xche’ occidentali ma xche’ impliciti nella crescita dell’uomo, (come vedi il primo testo non è di un occidentale)
Se un uomo” cresce “automaticamente li scopre e li apprezza.
---come far crescere l’uomo? La risposta è in parte espressa nel secondo articolo.
Non ho risposte x l’attuale, oggi cosa possiamo fare? Non lo so, le risposte sono diverse ma tutte limitanti. Possiamo valutare caso per caso e dare una risposta basandoci su quei valori fondamentali che conosciamo e che per tanto non possiamo ignorare.
Sicuramente xo’, si può fare qualcosa per le generazioni future e su quelle dobbiamo puntare oggi.

Cosmopolitismo: Amartya Sen e i valori universali
27 aprile 2004
L’ultimo libro di Amartya Sen, “La democrazia degli altri”, raccoglie due interventi già noti dell’economista e premio Nobel nato nel Bengala nel 1933. Si tratta di un articolo apparso su “The New Republic” il 6 ottobre del 2003, con il titolo “Le radici globali della democrazia”, e del testo di un discorso pronunciato alla Global Conference on Democracy, di New Delhi, nel 1999 e pubblicato sul “Journal of Democracy”.

Uno dei temi più rilevanti è la discussione sul concetto di valori universali. Il tema è particolarmente rilevante per chi si interroghi sulla democrazia come soluzione politicamente giusta per ogni popolo della Terra.

Sen nega che con l’idea dell’universalità di certi valori si sottolinei la possibilità e addirittura la desiderabilità di una sorta di omogeneizzazione culturale. E soprattutto nega che quando si enuncia un valore universale si pensi a un valore che è già condiviso da tutti i popoli indipendentemente dal loro processo storico.
«Quando il Mahatma Ganhi proclamò il valore universale della nonviolenza, non sosteneva che i popoli di tutto il mondo lo stessero già riconoscendo, bensì che avessero buone ragiooni per farlo».

È una contraddizione, ammette Sen. Che vale per la nonviolenza, la libertà di pensiero e la democrazia. Non tutti i popoli condividono questi valori, ma questo non significa che non si possa affermare che si tratta di valori universali. Per
Di  aaa  (inviato il 27/09/2009 @ 22:05:30)
# 240
continua...
Non tutti i popoli condividono questi valori, ma questo non significa che non si possa affermare che si tratta di valori universali. Per Sen sono universali nel senso che se un popolo ha l’opportunità concreta di provarli, li apprezza.

La diversità delle culture è un grande valore.

Ma si possono affermare alcuni valori che valgono per tutti i popoli. Che tutti siano in grado di mangiare è ovviamente un valore per tutti. Ma lo è davvero anche il valore della libertà di pensiero e quello della democrazia? Sen pensa di sì. E Sen è una persona degna di ammirazione.

Amartya Sen, La democrazia degli altri. Perché la libertà non è un’invenzione dell’occidente, Mondadori, 88 pagine, 10 euro

Luca De Biase – 25 aprile 2004

L’Unrwa si impegna a combattere la violenza nelle sue scuole

Irin News, 26 novembre 2008

Amman – L’Agenzia Onu per i profughi palestinesi (Unrwa) ha lanciato un’iniziativa per combattere la violenza nelle sue scuole del Medio Oriente, insegnando ai bambini la tolleranza e la soluzione dei conflitti. Ma gli insegnanti e i rifugiato dubitano che il sistema possa funzionare nei campi affetti dalla povertà.

Il nuovo codice di condotta è stato svelato la scorsa settimana ad Amman da alti ufficiali dell’Unrwa, per gestire le relazioni tra insegnanti, studenti e genitori, in modo da promuovere scuole disciplinate e prive di violenza.

Secondo Matar Saqer, portavoce dell’Unrwa da Amman, le scuole gestite dall’agenzia Onu in Giordania, Siria, Libano, Cisgiordania e Gaza saranno guidate dal nuovo codice, redatto dagli studenti stessi attraverso il loro parlamento.

"Stiamo tentando di trasformare gli istituti in posti sicuri e stimolanti, e di creare una scuola che favorisca il processo di insegnamento e apprendimento. Vogliamo scuole in cui i bambini possano imparare e i docenti insegnare", ha detto Saqer a Irin News.

"L’Unrwa sta lavorando con i suoi insegnanti per aggiornare le tecniche di insegnamento in modo da far sì che le scuole siano un paradiso sicuro per i bambini, così che possano godere del processo di apprendimento", ha aggiunto.

L’agenzia, che sostiene quasi quaranta scuole in tutta la Giordania servendo 70mila studenti, ha avviato un programma per combattere la violenza nelle scuole per l
Di  aaa  (inviato il 27/09/2009 @ 22:08:31)
# 241
a 227
ho imparato il taglia e incolla ..evviva
Di  aaa  (inviato il 27/09/2009 @ 22:10:42)
# 242
continua 239
il secondo articolo non l'ho copiato tutto xche' troppo lungo vi consiglio di andare a leggerlo su intenet.
Di  aaa  (inviato il 27/09/2009 @ 22:17:51)
# 243
Cara “aaa”, ho letto con attenzione i tuoi commenti 239 e 240, andandomi a leggere anche il pezzo del secondo articolo mancante.
Condivido totalmente la tua idea di come far crescere l’uomo e mi affascina l’idea che esistano dei valori universali che sono tali non perché occidentali, ma perché impliciti nella crescita dell’uomo.
Mi affascina e cerco di crederci, anche se il dubbio sulla universalità di alcuni valori resta.
Resta anche aperto il problema posto nel mio commento 234.
Intervenire, all’occorrenza facendo uso delle armi, oppure no?
Questo è il problema.
Non dimentichiamoci che l’India di Ghandi ha sconfitto la Gran Bretagna con il “satyagraha”, ma quando nel ’47 scoppia il conflitto con il Pakistan, tira fuori tutte le armi di cui dispone, mica il “satyagraha”, perché con una nazione civile come la Gran Bretagna con la “non violenza” vinci, ma con il Pakistan con la “non violenza” muori.
Di  quesito irrisolto  (inviato il 28/09/2009 @ 20:16:55)
# 244
243
"intervenire all'occorrenza facendo uso delle armi, oppure no?"

prima riflessione: Se bisogna fare una scelta,io scelgo la non violenza.
La mia cultura e la mia educazione non mi danno la possibilita' di scegliere diversamnete, forse ne paghero' le conseguenze ma saro' in pace con me stessa.

seconda riflessione: Gli ideali ,lo ammetto sono belli, xo' se vivessi personalmente una realta' di oprressione e di ingiustizia quale sarebbe la mia reazione?...idealmente la non violenza ma, praticamente, sarei in grado di mantenere fede ai miei ideali? Ecco questo non lo so.

Non sono in grado di risolvere il quesito.
Di  aaa  (inviato il 28/09/2009 @ 21:32:43)
# 245
A #238
Niente di strano che ci fosse qualcosa che “suonava storto” nel mio commento #211. C’era un’irritazione sopita ..Il fatto è che le “scene madri” mi irritano. Il funerale di stato in pompa magna è la cosa che sento più lontana al dolore per la perdita di una persona cara. Mi vedo nei panni di una madre che ha perso il figlio, o una moglie che ha perso il marito, e si ritrova tutte queste persone attorno. Persone che non sono mai state presenti nella nostra vita prima né lo saranno da domani, quando io dovrò farmi forza e tirare avanti. E loro, dopo la passerella in televisione, torneranno a farsi gli affari loro. Ma andate a quel tal paese voi e il vostro funerale di stato!
Chiarito che farei volentieri a meno dei funerali di stato per tutti, ho però una domanda. Sbaglio, oppure per carabinieri, poliziotti e vigili del fuoco morti in servizio in Italia non si fanno tutte queste “storie”?
Anche loro sono persone che hanno consapevolmente scelto una professione che li espone a dei grossi rischi per salvaguardare noi.
Di  alfa1  (inviato il 28/09/2009 @ 21:48:16)
# 246
#245
Credo ci faccia bene rileggere il commento 231 e ricordarci di «…non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te.»
Tenendo ben presente «per chi suona la campana», ricordiamoci che l’uomo, sin dalla preistoria, a sentito il bisogno di accompagnare i defunti con cerimonie e riti funebri.
Così è stato nell’antichità e così è anche ora.
E, purtroppo, spesso le cerimonie ed i riti servono per fare politica.
Politica nel senso deteriore del termine, ma sempre politica.
Ecco perché per alcuni si fanno “poche storie” per altri se ne fanno tante.
Perché servono ai vivi, non ai morti.
Ma, se ci pensiamo bene, anche durante i funerali della gente comune si riscontra una partecipazione solo formale alla cerimonia.
Basta guardare il corteo che segue il feretro: dolore sincero nelle primissime file, dolore che man mano diventa semplice e momentaneo dispiacere nelle file successive, poi solo presenze come atto formale.
In fondo si raccontano le barzellette sconce.
Di  per chi suona la campana  (inviato il 07/10/2009 @ 21:15:02)
# 247
#244
Cara “aaa”, ammiro la tua sincerità: «Non sono in grado di risolvere il quesito».
Anch’io non sono in grado di risolvere il quesito che, forse, trascende la capacità dell’uomo.
Ti dico solo cosa, molto probabilmente (per affermare con certezza certe cose ci si dovrebbe prima essere trovati nell’occasione), farei io.
Non credo che, di fronte alla violenza, saprei scegliere la non violenza pagandone le conseguenze.
Ma, soprattutto, non saprei scegliere la non violenza facendone pagare le conseguenze ad altri.
Rifacendomi al commento 234: se avessi potuto salvare Sanaa dalla violenza del padre lo avrei fatto senza pensarci due volte, anche a costo di sparare al padre.
Di  l'altra guancia  (inviato il 07/10/2009 @ 21:26:23)
# 248
Ho riflettuto a lungo sulla domanda del commento 215 di Massimo Pellicano «perché usate i nick name e non i vostri veri nomi?».
Con precisione non lo so, ma provo lo stesso a proporre una risposta.
A Massimo Pellicano, ma anche a me stesso.
Il blog nasce nel marzo 2005 pubblicando l’articolo “Gli obiettivi della campagna elettorale 2003” e prosegue, con diversi articoli, senza che nessuno, salvo una sola insignificante eccezione, senta il desiderio di scrivere commenti.
Poi, il 17/11/06, un commento all’articolo “La «pineta» della Plinia resterà solo un ricordo” dà il via, senza una precisa ragione, ai commentatori del blog che, man mano, diventano sempre più numerosi.
I primi commenti sono scritti da un ristrettissimo gruppo di amici che, senza che nessuna regola lo stabilisca, preferisce chiudere il commento con una parola o una frase che sintetizza o stigmatizza il commento e non con il proprio nome soprannome.
E così si è continuato.
Perché?
Non lo so.
Forse perché i pochi amici non hanno sentito il bisogno di identificarsi come singola persona, ma di riconoscersi nel gruppo.
Forse esagero, ma credo che lo spirito del gruppo e non dell’individuo sia quello che ha pervaso la corporazione dei Magistri Comacini per secoli, facendoli orgogliosi dell’appartenenza al gruppo e, quindi, senza far sentire il bisogno di identificarsi con nome e cognome.
E’ solo nella fase matura che si incominciano a evidenziare i primi nomi degli artisti e non a citarne solo l’appartenenza.
Forse questa è la spiegazione, ma può anche essercene un’altra.
Di  come i Magistri Comacini  (inviato il 10/10/2009 @ 20:12:00)
# 249
io invece faccio una domanda di tutt'altro genere.
Vorrei sapere il motivo tecnico per cui è caduto il mandato di Fabio Rossini, credo che aiuti a capire i fatti; le chiacchere le lascio agli altri
Di  Lorenzo Pozzi  (inviato il 11/10/2009 @ 19:57:13)
# 250
Una prima risposta tecnica: perché ad un certo punto del suo mandato il Sindaco Fabio Rossini si è trovato nell’impossibilità di rispettare gli impegni elettorali presi a causa dell’aggregarsi di una opposizione all’interno della sua maggioranza.
Il Dr Rossini, dopo aver verificato la possibilità di trovare una soluzione coerente e decorosa con gli impegni presi verso i suoi elettori, ha preferito dare dignitosamente le dimissioni piuttosto che accettare un disonorevole compromesso.
La dignità prima del “cadreghino”.
Imperdonabile per l’etica politica corrente che mette al primo posto “la poltrona”.
Tre osservazioni.
1) Questo è il mio pensiero personale.
2) L’argomento non può essere esaurito in poche righe. Gli articoli e i commenti del blog, negli anni, lo hanno già in parte affrontato, ma sono pronto a ricominciare.
3) Apprezzo molto la domanda di Lorenzo Pozzi. Molti, con molti più anni di lui e, in teoria, con una maggiore maturità politica, non si sono mai posti questa domanda accontentandosi della “vulgata” abilmente orchestrata, che ha portato l’attuale parasindaco a vincere le elezioni.
Di  bravo Lorenzo  (inviato il 11/10/2009 @ 20:29:29)
# 251
Se in una campagna elettorale prometti di costruire una piattaforma ecologica e poi lo fai, ti ripresenti. Se prometti di riaprire l'auditorium e lo fai ti ripresenti. Se prometti di risolvere il problema dell'acqua a Ponzate e lo fai ti ripresenti.
Se prometti di dare una svolta alle manutenzioni del territorio, agli immobili fatiscenti, alle Case Rosse con affitti scandalosi e contro legge,alla costruzione di un nuovo asilo e un nuovo nido, una nuova proposta per gli alcolisti, per il problema della terza età e poi la maggiornaza una volta vinto ha paura e si inventa stupidaggini allora è meglio lasciare che le cose tornino come prima su molti aspetti.
Perchè nesusno si chiede come mai in Angelo Borella, dopo anni di non-amministrazione(almeno 4) ci siano ancora quasi 8 miliardi delle vecchie lire di ricchezza inutilizzata?
I soldi per una nuova politica a favore della gente di Tavernerio c'erano e ci sono.
Le svendite dei terreni di Angelo borella chi privilegiano? Finora chi ha acquistato? A che prezzi?
Ho fatto l'assessore al Bilancio bel trennio 1995 - 1998. Alla fine del 1998 quanto era l'avanzo di amministrazione del Comune?
Se assessori incompetenti non riescono ad organizzare fianziariamente il Comune meglio smettere. E non mi riferisco all'attuale assessore. Ma al precedente sorretto e difeso
da gruppi di diessini senza dignità e senza idee, collusi con frange di ex demoscristiani di sinistra che avevano al coda di paglia e la viltà stampata per sempre in viso.
Occore comprendere che dal 1994 lo Stato centrale non copre più le spese di investimento(i mutui). Occore una politica finaziaria vera, un Comune che valorizzi il proprio patrimonio se vuole dare servizi.
Se la maggiornaza non ha questo coraggio è tutto molto semplice: azzeramento dei servizi e blocco fimaziario.
Cosa che si è puntualmente verificata a Tavernerio.
Bilanci approssimativi al limite del falso. Partite contabili scritte e riscritte in bilancio per trovargli una copertura, la Corte dei Conti che invita a non essere elusivi.
Risultato?
Servizi scadenti, asili fatiscenti, progeti faraonici per le scuole inutili e che forse vedranno complento in dieci anni, cimiteri praticamente finiti che non si riesce a concludere in 4 anni,nessun riguardo per chi ha meno, nessuna attenzione epr la terza età.
E intanto a Tavernerio parkeggiano furgoni con
Di  Consigliere di TC  (inviato il 11/10/2009 @ 20:59:06)
# 252
E intanto a Tavernerio parkeggiano furgoni con dentro morti ammazzati e bruciano esercizi pubblici.
Perchè anche del Consorzio di Polizia Locale si è fatto un fatto contabile, un ridicolo chicchiericcio da mercanti, una voglia di "spendere meno".
Ci sono cose che non vanno fatte se costano meno, ma a qualsiasi costo. Amminsitrando onestamente e con lungimiranza.
Altrimenti è meglio andare a casa.
Almeno si lascia un segno anche se sembra piccolo: non in mio nome.

Di  Consigliere di TC  (inviato il 11/10/2009 @ 21:00:18)
# 253
bravo bella domanda,risposta abbastanza esauriente,ma va bene cosi'!
Di  lega nord  (inviato il 11/10/2009 @ 21:06:28)
# 254
Oggi Lorenzo Pozzi vota Lega Nord.
Domani Lorenzo Pozzi, dopo essersi fatto la domanda ed aver avuto la risposta (per quanto sia possibile dare risposta ad argomenti così complessi) continuerà a votare Lega Nord.
Ma Lorenzo Pozzi, per il fatto di essersi posto la domanda e dopo aver faticosamente cercato la risposta, sarà politicamente un leghista più maturo.
Credo che questo sia importante.
Non è importante avere tutti le stesse idee, ma è importante che lo scontro avvenga tra uomini che hanno idee.
Oggi a Tavernerio non ci scontra con idee, ma con inettitudine e sporchi interessi.
Di  un fatto positivo  (inviato il 11/10/2009 @ 21:35:12)
# 255
domanda a #253: "ma va bene così" che cosa? La mia non vuole essere una provocazione, non ho proprio capito.... E' forse riferito al fatto che la risposta è ABBASTANZA esauriente e non MOLTO? grazie
Di  alfa1  (inviato il 12/10/2009 @ 19:00:16)
# 256
Egregio "come i Magistri Comacini", anche se il riferimento non credo sia casuale, leggo con ritardo una risposta che, in tutta onestà, non pretendevo di avere. E' ed era soltanto un pensiero veloce nel leggere commenti, anche pesanti, senza identità; non vedo una serietà nel non identificarsi sia quando si eprimino i propri pensieri verso persone che, non discuto se a torto o ragione, non la pensino come te o non trovavo la propria simpatia o affinità.
Tutto qui. Grazie e complimenti per lo spazio che tu ed i tuoi collaboratori rendete disponibile.
Di  massimo pellicano  (inviato il 12/10/2009 @ 21:14:37)
# 257
-C’ERA UNA PROPOSTA PER GLI ALCOLISTI'?
E’ un grosso problema che ci cadrà addosso, perché non si capisce o non si vuole capire?
Parliamo dei nostri figli.
Xche’ non prepararsi ad affrontare il problema in anticipo e magari evitare il peggio? E’ un grosso problema che non potremo ignorare, ora possiamo chiudere gli occhi ma tra un po’ non basterà più chiuderli.

-C’ERA UNA PROPOSTA PER GLI ANZIANI?
L’età’media di vita si sta allungando. Come pensiamo di prepararci? Nel nostro paese ci saranno molti anziani, che avranno bisogno di assistenza, di uno stile di vita adatto a loro, di attività che li tenga impegnati. Xche’ non pensare di creare ora qcosa x una vecchiaia dignitosa?
Xche’ non pensarci ORA, che abbiamo energia, capacita', possibilita', occasione?
Non sono fantasie e' realtà.
Perché non abbiamo il coraggio di lavorare in prospettiva di un domani?
Non sarà sempre oggi…il tempo passa in fretta.
Di  aaa  (inviato il 12/10/2009 @ 21:33:36)

Inserisci un commento









 

Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Cerca per parola chiave
 



Titolo


Ultime notizie


24/02/2021 @ 23:52:40
script eseguito in 266 ms

info@taverneriocitta.it

 

 Taverneriocittà © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati. powered by dBlog CMS ® Open Source